This page has moved to a new address.

Malapolitica a Bacoli, Se ne Discuterà in Parlamento. Barbato: "Questi Politici Vanno Cacciati"

Freebacoli: Malapolitica a Bacoli, Se ne Discuterà in Parlamento. Barbato: "Questi Politici Vanno Cacciati"

sabato 30 giugno 2012

Malapolitica a Bacoli, Se ne Discuterà in Parlamento. Barbato: "Questi Politici Vanno Cacciati"

Video e documenti lampanti destano l'interesse del on. Franco Barbato, intervenuto per affrontare le problematiche delle periferie del paese: la malapolitica bacolese si tramuta in interrogazione da porre all'attenzione del Parlamento Italiano.

"Questa amministrazione incapace di gestire al meglio tale ricchiezza paesaggistica, non intervendo in maniera decisa sugli ultimi avvenimenti che hanno determinato incendi sia a villa Ferretti che per l'automobile di un noto attivista locale, deve essere mandata via a calci nel sedere".

Sono durissime le affermazioni fatte in serata dal deputato eletto tra le fila dell'Italia dei Valori come indipendente, Franco Barbato, che ha partecipato alla manifestazione pubblica organizzata dal Coordinamento delle Periferie, associazione da tempo attiva sul territorio, e sostenuta da numerose realtà civiche e politiche.

Soldi Sperperati e Malapolitica: Bacoli Arriva in Parlamento

Evento, abbastanza partecipato dal pubblico, che ha posto l'attenzione, attraverso la proiezione di video-documentari ed interventi "a tema", sul degrado presente alle periferie: dalla pista ciclabile mai completata del lago Fusaro, alle Grotte dell'Acqua, passando per la Casina Vanvitelliana ed il parco annesso.

Foto e filmati, corredati dalle cifre della Comunità Europea "investite", posti all'attenzione della cittadinanza e capaci di mostrare al meglio l'assoluto menefreghismo amministrativo che ha devastato il territorio cittadino, sconvolto da una pseudo-politica dedita ad interessi diametralmente opposti a quelli della collettivi.

"Questo stato di cose umilia un'intera popolazione - tuona Barbato, intervenuto a margine della manifestazione incalzato anche dall'intervento di Enzo Assante, rappresentante del comitato particolamente critico dinanzi alle mancanze della politica e dei partiti che intendono rappresentarla - e di certo non è possibile restare inerti o impassibili. Vengo qui questa sera dopo aver visitato la periferia di Scampia, completando un tour fatto di ascolto delle problematiche popolari".

Fondi Europei Non Investiti per il Paese

"Sono indignato per il modo inaccettabile in cui l'amministrazione locale amministra la città. Non è possibile permettere che fondi europei vengano sperperati in questo modo garantendo non di certo l'interesse di tutti - continua il deputato - ma quasi unicamente il soddisfacimento di piccoli interessi di bottega per elargire mazzette ad amici ed amici degli amici".

"Il governo locale è colpevole di questo stato di cose. E' per questo che porterò il caso della malapolitica bacolese direttamente in Parlamento già dalla prossima settimana ed esigerò risposte su casi così lampanti di cattiva gestione del patrimonio pubblico. Sia di proprietà del Comune che di competenza del Centro Ittico Campano".

"Sindaco e Amministrazione Via a Calci nel Sedere"

Ma l'indignazione del rappresentante parlamentare raggiunge la vetta più alta quando commenta gli ultimi fenomeni di criminalità ed illegalità verificatesi tra il centro di Bacoli e quello di Baia.

"Non è possibile tacere sull'incendio avvenuto in Villa Ferretti, bene confiscato alla camorra ma non ancora messo a disposizione della collettività, e sull'intimidazione gravissima avvenuta ai danni di Alessandro Parisi, noto rappresentante della società civile flegrea. Il silenzio sostanziale, senza provvedimenti seri, reiterato dal sindaco di Bacoli è privo di giustificazioni. Questa gente deve andarsene dai palazzi del potere. Amministratori incapaci da mandare via - urla Barbato - a calci nel sedere liberando in questo modo il Municipio di questa città".

Messaggio chiaro e forte alla malapolitica locale, ben percepito anche da alcuni rappresentanti della falsa opposizione (oramai vera e propria parte integrante della maggioranza Schiano) presenti in assemblea, su cui dibatterà quindi anche il Parlamento Italiano con un'interrogazione al Governo atta a puntare il dito contro sperperi e malversazioni.

Centro Ittico, Beni da Svendere Ricchi di Abusi Speculativi

Successivamente il deputato ha ascoltato, prendendo appunti, gli interventi di altri rappresentanti di associazioni, tra cui Freebacoli, che hann puntato il dito su tre aspetti particolari riguardanti il tema specifico affrontato dall'assemblea svoltasi in villa comunale
  • L'abusivismo edilizio speculativo e sfrenato che non ha materialmente permesso il completanto della pista ciclabile al Fusaro. Numerosi sono difatti in quella zona i ristoranti e locali in genere che, non rispettando i sette metri di rispetto tra il confine del lago e l'aria privata, hanno edificato abusivametìnte (su suolo fondmentalmente pubblico) sino sopra lo specchio d'acqua lacuale. Strutture che, così come accade anche presso il lago Miseno, oltre a pagare canoni di fitto irrisori, spesso risultano essere di proprietà di familiari di consiglieri seduti tra i banchi del Consiglio Comunale. Immobili privi di licenza edilizia, di chiarissimo stampo speculativo, appartenenti a esponenti sia di forze moderate che, proprio in periferia, di pesudo-politici "di sinistra".
  • Lo sperpero dei fondi europei, se da un lato ha contribuito al degrado del territorio, d'altro canto assicura la possibilità alle cattive amministrazioni locali di gestire denaro luquido che aumenta le clientele e assicura bagagli di voti da investire e riciclare in campagna elettorale, permettendo la rielezione perpetua dei "soliti noti". Andazzo inaccettabile per cui, provocatoriamente, sarebbe meglio che questi territori fossero privati di denaro facile da sperperare alle spalle della collettività, gonfiando tasche e base elettorale.
  • I beni del Centro ittico Campano, al momento dell'interessamento del Governo Centrale, potrebbero essere già stati venduti dal Comune a privati compiacenti. Il tutto con il silenzio omertoso della stragrande maggioranza dei partiti seduti trascersalmente in Consiglio. L'amministrazione in carica, così come ampiamente manifestato in sede di consiglio comunale (e su cui il blog pubblicherà a giorni un apposito articolo), ha intenzione di vendere le ricchezze del patrimonio pubblico, cominciando proprio dal CIC. Tra i beni più appettibili restano le Cinque Lenze, site proprio presso la pista ciclabile del lago Miseno.
Alle Parole Seguono i Documenti

D'altro canto i membri della pseudo-opposizione cittadina (quelli del PDmenoL), dopo aver cercato in ogni modo di accattivarsi le grazie dell'onorevole indipendente, hanno abbandonato in massa l'assemblea proprio quando si parlava di abusi edilizi al Centro Ittico e di cattive gestioni di denaro pubblico.

Alle dichiarazioni popolari è poi seguito uno scambio di mail tra Barbato e gli attivisti presenti in serata, dando l'opportunità agli stessi di poter fornire apposita documentazione di quanto riferito in assise.

Delibere, determine, verbali, articoli, foto e video, già opportunamente indirizzati all'attenzione del deputato e che sortiranno, così da come egli stesso promesso, la messa a protocollo di un fascicolo rigurdante la malapolitica su beni comunali e del CIC. 

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: , , ,

7 Commenti:

Alle 30 giugno 2012 07:47 , Anonymous Anonimo ha detto...

L'onorevole Barbato farebbe però più bella figura se si tagliasse i capelli!!!

 
Alle 30 giugno 2012 10:34 , Anonymous Anonimo ha detto...

bravi ragazziii
state portando il disastro bacolese ovunque!
non vi/ci fermiano!

 
Alle 30 giugno 2012 10:57 , Anonymous Anonimo ha detto...

La prima cosa che ho pensato è stata:e mò se ne sono accorti che chi amministra Bacoli è un inetto?!
La seconda:meglio teradi che mai ,sperando che ci sia un seguito a tutto questo e si cominci a far "rivivere" questa zona.
Valeria

 
Alle 1 luglio 2012 21:28 , Anonymous Anonimo ha detto...

ma chi e barbato io lo adoro finalmente leggo qualcosa di vero di pulito un uomo allora esiste ancora qualcuno da credere che mette a posto bacoli ne abbiamo bisogno ci hanno affogati nella melma ti prego barbato salvaci da questi parassiti

 
Alle 1 luglio 2012 21:41 , Anonymous Anonimo ha detto...

Forse lei farebbe più bella figura, se facesse commenti rilevanti!

 
Alle 2 luglio 2012 14:55 , Anonymous William Di Palma ha detto...

vorrei esprimere liberamente la mia opinione su quanto affermato dall'On.Barbato.
A mio modesto parere, un conto è esprimere giudizi sull'operato di un'Amministrazione Comunale che ormai è lontana dal concepire e quindi attuare qualsiasi provvedimento che vada nella direzione degli interessi dei cittadini e, un altro conto, è esprimersi sull'Amministrazione stessa auspicando che questa venga mandata via "a calci nel sedere". L'on.Barbato dovrebbe lasciare che sia l'organizzazione e la struttura bacolese del suo partito ad incentivare iniziative politiche e sociali atte a sensibilizzare l'opinione pubblica e (speriamo!!) la stessa maggioranza di Governo della Città di Bacoli sulla necessità di dover cambiare pagina. Mandare l'attuale maggioranza a casa, addirittura con dei "calci nel sedere", mi sa tanto di una sorta di mancanza di rispetto nei confronti di quei cittadini bacolesi che hanno votato questa compagine amministrativa in assoluta buona fede e che mai avrebbero immaginato un fallimento così lampante.Mi sembra un'ingerenza. Basterebbe auspicare che arrivi una presa di coscienza,da parte del Sindaco Schiano, affinchè abbandoni la guida amministrativa della nostra bellissima cittadina. Ne sarebbero contenti, oltre agli elettori dell'UDC e delle altre opposizioni, anche tanti elettori, probabilmente anche tantissimi del PdL locale!! Poi, caro On.Barbato,fa piacere che un'esponente del Parlamento eletto alla Camera Dei Deputati si occupi di Bacoli ma, almeno a me, farebbe piacere che un'esponente importante del suo partito, quale penso Lei sia, si occupasse soprattutto di appoggiare il Governo Monti in questa difficilissima fase economico/finanziaria dai gravissimi nrisvolti sociali e di mitigare gli attacchi violenti che il Suo leader di partito ha sferrato nei confronti del Presidente Della Repubblica, buttandosi in un angolo istituzionale dal quale, Vendola, ha dovuto lavorare per farlo uscire parzialmente, intimando al PD che non ci sono margini di trattative per un futuro Governo "dopo-Monti" se si arrivasse ad un'alleanza PD-UDC senza Di Pietro e SEL.
Io, personalmente (da libero cittadino), inizierei a dare "calci nel sedere" a chi NON SOSTIENE IL GOVERNO MONTI. E se avessi responsabilità a livelli più elevati, sarei anch'io tra coloro che precluderebbero qualsiasi accordo elettorale con i partiti che attualmente si trovano all'opposizione del governo nazionale (SEL,Lega e IdV), come hanno ultimamente indicato, a più riprese, l'On.Casini ed il Presidente Della Camera Fini, oltre (per fortuna!!!) numerosi esponenti del PD (mi vengono in mente Renzi, Fassina, Finocchiaro ecc.)
Grazie.

 
Alle 2 luglio 2012 22:33 , Anonymous Anonimo ha detto...

Su via, un po' d'ironia!

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page