This page has moved to a new address.

Case Abusive, Arrivano le Ruspe per le Demolizioni. Cittadini in Assemblea: “Abbattiamo il Silenzio”

Freebacoli: Case Abusive, Arrivano le Ruspe per le Demolizioni. Cittadini in Assemblea: “Abbattiamo il Silenzio”

sabato 29 ottobre 2011

Case Abusive, Arrivano le Ruspe per le Demolizioni. Cittadini in Assemblea: “Abbattiamo il Silenzio”

image Sarà un inverno molto caldo quello che si annuncia alle porte del modesto paese flegreo: già fissate le prime date in cui il territorio bacolese ospiterà ruspe ed operai del settore pagati per demolire abitazioni costruite in aree non finalizzate all’edificazione.

Cominceranno già dall’inizio di novembre le demolizioni che, in città, andranno ad interessare diverse famiglie site nel centro che nella periferia.

Azioni che seguiranno quelle già effettuate nel mese di dicembre 2010 quando, in prossimità dello Scalandrone (Video in basso), si provvedeva a demolire una sezione di una abitazione proprio durante le festività natalizie (Clicca Qui).

In tal senso, prima ancora dell’inizio dei “lavori”, un gruppo di cittadini ha deciso di convocare una riunione pubblica in cui far intervenire, attraverso la modalità del “microfono aperto”, chiunque volesse esprimere la propria opinione sulla tematica “abbattimenti”.

Assemblea Domenica al Municipio: “Abbattiamo il Silenzio”

Un momento di confronto in cui, serenamente ed in un luogo pubblico, sarà possibile ascoltare diversi modi d’intendere la problematica.

L’assemblea si terrà Domenica 30 Ottobre alle ore 10:00 presso lo spiazzale adiacente il Municipio di Bacoli. Un luogo simbolo per la vita sociale, civica e politica locale, posto a poca distanza dalla Casa Comunale, la Villa, il Comando di Polizia Municipale, e la Caserma dei Carabinieri.

Un incontro aperto a tutti, promosso da semplici cittadini, atto a dare il là verso la stesura di un discorso sulla problematica.

Il nome della manifestazione pubblica è “Abbattiamo il Silenzio”.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: , ,

27 Commenti:

Alle 29 ottobre 2011 10:27 , Anonymous Anonimo ha detto...

ah...ogni tanto una buona notizia relativa agli abbattimenti...speriamo che almeno questi vadano a buon fine...

 
Alle 29 ottobre 2011 10:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

Egregio Segretario,
se la ricorderà certamente la delibera di Giunta n. 86 del 04.04.2011 che Lei stesso, molto probabilmente, avrà materialmente scritto? Giusto? Non pensa che tale deliberazione abbia esaurito i suoi effetti dilatori? Essa, infatti, se non ricordo male, di fatto, era stata messa a punto per consentire - prendendo altro tempo - di rinviare l'abbattimento di due abusi edilizi, ben conosciuti in paese (sic!), a dopo la data di approvazione del bilancio di previsione, atteso che solo dopo aver approvato il bilancio di previsione, secondo la Cassa DD.PP. compulsata sul punto dagli uffici comunali, è possibile richiedere ed ottenere il finanziamento finalizzato alla demolizione delle opere abusive, in esecuzione della pena secondaria delle due sentenze penali oramai, da tempo, passate in giudicato: Registro Esecuzioni Sentenze di Abbattimento degli anni 2005 e 2007 addirittura (sic!); infatti, il bilancio preventivo 2011 è stato approvato il 20 Giugno scorso e, a questo punto, non ci sono più attenuanti, scusanti, motivi di rallentamento! Il Sostituto Procuratore Generale, adesso, visto che nonostante l'approvazione del bilancio di previsione 2011 nulla si muove per quei due abbattimenti, non potrà fare altro che incriminare, a questo punto, come aveva già minacciato di fare, di omissione di atti d'ufficio, chi, in materia, ha ricevuto, dall'apparato politico-amministrativo, l'incarico di responsabile unico degli abbattimenti (responsabile delle procedure R.E.S.A.) e Coordinatore della struttura demolizioni.
Pare, poi, che in questi giorni sia partito un esposto, firmato da alcuni cittadini, indirizzato, appunto, al Procuratore Ugo Ricciardi, in cui viene rappresentato che, nonostante le buone intenzioni contenute nella delibera di Giunta n. 86/2011 ("... al responsabile del settore IV economico finanziario: ove non fossero disponibili risorse proprie da destinare alla finalità sopra descritta, predisporre il bilancio esercizio finanziario 2011 ed il bilancio pluriennale 2011-2013 prevedendo il ricorso all’anticipazione finanziaria con la Cassa
Depositi e Prestiti per la demolizione di due manufatti abusivi relativi alle procedure RE.S.A. 33/05 e 92/07;
• al Segretario Generale, responsabile delle procedure RE.S.A.: contattare il responsabile istruttorie Enti Locali della Cassa Depositi e Prestiti o il funzionario relativo, così come indicati dalla Procura Generale della Repubblica, per verificare se, nelle more dell’approvazione del bilancio
esercizio finanziario 2011 e del bilancio pluriennale 2011-2013, è possibile ottenere la richiesta anticipazione attivando il fondo della Cassa Depositi e Prestiti;
• al Segretario Generale, responsabile delle procedure RE.S.A.: comunicare, in ogni caso, alla Procura Generale della Repubblica la volontà di mettere a disposizione per l’esecuzione delle procedure RE.S.A. 33/05 e 92/07 fondi propri da iscrivere nel bilancio esercizio finanziario 2011 e nel bilancio pluriennale 2011-2013, prevedendo nella parte entrata il recupero della medesima
cifra a carico dei proprietari;
• al Segretario Generale, responsabile delle procedure RE.S.A.: verificare la disponibilità, nella gestione residui, di fondi da destinare per la demolizione di due manufatti abusivi relativi alle procedure RE.S.A. 33/05 e 92/07 richiesti dalla Procura Generale della Repubblica ed, in ogni caso, destinare a tale finalità tutte le somme recuperate o da recuperare relative agli abbattimenti
ad oggi eseguiti;") nulla, tuttavia, di fatto, è stato ancora fatto per ripristinare la legalità violata in ordine a queste due esecuzioni incompiute; anzi, sorprendentemente, si sta tentando di dare esecuzione ad una sentenza molto più recente delle due di prima, anziché partire, come sarebbe logico, ovvio e soprattutto scontato, da quelle più vecchie e cronologicamente anteriori! Perché?

 
Alle 29 ottobre 2011 10:42 , Anonymous Anonimo ha detto...

E non mi si venga a dire che la motivazione è da ricondurre alla circostanza che l’abbattimento delle due R.E.S.A. (2005 e 2007) è di competenza del genio Civile, perché poi mi dovrebbero spiegare perché il Sostituto Procuratore generale, Ugo Ricciardi, minacciando di mandare sotto processo, per omissione di atti d’ufficio, il Responsabile bacolese delle procedure R.E.S.A., impone che sia il Comune di Bacoli a recuperare i fondi per pagare l’abbattimento coatto dei due abusi edilizi di cui alle due sentenze passate in giudicato più sopra citate! Perché, allora, a questo punto, se l’abbattimento lo deve curare il Genio Civile, non minacciare di incriminare i dirigenti regionali, atteso che il Genio Civile è un Organo regionale?
Buona Fortuna.

 
Alle 29 ottobre 2011 12:30 , Anonymous Anonimo ha detto...

scusate non sono di bacoli, quali sono i due abusi edilizi conosciuti?

 
Alle 29 ottobre 2011 16:13 , Anonymous Anonimo ha detto...

abbattiamo tutte le case abusive!...sn anni che costruite senza fregarvene degli altri...ormai è diventato un paese invivibile...

l'ingordigia bacolese non ha limiti

 
Alle 29 ottobre 2011 16:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

COMITATI
E ASSOCIAZIONI UNITE IN DIFESA DEL DIRITTO ALLA CASA MONTI LATTARI, AREA
TORRESE- STABIESE, PENISOLA SORRENTINA, AREA FLEGREA, AREA
VESUVIANA, CAVA DE’ TIRRENI, PROVINCIA
DI NAPOLI, SALERNO, CASERTA, TRAMONTI, CORBARA S.
EGIDIO DEL MONTE ALBINO

LE DEMOLIZIONI IN CAMPANIA, STORIA DI UNA
COSCIENZA DEVIATA, DI UN GIUSTIZIALISMO TACIUTO

Sono ormai più di 70000 le demolizioni in via d’esecuzione di prime ed
uniche case di necessità, stimate su tutto il territorio campano. A breve, come
già vergognosamente accaduto per molte, saranno migliaia le famiglie, a
rimanere prive dell' unica abitazione a loro disposizione, frutto di stenti e
di sacrificio. Demolizioni che ad oggi hanno interessato uniche case di onesti
lavoratori, costretti da un’Amministrazione inadempiente, ma anche profondamente
corrotta, a costruirsi un tetto per la
propria famiglia, a causa di una secolare e ormai sedimentata situazione
d’inerzia, che vede la stragrande maggioranza dei comuni Campani sprovvisti di
un adeguato disegno urbanistico che possa disciplinare la necessità abitativa.
L' azione della Procura di Napoli prima, e di Salerno, poi, ha palesemente
mostrato di escludere dal suo operato, il grande affarismo turistico-aberghiero
e l'abusivismo di speculazione. Si sta qui abusando della dignità di chi ha
sempre riposto fede nella Giustizia e nelle Istituzioni ma si vede ora tradito
proprio da queste. Uno stupro dell’umana dignità motivato e giustificato perché
si agisce in forza di legge. Non è nell’abusivismo di necessità che risiede
l’illegalità, abusivismo che peraltro non avrebbe avuto ragion d 'essere se gli
organi di competenza, in forza di un preciso riferimento normativo, non fossero
venuti meno al proprio dovere.
Come Invasati,
detentori di una falsa e tutt’altro
che giusta coscienza, i due magistrati Aldo De Chiara ed Ugo Ricciardi, cui
va attribuito il demerito di aver iniziato una vergognosa e disumana sciagura
sociale senza precedenti, di vastissime proporzioni, si mostrano persuasi di ripristinare una
legalità violata, che non è certo, a loro dire, quella della criminalità
organizzata, ma quella del padre di famiglia che in un modo o in altro si vede
costretto a costruire un tetto per sé e per i propri figli.
Beh, proprio a
loro, dal basso della nostra umiltà, sentiamo di gridare, ancora una volta, che
se esiste un abusivismo di necessità (tutt’altro che una terminologia di
comodo) è perché esiste uno Stato inadempiente ed un’Amministrazione, nella sua
più generica accezione, che non solo non garantisce un’abitazione (assenza di
una edilizia abitativa sociale, mancanza di adeguati strumenti urbanistici), ma
ne ostacola la costruzione a favore di un interesse privato. Non si vuole qui
difendere un grave reato quale può essere l’abusivismo edilizio, ma si intende
far presente una situazione di estrema gravità, quale quella della assoluta
mancanza di adeguati strumenti urbanistici che ha costretto numerose umili
famiglie a costruire nell’illegalità (non poche volte col consenso informale
dell’Amministrazione stessa, non avendo quest’ultima i fondi necessari per la
costruzione di adeguate sistemazioni).

 
Alle 29 ottobre 2011 16:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

Diversamente da quanto si è voluto che
si credesse, la nostra richiesta non costituisce
l' ennesima aggressione al territorio in quanto tentativo di regolarizzare abusi pre-esistenti e
potenzialmente legittimi. È l'occasione per prendere coscienza di una
situazione di grande emergenza, fin troppo marginalizzata, e lo stimolo
affinché le istituzioni competenti, nell’ambito di un preciso riferimento
normativo, possano attivarsi nella direzione di una rivisitazione dei piani
urbanistici, della reale sussistenza dei vincoli di inedificabilità e
permettere uno sviluppo dell'urbanistica nel segno della legalità e nel pieno
rispetto dell' ambiente. È un’istanza di ascolto da parte di un'intera comunità
che si vede negato il proprio diritto ad esistere. Una comunità vergognosamente
e barbaramente stuprata da uno Stato inadempiente, che si nasconde dietro luoghi comuni e formule di convenienza
(abusivismo-speculazione-affarismo), pur essendo consapevole di essere unico e
diretto responsabile.
Solleviamo in
questa sede, con la modestia che ci caratterizza, ma certi della serietà con la
quale si dedicherà alla lettura di queste poche righe, una questione di diritto
relativa alla mancata ricezione, da parte della Regione Campania, del condono
2003, per intervento, poi giudicato illegittimo, dell’allora Governatore
Bassolino (Corte Costituzionale sentenza 49/2006). Ebbene, le settantamila
sentenze di cui sopra, sono effetto, tra le altre cose, di una grave disparità
di trattamento, non avendo potuto, i cittadini Campani interessati, beneficiare
di una legge varata dallo Stato.

 
Alle 29 ottobre 2011 17:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

"saranno migliaia le famiglie, a
rimanere prive dell' unica abitazione a loro disposizione, frutto di stenti e
di sacrificio. Demolizioni che ad oggi hanno interessato uniche case di onesti
lavoratori, costretti da un’Amministrazione inadempiente, ma anche profondamente
corrotta, a costruirsi un tetto per la
propria famiglia"..............

ma posso sapere perchè li difendete?

Le "povere" famiglie che hanno costruito abusivamente, l'hanno fatto fregandosene del prossimo. E' colpa loro se oggi giorno ci troviamo in queste condizioni: strade inaccessibili con le auto, riduzione notevole degli spazi verdi, palazzi senza un po' di grazia che intristiscono le strade di paese e che si innalzano di piano in piano togliendo aria e luce ai confinanti, allagamenti al cader della pioggia dovuti ad impianti fognari progettati per 1/3 della popolazione residente in una zona....

ma queste "povere famiglie" che hanno investito i propri risparmi nella costruzione abusiva, non potevano rispettare gli altri e pagare un affitto, acquistare una casa già costruita, o andare a costruire altrove?

Inoltre, non dimenticate che questi onesti lavoratori, hanno pagato e corrotto, comprando il silenzio delle istituzioni locali....quindi, tanto onesti non sono....

Molti di loro, scaricano anche abusivamente nei sistemi fognari comuni, che solo pochi di noi paghiamo....ma perchè? Sono forse più furbi di noi?

La verità è che viviamo in un paese di egoisti e menefreghisti, che in gran parte non hanno costruito neanche la prima casa, ma semplicemente case per pensare alle prossime generazioni.

Non difendeteli: attaccateli e fate di tutto affinchè queste costruzioni siano abbattute. Solo così riusciremo a fermare questo scempio!

 
Alle 30 ottobre 2011 07:49 , Anonymous Anonimo ha detto...

L'unica attrazione di questo territorio sono i locali notturni e serali ,ristoranti bar e pseudo alberghi, ma mi dite del benessere del nostro teritorio che cose non abusivo????????? Ma di cosa parlate d'aria fritta!!!!!!

 
Alle 30 ottobre 2011 08:29 , Anonymous Anonimo ha detto...

...mi meraviglio che ancora oggi c'è gente che vuole salvare l'italia....facendo demolire abitazioni abusive....Quelle abitazioni costruite con sacrifici stenti paure e tensioni....quelle abitazioni che ospitano famiglie umili di operai che non potendo permettersi il lusso di pagare un fitto di 800 o 900 euro mensili.....per tutta la vita...
Chi vuole l'abbattimento???? Chi scrive in questo blog dicendo di buttare le case a terra????
Chi ???? Qualcuno potrebbe firmarsi??'
Gentilmente??
Ma forse quel qualcuno non si firmerà mai!!! Perchè magari lui ha già le casa assicurata per se,per i figli per i nipoti ...oppure ha tre o quattro appartamenti sfitti che non riesce a fittare a causa delle costruzioni abusive fatte...Giustoooo!!! ???? mi riferisco proprio a tutti coloro che vogliono l'abbattimento!!
A questo punto dico ""VIVA BERLUSCONI!!! E VIVA I CONDONI!!!! "" E CHE LE CASE CHE AVETE SFITTE VI POSSANO RIMANERE SULLO STOMACO!

 
Alle 30 ottobre 2011 09:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

mi dispiace per quelle famiglie che hanno fatto sacrifici una vita intera per avere una casa. ma il nostro territorio è particolare e ci sono zone totalmente inedificabili. anch'io vorrei costruirmi una casa ma non su un terreno; dovrei "allungare" un palazzo con un altro piano (il secondo) e neanche questo è concesso fare. mica è pericoloso?!? il problema è che, da anni, il comune non ha mai pensato di mettere giù un piano regolatore. e così sono spuntate case come funghi, costruite di notte e chissà con quale sicurezza.

 
Alle 30 ottobre 2011 11:53 , Anonymous Anonimo ha detto...

ma voi comuni che fate x costruire ?, qui c'è la fame ed è in aumento, quando si ferma l'edilizia si ferma TUTTO. invece di gridare ai 4 venti : SCEMPIO ecc. consentite di costruire , ma a certe condizioni. all'estero ho visto tante città nuove e sul mare, cascais, estoril e tante altre. arrivano soldi, compratori , il denaro gira. qui siamo o siete solo degli incapaci, è facile nn far fare niente , e all'estero ci sorpassano di gran lunga e noi andremo sempre più indietro.....,

 
Alle 30 ottobre 2011 14:26 , Anonymous Anonimo ha detto...

non fanno un piano regolatore che permetterebbe di costruire , a certe condizioni. poi si è costretti a costruire ,a rischio . non parliamo della Sovrintendenza che è diventato un centro di Potere e di tangenti. ma quando si solleveranno gli edili, che non possono più mangiare. gli ampliamenti del 20% previsti da berlusconi , da noi non valgono, per colpa dei monumenti, che non ci portano quasi niente .

 
Alle 30 ottobre 2011 14:56 , Anonymous Anonimo ha detto...

BUONASERA, SONO MICHELANGELO SCANNAPIECO LEADER DEL COMITATO ANTIRUSPE SORRENTO E PENISOLA ,VEDO TANTI COMMENTI SENZA NOME,PER ME QUANDO UN COMMENTO VIENE DAL NULLO , NULLA VALE !!! AI BACOLESI , FINALMENTE VI SIETE SVEGLIATI ??? O FORSE TUTTI AVETE UNA BELLA LICENZA A COSTRUIRE ???? DICO QUESTO PERCHE', NON HO MAI VISTO BACOLESI IN UNA LOTTA ,A PARTE I CARDAMURO E I CARANNANTE ,A LORO TUTTA LA MIA STIMA ...BACOLESI UNITEVI A QUESTE FAMIGLIE NE VALE LA PENA...AL SINDACO, PROTEGGI IL POPOLO DI BACOLI A 365 GRADI , SI SA CHE TRA POKO ARRIVERA' LA RISOLUZIONE A QUESTO PROBLEMA ,VIVA CORDIALITA'.

 
Alle 30 ottobre 2011 15:26 , Anonymous Anonimo ha detto...

e quale sarebbe la soluzione ?, il governo non ha la forza di fare un condono ............

 
Alle 30 ottobre 2011 15:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

Basta tacere se guardiamo la costiera ligure sfigurata dall'alluvione, ma ancor di più dall'abusivismo.

Facciamoci una domanda e diamoci una risposta nel rispetto delle tante famiglie che hanno realizzate case abusive senza avere la certezza della buona costruzione (costruttori delinquenti e collusi !!!), ma quale potrebbe essere lo scenario a seguito di un evento meteorico di grosse proporzioni!

Andrei a guardare la collina dello scalandrone scivolata verso il lago fusaro e la zona dei mazzoni sommersa dalle acque. Attenzione agiamo nel rispetto delle prime case, ma facciamo pagare le opere di messa in sicurezza ai possessori delle prime case.

Saluti nel rispetto minimo della legalità.

 
Alle 30 ottobre 2011 15:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

Basta tacere se guardiamo la costiera ligure sfigurata dall'alluvione, ma ancor di più dall'abusivismo.

Facciamoci una domanda e diamoci una risposta nel rispetto delle tante famiglie che hanno realizzate case abusive senza avere la certezza della buona costruzione (costruttori delinquenti e collusi !!!), ma quale potrebbe essere lo scenario a seguito di un evento meteorico di grosse proporzioni!

Andrei a guardare la collina dello scalandrone scivolata verso il lago fusaro e la zona dei mazzoni sommersa dalle acque. Attenzione agiamo nel rispetto delle prime case, ma facciamo pagare le opere di messa in sicurezza ai possessori delle prime case.

Saluti nel rispetto minimo della legalità.

 
Alle 30 ottobre 2011 15:48 , Anonymous Anonimo ha detto...

evitate di scrivere su questo sito comunista è questa gente qui che in primis vorrebbe la demolizione delle case!!! il popolo bacolese in generale poi ...mamma mia, gente bastarda dentro fino al midollo....gente che gode nel vedere il morto in casa altrui..!!

 
Alle 30 ottobre 2011 17:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

MENO MALE CHE SILVIO C'E'!!!!!!!MENO MALE CHE SILVIO C'E'!!!!!!!MENO MALE CHE SILVIO C'E'!!!!!!!MENO MALE CHE SILVIO C'E'!!!!!!!MENO MALE CHE SILVIO C'E'!!!!!!!MENO MALE CHE SILVIO C'E'!!!!!!!MENO MALE CHE SILVIO C'E'!!!!!!!MENO MALE CHE SILVIO C'E'!!!!!!!MENO MALE CHE SILVIO C'E'!!!!!!!MENO MALE CHE SILVIO C'E'!!!!!!!MENO MALE CHE SILVIO C'E'!!!!!!!

 
Alle 30 ottobre 2011 17:17 , Anonymous Anonimo ha detto...

magari vorrebbe fare un ampliamento o una veranda , ma non ha la capacità o la forza di farla e crepa di invidia , e non sapendo fare altro , chiama i vigili. in quanto alla liguria che ben conosco, prova a guardare la costa brulla, senza casette con i tetti rossi. te la guardi e poi,..? ti tieni il panorama e altro non sai che fare. guarda la differenza a tenerife tra la zona costruita e la parte nera del vulcano a mare. che te ne fai di tanto nero. pensa a quanti soldi sono arrivati là, dagli inglesi ecc. con tutto l' INDOTTO di locali che lavorano. bella cosa a vietri. i verdi tanto hanno fatto x abbattere il Fuienti, così hanno ottenuto una bella disoccupazione x l'albergo ridotto ora a una pietraia.......

 
Alle 31 ottobre 2011 02:03 , Anonymous Anonimo ha detto...

Si Cardamù, però mò ce accis a salut! Diventi patetico e paranoico. Scrivi 100 commenti rispondendo più volte a tutti quelli che non la pensano come te! E basta! Altrimenti mi fai perdere la solidarietà che nutro per te e per quelli come te, ossia nelle tue condizioni!
Meno male che Silvio cè? A fare cosa? Non ha nemmeno mantenuto l'impegno di fare il condono che si è preso con te in occasione della narrazione dell'ultima, famosa barzelletta....
Ma fammi il piacere!

 
Alle 31 ottobre 2011 13:10 , Anonymous Anonimo ha detto...

PRESISENTE SIAMO CON TE ...... E MENOMALE CHE SILVIO C'E'....ALLA FACCIA DEI SINISTROIDI COME TE!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

 
Alle 31 ottobre 2011 14:39 , Anonymous Michael Amirans ha detto...

Credo vada fatta anzitutto una distinzione tra famiglie di operai e lavoratori manuali che hanno costruito per pura necessità data la "miseria" dei propri salari, e quant'altri avrebbero potuto (per reddito o posizione sociale) edificare legalmente e non l'hanno fatto: si regolarizzino i primi o gli si garantisca una nuova abitazione, ma i secondi paghino quanto hanno speculato in questo sistema di merda... Ps: subito l'aggiornamento al piano regolare, all'origine degli intralazzi e dei filacci/filacciuoli clientelari ...

 
Alle 31 ottobre 2011 17:26 , Anonymous Anonimo delle 02:03 ha detto...

Io penso che tu non abbia compreso il messaggio che ti ho lanciato....innanzitutto io non sono sinistroide; non ho mai votato la sinistra né i comunisti; anzi, io sono un convinto liberale ed anticomunista... questo per intenderci e spazzar via ogni equivoco.....
Tuttavia, dopo aver votato, affinché fosse Berlusconi il premier, nel 1996 (A.N.), 2001 (A.N.), 2006 (F.I.), nel 2008 non l'ho votato perché nel liste bloccate (che non condivido) militava De Gregorio (pernona che non stimo). Quindi, come vedi, non è questo il punto.
Io, invece, ti consiglio di zittirti un pò, perché non credo che ancora a lungo, soprattutto se continui a fare il rumore che fai, potrai procrastinare l'abbattimento.
Chiamare continuamente tutti i parlamentari della Campania e chiamare Berlusconi, Cosentino, Cesaro da un lato, Di Pietro dall'altro ed, infine, Scilipoti dall'altro ancora non credo ti possa servire se continui su questa strada.
Lo sai come finisce sta storia? Che a Bacoli, per causa tua, il responsabile dell'Apparato burocratico (attuale responsabile unico delle procedure di demolizione e delle R.E.S.A.) ed il responsabile dell'Amministrazione cittadina (l'amico tuo) andranno, previa incriminazione del P.M., sotto processo per omissione di atti d'ufficio e tu, poi, dopo, andrai a terra repentinamente senza poter fare più nulla. Hai voglia tu, poi, di minacciare il nulla! Se, tra l'altro, hai cose serie da denunciare non minacciare soltanto la denuncia, falla, altrimenti tutti continueranno a pensare che il tuo sia solo un banale bluff teso ad intimidire o ricattare qualcuno che, avendo davvero scheletri nell'armadio, non osi attivare le procedure contro di te che sei abituato a fare, finanche pubblicamente, tanto baccano e casino. Ma, inevitabilmente, prima o poi, anche se a malincuore, per non finire "con la capa nella cascetta", dovranno occuparsi seriamente anche di te. Un consiglio? Faccia in fretta l'amico tuo Silvio perché non credo che qui a Bacoli possano ancora aspettarti a lungo.

 
Alle 31 ottobre 2011 22:01 , Anonymous Anonimo ha detto...

all'imbecille, ipocrita nonchè vile che è stato definito sinistroide, intendo innanzitutto chiarire che IO sonbo tra i pochi che scrive firmandosi!!!!!!!!!!quindi e' qualcun altro che ti ha affibbiato quell'appellativo che sinceramente ti calza a pennello. Ma se mi conosci, perchè non ti firmi forse solo perchè sei un quaquaraquaaaaaaaaaaa??? comunque gli UOMINI stanno sia a destra che a sinistra così come i "chiavc". A te e a tutti gli altri anonimi dico solo "abbiate la bontà di non nominarmi perchè ho ben altro da pensare che a rispondervi!!!soprattutto perchè siete senza palle e vi nascondete nell'anonimato. Sappiate tutti che non ci sto a fare la cavia di nessuno, il paese è al 70% abusivo eppure tutti sembrano regolari e puritani, IO non sono invidioso di nessuno e nessuno attacherò se non sarà necessario!!!ma una cosa è certa: se si pensa che la risoluzione del problema degli abusi edilizi debba partire dall'abbattimento della mia casa, allora bacoli va tutta per aria,partendo dai grandi. Non si cura un cancro amputando un unghia quando poi ci sono metastasi ben estese e visibili. P.S. Non ho mai chiesto solidarietà ma uguaglianza di trattamento e onestà d'animo. Chi ha condonato nell'85 o nel 94 non è stato abusivo??? all'anonimo di turno faccio notare che chiunque esso sia, di sinistra o di destra, o addirittura pentito elettore di destra, di sicuro uomo non è visto che parla, attacca, sentenzia, giudica.......ma soprattutto SI NASCONDE!!!!!!Raffaele Cardamuro

 
Alle 1 novembre 2011 08:08 , Anonymous Anonimo ha detto...

Rafè, non te la prendere, il mio era un consiglio fraterno e d'amico. Non voglio certo che ti abbattano la casa, ci mancherebbe! Massima solidarietà ate ed a quelli nelle tue condizioni. Non voglio affatto, seppur contrario all'abusivismo edilizio in genere, che tocchino qualsiasi abuso di necessità abitativa, a Bacoli come altrove (mi rattrista tantissimo) anzi auspico che, al più presto, modifichino la famosa legge del 2003 sul condono edilizio allo scopo di ricomprendere nella sanatoria anche i volumi edificati nelle zone sottoposte al vincolo di tutela ambientale. Quello che ti consigliavo di fare è di accelerare a Roma e tacere a Bacoli.... ecco... tutto qui... credo che questo sia un consiglio fraterno... non trovi? Che non merita affatto quella contestazione di sopra. Si vede che mi hai equivocato... sei scusato.

 
Alle 4 novembre 2011 08:56 , Anonymous Anonimo ha detto...

Per Raffaele Cardamuro: sei un grande!!!! Spero che andrai sempre avanti in questo progetto!Con la speranza che effettivamente esca un condono..
Qui per pagare un affitto di 900 euro non arriviamo più a fine mese.....Non sappiamo più cosa fare....
Annamaria Mancino!

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page