This page has moved to a new address.

Topi Morti nei Bagni, E’ Allarme al Comune di Bacoli: A Godere Sono Solo i Padroni della Città - FOTO

Freebacoli: Topi Morti nei Bagni, E’ Allarme al Comune di Bacoli: A Godere Sono Solo i Padroni della Città - FOTO

venerdì 26 agosto 2011

Topi Morti nei Bagni, E’ Allarme al Comune di Bacoli: A Godere Sono Solo i Padroni della Città - FOTO

image Topi ed insetti al plesso municipale di Casevecchie, in via Lungolago: scatta l’indignazione dei dipendenti comunali.

Si sono riuniti mercoledì’ mattina, dalle 9:30 alle 11:30, in assemblea di sindacato, i lavoratori pubblici da anni dislocati presso le aule un tempo deputate ad ospitare gli alunni dell’attuale liceo “Lucio Anneo Seneca” di Torregaveta.

Gli stessi che, così come oggi accade per i dipendenti del servizio comunale, non più tardi di un decennio fa si riunivano in strada, in villa o nella fatiscente palestra scoperta (attualmente usufruita come parcheggio) per manifestare apertamente il proprio dissenso verso una situazione di degrado che metteva a repentaglio la salute dell’intero corpo studentesco, frequentante in massa ogni angolo di una struttura carente sotto tutti i punti di vista.

Foto4447“In queste sedi comunali (ex Casermetta Guardia di Finanza ed ex Liceo), che sono fra l’altro infestate da topi, non vengono effettuate con regolarità le pulizie ordinarie e nemmeno quelle straordinarie. La Ditta appaltatrice non li garantisce nonostante siano previste dalla Convenzione. Inoltre il Comune che dovrebbe controllare il regolare rispetto dell’appalto, non interviene e non tutela né la normativa, né i lavoratori comunali, né quelli della Ditta, ai quali a quanto pare, non si garantiscono elementari diritti di salario e normative”, recita il cappello del volantino redatto dalla CGIL Bacoli.

Una critica forte che fa seguito al documento protocollato, già ad inizio agosto, dal sindacato autonomo DiCcap che, a seguito dell’ennesima presenza nei bagni dell’ex plesso liceale di topi morti, aveva deciso di segnalarne la presenza attraverso una nota ufficiale indirizzata, in prima istanza, al sindaco ed ai massimi responsabili dell’apparato dirigenziale comunale.

Dalla riunione, a cui ha partecipato una rappresentanza di dipendenti, si sono richiesti con forza tre punti: il rispetto della normativa; la tutela della salute e la prevenzione delle malattie sui luoghi di lavoro; il rispetto dei cittadini che, numerosi e quotidianamente, usufruiscono delle sedi comunali.

Foto4212 Diritti negati che, dai banchi di scuola alle cattedre municipali, sembrano proprio non voler in alcun modo essere ripristinati all’interno di aree da decenni attorniate da degrado e putrescenza. Tra i due plessi, dove vengono ospitati il settore Demanio, parte dell’Ufficio Tecnico, gli Affari Sociali e, addirittura, gli uffici Cultura e Beni Culturali, è ad esempio ancora presente l’ex dimora del custode liceale, completamente distrutta, inquinata ed inaccessibile.

Ma anche in altre zone, deputate ad ospitare uffici comunali, la situazione non pare essere diversa.

In prossimità dell’Ufficio Anagrafe, in via Gaetano De Rosa, continua ad aumentare, di settimana in settimana, la presenza di rifiuti che, tra vecchi scantinati e pubbliche piazzole, stanziano al di sotto di finestre ed accanto agli ingressi. Foto4209Discariche più volte segnalate su cui non si è mosso ancora un sol dito.

Accanto al Comando di Polizia Municipale si perpetua invece la presenza di motoveicoli parcheggiati in clamoroso divieto di sosta, di uno spazio riservato a mo' di isola ecologia del rifiuto indifferenziato, nonché di una villetta pubblica (quella di via campi Elisi), del tutto abbandonata e satura di diverse tipologie di rifiuti, nonché di sterpaglie che ricoprono giostre, viali e panchine allo sfascio.

Ma le lacune coinvolgono anche il Municipio centrale, ultimamente interessato da una sostanziale “lavata di faccia”, con tanto di riverniciatura delle pareti e nuova ripartizione delle aule settoriali. Proprio lì, poggiato al lato, nessuno ancora ha provveduto a sostituire la grossa quantità di lastre in amianto, utilizzate come tettoia di una struttura, anch’essa più e più volte denunciata da semplici cittadini e dipendenti.

Uniche a risplendere invece, a seguito di un investimento d’inizio amministrazione avvenuto lo scorso anno e pari ad una spesa di decine e decine di migliaia di euro, sono invece le stanze “del potere”, dove trovano ristoro sindaco, vicesindaco, assessori (con rispettive guide consiliari) ed alti funzionari. Foto4199Denaro pubblico che, se si considerano tutte le spese riservate esclusivamente all’acquisto di materiale per “mobilio amministrativo” e per la ristrutturazione di una parte del primo piano dell’edificio centrale di via Lungolago, sfiora quota 100mila euro.

Per loro parquet lucidato, poltrone e scrivanie nuove, qualche computer, climatizzatori d’ultima generazione, tendine funzionali, divanetti, armadi, e “quant’altro”.

Da una parte i topi morti ed il battito del ventaglio per ripararsi dal caldo afoso, dall’altro numerosi confort e stalattiti calati dall’alto, alla maniera di gelati.

E i dipendenti cosa fanno? Avranno deciso di manifestare in massa il proprio dissenso?

Beh, in un paese in cui scioperano Totti, Ibrahimovic e Buffon, (ed in un Europa in cui si fermano anche Messi e Cristiano Ronaldo) stai a vedere che forse potrà levarsi qualche mugugno anche dagli impiegati pubblici di questa piccola città dell’assurdo e del ridicolo: lì dove capita d’incontrare sindacalisti che, oltre a dover difendere i diritti dei lavoratori, risultano essere rivestiti dell’incarico di “responsabile di settore” (persone di fiducia dell’amministrazione comunale). 

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

12 Commenti:

Alle 26 agosto 2011 16:48 , Anonymous Anonimo ha detto...

ma che schifoooooooooooooooooooooooooooooooo

 
Alle 26 agosto 2011 16:52 , Anonymous Anonimo ha detto...

Angelo Fruncillo
e come direbbe qualcuno..." siamo pieni di topO"

 
Alle 26 agosto 2011 16:54 , Anonymous Anonimo ha detto...

Maria Mari
MA CHE SCHIFOOOOO MAMMA MIA!

 
Alle 26 agosto 2011 16:55 , Anonymous Anonimo ha detto...

il parquet a terra?? 100.000 euro?? ma che STIAMO SCHERZANDO?????????

 
Alle 26 agosto 2011 17:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

al deodorante da cesso con chanel n.5 non ci hanno pensato?

 
Alle 26 agosto 2011 17:59 , Anonymous Anonimo ha detto...

...viva la topa, lunga vita alle zoccole (sia in senso proprio che figurato)

 
Alle 26 agosto 2011 18:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

ma rientrano in questa spesa anche i cellulari ed il pc portatile della presidenza del consiglio??

 
Alle 26 agosto 2011 18:32 , Anonymous Anonimo ha detto...

AUTO BLU', AUTISTI PERSONALI,FESTE DA MILLE EDUNA NOTTE, E POI SIMO PIENI DI SPAZZATURA, GLI UFFICI PUBBLICI, SIA AMONTE DI PROCIDA CHE A BACOLI ANDREBBERO CHIUSI, TUTTI SERVIZI IGIENICI CHE NON VEDONO UNA SANIFICAZIONE DA DECENNI, EEE' UNO SCHIFO, L'ASL DOV'E'??? A ROMPERE LE SCATOLE A QUALCHE POVERO CRISTO,, VERGOGNA VERGOGNA

 
Alle 26 agosto 2011 23:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

Roberto Della Ragione
BACOLI E' NELLA MELMA ......................... ORA DOBBIAMO TUTTI INSIEME LOTTARE AFFINCHE' GLI UOMINI & LE DONNE DI BACOLI POSSANO AVERE UN SUSSULTO D'AMORE PER LA LORO TERRA VILIPESA E POSSANO (DAVVERO) REAGIRE !!!!

 
Alle 26 agosto 2011 23:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

Carannante Pina
veramente bacoli è infestata non solo il comune io abito nelle vicinanze del centro e sono disperata xchè vicino casa mia e pieno e non ti nascondo che sto avendo problemi a casa ..

 
Alle 26 agosto 2011 23:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

Roberto Della Ragione
CHE SCONCIO !!!!!!!!

 
Alle 29 agosto 2011 22:55 , Anonymous Anonimo ha detto...

Chiara de Simone
aaaaaaa si brucia il disagio???????????

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page