This page has moved to a new address.

Partono gli abbattimenti degli abusi di necessità; Amministratori e politici del tutto assenti.

Freebacoli: Partono gli abbattimenti degli abusi di necessità; Amministratori e politici del tutto assenti.

venerdì 11 novembre 2011

Partono gli abbattimenti degli abusi di necessità; Amministratori e politici del tutto assenti.

Si pubblicano di seguito le prime immagini scattate pochi minuti fa presso l’abitazione della Signora Striano e della Signora Patrizia Petrone sita in via Lungolago in prossimità di Casevecchie, adiacente alla banca Monte dei Paschi di Siena.
Da segnalare che l’abitazione è abitata da una signora con la madre anziana in precarie condizioni di salute e con una giovane figlia.
La struttura dalle ore 8:00 di stamane è presidiata da vigili urbani, vigili del fuoco, polizia di stato, dirigenti dell’assistenza sociale, dipendenti comunali ed il responsabile del procedimento il segretario generale.
L’abitazione che rappresenta in  modo oggettivo un abuso di necessità, di pochi metri quadri, nelle prossime ore sarà abbattuta.
Presso l’abitazione amministratori e politici del comune di Bacoli sono del tutto assenti tranne il consigliere d’opposizione Josi Gerardo della Ragione.
Pertanto il tratto interessato è stato interdetto al traffico veicolare.
Da segnalare che presso l’abitazione sono presenti, per manifestare la propria solidarietà in modo assolutamente pacifico e civile, soltanto una cinquantina di persone.


Seguono aggiornamenti.

Ore 9:30 gli assistenti sociali si adoperano al trasferimento dell'anziana signora, presso una speciale struttura d'accoglienza in località Licola.


Ore 10:00 i dipendenti del servizio acquedotto procedono al distacco dell'utenza idrica.

Ore 10:05 Contattato telefonicamente da una giornalista di un quotidiano locale il Sindaco, dichiara che a breve raggiungerà sul posto i cittadini che reclamano la sua presenza sul luogo dell'abbattimento.

La Signora Anna Striano viene trasportata da un mezzo dell'associazione di volontariato "Pro Handicap" presso lo spiazzale antistante la casa.

Ore 10:20 il Sindaco si reca presso la suddetta struttura per l'interloquire con gli addetti ai lavori.

Ore 10:35 il Sindaco dichiara: "abbiamo fatto tutto quanto era in nostro potere, sono pronto a dimettermi nel caso in cui le mie dimissioni e quelle dell'intera amministrazione servissero a salvare questi abusi, a breve ve ne saranno di altri di cui due non di nostra competenza" 

Ore 11:15 il Sindaco dichiara "Quest'abbattimento è solo la punta dell'icerberg, altre 33 abitazioni andranno a terra."

Accesi gli animi dei presenti: solidarietà e rabbia per un destino che li accomuna.
Si riporta di seguito il documento emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Napoli Settore Demolizioni, con il quale respinge categoricamente le richieste inconsistenti propinate dal Sindaco. 


Ore 12:45 Si avviano i preparativi per l'abbattimento, la ruspa si appresta ad entrare in azione.














Etichette:

33 Commenti:

Alle 11 novembre 2011 09:47 , Anonymous Antonio Schiano ha detto...

E' una vergogna, perche' iniziare sempre dai piu' deboli ?

 
Alle 11 novembre 2011 10:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

Josi, leggo il tuo blog e nutro grande stima per quello che fai, ma difendere l'abusivismo, anche se di necessità (come è di moda dire negli studi legali) mi senbra la strada sbagliata.
Non entro nel merito dell'abbattimento descritto nel tuo servizio, ma infilare una parente anziana in una casa abusiva è uno dei modi più veloci per cercare di evitare l'abbattimento.
Questo paese ha bisogno di legalità, i costi dell'abusivismo edilizio sono enormi per i comuni, le infrastrutture (luce gas fogne ecc) per servire una costruzione abusiva a volte si rivelano ingentissimi per le casse comunali, costi che si riversano sui cittadini.
Non esiste abusivismo di necessità, i costi che si sopportano per condoni avvocati sanzioni amministrative e penali e, naturalmente, per costruire, sono ingenti e potrebbero essere utilizzati per acquistare un immobile già costruito.
Un politico che difende l'abusivo, di qualsiasi tipo, non difende gli interessi dei cittadini. Il Comune di Bacoli, negl'anni, è sempre stato pieno di questo tipo di politici (di destra e di sinistra) e la situaziuone disastrata del territorio del Comune di Bacoli è sotto gli occhi di tutti.

 
Alle 11 novembre 2011 10:56 , Anonymous Anonimo ha detto...

Per me l'abuso è abuso a prescindere. Non ci sono deboli e forti, ma solo furbi. Io e i miei fratelli siamo andati a molti km di distanza per comprare casa e non realizzare un abuso che anche noi avremmo potuto definire "di necessità". Tutti vorremmo restare nei nostri luoghi di origine, ma non è una scusa per devastare un territorio già martoriato.

 
Alle 11 novembre 2011 12:05 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ora il Sindaco, in segno di buon esempio (che un Primo Cittadino dovrebbe sempre dare), dovrebbe abbattere (e non può non farlo, altrimenti si deve dimettere) anche la sopraelevazione costruita dalla sorella, poco prima che lui diventasse Sindaco, ossia durante la scorsa campagna elettorale dell'anno passato. L'abuso edilizio è lì, in Via Delle Terme Romane, ex Via ****** n.*. L'abuso è lì, sequestrato, sebbene con inopinato ritardo rispetto all'ultimazione delle opere e comunque solo dopo il chiacchiericcio popolare; esso è lì, ancora lì, sequestrato, ma ancora in piedi....e chi sa per quanto...forse per sempre! L'abuso è lì, in un'area a vincolo di inedificabilità assoluta, ovverosia in una zona ad indice di edificabilità pari a ZERO (la zona è classificata ARCHEOLOGICA - VINCOLATA, da Piano Regolatore, ed a PROTEZIONE INTEGRALE, da Piano Paesistico)! Lì, in quella zona, fatte salve le cosiddette misure di salvaguardia, è proibito costruire ALMENO da 35 anni, cioè da quando fu approvato, definitivamente, il PRG! L'abuso edilizio in questione, di natura sostanziale, vale a dire volumetrico, è lì, sopra lo studio medico del Sindaco. Non vedeva, il Sindaco, quando faceva lo studio, il Mercoledì, sopra di lui, cosa avveniva? Non si è accorto di nulla? Peccato che i cittadini hanno visto e segnalato persino un montacarichi. Lui? Nulla....! Non ha visto e sentito nulla? Ipocrisia oppure obnubilamento dovuto allo stress da campagna elettorale e/o dalla politica in generale? A questo punto, Sindaco, per ragioni di credibilità spicciola, di parità di trattamento di tutti i cittadini dinanzi alla legge, Lei non può non dare il buon esempio! Mi dispiace, ma Lei, adesso, visto come sono andate le cose, non può non ripetere, Suo malgrado, anche a Sua sorella, la frase riferita alla povera Patrizia Perone ed agire di conseguenza.

 
Alle 11 novembre 2011 12:15 , Blogger Freebacoli ha detto...

Rispondo al secondo commento dell'anonimo.

Faccio parte della redazione e conosco personalmente la casa e la famiglia in questione, ho conosciuto la signora Anna almeno una decina d'anni fa ed ha sempre abitato in quel posto, anche prima di ammalarsi.
La sua osservazione è tristemente vera ma le posso assicurare che non rispecchia per niente questo caso.

 
Alle 11 novembre 2011 12:47 , Anonymous Anonimo ha detto...

concordo pienamente con l'anonimo! l'abusivismo non va difeso, va combattuto, ed usare un parente anziano per sfuggire alle conseguenze delle proprie azioni non è assolutamente da appoggiare!

 
Alle 11 novembre 2011 13:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sapete cosa mi chiedo... perchè si DEVE difendere l'abusivismo.... se io continuo a fare i conticini a fine mese per aver comprato una casa regolarmente e pagando un mutuo....?!??!?!

I furbetti sono quelli che continuano a portare l'Italia allo sfracello totale....

 
Alle 11 novembre 2011 13:21 , Anonymous Anonimo ha detto...

stamattina ho tristemente assistito ad un atto ,forse giusto,ma....vergognoso.
il 90% dei bacolesi è in difetto a causa dell'abusivismo,ma solo al 2 o 3 % viene eseguito l'abbattimento ed è la percentuale delle persone piu deboli o meglio delle persone che nn hanno gli agganci giusti o abbastanza soldi per comprarsi qualcuno.......
ma solo a pochi metri dalla casa della signora si sono scoperti capannoni con case all'interno e nn vengono abbattuti e ci abitano dentro tranquillamente,risultando residenti altrove.....ma dove sono i controlli per queste persone,perche nn si applica la legge a tutti?

 
Alle 11 novembre 2011 13:47 , Anonymous Anonimo ha detto...

C'era un contadino che in un caldo giorno di luglio bussò la porta dell'ufficio brevetti.....
...........................ma questa sa di culo, be allora girala.....ahahahahahahahahah clapclapclapahhhaahahhahhahhhahah.

Questo è quanto è successo in un caldo giorno dell'estate scorsa durante il viaggio dei sindaci campani in pellegrinaggio da Silvio.

 
Alle 11 novembre 2011 13:54 , Anonymous Anonimo ha detto...

Purtroppo o per fortuna, l'applicazione della legge prescinde da quello che mi ha scritto.
Sono stato chiaro nel non voler entrare nel merito del singolo episodio. Ho capito che per esporvi, come avete fatto, dovevate avere conoscenza diretta del problema, ed aggiungo che è giusta la partecipazione al problema personale della signora. Ma questo prescinde dalla difesa pubblica di un abuso che, anche se di necessità, è sempre deprecabile.
Un reato è sempre tale a prescindere dai motivi e dalle circostanze che lo hanno generato, anche chi ruba nei supermercati lo fa per necessità ma questo non vuol dire che il giudice non gli debba comminare la pena prevista. Chi froda il fisco per milioni, agli occhi della legge, è uguale a quello che non emette uno scontrino fiscale da pochi euro, ed è giusto che sia così.
In una terra di disperati, come è diventata o si appresta a diventare il sud Italia, questi problemi diventeranno la norma e non per questo si deve lasciare spazio all'anarchia.
Dalle nostre parti i problemi sono nati anche perchè le leggi non sono state fatte rispettate dalle istituzioni preposte ed in particolare dalle amministrazioni comunali.
In una situazione del genere gli unici che veramente beneficiano sono solo gli speculatori e per evitarlo c'è un solo modo, che la legge sia uguale per tutti e venga applicata a tutti.

p.s. Come già ho scritto, nutro grande stima per quello che fate giornalmente, date l'opportunità a molti che vivono, e non, a Bacoli di essere a conoscenza dei fatti che accadono nel Comune, dando spazio a tutte le opinioni.

 
Alle 11 novembre 2011 14:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

leggere questi commenti mi fa capire quanto l'essere umano è stupido. prima di emettere una "sentenza" bisogna informarsi. Siete peggio dei talebani.

 
Alle 11 novembre 2011 14:44 , Anonymous Anonimo ha detto...

Usare parenti anziani è assolutamente indegno ma non è CERTAMENTE questo è il caso (questa famiglia la conosco in prima persona)...e cmq va fatta una bella distinzione tra gli abusi speculativi ovvero quelli che ci mangiano e stramangiano da sopra e gli abusi di necessità.

Qui non si vogliono difendere gli abusi edilizi ma si difendono delle povere persone che saranno sopratutto vittime in queste vicende, in quanto, dopo questa fumata iniziali non ci si proccuperà assolutamente di abbattere anche gli innumerevoli bar e pizzerie che speculano senza fregarsene di niente e di nessuno anche perchè tante voltre controllore e controllato o sono la stessa persona oppure sono imparentati

 
Alle 11 novembre 2011 15:04 , Anonymous Anonimo ha detto...

caro josy gerardo, sono una mamma che sta combattendo con te x la vendita delle scuole e il loro accorpamento, ma mi meraviglio di te! Sei una persona intelligente e coraggiosa e dovresti stare sempre dalla parte della legalità,
non sostenere persone come la Perone (che tra l'altro ha già una casa) e oggi si fa scudo con la povera mamma.Anche a me piacerebbe avere una casa ma rimango nella legalità, pago il fitto e non mi costruisco la casa abusiva ! Intanto al sindaco faccio le mie congratulazioni x questa scelta di giustizia!

 
Alle 11 novembre 2011 15:47 , Blogger Freebacoli ha detto...

Salve sign.mamma
Mi creda che anche io, come tutta la redazione, siamo dalla parte della legalità.
Ma la legge deve essere applicata anche in modo tale da condannare chi ha commesso il reato con "maggior coscienza" così come prevede anche, utilizzando un parallelismo letterario, la Divina Commedia di Dante.
Mi spiego meglio: nell'Inferno Dantesco più si era utilizzato il cervello per raggiungere un fine losco, è peggiore era la pozione del condannanto all'interno dei vari gironi.
Ed è perciò che chi ha abusato per "necessità", spinto quindi da un'esigenza primaria, non può in alcun modo essere condatto prima di chi commette abusi solo per finalità speculative.
Applicare tale criterio anche per gli abbattimenti edilizi, sarebbe un esempio di giustizia da seguire e sopratutto approvare. Così come da noi avanzato in Consiglio Comunale

http://freebacoli.blogspot.com/2011/11/ecco-la-nostra-propoosta-abbattiamo-gli.html

Chi ha commesso abusi ha commesso di certo un reato ma, una buona classe politica, ha l'obbligo di interrogarsi del perchè di quello specifico reato. Del perchè si sviluppa e per quale motivo si perpetua nel tempo.

In tal senso la invito a visionare gli interventi effettuati in questo video, per comprendere al meglio il mio pensiero in materia.

http://www.youtube.com/watch?v=1qabnBeC0jg

Josi

 
Alle 11 novembre 2011 16:21 , Anonymous Anonimo ha detto...

Che dire non sono favorevole alle cose illegali...ma all'abbusivismo si arriva per forza maggiore o come ho letto sopra per necessità ed è la pura verità.....vorrei rispondere ad un commento sopra che dice no all'abbusivismo perche a fine mese fà conto con le spese che ha comprato casa che centra questo....perche chi costruisce abbusivamente i soldi gli vengono regalati c'è chi li investe in un modo che in un altro....comunque sono contro agli abbatimenti!!!!

 
Alle 11 novembre 2011 16:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

provo tanta pena per quella anziana con problemi di salute non avendo piu'una casa ma in quel momento quando le signore uscivano fuori il cuore di ognuno di voi batteva o no spero che dio illumini questa signora eche stia bene di salute a lei con figlia

 
Alle 11 novembre 2011 17:24 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sono per la legalità, ma mi e Vi chiedo: Come mai a Laringe non hanno mai abbattuto nulla, eppure sullo Scalandrone ha persino ultimato quel palazzotto che per tanti anni è stato "grezzo" come si usa dire in gergo abusivistico (quello dove c'era e c'è il Consorzio Agricolo) e nel settembre 2010 l'ha ultimato con tento di cartello del Comune di Bacoli con scritto: PERMESSO IN SANATORIA.
Non sono molto competente di queste cose, ma che significa Permesso in Sanatoria? per caso un condono?

 
Alle 11 novembre 2011 18:18 , Blogger Vincenzo ha detto...

ma quella casa alla fine è stata o no abbattuta?

 
Alle 11 novembre 2011 18:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

PER FAVOREEEEE "ABUSIVO" SI SCRIVE CON UNA SOLA BBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBB!!!!!

 
Alle 11 novembre 2011 18:44 , Anonymous Anonimo ha detto...

SONO TANTO DISPIACIUTA PER LA SIGNORA ANNA CHE CONOSCO BENE, SPERO CHE CIO' NON AGGRAVI ANCORA DI PIU' LE SUE CONDIZIONI MA SARA' DIFFICILE PURTROPPO,.....ABUSO???? MA CHE E' L'UNICO? PERCHE' NON HANNO ASPETTATO ....AVREBBERO POTUTO COMINCIARE DA MOLTI, MOLTI, MOLTI, MOLTI ALTRI ABUSI VERAMENTE PIU' SERI DI QUESTO...E LASCIARE LA POVERA SIGNORA ANNA VIVERE CIO' CHE LE RESTA NEL SUO LETTO ........MA....LE INGIUSTIZIE NEL MONDO SONO TANTE ...TROPPE....ED IN QUESTO PAESE NON NE PARLIAMO....VERGOGNA!!!

 
Alle 11 novembre 2011 18:56 , Anonymous Anonimo ha detto...

per me si dovrebbe realmente assicurare che questo abuso sia stato commesso per scopo di lucro o per reale necessità,visto che oggi è molto difficile comprarla per i prezzi esagerati.E presentando in banca una busta paga di un semplice operaio ti si chiudono tutte le porte, e in cambio ricevi solo una risata in faccia. Ci si rifletta bene su queste parole prima di scrivere baggianate.

 
Alle 11 novembre 2011 19:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

Illiano Colomba
SARA' ANCHE UNA CASA ABUSIVA.....MA PUR SEMPRE UNA CASA E OGNIUNO DI NOI HA IL DIRITTO DI AVERNE UNA!!!!!!!!!!!!!!!POVERA SIGNORA,E ADESSO.......?????????

 
Alle 11 novembre 2011 19:15 , Anonymous Anonimo ha detto...

Lubrano Lobianco Nicola
senza parole ....

 
Alle 11 novembre 2011 20:04 , Anonymous Anonimo ha detto...

io abito a bacoli e dp aver letto tt qst commenti posso sl dire ke è vero qll ke si dice...stare alla larga dai bacolesi!!! ma siete sl una massa di invidiosi...xk haimè nn tt si possono permettere una casa, x qst si paga l'affitto!!!...c'è ki può permettersela e se la costruisce anke abusiva e chi NO!...chiunque di NOI se avesse tanti soldini in banca la prima cosa ke farebbe è costruirsi una casa abusiva o no...
e poi aggiungo ke nn tt hanno avuto la fortuna di avere ereditato dai nostri antenati una bella casa non abusiva...x qst forse chi parla come se non avesse mai trasgredito la legge(e POCO NCI CREDO!)..si sente autorizzato a dire ABBATTIAMO GLI ABUSIVISMI!
è comodo così! e con qst chiudo!
se non si fosse cpt sn per il NO ALL'abbattimento!

 
Alle 11 novembre 2011 20:43 , Anonymous Anonimo ha detto...

UNA SOLA PAROLA A TUTTO QUESTO.........VERGOGNA!!!!! IN QUESTO CASO COME IN TANTI ALTRI SI NOTA COME LA "LEGGE" DI QUESTO FOTTUTISSIMO PAESE VIENE APPLICATA SOLO E SEMPRE AI PIU DEBOLI!! VERGOGNATEVI !!!!!!!!

 
Alle 11 novembre 2011 20:56 , Anonymous Anonimo ha detto...

E' tutta colpa delle amministrazioni locali. Sarete Voi amministratori e tecnici comunali ad avere sulla coscienza queste famiglie. Penso però ad una soluzione:
Voglio mettere a conoscenza Bacoli che nel vicino Comune di Pozzuoli si è iniziato già da più di qualche mese la costruzione di insediamenti di edilizia popolare (vedete anche sul sito del Comune di Pozzuoli), non vedo perchè ciò non possa essere fatto anche a Bacoli visto che ha gli stessi, identici vincoli urbanistici, idrogeologici, paesaggistici (non a caso il Piano Paesistico e detto dei Campi flegrei). Allora finiamola con questi squallidi consigli comunali dove la parola è data a personoe non competenti e si cerca di volere "condonare" abusi edilizi spesso pericolosi per tutti, in primis per chi li abita col solo effetto di fare la solita campagna elettorale. Avanti quindi con un censimento delle persone che non hanno casa o che abitano in una casa da demolire, contiamo quindi di quante case abbiamo bisogno a Bacoli. Facciamo come il vicino comune di Pozzuoli, costruiamo gli alloggi necessari, poi demoliamo tutte le case abusive oggetto di demolizione. E' difficile? Forse gli speculatori degli anni scorsi che di case abusive ne hanno costruite a iosa, ed ora pretendono fitti esorbitanti non sono d'accordo? Forse i tecnici Comunali non sono in grado di redigere i piani particolareggiati? Forse sull'edilizia popolare non si può speculare? Secondo me solo questo può essere una soluzione al problema. Mi sembra di assistere ad un malato che non sa di che malattia soffre ma sa di certo che deve morire.

 
Alle 11 novembre 2011 21:57 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ivan Granado
dove sono i politicanti che hanno come bacino di voti l'abusivismo?li hanno senz'altro lasciati soli e ora si laveranno le mani..

 
Alle 11 novembre 2011 21:58 , Anonymous Anonimo ha detto...

Carmin Ranieri
provo tanto pena per quella persona anziana con problemi di salute trasportata via dalla sua abitazione che dio la prottegga a lei con la figlia e nipote

 
Alle 11 novembre 2011 22:41 , Anonymous Anonimo ha detto...

....e' uno schifo...sono un cittadino bacolese e mi vergogno di esserlo, siamo una razza di m.....ed invidiosi, politici assenti, cittadini strafottenti, .....eì facile dire no all'abbattimento, non è giusto abbattere 1 casa ad una persona che magari si è indebitato x la costruzione di una casa, sicuramente chi è a favore dell'abbattimento è qlc povero nullafacente che non fa un cazzo dalla mattina alla sera e pretende pure di avree in regalo qlc
vergogna vergogna

 
Alle 11 novembre 2011 23:58 , Anonymous Anonimo ha detto...

.......E' TUTTO UNO SCHIFO ...CHE INIZIASSERO A DEMOLIRE STRUTTURE ABUSIVE DI SVARIATI MT. QUADRI ADIBITI AL SOLO SCOPO LUCRATIVO STRUTTURE COSTRUITE SU AREE DI PROPRIETA' DEMANIALI .....ASSURDITA' !!! NON OSO FARE ESEMPI PERCHE CREDO KE CHI VIVE DALLE NOSTRE ZONE SAPPIA DI COSA STO PARLANDO . LA COSA CHE MI FA PIU RIBREZZO E' IL FATTO CHE TRA TUTTE QST OPERE ABUSIVE L'UNICHE AD ESSERE ABBATTUTE SONO COSTRUZIONI ADIBITE AD ABITAZIONI ,VA BENE DEMOLIRE CIO CHE E' ABUSIVO ....MA LA LEGGE R' UGUALE PER TUTTI !!!!!!!!!! NON SOLO PER LA POVERA GENTE!

 
Alle 12 novembre 2011 13:01 , Anonymous Anonimo ha detto...

Adele Schiavo

Sono stata contattata dalla signora Patrizia Perone la quale venuta a conoscenza di alcuni commenti di anonimii fatti sul sito di freebacoli e non potendo rispondere di persona per ovvi motivi ha pregato me di fare alcune dovute precisazioni essendosi sentita ingiustamente infamata.Dichiara quindi che l'ampliamento della casa (abusivo) ha avuto inizio nel dicembre 2001 ed è stato ultimato prima del 31/03/2003 anno in cui la signora ha pagato 26mila euro quale oblazione ed oneri concessori (per gli anonimi leggasi "condono 2003").Aggiunge inoltre che la madre signora Striano proprietaria della casa già dal 1973 ha vissuto per oltre 20 anni in un appartamento sito in via Miseno 121 pagando l'affitto (non avendo altre case di proprietà se non quella dove poi si è trasferita restando fino ad ieri).La signora Striano godeva di ottima salute fino al 28/02/2008 quando è caduta e da allora ha avuto una serie di problemi che l'hanno costretta ad allettarsi.Ignobile è il tentativo di infangare una vicenda già di per se tanto tragica da persone che non hanno neanche il coraggio di identificarsi.La signora Perone è disponibile a dare qualsiasi ulteriore chiarimento visto che la disinformazione impera.

 
Alle 12 novembre 2011 16:02 , Anonymous Anonimo ha detto...

alla "signora mammma" rispondo... forse lei è una delle tante mamme che mercoledì al Consiglio Comunale protestavano a squarciagola contro la decisione di vendere alcune scuole a Bacoli? Io c'ero per difendere la mia unica casa di necessità Abusiva,ma la differenza tra me e lei è abissale: Io, a differenza sua, ho ascoltato per 2 ore il dibattito di Josy sulle scuole, ( anche se sinceramente non è un problema che mi tocca personalmente)percui, aspettando l'icostituzionalità che Josy sottolineava della decisione di giunta comunale, oggi non mi permetterei di esprimere anche un democratico parere sulla questione sollevata. Lei "cara mamma" invece, dopo aver ascoltato i c......suoi,che ha fatto? sicuramente da brava mammma sarà ritornata a casa per preparare la cenetta ai suoi figlioli!!!!! Non ha ascoltato ciò che Josy ha detto, SANTE PAROLE sulproblema dell'abusivismo e delle prime case di necessità? IO c'ero e certo non posso dire che Josy non sia stato coerente con i suoiprincipi politici ed etici, ma ha avuto il coraggio di fotografare la realtà e capire, pur essendo come dice lei Cara mammma" un paladino della legalità. Lei signora che per chissà quali motivi si firma una mamma, non credo sia degna nominare questo termine. Lei cara mamma comunque vadano le cose,garantirà sempre ai suoi figli il diritto allo studio.IO, cara mammma, non so se domani potrò garantire ai miei il diritto alla casa!!! La prego cara mammma..domani, se avesse intenzione diandare in chiesa, non ci vada, perchè può prendere in giro chi è come lei, falsa moralista, ma non il Padreterno!!!!!

 
Alle 21 dicembre 2011 15:58 , Anonymous Anonimo ha detto...

caro anonimo che considera chi è favorevole a questa decisione di abbattere "gente che non fa un ca..o dalla mattina alla sera". Se sei una persona intelligente dovresti capire che non esiste solo gente che parla giusto per, dovresti anche capire e rispettare le opinioni di persone che si fanno il culo dalla mattina alla sera, che scelgono di abitare a svariate decine di kilometri dal proprio paese d origine magari pagando un affitto onde evitare situazioni del genere. Si parla tanto di abusivismo di "necessità", di queste due parole si osserva tanto la seconda accantonando la prima, prima o poi si paga per gli errori commessi...è solo una questione di tempo.

Francesco

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page