This page has moved to a new address.

Bus Fermi, Trasporti Illegali a Bacoli: Sciacalli In Azione con Auto e Pullman Privati

Freebacoli: Bus Fermi, Trasporti Illegali a Bacoli: Sciacalli In Azione con Auto e Pullman Privati

lunedì 2 luglio 2012

Bus Fermi, Trasporti Illegali a Bacoli: Sciacalli In Azione con Auto e Pullman Privati


Scompaiono gli autobus pubblici, scorazzano micro-taxi abusivi e pullman privati: ore d’illegalità e truffe ai danni dei cittadini e dello Stato segnano il tardo pomeriggio della domenica appena trascorsa.

Scene da “terra di nessuno” hanno caratterizzato le strade di Bacoli dalle 17 di ieri quando, con l’avvicinarsi della finale di “Euro 2012” tra Italia e Spagna, cominciavano a latitare i pullman di linea del servizio EAV bus, “spa” in gran parte finanziata dalla Regione Campania. 

 Carenza lampante, al momento ancora non ufficialmente giustificata dalla stessa società, che ha lasciato per ore centinaia di bagnanti in attesa presso le fermate dei principali lidi balneari cittadini tra cui, per la stragrande maggioranza, quelle di Miseno e Miliscola.

"L'Italia Chiamò"

Diverse potrebbero essere, in attesa di spiegazioni istituzionali, le ragioni dell’improvviso interruzione del servizio: c’è chi pensa ad un guasto fulmineo e sincronico di tutto il parco mezzi a disposizione dell’ente; mentre, tra i più maliziosi, c’è chi addebita questo fenomeno ad una totale assenza di autisti, in parte in ferie ed in parte in malattia.

Giustificazioni, in periodi di a-normalità perpetua, entrambe plausibili. Ambedue, allo stesso modo, inqualificabili.

Ma la notizia di giornata, pare assurdo per un paese che ancora ama definirsi “civile”, non è assolutamente questa.

Trasporto Pubblico, Diritto Negato

Perché da queste parti vivere il trasporto pubblico come un diritto (peraltro lautamente pagato da numerosi contribuenti) è oramai acquisita al pari di un’utopia priva di significato, priva di aderenza con il reale. Perché da queste parti l’unica equazione inconfutabilmente vera è quella che pone in relazione la mancanza dello Stato con il diffondersi dell’ingiustizia e dello sciacallaggio ai danni di un popolo privo di garanzie.

Dalle 17 di ieri, a Torregaveta, con l’estinzione temporanea dell’EAV bus si è concretizzata una fitta rete di trasporto privato ed illegale.

Autisti Privati Trasformati in Taxi Illegali

Cogliendo al volo l’occasione di giornata, persone prive di morale hanno deciso di utilizzare le proprie autovetture private a mo di micro-taxi, spesso con tanto di cartoncino sul parabrezza recitante “Navetta”.

Monovolumi capaci di trasportare anche sette/otto passeggeri, guidate da volti spesso noti a pendolari, che per ore hanno scorazzato presso le aree di sosta Eav, reclutando cittadini/bagnanti disperati e trasportandoli, previo pagamento, in prossimità della stazione di Torregaveta.

Tutto, rigorosamente, “a nero”. Due, tre euro e l’assurdo servizio speculativo, trasformatosi da diritto in opportunità, era garantito. L’unica ancora salvezza, per chi non sapeva come raggiungere la Cumana, era così rappresentata dal trasporto illegale.

Meccanismi abbastanza rodati, utili a stuzzicare l’intuito di chi fiutava aria di “lucro” ancora maggiore. Perché i bagnanti alle fermate erano tanti, troppi da poter accontentare con semplici macchine poco stazione.

Anche un Pullman, 5 Euro a Persona

“L’occasione fa l’uomo ladro”, asserivano gli antichi. E così in pochi minuti si faceva largo sulle arterie stradali cittadine un pullman privato solitamente utilizzato per g di anziani o scolaresche.

Un autobus da cinquanta/sessanta posti a sedere, comodo e rassicurante, che dalle ore 18 ha proceduto a traghettare pendolari per la “modica” cifra, pare, di almeno 5 euro a persona. Che, facendo un po’ i conti della lavandaia, per ogni autobus riempito fanno circa 300 euro a viaggio.

Andazzo inqualificabile, rappresentante un vero e proprio atto di sciacallaggio ai danni di disperati cittadini, che già nella stessa giornata è stato denunciato sia alla Guardia di Finanza, sia alla Polizia Municipale che ai Carabinieri della stazione di Bacoli.

L'Intervento dei Carabinieri

E difatti sono stati proprio questi ultimi, intorno alle 19:30, a frenare la corsa dell’autobus privato, mettendo fine (almeno per la serata di ieri) anche ad altri fenomeni di trasporto illecito, privi di fatturazione e di alcuna autorizzazione.

“Modus operandi” da condannare senza remore, in ogni caso reso possibile dalla gravissima assenza del trasporto pubblico su gomma, resosi latitante dalle 17 sino ed oltre la diretta della finale di calcio tra Italia e Spagna.

Senza lo Stato Si Diffonde l'Illegalità

Sarà ora la società regionale a dover dare spiegazioni all’utenza.

Quella che, costituita per lo più da pendolari/bagnanti, costretta ad assecondare l’illegalità proprio laddove lo Stato, con reiterata volontà, abbandona i territori.

Dario Perreca, Alessandra Sagliocchi
Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: ,

18 Commenti:

Alle 2 luglio 2012 14:50 , Anonymous Anonimo ha detto...

Roberto De Gregorio
sciacalli che approfittano del malfunzionamento dei tresporti

 
Alle 2 luglio 2012 15:08 , Anonymous Anonimo ha detto...

C'è un vecchio film, dove due di loro predicavano lo sciopero per poter allestire i trasporti abusivi ahahhahaa
Incredibile, come un film anni 50/60 non so, non ricordo manco il titolo, sia attuale.
Credo che uno dei due imbroglioni fosse Memmo Carotenuto... qualcuno lo ricorda?

 
Alle 2 luglio 2012 15:13 , Anonymous Goffredo Mameli ha detto...

INNO NAZIONALE DELLA SEPSA TRICOLORE


Fratelli di Sepsa,
la gente ci aspetta,
al capolinea di Torregaveta
s'è cinta le balle.

Dov'è la fermata?
Le porga la chioma,
che tanto è sicuro
che io mai, ci passerò.

làlàlàlàlàlàlàlàlàlàlàlàlàlà

Fratelli di Sepsa,
la gente ci aspetta,
al capolinea di Torregaveta
s'è cinta le balle.
Dov'è la fermata?
Le porga la chioma,
che tanto è sicuro
che io mai, ci passerò.

làlàlàlàlàlàllàlàlàlàlàlà

Stringiamoci ad Agnano,
siam pronti alla fuga.
Siam pronti alla fuga,
l'Italia chiamò.

Stringiamoci ad Agnano,
siam pronti alla fuga.
Siam pronti alla fuga,
l'Italia chiamòòòòòòòòòòò, sì!

Facitavil apperr!

 
Alle 2 luglio 2012 15:15 , Anonymous Anonimo ha detto...

uhmmarò, ma aver facimm?

 
Alle 2 luglio 2012 15:22 , Anonymous Anonimo ha detto...

Non credo che siamo truffe perché certo non aveano scritto "pullman eav", e certo non sono truffatori, anzi sono stati in grado di sopperire ai disservizi di un'azienda, l'eav.
Al massimo è il lavoro in nero che non và, ma a questo punto perché non liberalizzare i trasposti?

 
Alle 2 luglio 2012 15:33 , Anonymous Anonimo ha detto...

L'EAV BUS è una SRL con 15.000,00 di capitale sociale cioè un imbroglio fatto sul nascere !!!!! Una delle ultime creature della giunta Bassolino !!!! Oggi è pronta al fallimento!!!!

 
Alle 2 luglio 2012 15:43 , Anonymous Anonimo ha detto...

Antonio Palumbo
UN DISSERVIZIO COME LO GESTISCE L'EAVBUS IL SINDACO DOVREBBE FARLE RIEVOCARE LE CONCESSIONI E DARLI IN MANO HAI PRIVATI. IMMAGINO CHE L'ASSESSORE AI TRASPORTI VETRELLA NN SA NIENTE DI TUTTO QUESTO

 
Alle 2 luglio 2012 15:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

Adriana Di Lorenzo
non è un problema di "domenica" tutti i giorni della settimana, con una scusa o un'altra i mezzi non camminano; ormai EAV è diventata una linea completamente inaffidabile, prima con la scusa dei mezzi rotti, poi del carburante, ora dell'aria condizionata. e' possibile che non si possa fare nulla?

 
Alle 2 luglio 2012 15:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

Rosaria Abbundo
sapessi come è frustrante aspettare ore intere sotto il sole sulle fermate dell'autobus e vederseli passare sotto il naso con la scritta fuori servizio o "deposito"!

 
Alle 2 luglio 2012 16:05 , Anonymous Anonimo ha detto...

......Ma allora questo è proprio il paese degli sciacalli...dopo quello che hanno fatto a noi non mi meraviglio più di niente...

 
Alle 2 luglio 2012 16:12 , Anonymous Anonimo ha detto...

E questi sono gli stessi dipendenti che protestano per i mancati stipendi e chiedono l'appoggio e la solidarietà degli utenti. Li manderei ai lavori forzati!

 
Alle 2 luglio 2012 16:13 , Anonymous Anonimo ha detto...

Che ci azzecca Bassolino con la disonestà dei dipendenti che immagino molti si siamo ammalati.

 
Alle 2 luglio 2012 16:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

Il sindaco????? e chi è?

 
Alle 3 luglio 2012 10:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

Procolo Conte

MI SONO INFORMATO E NON E' VERO CHE HANNO FATTO PAGARE IL BIGLIETTO 5 EURO MA 2 EURO E QUALCUNO ANCHE 1 EURO,NON VOGLIO DIFENDERE L'AUTISTA DEL PULMAN PRIVATO CHE HA FATTO QUEL SERVIZIO (con regolare licenza di noleggio ) MA DICO LE MACCHINE CHE HANNO FATTO LO STESSO SERVIZIO DA MOLTI GIORNI NON LO SAPEVATE?
questo e' la stessa cosa di chi in spiagge libere affitta ombrelloni sedie pedalo' vende grattatine ecc ecc senza regolare permesso e senza pagare le tasse
PER QUANDO RIGUARDA L'AUTOBUS PRIVATO CHE HA FATTO UN SERVIZIO DI NAVETTA DAI LIDI DI MILISCOLA E MISENO PER LA STAZIONE DELLA CUMANA DA PARTE MIA ALL'AUTISTA GLI DAREI UNA MEDAGLIA ...BEN VENGANO QUESTE INIZIATIVE SE IL SERVIZIO OFFERTO DALL'EAVBUS E' QUESTO.(NON VOGLIO DARE LE COLPE AGLI AUTISTI DI CUI ANCHE IO NE FACCIO PARTE E VI DICO INVECE DI CRITICARE VENITE AD AGNANO E CONSTATATE CON I VOSTRI OCCHI IN CHE CONDIZIONI SONO GLI AUTOBUS)

 
Alle 3 luglio 2012 10:26 , Anonymous Anonimo ha detto...

Quello che è successo domenica a Torregaveta ed a Bacoli è di una gravità assoluta: dalla mancanza di pullman, di autisti, sino ai trasporti d'avventura a mo di sciacalli.
Visto che ti sei informato, sai anche chi guidava le macchine taxi? Allora Procolo difendere a spada tratta una categoria non porta da nessuna parte. In ogni gruppo vi sono delle mele marce capaci anche di speculare sulle disgrazie della propria azienda.
Gravissime, infine, sono le colpe dell EAV che con le sue assenze favorisce un'illegalità diffusa.

PS: Infine, posso assicurarti che piu di qualcuno ha pagato 5 euro.

PSS: E' vero che siamo la repubblica delle banane ma da qua a dire che è giusto che vi siano queste forme di servizi-sciacallaggi a nero, pare veramente troppo.

 
Alle 3 luglio 2012 10:27 , Anonymous Anonimo ha detto...

Procolo Conte
sull'autobus sicuramente non hanno pagato piu i 2 euro,io sono contro il doppio lavoro ma l'autobus ha la licenza per fare servizio da noleggio e paga regolarmente le tass

 
Alle 3 luglio 2012 13:12 , Anonymous Anonimo ha detto...

Lidia Scotto Di Vetta
A me sembra tanto un gesto di disperazione. A cosa bisogna arrivare per portare a casa qualche soldo..

 
Alle 4 luglio 2012 20:13 , Anonymous Anonimo ha detto...

A TUTTI QUELLI CHE COMMENTANO ABBIANO LA BONTA' DI FIRMARSI E NON DI NASCONDERSI DIETRO UN ANONIMATO.
PER TUTTI COLORO CHE VOGLIONO E DICO VOGLIONO CONSTATARE CON I PROPI OCCHI LA REALTA' IO DOMANI MATTINA VADO AL LAVORO E AL 90 X 100 NON ESCO PER MANCANZA DI AUTOBUS QUESTO E IL MIO NUMERO 3393732432 TIM CHIAMATEMI E VI FACCIO ENTRARE E COSI VEDETE CON I VOSTRI OCCHI LA REALTA'...E POI COMMENTATE TUTTO QUELLO CHE VOLETE..... MA DOPO

CONTE PROCOLO AUTISTA EAVBUS EX SCHIANO PIU' DI QUESTO PROPIO NON POSSO

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page