This page has moved to a new address.

Discarica al Castagnaro? No Grazie! Continua la Protesta per la Difesa del Nostro Territorio - VIDEO

Freebacoli: Discarica al Castagnaro? No Grazie! Continua la Protesta per la Difesa del Nostro Territorio - VIDEO

domenica 22 aprile 2012

Discarica al Castagnaro? No Grazie! Continua la Protesta per la Difesa del Nostro Territorio - VIDEO

Per il momento si è ottenuta una pausa di riflessione di venti giorni, che è già meglio di niente, ma il forte timore è che, come dimostrano gli avvenimenti degli ultimi giorni, il ripensamento non sia vero ma che si aspetti un fisiologico calo delle proteste, per poi procedere alla realizzazione della discarica al Castagnaro.

È esattamente questo ciò che non può e non deve accadere e per questo è indispensabile che il livello di guardia resti sempre alto e che la mobilitazione non si esaurisca.A ribadire questi concetti sabato 21 aprile si è tenuta una manifestazione con un corteo, che ha visto la partecipazione di una decina di migliaia di persone, che da Quarto è giunto fino al porto di Pozzuoli.
Nei filmati, oltre a darvi testimonianza dell’imponenza di tale corteo, abbiamo raccolto le testimonianze di Maria Rosaria Luongo, sempre moto attiva nelle iniziative di civiltà e tutela della salute, di tre candidati a sindaco di Pozzuoli, Fenocchio, Monaco e Zanni, dell’attuale sindaco di Quarto, Giarrusso e del precedente, Secone, tutti oppositori, anche se aderenti a diversi partiti, di questo tentativo di ulteriore scempio del territorio Flegreo.


Per l' Ennesima Volta NO alla DISCARICA...nè al Castagnaro nè altrove!

È chiaro a tutti che la discarica non deve essere fatta, né in un’area protetta come il Castagnaro, né altrove.Quello che è necessario fare, quello che ci chiede l’Europa ed il buonsenso, è una raccolta differenziata ben organizzata su tutto il territorio Campano.Ma ferisce anche il modo subdolo con cui si vorrebbe creare questa discarica.


I nostri peseudo-governanti, o meglio, molto spesso, i nostri Sgovernanti (con la S ovviamente maiuscola, perché sono maestri nell’arte dello sgoverno di città, province e regione), non hanno il coraggio di dire apertamente che vorrebbero fare un’altra discarica.E allora cosa si inventano: “metteremo nella cava del Castagnaro FOS (Frazione Organica Stabilizzata)” cioè, per intenderci meglio, compost fuori specifica, ovvero compost che non può essere usato per agricoltura o giardinaggio perché troppo inquinato e inquinante, per realizzare “un’opera di ripristino ambientale”.

Ma da dove dovrebbe provenire questo FOS? Dagli impianti di Tufino e Giugliano, che però non sono in grado di produrlo.


Il parere del Magistrato Cantone
Perfino una persona come il magistrato Cantone, come si legge nella sua intervista pubblicata sul quotidiano “La Repubblica” venerdì 20 aprile, afferma, a proposito di questo fantomatico FOS;...Ora, in Campania non risulta che si produca questo compost, se si fa, come si deve fare, la differenziata, la frazione umida non risulterà più mischiata con altri rifiuti, e quindi il FOS semplicemente scomparirà. Perché allora si vuole fare una discarica per questo materiale se, facendo le cose in regola, il FOS scompare? Forse non si vuol fare davvero la differenziata, questo è il vero problema?
Ed infine se, come dice la parola stessa “stabilizzata”, questa frazione è davvero stabile, perché nel progetto della discarica al Castagnaro è prevista una vasca per il percolato? Avete mai visto sacchi di compost che perdono percolato o che sprigionano gas? Se fosse così chi acquisterebbe mai il compost?Vuol dire, quindi, che non c’è nessuna reale intenzione di scaricare materiale realmente stabilizzato, ma una vera e propria discarica.



Il perché si vuole con tanta insistenza continuare sulla strada delle discariche ce lo spiega, con parole inequivocabili, nella sua intervista l’ex Sindaco di Quarto, Secone, che ricorda quanti soldi e quanti interessi, anche e soprattutto di tipo camorristico, ruotino intorno alle discariche.

La Nostra Salute non è in Vendita!

Ricordo infine che nella bozza dello sciagurato “Accordo di Programma” tra la Regione Campania, la Provincia di Napoli ed i Comuni Flegrei, bozza che fortunatamente non è stata sottoscritta dai sindaci, era perfino previsto un “ristoro” ai comuni con impianti di trattamento e/o discariche, fino ad un massimo di euro 5,20 per tonnellata (chiaramente ristoro sempre poi a carico dei cittadini campani, è un poco come il gioco delle tre carte), per FOS proveniente da fuori ambito flegreo.

Ebbene, senza ovviamente considerare il fatto fondamentale che non si può vendere la propria salute e quella dei propri figli né per 5,20 euro né per una cifra cento o mille volte superiore, anche questo ha il sapore di ennesimo bluff, perché, come sentirete nell’intervista al candidato sindaco di Pozzuoli Fenocchio, la Corte dei Conti ha bocciato la politica dei ristori.


Alessandro Parisi
Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: , ,

5 Commenti:

Alle 22 aprile 2012 18:02 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ok protestiamo contro la discarica sotto casa ma questa spazzatura nonostante la differenziata che ormai quasi tutti fanno la dobbiamo pur mettere da qualche parte.
O forse è il caso di affidare la ricerca e la gestione delle discariche ad associazioni camorristiche ( come si è fatto in questi anni), così tutti i cittadini onesti che protestano ogni qualvolta si individua un potenziale sito da adibire a discarica staranno zitti e a cuccia come anno fatto in passato.

 
Alle 22 aprile 2012 22:17 , Anonymous Anonimo ha detto...

Il problema sussiste nel fatto che il ciclo della spazzatura,della raccolta differenziata,delle discariche ecc. è un ciclo piuttosto complesso,che però a tanti,interessati economicamente alla cosa,fa piacere non far capire al cittadino medio.Per quello che ne so io la raccolta differenziata effettuata in maniera corretta ed integrale sarebbve addirittura fonte di guadagno per i Comuni che la effettuano,così come succede nei paesi stranieri,ma la delinquenza organizzata che da anni ci sguazza in questi affari,ottenendo a volte anche la complicità di politici poco coscienziosi o addetti altrettanto poco onesti,è sempre interessata a questo enorme affare legato alla spazzatura e fa di tutto per favorire l'apertura di nuove discariche,mi auguro che prima possibile la legge faccia luce su queste complicità e venga al più presto ristabilita la legalità anche nell'interesse e la salute dei cittadini. Il mio augurio è quello che ci siano tanti interventi su questo argomento così delicato.

 
Alle 23 aprile 2012 01:30 , Anonymous Anonimo ha detto...

Francesco Romano
la protesta del Comitato Antidiscarica e dei cittadini Quartesi questa sera al Palapartenope ha immediatamente sortito gli effetti sperati... è doveroso ringraziare pubblicamente quanti stanno sacrificando il proprio lavoro, la propria vita, ogni giorno, ogni ora, ogni minuto, per portare avanti questa battaglia che giova a TUTTI...prendiamo esempio!

 
Alle 23 aprile 2012 01:31 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mariarosaria Luongo
Se qualcuno mi chiedesse nel terzo millennio chi ha fatto la storia di questi ultimi anni? Esperti e internet ci fornirebbero dati e persone. Ma quanti hanno scritto pagine di storia che ieri come oggi, hanno segnato anche inconsapevolmente, la nostra esistenza? Testimoni del Tempo, senza riflettori. Con le loro scelte, la loro coerenza, il loro coraggio, la loro quotidianità, hanno risposto a qu...ella domanda sul senso della vita che interroga da sempre l'uomo. Le mie riflessioni le dedico ai nostri "eroi" gli amici del Presidio che da mesi giorno dopo giorno sfidando pioggia e vento sono lì quotidianamente di ogni età, alle donne che in silenzio quotidianamente lasciando la casa e la cura dei figli sono presenti. Il mio monito và a coloro che "galleggiano" che potrebbero contribuire con il loro tempo o sostenendo il movimento ma restano nascosti nell'ombra come se il problema fosse di qualcun altro.
Scegliete se essere attori della vostra vita o figuranti, non fate come coloro che aspettavano gli americani per essere liberati nella seconda guerra mondiale diventate patrioti del vostro territorio!

 
Alle 23 aprile 2012 01:31 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mariarosaria Luongo
Nella nostra terra con le nostre famiglie, i nostri amici e i nostri concittadini uniti contro un progetto scellerato a difesa della vita e del territorio e contro logiche economiche sbagliate.

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page