This page has moved to a new address.

Spiagge Libere Verso l'Estinzione, i Lidi Svuotano le Tasche dei Bagnanti - Lettera da Miliscola

Freebacoli: Spiagge Libere Verso l'Estinzione, i Lidi Svuotano le Tasche dei Bagnanti - Lettera da Miliscola

domenica 1 luglio 2012

Spiagge Libere Verso l'Estinzione, i Lidi Svuotano le Tasche dei Bagnanti - Lettera da Miliscola

Chi Trova una Spiaggia Trova un Tesoro

Le spiagge libere, a Bacoli, sono una specie in via d’estinzione.

Ne restano poche e la loro sopravvivenza è costantemente messa a dura prova da bagnanti che amano lasciar traccia di sé, lasciare un ricordo – qualche bicchiere di plastica, qualche bottiglia, cicche di sigaretta – e da amministratori che restano incantati – e come potrebbe essere altrimenti – di fronte a colorati sacchetti di spazzatura, cartoni vuoti di pizza, infradito rotti e palloni bucati che restano ad appassire al tramonto all’uscita delle spiagge.

A Miliscola (lato Monte di Procida) c’è anche un bellissimo esemplare di spiaggia in cattività. Era libera, ma è stata catturata e imprigionata, per essere meglio contemplata da tutti.

Pericolo Zona R4 Solo per i Bagnanti

La rete metallica che ne impedisce l’accesso spiega, con una didascalia, “Pericolo di frana”.

Perché non vale la pena mettere in sicurezza la montagna.
Una spiaggetta deliziosa, con l’acqua sempre pulita, grazie a un gioco di correnti e grazie ai ciottoli sul fondale al posto della sabbia che, si sa, ama turbinare in un continuo rimestio.
Molti scavalcano la rete.

Anche noi, naturalmente, l’abbiamo fatto mille volte, irresistibilmente attratti dal fascino, ma quest’anno, con pargolo di pochi mesi e passeggino a seguito, ci veniva un po’ scomodo.
Abbiamo perciò affrontato la bestia dominante.
Si sa che in natura vince il più forte: i lidi.

La Bestia dei Lidi
Il lido è una bestia che si muove in branco, senza capi.

Tutti i lidi hanno le stesse regole di comportamento, fanno squadra se un elemento del gruppo viene attaccato, aggrediscono la preda e la lasciano a mani vuote.

- Scusi, avremmo bisogno di un ombrellone
- Si, allora per due persone, sono due lettini e un ombrellone, il bambino non paga
- (E vorrei vedere, ha 9 mesi!!!) No, non ci siamo capiti: ci serve solo l’ombrellone
- Il lettino è obbligatorio. In tutto fanno 18 euro.
- (A cui va aggiunto il costo del parcheggio!) Ma scusi, sono le 5 del pomeriggio…tra due ore al massimo il sole cala…
- Vabbè, allora solo perché è tardi vi do l’ombrellone senza lettini.
Naturalmente senza scontrino né ricevuta fiscale perché ci ha già “fatto un favore”.

Col Mare Sottocasa ma Costretti in Piscina

Entriamo: molti avventori hanno già lasciato una scia di rifiuti tutt’intorno, ma è tardo pomeriggio, le pulizie si faranno solo a chiusura dello stabilimento.
Per ora abbiamo preferito attrezzarci con una piscinetta gonfiabile sul balcone.
Che culo abitare in zona di mare!

Marianna Guaccio

Etichette:

13 Commenti:

Alle 1 luglio 2012 12:06 , Anonymous Anonimo ha detto...

Donatella Insinga
hai ragione...conviene fittare la casa in qualche regione dove le spiagge libere non sono un'utopia...
sabato scorso sono rimasta scioccata da quello che ho visto...Miseno era una distesa senza soluzione di continuità di lettini. Non c'era neanche lo spazio, tra un lettino e l'altro, per metterci i piedi...

 
Alle 1 luglio 2012 12:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

lo so' che avendo un bambino piccolo non puo' allontanarsi molto,le faccio l'esempio di Ischia,spiaggia dei maronti: lidi privati attaccati con molte spiagge libere(pulitissime),2PERSONE SPENDONO MENO DI UN INGRESSO NEI NOSTRI AMATISSIMI LIDI

 
Alle 1 luglio 2012 14:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

Una domanda per la redazione di Freebacoli: poichè da due anni parlate sempre di spiagge libere, ipotizziamo tutto questo possibile, mi illustrate per cortesia come gestirle?

 
Alle 1 luglio 2012 15:17 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giuseppe Giulietti
Il tutto esent'asse

 
Alle 1 luglio 2012 15:53 , Anonymous Anonimo ha detto...

l'ultima prima dell'estate la sta attuando l'aeronautica militare che ogni anno affittava gli ombrelloni ai residenti , anche a chi non usufruiva dell'abbonamento, nel lotto di sabbia destinato ai residenti e con gli ombrelloni del comune, da quetanno, secondo una legge regionale non bisogna pagare, in tutti i lidi la discesa, per i bambini di età inferiore a anni 12 anche se non residenti ed ai residenti del posto, ma l'aeronautica militare non è convenuto tutto questo ed ha abilitato l'ingresso alla spiaggia ai soli appartenenti al corpo ( credo che questa sia solo una magagna per affittare lettini ed ombrelloni ai non residenti facendo pagare anche la discesa )

 
Alle 1 luglio 2012 16:22 , Anonymous Pino Mauro ha detto...

Ma che ne parliamo a fare? Si cerca solo di aizzare i cittadini contro i commercianti bacolesi...ma nessuno si è mai reso conto che prima di aprir bocca sarebbe un tantino necessario avere un programma di cosa fare...si parla delle spiagge libere...tutti le vorremmo ma se venissero gestite allo stesso modo Dell ex lido aurora x favore lasciamo perdere prima di iniziare...ma in effetti di cosa ci stupiamo...a BACOLI è tutto normale...

Firmato
Un cittadino che vorrebbe avere una spiaggia libera (se possibile pulita e gestita insieme a tutti gli altri servizi in maniera quantomeno umana)

P.S. Se nessuno ci riesce...come si dice a Napoli...ARRITIRATEVI...

 
Alle 1 luglio 2012 16:51 , Anonymous Anonimo ha detto...

Salvatore Illiano
I Lidi fruttano più dell'eroina e di tasse neanche l' ombra. Ma soprattutto, chi decide quanto personale inquadrato regolarmente? Della serie 3 persone inquadrate regolarmente, diciamo così , e gli altri 10 se viene la Finanza tutti a mare a nascondersi. Un Amministrazione COMUNALE NORMALE controlla anche questo .

 
Alle 1 luglio 2012 16:55 , Anonymous Anonimo ha detto...

Non ho chiesto a te, che hai dato tra l'altro una risposta sterile e insignificante. Attendo risposta dalla redazione. Grazie

 
Alle 2 luglio 2012 11:30 , Anonymous Marianna Guaccio ha detto...

Le spiagge libere sono previste dalla legge e vanno gestite dal Comune che ne è proprietario: come pulisce le strade dai rifiuti, così il Comune è tenuto a tenere pulito tutto il territorio demaniale.

 
Alle 2 luglio 2012 11:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

Il problema è sempre lo stesso. Siamo noi che consentiamo a questi mariuoli di continuare a spillarci soldi. E poi avete visto quando il Comitato Spiagge Libere ha organizzato gli incontri? Quante persone c'erano? Troppo poche. Il napoletano in realtà ADORA andare ai lidi, per la comodità di trovare ombrelloni e sedie a sdraio e non se ne fotte quanto paga... La crisi c'è, i disoccupati pure ma le cifre non tengono conto dei finti disoccupati o delle persone che lavorano a nero e che al momento soldi da spendere ne hanno. Per questo "perdete ogni speranza voi che entrate..." le cose non cambieranno mai, perchè c'è sempre qualcuno che trae vantaggio da certe situazioni.

 
Alle 2 luglio 2012 12:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

Lei forse non sa che il servizio igiene urbana è pagata dai cittadini residenti a caro prezzo, quindi non vorrei accollarmi insieme ai miei concittadini bacolesi anche le spese della "monnezza" dei non residenti. Attendo risposta dalla redazione. Grazie.

 
Alle 2 luglio 2012 14:53 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giuseppe Pasquale
io sono pro spiagge libere ma perchè non evidenziate il fatto che qui da noi non abiamo l'educazione per la spiaggia libera? siamo un popolo di incivili bisognerebbe punire chi sporca a proibirgli di andare in spiaggia per almeo tre anni voglio vedere poi come si comporterebbero. Che poi tanta gente va ai lidi vol dire che per me possono pagare, tutta sta crisi non ci sta se di domenica tutti vanno in coda sprecano benzina nel raffico e pagano parcheggi ed ingressi ai lidi sempre più cari.

 
Alle 2 luglio 2012 15:33 , Anonymous Anonimo ha detto...

infatti condivido pienamente.... Sabato per la prima volta sono andato presso uno dei lidi di Miseno per portarci le mie 2 nipoti piccole venute a trascorrere qui qualche giorno di vacanza... Si trattava solo di un paio d'ore... ma tra parcheggio e il resto ho dovuto sborsare ben 20 euro!! Alle 7:30 del mattino c'era già una sfilza di lettini prenotati che non si potevano occupare... Dopo neanche un'ora, in acqua sembrava di stare nel Gange... non ci si poteva muovere... Tutti felici e beati... ma come fanno questi a spendere tutti sti soldi ogni weekend?

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page