This page has moved to a new address.

Infinito Castagnaro, In 200 all' "Earth Day" Ricevuti dal Ministro Clini: Assediato il Palartenope al Grido "Non Abbiamo Paura"

Freebacoli: Infinito Castagnaro, In 200 all' "Earth Day" Ricevuti dal Ministro Clini: Assediato il Palartenope al Grido "Non Abbiamo Paura"

lunedì 23 aprile 2012

Infinito Castagnaro, In 200 all' "Earth Day" Ricevuti dal Ministro Clini: Assediato il Palartenope al Grido "Non Abbiamo Paura"

Una riunione nel pomeriggio, un nuovo presidio in prima serata per poi partire compatti verso un evento internazionale da riempire con i sempre più forti contenuti di lotta e "battaglia civile": la protesta del Castagnaro si sposta all'Earth Day ottenendo un incontro con il Ministro all'Ambiente Clini.

Si è svolto ieri sera un vero e proprio "blitz" pacifico del Comitato Castagnaro che, insieme ai Comitati Antidiscarica di Chiaiano e Terzigno, ha assediato il Palapartenope a Napoli dove si svolgeva l'Earth Day.

Manifestazione internazionale a cui, tra gli altri, vi erano ospiti del calibro del Ministro all'Ambiente Clini e del Sindaco di Napoli Luigi De Magistris.

Sommossa popolare, partita con ogni mezzo alle 20:00 dal Castagnaro, per ribadire con cori, striscioni e documenti ufficiali la contrarietà della gente al "modello discariche" inaccettabile in paesi che ancora si ritengono essere civili.


Giorgio Rollin: "Campania Avvelenata da Mala-Politica e Camorra"


"Un presidio di 200 persone all'esterno del Teatro ha ricordato agli organizzatori che organizzare la giornata della Terra a Napoli senza menzionare minimamente l'avvelenamento che politica e camorra hanno fatto in 20 anni di emergenza rifiuti, non può essere una semplice dimenticanza - tuona Giorgio Rollin, giovane rappresentante della Consulta dei Giovani di Quarto e candidato al Consiglio Comunale di Pozzuoli con la "Lista Civica Popolare per il Bene Comune" - così come che le discariche e gli inceneritori non sono la soluzione che vogliamo per l'emergenza rifiuti, ma pertanto bisogna praticare le tante soluzioni alternative per evitare di continuare ad ammalare terra e popolazioni inermi. La lotta non si ferma, Castagnaro vincerà!".

Una delegazione del Comitato è stata ricevuta dal Ministro e gli organizzatori hanno invitato tutti i presenti ad entrare e ad esporre lo striscione.


Prima, durante e dopo l'evento, un fitto volantinaggio informava i passanti di quanto stava accadendo e delle  giustissime ragioni che spronano la battaglia da chi da mesi resiste al presidio al confine tra i Comuni di Quarto e Pozzuoli.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

3 Commenti:

Alle 23 aprile 2012 11:44 , Anonymous Anonimo ha detto...

Forza Castagnaro!!

 
Alle 23 aprile 2012 19:35 , Anonymous Anonimo ha detto...

COMITATO CASTAGNARO

Un presidio di oltre 200 persone del Comitato Castagnaro, che assieme ai Comitati di Chiaiano e Terzigno, ai Cittadini Campani per un piano alternativo dei Rifiuti e con la partecipazione delle associazioni locali, ha stazionato davanti al Palapartenope dove si stava tenendo l'Earth Day.
Il presidio si è svolto in maniera pacifica con megafonaggio e volantinaggio per spiegare a passanti e partecipanti quali erano le nostre motivazioni.
La contestazione voleva in prima istanza contestare l'assenza dall'evento della discussione sul ciclo dei rifiuti, una tematica di rilevanza fondamentale sopratutto in una regione come la Campania.
Il paradosso di tenere un Earth Day senza confronto, analisi e prospettive sul ciclo dei rifiuti in Campania appare un vuoto esercizio di retorica. La tutela dell'ambiente parte dai comportamenti virtuosi nelle nostre case per poi estendersi a macchia d'olio in un'azione onnicomprensiva globale. Interrogarsi e spendersi per la salvaguardia dell'ambiente senza invitare ed interpellare chi in questi anni indefessamente si è speso e si sta spendendo per salvaguardare il territorio da devastazione e speculazione ci è sembrato scollegato con la realtà.
La persistenza e la tenacia dei presenti ha consentito di avere un colloquio con il Ministro Clini, presente all'evento, al quale sono state illustrate le nostre critiche al piano regionale rifiuti e abbiamo ricordato l'impegno che egli stesso ha assunto, ma non ha mantenuto, ormai da qualche mese davanti al Senato e alla Camera in ordine allo stralcio della cava del Castagnaro. E' stata richiamata anche la sua attenzione sulla infiltrazione camorristica nell'intricata e nebulosa gestione del ciclo dei rifiuti. Gli abbiamo consegnato anche una lettera aperta a lui diretta e il documento che stavamo distribuendo all'esterno che illustrava le nostre ragioni.
E' stata sottolineata la follia di un progetto come quello della discarica al Castagnaro e sopratutto la scelleratezza di un piano rifiuti che non tutela l'ambiente ma punta a devastarlo ulteriormente senza puntare a risolvere il problema.
Dopo il colloquio i manifestanti sono stati invitati ad entrare per effettuare il volantinaggio anche all'interno ed esporre lo striscione. Numerosi sono stati gli attestati di solidarietà da parte della presentatrice Serena Dandini, del Sindaco di Napoli Luigi de Magistris e degli artisti (Roy Paci, Sud Sound System, Pino Scotto Jovine....) culminati nella presenza dello striscione nella foto corale che ha concluso la prima parte del concerto. Marcata anche la solidarietà mostrata da molti dei presenti che con interesse hanno condiviso le istanze del volantino o retto lo striscione.
Un altro importante passo è stato fatto con l'esposizione diretta al Ministro Clini dell'annosa problematica della questione rifiuti e nello specifico della questione del Castagnaro, alla luce di quanto accaduto appare ancora più folle ed ingiustificata l'ottusità del Presidente Caldoro, dell'assessore Romano e del Commisario Vardè che vogliono continuare il loro progetto.

Noi non possiamo fermarci: non dobbiamo permettergli di calpestare i nostri diritti, abbiamo il
dovere di difendere le future generazioni e noi stessi dai mali che porterà questo disastro!!

Resistiamo e resisteremo ancora fino alla vittoria: NO! Alla discarica né al Castagnaro né altrove





Quarto – Pozzuoli, 23 aprile 2012

Comitato Castagnaro

comitato.castagnaro@gmail.com

FB : No alla discarica nel Castagnaro

www.nodiscaricacastagnaro.info

 
Alle 24 aprile 2012 13:15 , Anonymous Anonimo ha detto...

NO alla discarica!!!Invece di valorizzare il nostro territorio ce lo distruggono ancor di più. Siamo stufi di morire di tumore. Qui nella nostra zona la percentuale di queste morti è altissima.BASTA BASTA

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page