This page has moved to a new address.

Miliscola, Obbligati a Pagare per "Godere" della Spiaggia. La Denuncia di un Turista Inglese: "Bacoli, Paradiso dei Diritti Negati" - VIDEO

Freebacoli: Miliscola, Obbligati a Pagare per "Godere" della Spiaggia. La Denuncia di un Turista Inglese: "Bacoli, Paradiso dei Diritti Negati" - VIDEO

venerdì 18 maggio 2012

Miliscola, Obbligati a Pagare per "Godere" della Spiaggia. La Denuncia di un Turista Inglese: "Bacoli, Paradiso dei Diritti Negati" - VIDEO

Clima caldo, estate sempre più vicina: neanche il tempo d'iniziare ed è subito polemica sulle spiagge del litorale di Bacoli.

Numerose sono state in queste settimane le segnalazioni e le lamentele diffuse on-line da cittadini stanchi di dover subire i soprusi di chi crede che la spiaggia, da bene pubblico e condiviso, possa trasformarsi in una proprietà privata su cui speculare, tra i silenzi amministrativi, sino all'inverosimile.

E così si va dall'insofferenza di chi non riesce più a dormire a causa delle discoteche all'aperto presenti sull'arenile di Fusaro/Torregaveta, alle discussioni circa gli ultimi interventi della Guardia Costiera di Baia, alla rabbia di singoli e famiglie che vedono sempre più ridursi i diritti dei bagnanti in prossimità del litorale di Miliscola.

La Denuncia di un Turista Inglese: "Miliscola, Spiaggia Privata"

Tra questi ultimi si pone la lettera-denuncia scritta da Daniele Quaranta, napoletano residente in Gran Bretagna, che ha voluto raccontare la propria triste esperienza vissuta durante un giorno di vacanza trascorso a Bacoli, in località Miliscola.

Ma, lì dove pensava di poter trovare relax e quiete, ha dovuto fare i conti con la triste realtà che, oltre ogni regola sancita dalla Legge, si perpetua da anni sull'intero territorio flegreo.

"Io vivo in Gran Bretagna e spesso anche per questioni familiari trascorriamo dei periodi a Bacoli, in questo caso a Capo Miseno. Un giorno decidemmo di andare a farci un bagno a Miliscola, accedendo ad uno dei lidi della zona. Io entro con le due bambine e pago un lettino come di solito facciamo", scrive il turista preannunciando quanto sarebbe accaduto di lì a poco.

"Mia moglie ci ha raggiunto dopo e all'entrata volevano obbligarla a pagare
un secondo lettino, poiché uno solo per due adulti non è più sufficiente. Questo è successo il 10 maggio 2012 - continua Daniele palesando un'evidente delusione - A questo punto decidiamo di cambiare spiaggia, in quanto infastiditi dall'atteggiamento dei proprietari del lido. Dall'altra parte però ci attendeva un giovane impiegato che ci faceva subito presente che avremmo dovuto pagare almeno due lettini".

"Bagno Tra Preservativi, Il Comune è Assente"

"Pagato 10 euro, ci volevamo godere un pò il rumore del mare. Un'impresa impossibile perché un rumore di trapani e martelli pneumatici rendevano ancor più difficile il tanto cercato relax. Ma non finisce qui - denuncia il bagnante analizzando sommariamente le condizioni della spiaggia - in quanto ad un certo punto della giornata camminando, ho notato un preservativo usato sul bagnasciuga. Vi lascio immaginare la mia ripugnanza al pensiero che le mie due bimbe stavano correndo su e giu`su di una spiagetta larga a malapena 3 o 4 metri. Che gli costava a chi aveva voluto 10 euro per lasciarci in pace, togliere dalla battigia un preservativo o una bottiglia? Ma non è finita qui".

Degrado per cui Daniele ha deciso anche di utilizzare una telecamere e riprendere quanto da egli visto e subito.  

"Io ho voluto filmare almeno la piccola spiaggetta, che dovrebbe essere deliziosamente accogliente, ma purtroppo il comune di Bacoli chiude tutti gli occhi possibili agli scempi ed agli stupri che questa meravigliosa localita`deve subire. Mentre è molto efficiente a bombardare le auto con le multe. Io credo perché - conclude ironicamente - le auto non siano proviste di ghiandole salivari". 

"Scolaresca Obbligata a Pagare per Accedere in Spiaggia"

Ancor più ingiustificabile è l'illegale pretesa dei responsabili di uno stabilimento dell'area di esigere denaro per permettere l'accesso in spiaggia, verso il mare, di una scolaresca.

"Non ho potuto fare a meno di ascoltare il gestore o il padrone o chiunque egli sia stato di un lido, dire ad una scolaresca in gita, credo dell'alta Italia, che se avessero voluto accedere alla spiaggia libera, avrebbero dovuto pagare almeno una consumazione a testa - pretesa assolutamente illegittima in quanto la Legge garantisce a tutti l'accesso gratuito verso il mare da qualsiasi varco (pubblico o in concessione) presente in strada - ora io capisco il business, ma l'estorsione ed il divieto ad una proprietà demaniale mi sembra assurdo". Si preannuncia quindi un'estate ardente in vista del reale rispetto dei diritti dei bagnanti. Basilari principi di democrazia per cui, qualora non dovesse manifestarsi una buona condotta da parte dei concessionari demaniali, sarà indispensabile l'azione di controllo degli enti preposti (tra cui il Comune di Bacoli).

Redazione Freebacoli

freebacoli@live.it

Etichette: ,

34 Commenti:

Alle 18 maggio 2012 15:35 , Anonymous Anonimo ha detto...

Maria Stefania Riso
E magari senza scontrino... E il bar di fronte magari gravato da affitti privati esosi é costretto a chiudere! W il liberismo!

 
Alle 18 maggio 2012 15:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

Antonio Della Corte
è mica solo la'.....

 
Alle 18 maggio 2012 15:49 , Anonymous Anonimo ha detto...

Maria Antonietta Quaranta
vergogna!! E mi dispiace dirlo questa è solo la punta dell'iceberg!!!

 
Alle 18 maggio 2012 16:49 , Anonymous Anonimo ha detto...

AZZ..SI E' AVVIATA SUL BINARIO GIUSTO L'ARRIVO DELLA PROSSIMA ESTATE. CONTINUATE COSI'CHE SI FA BENE.NON SANNO CHE LATRINA CI STA A BACOLI E DINTORNI

 
Alle 18 maggio 2012 16:52 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luigi Della Notte
Come sempre non c'è lo stato !!!

 
Alle 18 maggio 2012 16:53 , Anonymous Anonimo ha detto...

Lubrano Lobianco Nicola
Sono anni che oramai i gestori spadroneggiano sulle spiaggie .... nel lido Fusaro un gestore ha addirittura innalzato un grosso cancello in ferro bloccando letteralmente l'entrata

 
Alle 18 maggio 2012 17:29 , Anonymous Anonimo ha detto...

i gestori delle nostre spiagge sono dei veri e propri sciacalli , evasori e senza un briciolo di dignita' (non tutti ovviamente , ma buona parte )non sanno cos' è il turismo , non sanno cos' è la gentilezza , non hanno a cuore il nostro paese ..sanno solo ed esclusivamente sfruttare , e pagare a nero .

 
Alle 18 maggio 2012 17:34 , Anonymous Anonimo ha detto...

Raffaele Cardamuro
Oggi a bacoli per fare un bagno devi avere un'amicizia è un po' come in ospedale senza un'amicizia t fann murì!!!!!

 
Alle 18 maggio 2012 18:33 , Anonymous Anonimo ha detto...

approvo!!!!!!!!!!

 
Alle 18 maggio 2012 18:34 , Anonymous Anonimo ha detto...

Daniele Quaranta E questo non e`niente,la prossima volta "la rabbia britannica"si abbattera`sugli scempi di Bacoli e dei Bacolesi ignoranti in maniera implacabile.

 
Alle 18 maggio 2012 19:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ma allora perchè non sabotare il tutto non andando in questi lidi????? Ma mi chiedo.....chi aspettiamo????? Si parla tanto ma si agisce poco.......un paese così bello rovinato nn solo dalle istituzioni ma dagli stessi bacolesi (anke se ovviamente nn tutti)che pensano di poter fare ogni cosa senza tener conto di nulla e di nessuno.......Se le istituzioni agiscono male nn significa che lodobbiamo fare anke noi ma piuttosto denunciare ogni forma di sopruso. Abbiamo dei diritti ma anke dei doveri......se vogliamo far funzionare le cose dobbiamo essere prima noi a dare il buon esempio.

 
Alle 18 maggio 2012 19:57 , Anonymous Anonimo ha detto...

ecco questa è una battaglia sacrosanta: basta con l'arroganza e l'appropriazione indebita delle spiagge pubbliche da parte dei soliti pochi noti!! oggi miseno e il fusaro sono delle spiagge al servizio dei lidi e dei locali che le hanno prese, basta! devono tornare ad essere un bene di tutti

 
Alle 18 maggio 2012 20:23 , Anonymous Anonimo ha detto...

noi giovani bacolesi siamo costretti ad emigrare per trovare lavoro quando il lavoro e sotto casa nostra ......io ho lavorato ad ischia, ponza, capri, rimini, spagnia ..come animatore e settore turistico...e ho detto tutto!

 
Alle 18 maggio 2012 20:29 , Anonymous Anonimo ha detto...

Vincenzo Panico e uno scifo

 
Alle 18 maggio 2012 21:35 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giovanni Lombardi
pezzenti

 
Alle 18 maggio 2012 22:00 , Anonymous Anonimo ha detto...

Tiziana Petrecca
La spiaggetta dov'era,o ancora c'è, la pizzeria???

 
Alle 18 maggio 2012 22:03 , Anonymous Anonimo ha detto...

ma non fu detto che le spiagge dovevano essere tolte ai soliti buffoni e darle a ragazzi desiderosi di lavorare??

 
Alle 18 maggio 2012 22:19 , Anonymous Anonimo ha detto...

E i lidi militari.........perche' devono far entrare solo i familiari e non i baco lesi...??? None' sempre territorio di bacoli....?

 
Alle 18 maggio 2012 23:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

MìChele Scotto Dì Carlo
spero che quest anno ci pensera' la finanza a fare giustizia. la spiaggia è un diritto di tutti e non è una proprieta privata..

 
Alle 18 maggio 2012 23:12 , Anonymous Anonimo ha detto...

Margy Illiano
ke skifo!!!!!!!!!!!

 
Alle 18 maggio 2012 23:12 , Anonymous Anonimo ha detto...

Procolo Conte
FACCIAMO LE DENUNCE

 
Alle 18 maggio 2012 23:12 , Anonymous Anonimo ha detto...

Daniele Quaranta
NOVITA` 2012,Miliscola:ora il lettino e`come la consumazione,minimo uno a testa il tutto a soli 5£,il prossimo anno ci sara`anche l'obbligo di ombrellone,ma facciamolo pian pianino..a poco alla volta.

 
Alle 18 maggio 2012 23:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

MA PER UN LETTINO NON SI VUOLE PAGARE NEANCHE 5 EURO ?
IO PENSO CHE SE SI SCEGLIE DI ANDARE IN UNA SPIAGGIA GESTITA CI SI DEVE ATTENERE AL REGOLAMENTO DETTATO DA CHI GESTISCE LA SPIAGGIA STESSA ;ALTRIMENTI VADO IN SPIAGGIA LIBERA PERO' SE VOGLIO IL LETTINO, LO DEVO PORTARE DA CASA.
MI SEMBRA UNA POLEMICA INUTILE.....

 
Alle 18 maggio 2012 23:48 , Anonymous Ciro ha detto...

concordo ...è ora di fare un esposto alla Procura ..anulla è valso depositare al Protocollo le firme raccolte l'anno scorso ....se vogliamo giustizia ci dobbiamo rivolgere alla Giustizia !!

 
Alle 19 maggio 2012 01:55 , Anonymous Anonimo ha detto...

Magari si avesse la possibilità di scegliere se andare in una spiaggia libera o in una gestita (visto che per ognuna libera ce ne sono 10 a pagamento, quando sarebbe più logico che fossero in numero eguale) ...c'è anche chi vorrebbe stare semplicemente un'oretta, un tuffo e via, senza lettini, ombrelloni e compagnia cantante...

 
Alle 19 maggio 2012 08:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

sembr assurdo io abito giu' alla villa sono 30 anni che vado e conosco quei fondali e ora per passar emi chiedono carta d'identita' , ombrelloni , lettini , gente che gestisce queste spiagge alcuni subappalti da persone da napoli vediil CRDD ....che tutti i loro familiari gli danno cabine ombreloni e tutto e io che abito li' vicino fanno storie!!! io sarei per andare tuti i bacolesi fuori ai cancelli e o bloccare l'entrata e nessuno passa oppure andare via bagnoasciuga e fermarsi tutti sulle spiagge ....vogliovedere sti sciem se a comandano loro o noi !!!

 
Alle 19 maggio 2012 10:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

di giorno questi cammorristi hanno negato il diritto ad un bagno(o meglio in una latrina putrida di percolato)e di NOTTE cosa ancora più grave,negano il diritto al sonno a moltissime persone....
dove arriverranno?

 
Alle 19 maggio 2012 16:55 , Anonymous Anonimo ha detto...

Per fortuna che ci sono i lidi militari, altrimenti il comune il mare ce lo farebbe vedere in cartolina. Se il comune ci mette le mani sopra, la prima cosa che fa e' dare tutto in gestione a qualche noto personaggio bacolese che col piffero ci fa entrare senza pagare.

 
Alle 20 maggio 2012 12:28 , Anonymous Anonimo ha detto...

caro amico della gran bretagnia sono un bagnino che lavora a miseno onestamente con moglie e tre figli facci fare questi due mesi di lavoro in santa pace che a settembre siamo dissocupati. ps. quando noi veniamo in bretagnia una bottiglina d' acqua la pagiamo 10 euro prima di parlare conta fino a dieci grazie e buon lavoro visto che da voi abbonda!!!!!!

 
Alle 20 maggio 2012 12:35 , Anonymous Anonimo ha detto...

istruzioni per l'uso:

affiliatevi ad un clan
mettete un po di soldi da parte
se vi va male vi dovete fare un paio d'anni dentro
poi uscite e "sciacquate" il tutto su un lido del litorale
magari dipinto di bianco a testimonianza di purezza e candore
poi non dite che per lavorare dovete andare all'estero

 
Alle 20 maggio 2012 15:17 , Anonymous Alfonso ha detto...

Il problema non sono i 5 euro per il lettino ma la "camorria" dei gestori dei lidi che chiedono il pizzo per accedere alla spiaggia libera (sempre più risicata)cosa che invece deve essere garantita per legge (e la legge dello Stato conta sicuramente più del regolamento del lido)

 
Alle 20 maggio 2012 18:55 , Anonymous Anonimo ha detto...

Spesso riportate solo commenti di profilo "allucam" ma i veri problemi non vengono posti, e mi spiego:

Tutti si rifanno contri i lidi militari che dovrebbero essere regolamentati per l'accesso dei bacolesi senza che questi si comportino in modo incivile;

I bacolesi hanno diritto all'accesso ma ci vuole un'amministarzione che sappia conconcordare con i responsabili militari i diritti e i doveri senza fare inciuci;

Chi si ricorda del periodo dell'ultima amministrazione di centro sinistra i cittadini accedevano ai lidi militari senza tante discussioni perchè c'era un rapporto di dignità.

Ricordate che il traffico era regolamentato in modo serio e semplice (ore 11,00 chiusura al traffico in entrata e riapertura alle ore 13,00 perchè i residenti andavano via e gli altri cittadini non bacolesi avevano la possibilità di trovare un posto);

Le cose si fanno in modo sempice, tante chiacchiere Ticket, strade chiusa aperta, cause e ricorsi confusione e tutto ciò che deriva.

Grazie all'ultima amministrazione di centro sinistra un gruppo di democratici.

 
Alle 20 maggio 2012 19:12 , Anonymous Anonimo ha detto...

Tutti bravi a parlare. Se pensate che questi signori stiano facendo qualcosa contro legge chiamate i carabinieri. Se quello che fano è nei loro diritti prendetevala con quelle m...e che gli hanno dato mano libera.
Altrimenti bacolesi pusillanimi tacete perchè questi amministratori voi li avete votati e vi siete venduti per il solito piatto di lenticchie. Un paese che da anni non è capace di esprimere una figura retta e richinosciuta e stimata.

 
Alle 22 maggio 2012 20:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

Andate a bagnarvi a Rimini, che le spiagge libere sono gratis e non vi vessa nessuno.

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page