This page has moved to a new address.

Figuraccia Schiano, Scompare l’Area Pedonale al Porto di Baia: Scoppia la Bagarre “Parcheggi”

Freebacoli: Figuraccia Schiano, Scompare l’Area Pedonale al Porto di Baia: Scoppia la Bagarre “Parcheggi”

lunedì 5 settembre 2011

Figuraccia Schiano, Scompare l’Area Pedonale al Porto di Baia: Scoppia la Bagarre “Parcheggi”

image Baia, un porto turistico che tutti ci invidiano ma che il Comune e la Regione Campania non riescono a valorizzare nel giusto modo, ovvero tenendo conto delle esigenze di cittadini ed utenti.

Stando all’ordinanza sindacale apparsa sul sito del Comune di Bacoli in data 29 aprile 2011, l’area del porto di Baia sarebbe dovuta diventare una zona a traffico limitato con la contemporanea presenza di altre aree atte alla sosta dei veicoli (in periodo estivo).

A luglio niente di tutto ciò si era concretizzato destando i primi dubbi ai cittadini sulla buona riuscita del piano e facendo comprendere che ancora una volta ci si trovava di fronte ad un qualcosa che non sarebbe andato facilmente in “porto”.

L’ostacolo più grande, com’era facile immaginare, si è rivelato essere la carenza di parcheggi (annunciati ma mai creati) capaci di accogliere il flusso eccezionale di autoveicoli, caratteristico del periodo estivo. Causa di tutto ciò è stata la mancata realizzazione delle apposite aree previste nel provvedimento sopracitato.

Nonostante ciò, l’ordinanza 46/11 dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Pozzuoli è stata attivata nei primi giorni di agosto, causando disagi ai cittadini ed agli automobilisti tanto da spingere la collettività, attraverso una petizione, a richiedere il ripristino del flusso delle autovetture nella zona portuale.

  • La Sospensione dell’Ordinanza e la Politica del Controsenso Tra Comune e Regione

Il primo settembre, però, il porto è stato riaperto al traffico, sembrerebbe per ordine della Regione Campania proprio per via della mancanza di parcheggi.

Foto4449La situazione odierna è ancora più ambigua: è possibile entrare nel porto sia dall’ingresso nord che dall’ingresso sud percorrendo entrambi i sensi di marcia ma ci si trova bloccati proprio al centro dell’area da paletti che impediscono il transito. Per questo motivo sono sorti diversi ingorghi che hanno creato non pochi disagi a chiunque entri nel porto.

Si sfiora ancora di più il ridicolo se si pensa che proprio la Regione Campania ha bloccato il progetto, quando mesi prima, attraverso un comunicato stampa diramato dallo stesso sindaco Schiano, sono apparse parole di intesa tra Comune e Regione, unite da una sempre più labile “filiera istituzionale”.“Il Comune di Bacoli, allo scopo di favorire la fruibilità pubblica dell’area e di salvaguardarne gli aspetti ambientali - riporta il protocollo firmato – di particolare rilevanza in ragione della sua collocazione nell’ambito dell’area marina protetta, adducendo inoltre ragioni correlate alla esigenza di ridurre la circolazione automobilistica e di decongestionare il traffico veicolare in talune aree urbane, ha reso noto di ritenere di fondamentale importanza per la collettività locale l’obiettivo, fortemente voluto e condiviso anche dalla Regione Campania, della pedonalizzazione dell’intera area portuale ed ha attivato a tal fine in ambito locale un tavolo di concertazione con le associazioni e gli imprenditori”.

  • Il Fallimento della Concessione dei Parcheggi

porto A ciò si aggiungono altri elementi che ben denotano l’assoluta incapacità programmatica e gestionale dell’ente comunale.

L’amministrazione di Bacoli, difatti, aveva ben pensato di supplire alla mancanza di vigili urbani con la concessione a terzi di aree contraddistinte da strisce blu (a pagamento).

Ma la situazione, già di per sé incredibile, si è aggravata tenendo conto che l’associazione alla quale era stato affidato l’incarico di gestire le aree di sosta si è dimostrata non avere i requisiti giusti per poter iniziare l’attività.

Ciò si evince dalla delibera del Comune di Bacoli del 5 agosto 2011. E’ stata dunque intrapresa la realizzazione di un piano senza ima verificarne le possibilità di portarlo a termine.

Quello che si osserva, dunque, è una zona di fondamentale importanza per il turismo e per i cittadini ormai nel caos per l’incapacità dell’Amministrazione di portare avanti un progetto che avrebbe dovuto, invece, favorire chiunque abbia avuto intenzione di passeggiare per Baia.

Il cittadino bacolese a questo punto non può che rimanere esterrefatto dinanzi all’ennesimo piano fallito, all’ennesimo spreco di denaro e tempo, mal gestito da un’Amministrazione ormai non più capace di creare un qualcosa di utile per la collettività.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

9 Commenti:

Alle 5 settembre 2011 16:38 , Anonymous Anonimo ha detto...

O chiammavn ERMANN O PARCHEGGIATORE
e vi spiego l'unica differenza
o parcheggiatore abusivo dice al suo cliente "Vien Vien"
Ermann invece sap ricer sul "MO VENG"

 
Alle 5 settembre 2011 17:52 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mickael Di Carluccio
ma state proprio inguaiati a Bacoli XD

 
Alle 5 settembre 2011 18:23 , Anonymous Anonimo ha detto...

Siamo alle solite: mancanza di progettualità, incapacità di individuare soluzioni opprtune per l'interesse comune. Ma alla Regione abbiamo un Governo di Centro-destra? Questa è la considerazione politica più scoraggiante! Il Sindaco dovrebbe trarre le conclusioni e far valere, se ne è dotato, la sua "forza" politica.
Altrimenti....prendere atto dei fallimenti. Antonio Scotto.

 
Alle 5 settembre 2011 20:22 , Anonymous Anonimo ha detto...

...la filiera, sempre lei...come ti distrai un attimo, subito ti si infila in...

 
Alle 5 settembre 2011 21:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

Se il progetto della pedonalizzazione del Porto di Baia è fallito, non è colpa dell'incapacità del nostro Sindaco Ermanno Schiano ma bensì la sua incapacità di fidarsi delle persone. Sapete perchè diciamo questo? perchè un Sindaco del suo calibro che da ampio ragio di decisione ad un consigliere incapace e per lo più appartenente ad una lista civica oramai inesistente, si capisce che il nostro sindaco non è in grado di pesare le persone! Spero che dopo questo fallimento si liberi del consigliere Baiese che purtroppo con rammarico tutti vediamo che lo sta rovinando! PER CONCLUDERE SPERIAMO CHE PER LO MENO I CONSIGLIERI GINO ILLIANO E PORFIRIO SCHIANO SI SALVINO LIBERANDOSI "DEL MALE" CHE HANNO NEL LORO PARTITO!

 
Alle 6 settembre 2011 08:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

E' VERO FORSE E' STATO TROPPO IMPULSIVO A CHIUDERE IL PORTO ERMANNO,SENZA PRIMA MUNIRSI DI AREE DI PARCHEGGIO PER I RESIDENTI, MA E' PUR VERO CHE BAIA HA BISOGNO DI RESPIRARE......NON E' POSSIBILE CHE LA REGIONE CONTINUI A RILASCIARE CONCESSIONI PER ULTERIORI POSTI BARCHE, QUANTO GIA' QUELLE CHE CI SONO ATTUALMENTE SONO TROPPE, NON E' POSSIBILE CHE BAIA DEBBA SOFFRIRE PER TUTTO IL TRAFFICO DIRETTO A MISENO E VICEVERSA, NON E' POSSIBILE CHE A QUALSIASI ORA DEL GIORNO E DELLA NOTTE DEBBANO PASSARE AUTOCARRI CON TRASPORTI ECCEZZIONALI..................INSOMMA BAIA NON DEVE ESSERE QUESTA .................BAIA DEVE RITORNARE "NORMALITA"

 
Alle 6 settembre 2011 23:05 , Anonymous Anonimo ha detto...

all'amico che ha citato i consiglieri del faro voglio dire che io li vedo e me li piango a quei due; il loro volto in consiglio comunale dice tutto.....ormai gino è in preda ad una crisi d'identità profonda, infatti non si sente più un medico ma bensì un martire o meglio un agnello immolato.....scusate ma non aggiungo altro per il caro gino in quanto sono addolorato. per l'amico porfilio invece non ho parole, sono davvero dispiaciuto; forse dovrà emigrare all'estero alla fine di questa avventura.lui che masticava legge ora invece mastica solo veleno.......convertitevi!!!!!

Il Monaco

 
Alle 7 settembre 2011 09:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

Cosa significa normalità? Baia deve accogliere la miriade di turisti che portano sviluppo economico, tuttavia l'amministrazione deve assicurare ai residenti la massima fruibilità e vivibilità del paese...

 
Alle 7 settembre 2011 20:22 , Anonymous Anonimo ha detto...

E BRAVA LA RODRIQUEZ,TANTO VA LA GATTA ALLARDO,CHE CI LASCIA LO ZAMPINO. POVERO PORFILIO,PENSATE CHE QUESTO NON DORME PIU LA NOTTE,QUANDO SI PERDE CREDIBILITA POLITICA,STIAMOCENE A CASA. PER QUANDO RIGUARDA GINO ILLIANO,CHE VI DEBBO DIRE,E CHE VELO DICO A FARE,LA PROFESSIONE DEL MEDICO,E UNA BELLA PROFESSIONE,PECCATO CHE LA SI FA COME LA POLITICA,E COME DICEVA IL PRINCIPE DE CURTIS,(O DETTO TUTTO) IL BOIA

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page