This page has moved to a new address.

Blitz dei Carabinieri del NOE alla Cooperativa Avino: Sospetti sullo Smaltimento di Rifiuti Pericolosi – FOTO DENUNCIA

Freebacoli: Blitz dei Carabinieri del NOE alla Cooperativa Avino: Sospetti sullo Smaltimento di Rifiuti Pericolosi – FOTO DENUNCIA

lunedì 23 aprile 2012

Blitz dei Carabinieri del NOE alla Cooperativa Avino: Sospetti sullo Smaltimento di Rifiuti Pericolosi – FOTO DENUNCIA

image Impegni di spesa poco chiari ed incongruenze palesi messe su carte e protocollate all’attenzione degli organi competenti: blitz dei carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Napoli alla Cooperativa Avino per verificare la quantità del materiale cementizio commisto ad amianto da smaltire, secondo quanto previsto dal Comune, attraverso una spesa superiore ai 20mila euro.
E’ avvenuto nella mattinata di martedì 17 il sopralluogo, promosso da apposita denuncia, all’interno del fatiscente sito di parcheggio automezzi e deposito momentaneo di rifiuti della Flegrea Lavoro spa, effettuato dai NOE che già nell’ottobre dello scorso anno avevano visitato l’Avino denunciandone una lunga serie di criticità che ne dovrebbero portare, di qui a breve, alla chiusura per inagibilità.
Un vero e proprio blitz del corpo dei carabinieri di Napoli che questa volta ha puntato l’attenzione nello specifico sulla difformità esistente tra un cumulo di rifiuti da smaltire presente all’interno del sito di via Giulio Cesare, contenente materiale cementizio ed amianto, ed il peso dello stesso individuato dal Comune di Bacoli: una quantità che l’ente pubblico, attraverso il X Settore guidato da Giovanni Capuano, faceva arrivare sino a 30 tonnellate.
I Dubbi di Freebacoli e dell’Ing. Fabricatore: Il Comune Annulla la Spesa
image Risultante poco conforme alla realtà dei fatti, da cui poi scaturiva un prezzo dello smaltimento altrettanto eccessivo, che, oltre ai dubbi della Redazione di Freebacoli (CLICCA QUI), ha destato l’attenzione del direttore tecnico della Flegrea Lavoro Beatrice Fabricatore la quale, così come si evince da una successiva determina stilata dal X Settore, ha evidenziato con una nota scritta indirizzata all’amministrazione delle incongruenze tra il peso reale del rifiuto e la quantità effettiva presente all’interno della Cooperativa Avino.
Dubbi e perplessità, suffragate da una verità dei fatti sempre più lampante, che hanno quindi spinto il Comune di Bacoli a ricoprirsi il capo di cenere e ad annullare conseguentemente proprio il 17 aprile (data del “blitz” dei carabinieri) la determina con cui s’impegnavano 21.780 euro a favore della società bacolese GF Service srl, per smaltire una montagna di rifiuti (30 tonnellate) che in verità corrispondevano a niente più che ad una collinetta appena accennata.
La Denuncia Madre del Blitz del NOE
A ciò, come già accennato in precedenza e così come visibile nella foto in basso, si è aggiunta lunedì 16 aprile (giorno prima del blitz) una denuncia protocollata direttamente negli Uffici del comando Gruppo CC. Tutela Ambienta di Napoli dal consigliere comunale Josi Gerardo Della Ragione con cui si chiedeva un pronto intervento di verifica da parte dello stesso NOE, spesso attivo sul territorio flegreo nonostante l’esiguo numero di uomini posti a propria disposizione.
image
Redazione Freebacolifreebacoli@live.it 
Per saperne di più: Mistero a Bacoli, Il Comune Paga per Smaltire 30 Tonnellate di Rifiuti Pericolosi Che Però Non Esistono: In Ballo Oltre 20mila Euro – FOTO e VIDEO

Etichette: ,

9 Commenti:

Alle 23 aprile 2012 16:05 , Anonymous angelo nero ha detto...

grazie a voi la stanno smettendo di fare i loro porci comodi!
è solo l'inizio ,ma ce la faremo!!!!!

 
Alle 23 aprile 2012 17:17 , Anonymous Anonimo ha detto...

complimenti al consigliere JOSI e a tutti coloro che cercano di portare un barlume di legalità in questa città.... prendiamo esempio e soprattutto amministratori municipali prendete esempio... francesco

 
Alle 23 aprile 2012 18:28 , Anonymous Anonimo ha detto...

Scusate ma ata magnà semp sord nuost?
ma è mai possibil semp chest ngopp a ngopp a stu comun?

 
Alle 23 aprile 2012 20:27 , Anonymous Anonimo ha detto...

mi domando se c è anche lo zampino della flegrea lavoro ? ? ? ? chissa'.......

 
Alle 23 aprile 2012 20:56 , Anonymous L'AMBIENTALISTA ha detto...

Piano piano i carabinieri si stanno avvicinandoal comune.Sono arrivatial Fusaro.Manca poco!!!

 
Alle 23 aprile 2012 22:57 , Anonymous ANTONIO CAPUANO ha detto...

E che c...o hamma campà tuttu quant.

 
Alle 24 aprile 2012 08:08 , Anonymous Anonimo ha detto...

Complimenti al consigliere Josi. Dietro hai tante persone che Ti appoggiano. Bravo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

 
Alle 24 aprile 2012 14:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giovanni Lombardi jì
bravi c.c. :))))

 
Alle 25 aprile 2012 02:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

Raffaele Cardamuro
chi sa vulev ammuccà a zuppp?????

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page