This page has moved to a new address.

Legati e Picchiati in Casa, Coppia di Anziani Derubati allo Scalandrone: Bacoli Vive un’Altra Notte di Terrore

Freebacoli: Legati e Picchiati in Casa, Coppia di Anziani Derubati allo Scalandrone: Bacoli Vive un’Altra Notte di Terrore

giovedì 19 aprile 2012

Legati e Picchiati in Casa, Coppia di Anziani Derubati allo Scalandrone: Bacoli Vive un’Altra Notte di Terrore

image Ennesima rapina brutale sconvolge la quieta vita di una famiglia bacolese: assaltata una villetta allo Scalandrone, al confine tra i Comuni di Bacoli e Pozzuoli.

E’ avvenuta domenica notte, intorno alle 2:30, una rapina a mano armata condotta da quattro ladri a volto coperto che, stando alle prime indiscrezioni degli organi inquirenti, dovrebbero essere in buona parte gli stessi che derubarono qualche settimana fa una nota famiglia locale nel pieno centro del paese.

Ad essere presa di mira un’abitazione di due anziani cittadini, da poco trasferitesi allo Scalandrone, che in compagnia di figli e nipoti hanno dovuto subire le conseguenze della cruenta metodologia di rapina che in questi ultimi tempi sta caratterizzando, a fasi alterne, l’intero territorio flegreo.

La banda, entrata in casa da una finestra, ha prima violentemente strattonato e poi legato ad una sedia i componenti della famiglia che, al momento dell’aggressione, era costituita, oltre che da una coppia di anziani, anche dal figlio di quest’ultimi con sua moglie e, pare, anche dai propri figli, dei bambini con un’età inferiore ai dieci anni.

Famiglia Immobilizzata

Una volta immobilizzati, ed a seguito dell’utilizzo di una violenza bruta, i quattro ladri hanno quindi derubato soldi ed oggetti preziosi per un valore, non ancora stimabile con ufficialità da parte dei carabinieri, di almeno qualche migliaio di euro.

Restano al momento sotto shock i cittadini aggrediti i quali, al termine della terribile esperienza, hanno contattato i carabinieri della stazione di Bacoli e Pozzuoli consegnando agli uomini dell’Arma indizi utili per rinvenire l’identità dei malviventi, presumibilmente non nuovi a questo tipo di rapine.

Sta di fatto quindi che, soprattutto in queste ultime settimane, sta aumentando in maniera considerevole il numero di rapine in casa in città accedendo un chiaro allarme sicurezza in un territorio purtroppo carente di controlli e di controllori, soprattutto in notturna.

Un Paese Senza Controlli: In Notturna Nessun Vigile e Pochi Carabinieri

Basti considerare che, appurata l’assoluta assenza sul territorio della Polizia di Stato (che ferma il suo raggio d’azione a Pozzuoli), a vigilare il territorio bacolese “al calar del sole” restano soltanto i carabinieri della stazione di via Lungolago. Difatti il Comando di Polizia Municipale, sempre più scarno di uomini da utilizzare in strada, chiude i battenti alle 20:30, prim’ancora dei negozi del Centro Storico.

A ciò si aggiunge che i carabinieri, in solitaria, ben poco possono per sorvegliare il paese. Su una popolazione di 27mila abitanti gli uomini di divisa nera sono soltanto dodici (all’incirca 1 ogni 2500 persone). E la proporzione sale ad 1:5000 quando si svolgono le turnazioni.

Numeri irrisori se si considera che in altri paesi flegrei la proporzione è di 1 ogni 1200 cittadini.

Ed è per questo che si sprona chi di dovere ad aumentare il numero delle forze di controllo e sicurezza in città, assicurando una maggiore sorveglianza agli abitanti di questo lembo terra da tempo sempre più presente sulle pagine di cronaca nera.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette:

15 Commenti:

Alle 19 aprile 2012 06:44 , Anonymous Anonimo ha detto...

ci diamo una mossa??

 
Alle 19 aprile 2012 08:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

Emanuela Di Zenise Nn finirà mai

 
Alle 19 aprile 2012 08:27 , Anonymous Anonimo ha detto...

Raffaele Cardamuro Lo stato ha mandato 600 uomini per abbattere la mia casa e poi non mette nemmeno 4 unita per la sicurezza di un paese intero!!! Che vergogna

 
Alle 19 aprile 2012 09:27 , Anonymous Anonimo ha detto...

La notte si pensa a farmi la multa per la revisione scaduta da 3 giorni...altro che rapine

 
Alle 19 aprile 2012 10:22 , Anonymous Anonimo ha detto...

Finalmente free bacoli si occupa di questi avvenimenti che tra abitazioni e attività commerciali sono ormai oltre 10 i furti in poco più di 40 giorni.
Speriamo che continuino ad occuparsene.

 
Alle 19 aprile 2012 11:20 , Anonymous Anonimo ha detto...

non vi preoccupate siamo vicini al cambiamento..............

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=934aeJKkywk

 
Alle 19 aprile 2012 15:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

Bacoli dopo le 20 è terra di nessuno !
Nessuno vuole i controlli ?

 
Alle 19 aprile 2012 16:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

PER L'ANONIMO DELLE 12.27 DEL 18 APRILE
ANCHE QUELLO VA FATTO,TI FERMANO PER VEDERE SE SEI UN LADRO O UN ONESTO CITTADINO,E TU DA TALE DEVI ESSERE IN REGOLA

 
Alle 19 aprile 2012 16:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

SCENDIAMO IN STRADA A SCIOPERARE PERCHè VENGA RAFFORZATA LA STAZIONE CARABINIERI DI BACOLI,(MONTE DI PROCIDA CONTA PIU' CARABINIERI DI BACOLI)

 
Alle 19 aprile 2012 16:12 , Anonymous Anonimo ha detto...

La rabbia di qualcuno non può sminuire il lavoro fatto dalle Forze dell'Ordine. Le carceri sono piene...

 
Alle 19 aprile 2012 17:52 , Anonymous Anonimo ha detto...

e anche le strade!!!!!!!!!!!!!!!

 
Alle 19 aprile 2012 19:12 , Anonymous Anonimo ha detto...

Carlo Sorrentino
ma uno di questi corn........... non era stato arrestato?

 
Alle 19 aprile 2012 21:19 , Anonymous Anonimo ha detto...

e le forze dell'ordine NON SONO SRTATE CAPACI di tirargli fuori un bel niente!!!

 
Alle 19 aprile 2012 22:29 , Anonymous Anonimo ha detto...

A queste notizie ogni commento sembra superfluo,un tempo stare in casa ti faceva sentire protetto,sicuro,la casa era un rifuggio contro ogni cosa,qua addirittura ti fa paura stare in casa la sera,da soli poi non ne parliamo.Cosa fare? be proprio non saprei,questi delinquenti sono così spietati ed agiscono con sicurezza e sfrontatezza,ci vorrebbero delle pene sicure da scontare in carcere,se poi i protagonisti di queste vicende sono stranieri rischiano di essere rimpatriati dopo qualche mese di carcere,ammesso che vengano presi.Per cui la soluzione è una poiù controllo sul territorio da parte delle forze dell'ordine,questo in pratica significa investire con nuove risorse economiche,il che vuol dire che per dare sicurezza ai cittadini i politici invece di mettersi i soldi in tasca li devono investire in mezzi,benzina per le auto,in uomini arruolare più unità tra le forze dell'ordine,non serve esportare democrazia in altri paesi,se poi i tuoi cittadini vengono aggrediti deliberatamente nella propria casa,adesso basta svegliamoci e protestiamo.

 
Alle 20 aprile 2012 11:33 , Anonymous Anonimo ha detto...

Non ci sono parole per descrivere queste assurdità e molto spesso si passa avanti facendo finta di niente!

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page