This page has moved to a new address.

Terme di Baia, Adesso Cadono Anche le Tegole. La Denuncia di Freebacoli Arriva al "Corriere del Mezzogiorno" - FOTO

Freebacoli: Terme di Baia, Adesso Cadono Anche le Tegole. La Denuncia di Freebacoli Arriva al "Corriere del Mezzogiorno" - FOTO

lunedì 14 maggio 2012

Terme di Baia, Adesso Cadono Anche le Tegole. La Denuncia di Freebacoli Arriva al "Corriere del Mezzogiorno" - FOTO

Crollo di una tettoia moderna, la denuncia del giornalista Antonio Cangiano e di Freebacoli arriva al Corriere del Mezzogiorno: "gravi inadempienze, manca la manutenzione"

L’area interessata è quella del peristilio, corridoio decorato con intonaci, individuato dal Maiuri negli anni ’40.
"Piovono tegole al parco archeologico delle terme romane di Baia, nel comprensorio dei Campi Flegrei. Alcune tegole del peristilio della natatio centrale si sono staccate rovinando al suolo; l’area nel frattempo è stata transennata. L'associazione Freebacoli denuncia: comprensorio in sofferenza, gravi inadempienze e mancanza di manutenzione".

E' Antonio Cangiano, giornalista del Corriere del Mezzogiorno e da tempo interessato alle vicende paesaggistiche ed archeologiche dell'area napoletana e flegrea, a dare risalto all'ennesimo scempio perpetuatasi all'interno del sempre più abbandonato complesso archeologico di Baia. 

Gravi Colpe di Sovrintendenza e Comune

"Sono tegole moderne quelle cadute in questi giorni, coppi in laterizio che poggiano su antiche colonne, tuttavia rappresentano il sintomo di un crescente decadimento del parco archeologico delle terme romane di Baia. La struttura, una moderna tettoia infatti, ha ceduto in più punti rovinando a terra. L’area - continua Cangiano attraverso il sito on-line dell'inserto meridionale del Corriere della Sera - è stata transennata, tuttavia sono visibili altre tegole pericolanti che potrebbero cadere da un momento all’altro"

Il cedimento di un'opera di supporto, all’interno del parco archeologico delle terme di Baia, è sicuramente un ulteriore segnale delle gravi inadempienze di Sovrintendenza e Comune di Bacoli.

Dal 2009 come associazione con video e foto ha denunciato all’interno del parco archeologico la presenza di rifiuti ingombranti, oggetti pericolosi, mancanza di manutenzione ordinaria e straordinaria. Le tegole cadute risalgono all’ultimo intervento di restauro effettuato nel 2005, ma altri ambienti della natatio presentano vistose crepe e sono puntellati da diverso tempo. 

L’area interessata dal crollo è quella del peristilio della natatio centrale, un lungo corridoio decorato individuato dal Maiuri negli anni ’40 dove si conservano preziosi intonaci ornati con immagini di divinità romane ed egizie; affreschi che soffrono tra l’altro l’aggressione dell’ umidità. 

Televendita alla Terme di Baia - 2009


Biglietteria Ancora Chiusa

Ma Cangiano punta anche sulle ataviche deficienze del parco archeologico dell'antica "Baiae". 

"Non bisogna infine dimenticare la mancanza di biglietteria e l'atavica chiusura del varco d'accesso da piazza De Gasperi, area finanziata con fondi della Comunità Europea ed assolutamente non funzionale. Per accedere al parco archeologico di Baia, infatti, occorre recarsi preventivamente alla biglietteria del museo archeologico dei Campi Flegrei allestito nel castello di Baia, distante diversi chilometri".

GUARDA L'ARTICOLO


Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: ,

4 Commenti:

Alle 15 maggio 2012 01:10 , Anonymous Anonimo ha detto...

Gianni Cristiano
forse solo attraverso questo tipo di informazione si può arrivare a salvare uno dei parchi archeologici più belli del mondo........

 
Alle 15 maggio 2012 01:10 , Anonymous Anonimo ha detto...

Tiziana Perreca
Ma e' mai possibile che a Baia non c'e' un minimo di tutela per il nostro passato. Perche' non vanno tutti via?

 
Alle 15 maggio 2012 01:10 , Anonymous Anonimo ha detto...

Liana Tonola
che vergogna!

 
Alle 16 maggio 2012 01:03 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mettendo per un attimo da parte le persone senza particolari problemi motori, provo ad immaginare, viceversa ,la situazione di un disabile che voglia visitare il sito. Costretto a percorrere un chilometro, se e' fortunato a trovare da parcheggiare nelle "immediate" vicinanze della biglietteria, per non poter poi neanche vedere gli stucchi e i decori della natazio a causa delle transenne.

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page