This page has moved to a new address.

Il "Camposanto" di Cuma, Amministratori Becchini Affossano lo Sport: Su 300 Dipendenti Nessuno Cura il Campo di Calcio - VIDEO

Freebacoli: Il "Camposanto" di Cuma, Amministratori Becchini Affossano lo Sport: Su 300 Dipendenti Nessuno Cura il Campo di Calcio - VIDEO

sabato 19 maggio 2012

Il "Camposanto" di Cuma, Amministratori Becchini Affossano lo Sport: Su 300 Dipendenti Nessuno Cura il Campo di Calcio - VIDEO

Passano i tempi, ma non diminuisce il sorprendente degrado: cittadini decidono di effettuare un nuovo sopralluogo al campo di calcio di Cuma, guardando con i propri occhi la condizione di fatiscenza in cui versano gli spogliatoi ed il campo da gioco.

"Questo è un bene nostro. E' come se tutto questo fosse stato fatto a casa nostra", poche parole bastano ad una residente di Cuma, non consapevole della devastazione della struttura sportiva di proprietà comunale, per commentare quanto potuto constatare in compagnia di altri cittadini di Bacoli.

Scenario inqualificabile a cui si associa una costatazione di fondo che alimenta ancor di più la rabbia degli abitanti della zona.

Cuma Trasformata in Dormitorio Pubblico

"Quest'opera pubblica era stata fortemente voluta dalle passate amministrazioni come valvola di sfogo per i ragazzi ed i cittadini che avrebbero abitato le numerose cooperative presenti presso la degradata frazione di Cuma". 

I Cittadini Visionano la Struttura


E difatti senza luoghi di ritrovo, l'area al confine con il Comune di Pozzuoli è stata trasformata in un enorme dormitorio pubblico in cui ai cittadini è dovuto soltanto dormire, mangiare, consumare e lavorare. 

Disarmante in tal senso l'ignavia del Comune di Bacoli che, dopo aver lasciato temporaneamente la struttura senza custodi, non ha più preso in considerazione la possibilità di manutenerla e consegnarla nuovamente ai diretti proprietari: i cittadini.

Dipendenti Comunali Trasferiti dal Campo al Camposanto

Su circa 300 dipendenti comunali, pagati dalla comunità anche per tutelare il patrimonio pubblico, le amministrazioni succedutesi nel tempo non hanno trovato il modo di sistemare al campo un gruppo di lavoratori capaci di salvaguardarlo, sottraendolo all'ira dei vandali.

All'epoca della chiusura avvenuta circa sei anni fa, sebbene l'impianto fosse utilizzato quotidianamente da diverse associazioni calcistiche (poi scomparse per mancanza di strutture dove allenarsi) e dalla Sibilla Bacoli che militava in Eccellenza, l'amministrazione comunale, forse dietro consiglio di dirigenti ed assessori incapaci, decise arbitrariamente di spostare i dipendenti pubblici dislocati a Cuma, dal campo al cimitero di via Torre di Cappella.

Il Campo di Cuma ai Tempi dell'Eccellenza


Una sorta di "casa di riposo" allestita per un congruo numero di lavoratori municipali dove, stando alle ultime cifre, sono presenti ben 12 dipendenti (mentre sino a qualche anno prima ne bastavano 4 per poter portare avanti le sorti del cimitero bacolese).

Tanto per farsi un'idea, il Comune di Monte di Procida dispone per il proprio cimitero di via Torrione trai i due ed i tre dipendenti.

Amministratori, Becchini dello Sport

In 12 al Camposanto per curare (tra l'altro in condizioni di diffusa trascuratezza) la terra dei morti, mentre nessuno al Campo di calcio che, da quando era pullulante di vita e gioventù, si è lentamente trasformato da campo da calcio in camposanto in cui, a riposare morente, sono il patrimonio collettivo e le risorse proprie della gioventù cittadina. 

E mai come in tal caso i becchini (nel senso più dispregiativo e tetro del termine), in questa landa di terra priva di pace, sono coloro che, da amministratori, soffocano i luoghi pubblici di incontro, socializzazione e sport.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: , ,

11 Commenti:

Alle 19 maggio 2012 22:17 , Anonymous Anonimo ha detto...

Procolo Conte
I GIARDINIERI SONO IMPEGNATI SOLO NELLA VILLA COMUNALE LA E' BACOLI TUTTO IL RESTO E' PERIFERIA=DEGRADO

 
Alle 19 maggio 2012 22:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giusy Monica
è veramente un peccato....e fa molta rabbia !!! avere beni pubblici in cui i ragazzi potrebbero passare del tempo libero ,sfogarsi e divertirsi...poi ci lamentiamo che i nostri figli stanno senza far nulla in giro...xkè se il comune nn è intenzionato a far funzionare le cose non la da in gestione quella zona??almeno darebbe anche un po di lavoro...ci sono stata in quel campo e si... ormai morto...e tutto questo è tutt nu schif...!!!!

 
Alle 20 maggio 2012 02:08 , Anonymous Anonimo ha detto...

Franco Vittorio Maglione
omai ne fanno uso solo i privati.

 
Alle 20 maggio 2012 09:44 , Anonymous Anonimo ha detto...

solita solita solita storia, niente di strano, tutto regolare...si manda in malora un bene pubblico, poi spunta un "cavaliere bianco" privato, spesso con soldini che puzzano per la loro provenienza, magari cumpariello di qualche politicastro locale, compra tutto per pochi euro, ne cambia destinazione d'uso, e ricicla i suddetti soldini con il gusto che ben potete immaginare osservando i templi della pacchianaggine che sorgono tra la monnezza domiziana in funzione di locali da cerimonia, ed affini...noiosamente prevedibile

 
Alle 20 maggio 2012 12:54 , Anonymous Antonio Carannante ha detto...

Se il campo si trova in questo stato è anche colpa dei bacolesi che lo hanno vandalizzato.
Cara redazione di Freebacoli ogni tanto stigmatizzate anche la grande inciviltà dei cittadini che sporcano e rompono ogni cosa pubblica a prescindere dalle responsabilità dell'amministrazione.
Facciamo crescere il senso civico dei cittadini, no stiamo sempre e solo a criticare.

 
Alle 20 maggio 2012 13:46 , Anonymous L'ambientalista ha detto...

Ci pensera'"DELEGA-MAN"ovvero l'assessore neo-delegato,Scotto di Vetta,allo sport,che valutera' il problema,fara' riunioni,litighera' con qualcuno e allla fine cambiera' di nuovo delega!!!

 
Alle 20 maggio 2012 16:02 , Anonymous Nunzio ha detto...

Concordo con Antonio Carannante mobilitiamoci tutti a far crescere il senso civico dei cittadini.
caro Josi ogni tanto nelle tue riunioni evidenzia questo aspetto con cui devono confrontarsi tutte le amministrazioni anche quelle future. INSEGNIAMO AI BACOLESI IL RISPETTO DELLE COSE PUBBLICA,

 
Alle 20 maggio 2012 19:51 , Anonymous Anonimo ha detto...

Antonio Carannante, sarà pure che è stato vandalizzato, ma i dipendenti comunali che ci stavano fino all'altro ieri erano dei topi di fogna che non spazzavano neanche i mozziconi sotto la sedia dove cazzeggiavano tutto il giorno.
Se i dipendenti comunali (fatta salva la pace di tanti) tenessero un po' di amoro proprio e del lavoro che fanno, e cercassero di nobilitarsi con questo le cose andrebbero meglio.
Ricordo a MdP del custode della palestra in piazza che ci curriava se sporcavamo. Andava a lavorare mezz'ora prima per pulire il campo prima delgi allenamento ( non gli comepteva). Mi ricodro di una bidella della scuola elementare che apriva la scuola alle 7 di mattina per controllare che tutto fosse a posto e in ordine. Nessuno glielo chiedeva, ma lei lo faceva.
Io se fossi addetto alla pulizia del suolo pubblico chiederei al sindaco il permesso per pulire il lago,visto che nessuno lo fa. C'è lamore per il proprio lavoro, e c'è chi se ne frega. Poi dopo viene qualche ragazzino che vandalizza una porta o un muro di uno spgliatoio.

 
Alle 20 maggio 2012 23:28 , Anonymous Nunzio ha detto...

Caro anonimo, guarda che il ragazzino che ha vandalizzato gli spogliatoi di Cuma, probabilmente è entrato con una pala meccanica. Insegniamo sopratutto ai ragazzini il rispetto per il pubblico, può darsi che tra qualche anno ci ritroviamo politici e dipendenti comunali migliori

 
Alle 23 maggio 2012 19:42 , Anonymous Anonimo ha detto...

ma vi rendete conto quello che succede nella casa comunale,la sibilla prende in affitto il campo del castello e non paga l'affitto e si fa pagare dalle altre società che hanno utilizzato il campo tra cui (LA CARPISIA) e il campo tra poco diventerà come quello di cuma dalla manutenzione che non viene fatta come prima quando stavano i custodi carannante e Lucci che effettuavano pulizie e manuntenzione del campo dove si poteva mangiare x terra,ecco non tutti i dipendenti si grattano le p.... il sindaco ermanno che mette il suo autista Carannante detto Summuon alla villa ferretti a fare il custode e continua a fare l'autista e non riesco a capire se un dipendente può svolgere due mansione,L'autista quando sta con il sindaco in giro con la macchina chi custodisce villa ferretti? la moglie che tra 4 o 5 anni gli daremmo anche a lei dei soldini perchè dirà che il marito era impegnato con il sindaco e lei lavorava a custodire la villa.l'ex sindaco Ambrosino gli diete il terreno nel lido fusaro e summuon se lo vendette ed Ermanno gli regalerà la villa complimenti. Ma quando ci svegliamo da questo sogno.

 
Alle 24 maggio 2012 12:03 , Anonymous Anonimo ha detto...

Summuon cosi chiamato autista del sindaco deve avere dei poteri enormi visto che ottiene tutto.Però mi meraviglio che nessuno fa denuncie x questi fatti che si sanno ,giustamente se fai l'autista non puoi fare il custode uguale 2 mansione e li sig. Sindaco e il sig Dottore Pedaci non lo sanno?allora sindaco Coppola che lo mando via come autista x mandarlo alla N.U. allora subito intervennero il segretario dott. Pedaci x non mandarlo e adesso? tutto tranguillo. EVVIVA LA ILLEGALITà

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page