This page has moved to a new address.

Regolamento "Anti-Riprese", Polemiche Anche da Quarto e Monte di Procida: "Minacciata la Democrazia a Bacoli"

Freebacoli: Regolamento "Anti-Riprese", Polemiche Anche da Quarto e Monte di Procida: "Minacciata la Democrazia a Bacoli"

mercoledì 16 maggio 2012

Regolamento "Anti-Riprese", Polemiche Anche da Quarto e Monte di Procida: "Minacciata la Democrazia a Bacoli"

Continua a far discutere il provvedimento approvato dal Comune di Bacoli con cui si vieteranno le videoriprese ai cittadini e a tutti coloro che non avranno un’esplicita autorizzazione da parte del Comune di Bacoli: forti polemiche giungono anche da Quarto e Monte di Procida. 

Nel limitrofo paese flegreo, a porsi dubbi sulla fattibilità di questo regolamento è innanzitutto il gruppo di Svolta Popolare.

“Mentre a livello nazionale assistiamo al dibattito sul significato negativo che moltissimi italiani attribuiscono alla parola “politico”, i politici locali si adoperano per peggiorare ancora di più le cose”, inizia così un comunicato dell'associazione di forte dissenso contro l’amministrazione di Bacoli. 

Svolta Popolare: "Situazione Paradossale a Bacoli"

Ad essere criticata è la mancanza di trasparenza delle due amministrazioni comunali flegree di Bacoli e Monte di Procida. 

“Per la situazione generale di crisi e di difficoltà, oggi dovremmo aspettarci uffici statali sempre più aperti al pubblico e sindaci ed assessori sempre più disponibili al confronto con il cittadino. Ma invece – continua il gruppo politico diretto in assise da Giuseppe Pugliese, riferendosi al regolamento sulle videoriprese in consiglio - di agire per rendere sempre più trasparente il proprio operato, le amministrazioni si chiudono in se stesse e, ad esempio, a Bacoli vietano le riprese del Consiglio Comunale". 

"In un’epoca in cui televisione e giornali ci inondano di informazioni non richieste, con immagini e parole che non mancano di infastidire la comune morale o il buon senso, i politici nostrani si adoperano per censurare e vietare informazioni di pubblica utilità che sono di assoluto interesse per i cittadini”. 

"A Monte di Procida Iannuzzi Non è Da Meno" 

Ma la critica del gruppo politico da diversi anni attivo in Monte di Procida, punta il dito anche contro il sindaco Franco Iannuzzi. 

“Anche a Monte di Procida in questi giorni è in atto una inconcepibile forma di censura con la maggioranza che nega ostinatamente e senza giustificabili  motivazioni un incontro-confronto (seppur formalmente richiesto) alla minoranza sulla scottante problematica del trasporto pubblico”. Il finale del comunicato vira però dritto al problema presente in consiglio comunale a Bacoli. 

“Come associazione Svolta Popolare, nel riaffermare la nostra convinzione che la politica debba stimolare sempre più la partecipazione attiva della cittadinanza, esprimiamo tutto il nostro dissenso verso questi gravi deficit democratici ed in particolare per l’atto della Giunta bacolese che, vietando le riprese del consiglio, di fatto censura e limita la partecipazione dei cittadini". 

"Di questo passo non possiamo che aspettarci la sconfitta dell’intero sistema politico e della democrazia (che vuol dire governo del popolo). Non è il cittadino a tenersi lontano dalla politica. E’ la politica che si allontana sempre di più dal cittadino”.

Anche Quarto Anza la Voce: "Regolamento Inaccettabile"

Intanto anche da Quarto giungono i primi mugugni e a rappresentarli è Giorgio Rollin dei Carc. 

"Vietare le Telecamere in Consiglio Comunale è un' assurdità, che va contro i principi di trasparenza e controllo popolare che giustamente i cittadini dovrebbero esercitare sulle amministrazioni comunali. D’altronde tanto i nostri politici dicono di fare tutto quanto è possibile per tutelare gli interessi dei cittadini, e poi prendono provvedimenti del genere?" 

Giorgio Rollin: "Difenderemo Anche Noi la Democrazia"

"Se non hanno nulla da nascondere – continua Rollin - perché vietare di essere ripresi mentre perpetuano il solito teatrino in consiglio comunale? Penso che quanto deliberato dal sindaco Schiano sia un grave attacco, alle libertà democratiche conquistate con la Resistenza, e può diventare un pericoloso precedente, pertanto anche la Consulta dei Giovani di Quarto, e la sezione di Quarto del Partito dei CARC, si unisce a quanti in questi giorni si mobiliteranno per evitare che tale scellerata scelta vada avanti”. 

E intanto per il prossimo consiglio comunale già si annuncia una presenza massiccia in assise da parte di diversi comitati per rivendicare il diritto alle riprese del consiglio comunale.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: ,

11 Commenti:

Alle 16 maggio 2012 22:52 , Anonymous Anonimo ha detto...

Gianluca Carannante
non vogliono rendere pubbliche le strafigure di merda che fanno....!!!!

 
Alle 16 maggio 2012 22:53 , Anonymous Anonimo ha detto...

Pasquale Antonio Cardamuro
LA PAURA FA 9O

 
Alle 16 maggio 2012 23:38 , Anonymous Anonimo ha detto...

Gianluca Carannante
il comune di Bacoli strapieno di figure di merda ...corre ai ripari in modo a dir poco anti-democratico...!!! invece di andare avanti si ritorna indietro...!! viva la democrazia e la trasparenza!!!

 
Alle 16 maggio 2012 23:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

Roberto De Gregorio
oscurare il cosnsiglio comunale, per non mostrare al popolo chi ha veramente votato...cagasottti elettorali che non sanno nemmeno parlare

 
Alle 16 maggio 2012 23:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

Pasquale Antonio Cardamuro
I SCHELETRI NEL ARMADIO SONO TROPPIIIIIIIIII

 
Alle 16 maggio 2012 23:44 , Anonymous Anonimo ha detto...

Gianluca Carannante
tanto tra poco arriva il .."carrettone" di carnevale ...e se li porta via A PARECCHI DI LORO!!!!

 
Alle 17 maggio 2012 02:38 , Anonymous Anonimo ha detto...

Salve a tutti,sono una giovane mamma di Cappella,è il giorno 17 maggio 2012,ore 01.00 di notte,cosa faccio in piedi a quest'ora??o meglio cosa facciamo in piedi io,mio marito che domani deve andare a lavorare presto,e i miei due bambini,di giovedi mattina???CHIEDETELO AL NAùùùùùù.Non riesco a dormire perchè sento la musica di quel maledetissimo locale di merda,cani che abbaiano ovunque,vivo nei pressi del supermercato,quindi neanche vicino,ma lo stesso problema si riscontra un po ovunque.
è possibile che uno debba pagare solo tasse,imu,x avere una casa e poi non poterci neanche dormire serenamente?è lecito quello che fa questo locale?ORGANIZZIAMO UNA RACCOLTA DI FIRME X LA CHIUSURA TOTALE.CHIAMIAMO LA GUARDIA DI FINANZA,SAI QUANTA POLVERE BIANCA GIRA.vorrei ringraziare i proprietari del locale,x la notte di sonno persa.

 
Alle 17 maggio 2012 10:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mario Michele Giarrusso
come è finita? E' stata pubblica la delibera?

 
Alle 17 maggio 2012 14:00 , Anonymous L'AMBIENTALISTA ha detto...

Non c'e niente da nascondere!!!Oramai la gente ha ben chiaro in testa,l'opinione di questa amministrazione.E conoscendoli,questo loro gesto risulta congruo con il loro atteggiamento!Quando dico "loro"intendo maggioranza e PD,perche' in cosiglio comunale,l'emendamento della commissione e' stato votato da entrambi!

 
Alle 18 maggio 2012 10:04 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ricordo che nel lontano 1980, quando imperversavano radio libere e tv locali,i consigli comunali venivano ripresi e trasmessi sia in tv che in radio, senza nessuna regola e limitazione, anzi.... Erano molto seguiti, anche perchè i consiglieri comunali sapendo di essere ripresi, si atteggiavano a veri sofisti, i loro interventi erano ricchi di teatralità e commedia, sostanza poca, e la gente li seguiva non per avere notizie di tipo amministrativo, ma perchè aspettava che succedesse qualche litigio o qualche sputtanamento eclatante di questo o di quel consigliere. Un pò come oggi accade a Ballarò, da Michele Santoro o a Porta a Porta. Sono favorevole alle riprese del consiglio comunale, ma penso che stimolare la partecipazione alla vita pubblica con incontri e attivismo da sezione sia di gran lunga meglio.

 
Alle 18 maggio 2012 15:17 , Anonymous Anonimo ha detto...

Daniele Quaranta
quindi saremmo bombardati da cctv privati e statali,ma non si potranno fare riprese in un luogo pubblico,perche`di cosa hanno paura?Questa e`una delle cose piu`tristi ed angoscianti che abbia mai letto.Tra un poco decideranno pure a che ora si potra`adoperare il bagno o il tostapane.Comunque credo che sia anticostituzionale e demenziale,quasi quanto la scena di toto`che si vende la fontana di trevi e chiede i diritti di riproduzione su ogni foto.

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page