This page has moved to a new address.

Abusivismo, C’è Necessità di Abbattere Tecnici e Politici: Ecco la Posizione di Freebacoli

Freebacoli: Abusivismo, C’è Necessità di Abbattere Tecnici e Politici: Ecco la Posizione di Freebacoli

venerdì 16 dicembre 2011

Abusivismo, C’è Necessità di Abbattere Tecnici e Politici: Ecco la Posizione di Freebacoli

imageCome da proposta dei Consiglieri Adele Schiavo e Josi Della Ragione, presentata nel corso del penultimo Consiglio Comunale, ribadiamo che siamo completamente contrari all’abusivismo, che è un cancro per il nostro territorio.
Ciò detto non si può nascondere la testa come gli struzzi e fare finta che un problema così grave e complesso come quello dell’abusivismo possa essere risolto abbattendo qualche casa di persone che hanno effettivamente commesso un abuso, ma per viverci dentro, non per specularci sopra, soprattutto in un territorio come quello della Campania, e di Bacoli in particolare, dove si fa fatica a trovare qualche costruzione che sia completamente  in regola.
Ricordiamo poi che lo scempio di un territorio non è fatto soltanto con nuove volumetrie o incrementando quelle preesistenti, ma anche distruggendo o alterando facciate, scale ed altri elementi tipici del luogo, che costituiscono patrimonio del nostro territorio, alterando così l’essenza stessa dei nostri centri storici.
Noi siamo per la legalità e per la Giustizia, quella con la G maiuscola, non per il becero giustizialismo, dettato purtroppo  molto speso da faide e ritorsioni personali; noi crediamo fermamente nello Stato di diritto.
Cominciamo pertanto dai numeri, quelli che spesso danno risposte molto chiare. image
Nel 1950 Bacoli contava circa 18.000 abitanti; nel 2000 circa 27.000, con un incremento del 50%. È stata data a tutte queste persone la possibilità di poter trovare un alloggio e di poter edificare una propria casa?
A Bacoli davvero non c’era spazio a sufficienza per poter costruire, in nessuna frazione della città?
Questo senza tener conto che per uno sviluppo turistico serio, bisognerebbe anche prevedere l’incremento delle necessarie strutture.
La massima ammirazione, e lo diciamo senza alcuna retorica, per quel lettore che ci scrive ripetutamente dicendoci che lui, piuttosto che piegarsi ad edificare abusivamente, ha preferito lasciare Bacoli. Lui ha fatto non bene, ma benissimo, ma male, anzi malissimo hanno fatto tutti quegli Amministratori e funzionari pubblici che non hanno tenuto in nessun conto le esigenze delle persone. O peggio, ben conoscendo le necessità della gente, ci hanno speculato sopra.
Le case non nascono come i funghi ma ci vuole tempo per costruirle; è mai possibile che nessuno si sia accorto e ancora oggi non voglia accorgersi, che vengono edificate abusivamente delle costruzioni?
E perché non si provvede ad abbatterle immediatamente, prima che vengano completate, arrecando così un danno minore all’abusivo?
Dove erano tutti, quando ad esempio si è costruito quello scheletro di ecomostro a 10 metri dal Complesso Vanvitelliano del Fusaro, a fronte strada? Dove erano, intendiamo, non soltanto le “Autorità”, ma anche tutti i cittadini che girano la testa e non denunciano le irregolarità.
imageIl cittadino che costruisce abusivamente sbaglia, sicuramente sbaglia, ma non è il solo a sbagliare; è molto più colpevole chi ha chiuso entrambi gli occhi, dicendo a chi voleva costruire abusivamente: “la licenza edilizia non te la do, ma tu costruisci, io chiudo un occhio”, ed ha trasformato quello che era il diritto ad avere un’abitazione, in un piacere da elargire. Questo è il maggior sbaglio di chi ha costruito abusivamente, l’aver accettato questo  stato di cose come ineluttabile, facendosi poi, come mi diceva qualche giorno fa in maniera molto colorita una signora “prendere per il cravattino”.
E come pagano i tecnici, amministratori e politici, complici di chi ha edificato?
Il piano regolatore di Bacoli ha più di 40 anni.  È mai possibile che ci debbano essere vincoli tali, dappertutto, per cui nulla è permesso? Generalmente quando nulla è permesso, tutto è poi concesso. E così politici, tecnici e funzionari hanno a volte fatto, fortunatamente non tutti,  la loro fortuna sfruttando questo stato delle cose.
E, se a qualche cittadini abusivista, scelto a caso dalla sorte, o molto più frequentemente denunciato per beghe varie da qualche vicino, viene abbattuta la casa, la casa dovrebbe poi essere abbattuta a tutti, ma davvero a tutti, quelli che hanno commesso abusi edilizi
A Bacoli ci sono migliaia di case abusive e, a quanto si dice, 70.000 in tutta la Campania. Si abbatteranno tutte queste 70.000 case? E quale sarà il dramma sociale che si creerà così.
Le due leggi regionali di Bassolino, che negavano il condono del 2003, sono state cancellate poi da due sentenze.Immagine Perché la Campania deve essere trattata differentemente dal resto dell’Italia? Sono le ville dei camorristi, come dice Bossi, quelle che stanno abbattendo? Ha ragione lui che liquida il grave problema con una squallida battuta?
Vogliamo evidenziare che troppo frequentemente è purtroppo il cittadino meno ricco, che non ha le giuste conoscenze, che non riesce ad avere i permessi o a far ritardare le pratiche ad avere la peggio.
Ci si provi a chiedere, ad esempio, quanti alberghi o complessi turistici siano, in tutta la Campania, stati colpiti da ordini di abbattimento, e quante, invece, le prime case di comuni cittadini.
E tutti gli abusi edilizi che sono stati commessi su suolo pubblico, come quelli del Centro Ittico Campano e che non potranno neanche mai sperare in un condono edilizio? E tutti quelli costruiti su beni archeologici? Quelli devono essere semplicemente ignorati?
Siamo assolutamente contrari all’abusivismo edilizio e non siamo contro gli abbattimenti. Soltanto questi abbattimenti devono essere fatti con una logica, colpendo soprattutto gli abusi più gravi e speculativi, non quelli di chi ha costruito per sé, su suolo di sua proprietà, specialmente in  aree NON soggette a vincolo.
Quello che noi chiediamo è una legge che corregga queste aberrazioni e che introduca la responsabilità di chi, nell’ambito della Pubblica Amministrazione ha il dovere di dare risposte concrete. Dobbiamo diventare un Paese serio, dove c’è la certezza di quello che si può fare o non si può fare e dove i tempi siano “tempi certi” non sottoposti all’arbitrio di chi, se non li rispetta, non paga poi niente.
imageLa Magistratura, come dichiarato dallo stesso Sindaco Ermanno Schiano in Consiglio Comunale, è stata così inflessibile, anche perché la credibilità del nostro Comune presso i Magistrati ed indirettamente verso i cittadini è molto scarsa. È questa credibilità che con i fatti, non a parole, deve essere recuperata.
Facciamo presente che non è la sola Magistratura che può ordinare gli abbattimenti, che dovrebbero poi essere effettuati a seconda della data in cui la  sentenza è passata in giudicato, ma anche il Comune, che potrebbe invece graduarli secondo la gravità del reato commesso e secondo lo stato di necessità.
Riassumiamo pertanto la proposta presentata dai due suddetti Consiglieri Adele Schiavo e Josi Della Ragione:
  • Chiedere una moratoria di 12 mesi per poter ottenere una legge ben fatta
  • Che la moratoria sia contestuale al serio impegno al cambiamento dal parte delle pubbliche amministrazioni;
  • Che, per quanto esposto al precedente punto, venga nominata una commissione esterna, tramite procedura ad evidenza pubblica, che distingua, su basi tecniche approfondite,  tra gli “abusi di necessità”  e quelli “speculativi”;
  • Che vengano aggiornati il Piano Regolatore Generale e i vari Piani Paesaggistici;
  • Che vengano individuate le aree a rischio idrogeologico, su cui devono essere tassativamente vietate qualsiasi tipo di costruzione, e quelle già costruite vengano tempestivamente abbattute, perché la casa è un diritto, ma la vita è un bene superiore, e non deve essere messa a rischio;
  • Di escludere da qualsiasi condono previsto dalla suddetta legge, ovviamente tutte le strutture costruite su suolo pubblico e quindi, specificamente nel nostro caso, anche quelli del Centro Ittico Campano e quelli costruiti su beni archeologici
  • Di escludere dall’eventuale condono le strutture abusive di tutti coloro che ricoprono o abbiano ricoperto in passato cariche pubbliche, politiche e di controllo
  • Che sia il Comune che inizi ad abbattere, seguendo i suddetti criteri, iniziando ad esempio dai pontili Lubrano e Coppola e dal suddetto scheletro abusivo del Fusaro.
  • Di prevedere sanzioni per chi, preposto al controllo, non lo abbia invece effettuato.
Alessandro Parisi; Alessandra Sagliocchi; Danilo Corini; Antonio Giordano; Antonio Carannante; Alessandro Radice; Josi Gerardo Della Ragione; Nicoletta Oliviero; Melania Scotto D’Aniello; Mauro Schiano di Cola; Marco Di Meo; Dario Perreca; Loredana Scamardella; Giovanna Della Monica; Domenico Mazzella
Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette:

76 Commenti:

Alle 16 dicembre 2011 21:08 , Anonymous Anonimo ha detto...

belle parole sono tuttte chiacchere al vento e poi tu deci se pubblicare i commenti o mi sbaglio

 
Alle 16 dicembre 2011 21:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mario Goffredo
La Procura non ha colpe. Queste vanno cercate nella totale assenza e connivenza politica.

 
Alle 16 dicembre 2011 21:21 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sono perfettamente concorde con Voi : questa proposta tiene conto delle vere esigenze dei cittadini ma soprattutto di Bacoli.....dobbiamo lottare perchè diventi concreta e non arrenderci finchè non si realizzi! Carmen Hanman

 
Alle 16 dicembre 2011 21:27 , Anonymous Anonimo ha detto...

Perfettamente d'accordo anch'io. E' facile fare i giustizialistii in un momento del genere. Il difficle è analizzare con occhio critico la situazione nel complesso e prendere decisioni assennate. ma la verità è una : i politici non hanno mai avuto le palle (nè tantomeno gli interessi) per mettere in pratica nemmeno un quarto delle cose che ci sono scritte in quest'articolo.

 
Alle 16 dicembre 2011 21:31 , Anonymous Anonimo ha detto...

ma si può sapere queli sono questi edifici costruiti su suolo pubblico? sento tutti parlarne come se fosse cosa risaputa e straconosciuta in paese..

 
Alle 16 dicembre 2011 21:31 , Anonymous Anonimo ha detto...

Cari amici di Freebacoli, provate a trovare un punto di partenza.
Dal 1980 ad oggi quasi tutte le case costruite tra Bacoli e Monte di Procida sono abusive.
Costruire abusivamente, a prescindere dai danni paesaggistici , al patrimonio archeologico etc etc , significa sopratutto nella nostra zona costruire senza idea di criteri antisismici, case di paglia per intenderci, da "tettare" prima che......
Di cosa parliamo quindi.
Vi devo spiegare perchè negli anni nessuno ha toccato gli abusi archeologici di Baia, perchè nessuno si occupa delle "metrature" delle concessioni demaniali, perchè nella torre di cappella a qualcuno si concede ad altri no, perchè a Monte di Procida si trasforma un terreno con tracce di insediamento di 1000-1500 anni avanti cristo in un campo di motocross prima in parcheggio poi, magari neanche lo sapete come la maggior parte dei lettori dell'esistenza di questo sito archeologico, se avete bisogno che qualcuno vi spieghi tutti questi perchè siete degli alieni.
Il punto di partenza purtroppo è l'esempio,la frusta per intenderci solo quella capiamo e questa deve essere.

 
Alle 16 dicembre 2011 21:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

BUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUUU

 
Alle 16 dicembre 2011 21:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

questo si che è buon senso!
lo sapete quale partito negli anni '80 esponeva manifesti con denuncia alla procura della Repubblica per il fenomeno dell'abusivismo sul nostro territorio? Era lo stesso partito che in consiglio comunale chiedeva per anni all'OdG le varianti al Piano Regolatore.
Era lo stesso partito che vedeva ridotti i propri consensi a vantaggio del partito che, governando l'abusivismo, ne guadagnava più di quanto si aspettassero. Troppo tempo fa. Quel partito non esiste più. L'hanno fatto scomparire. Ma vi assicuro che i voti al partito
che faceva "fravecare" erano tutti di bacolesi, e non tutti lo facevano per necessità.
Sono triste ed incazzato per la tragedia che stanno vivendo le famiglie Cardamuro e Carannante, per la sentenza di abbattimento. Non è giusto che a pagare siano soltanto loro mentre chi ha veramente ingrassato su questo schifo da trenta anni (tranne amministrazione A. Illiano 1, diciamo anche questo) se la passi liscia.
I Professionisti che alla richiesta di un cliente di costruire rifiutavano l'incarico perché abusivo venivano definiti non buoni rispetto ai "professionisti" con le palle che rispondevano "e qual'è u' problem".
Ho saputo che a Bacoli ci sono gli abbattimenti perché in bilancio ci sono i soldi per farlo. A Ischia, dove abusivi sono alberghi, i soldi non ci sono, quindi anche se c'è la sentenza in giudicato, non si possono fare gli abbattimenti per mancanza di soldi. Pare che questi soldi siano stati previsti dall'Amministrazione precedente, che includeva buona parte di quelli che "amministrano" oggi la nostra Città.
Chiedo alla redazione di Freebacoli: è vera questa notizia? e se è vera chi l'ha votata in consiglio comunale? tutti i partiti? se no quali?
Il Piano Regolatore, con le relative varianti obbligate, sono testimonianza di Civiltà per una Comunità. Fino ad oggi si è andati avanti senza regole. neanche uno slum funziona senza regole.
E' l'antipolitica di qesti anni che è fallita non la Politica con la P MAIUSCOLA, di cui questo paese ha urgentemente bisogno.
da un bacolese

 
Alle 16 dicembre 2011 21:58 , Anonymous Anonimo ha detto...

Anche io la penso così!

 
Alle 16 dicembre 2011 22:01 , Anonymous Anonimo ha detto...

E' facile fare i giustizialistii in un momento del genere, troppo facile

 
Alle 16 dicembre 2011 22:13 , Anonymous Anonimo ha detto...

La prima causa dell’abusivismo è la politica che, per i propri interessi privati, non redige i piani regolatori. Ma se esistessero regolari zone residenziali, con lottizzazioni ben fatte, pensate che la gente costruirebbe case abusive? Il problema è che in mancanza di strumenti urbanistici, i cittadini sono costretti all’abuso. Quindi la soluzione è incarcerare i politici inadempienti, tutti quelli che hanno amministrato negli ultimi 40 anni, senza distinzione alcuna.

 
Alle 16 dicembre 2011 22:13 , Anonymous Anonimo ha detto...

Un paese malato che non vuole guarire.

 
Alle 16 dicembre 2011 22:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

Una abitazione non viene su dalla sera al mattino.Dove erano i controlli sul territorio durante l’edificazione?Semplice ,a prendere il caffè.

 
Alle 16 dicembre 2011 22:17 , Anonymous Anonimo ha detto...

Eppure a volte mi rendo conto che basterebbe così poco.. così poco... un po', un BRICIOLO di onestà

 
Alle 16 dicembre 2011 22:35 , Anonymous New Project ha detto...

Non esiste "Abuso di necesità" ed "abuso speculativo": UN ABUSO è UN ABUSO E BASTA, senza distinzione! E' solo un'invenzione di comodo tale differenza. E' come dire: ladro di necessità e ladro di professione. UN LADRO è UN LADRO E BASTA, alla stessa stregua, una BUSO è un ABUSO E BASTA!
Sono ASSOLUTAMENTE CONTRARIO a qualunque tipo di moratoria. L'allungamento delle procedure avviene proprio a causa di continui rimandi e moratorie. E, d'altra parte, dopo tanti anni, è venuta l'ora che la legge rivesta i suoi panni e COMBATTI IN MODO EFFICACE ED IMMEDIATO QUALUNQUE ABUSO. Chi ha fatto un abuso edilizio, l'ha compiuto BEN SAPENDO cosa faveca e DEVE assumersene le conseguenze di PERDERE ciò che ha realizzato ABUSIVAMENTE. LA LEGGE VA' RISPETATTA, in onore a chi vi è ligio.
Assolutamente favorevole ad un aggiornamento del PUC (alias Piano regolatore), dei Piani Paesistici, del PTCP... Ma ciò NON esclude il fatto che LO SCEMPIO DELL'ABUSO EDILIZIO VA' COMBATTUTO SUBITO. Attendere altro tempo è INUTILE e costituirà, un domani, un'ulteriore motivazione per dire "non l'avete fatto allora, perchè volete abbattere oggi?"
Altra precisazione, infine, in merito a chi addita ai servizi antiabusivismo: purtroppo, son assoluamente insufficienti i corpi preposti a tale compito, e, tra l'altro, sovente i cittadini NON collaborano e NON DENUNCIANO abusi edilizi, che si consumano ogni giorno sotto gli occhi di tutti, in piena consapevolezza del fatto: "Lo ha fatto lui, lo farò anch'io" SBAGLIATISSIMO! Bisogna SUBITO DENUNCIARE GLI ABUSI EDILIZI, anche se si scoprono dopo anni; ed a maggior ragione, denunciare quelli in corso d'opera.
LA PIAGA DELL'ABUSIVISMO GRAVA SU TUTTI COLORO CHE SONO IN REGOLA e che si fanno il sedere 7x40 per pagare mutui, tasse e quant'altro, nel rispetto della legge!

 
Alle 16 dicembre 2011 23:44 , Anonymous Mauro Schiano ha detto...

il periodo delle chiacchiere è a febbraio.

c'è gente che la casa se l'è comprata o se la sta comprando, in piena crisi economica, legalmente, anche spostandosi in altri comuni.

 
Alle 17 dicembre 2011 00:38 , Anonymous Luca ha detto...

Un abuso è un abuso e basta?
Un politico è un ladro e basta?
..ehm...chiedo scusa, ma è facile fare confusione!
Non per fare antipolitica spicciola, ma se siamo arrivati a questo punto è anche perché il sud, la Campania, Napoli sono sempre stati abbandonati nei loro problemi (a mio avviso spesso anche volutamente).
Certe volte ho la sensazione che lo stato non esista affatto. Sembra che certe leggi, certi regolamenti e la burocrazia siano solo sfruttati come mezzo di controllo e potere da parte dei politici e degli amministratori.
E' più facile controllare qualcuno che, avendo qualcosa da perdere, si trova in difetto oppure è costretto a trovare modi poco puliti per raggiungere i propri scopi. (...e così la "politica sporca" ci sguazza)
Il compito principale dello stato non deve essere quello di "reprimere per risolvere i problemi" ma di "EDUCARE". Se non si fanno rispettare le regole garantendo i diritti più elementari la gente si rifuggirà sempre dietro l'"arte di arrangiarsi". (e in questa a Napoli siamo maestri).
Un esempio lampante può essere proprio dato in risposta a chi dice che le case abusive sono meno sicure (sismicamente) delle case non abusive.
Dove sta scritto questo assioma?
Io ho più paura della staticità degli edifici pubblici che delle case abusive.
Puoi mettere controlli, ispettori, verifiche, regolamenti sempre più restrittivi, avrai come risultato più corruzione, elusione, brogli!!!
Ho sentito parlare di imprese che dopo che gli ingegneri controllavano il corretto montaggio delle armature, sfilavano i ferri prima del getto!!! Allora che vogliamo fare? Obblighiamo i carpentieri a a fare il "grande fratello" e a filmare il loro lavoro? Poi mandiamo il video al Genio civile!
Avete visto proprio a proposito di "genio civile" che è successo da quando vige l'obbligo dell'autorizzazione sismica?
Corruzione a non finire (già ci sono stati parecchi arresti), e le pratiche di chi opera onestamente bloccate per mesi e mesi!
SE NON SI CAMBIA LA TESTA DELLA GENTE NON SI VA DA NESSUNA PARTE!!!

 
Alle 17 dicembre 2011 08:01 , Anonymous Anonimo ha detto...

azzòòòò,ma di Geppino Laringe che è il SIMBOLO DELL'ABUSIVISMO ?L'IMPERO ROMANO D'OCCIDENTE SUL COLLE DI ROMA,nessuno ne parla?da lui devono andare.

 
Alle 17 dicembre 2011 08:56 , Anonymous Anonimo ha detto...

Gli abusi vanno puniti sempre e comunque così come chi commette illeciti nelle amministrazioni e da noi sono la maggioranza. Vi siete schierati dalla parte dell'illegalità e della connivenza che ci ha ridotto in queste condizioni!! Intere scolaresche intimate a protestare, negozi minacciati e costretti a chiudere...Decidete voi se pubblicare ma sappiate che state contribuendo a diffondere la cultura dell'illegalità.

 
Alle 17 dicembre 2011 09:04 , Anonymous Anonimo ha detto...

Cosa è la "politica"?
Si è detto e scritto, sentito e letto del "fallimento della politica", nazionale, regionale e locale.
Allora chi sono i responsabili "politici" bacolesi degli ultimi trenta anni?
Dove sono oggi? Chiamateli in causa!
E l' ing. Capo Balsamo e i suoi Tecnici dell' Ufficio comunale dove sono?
Sono anche loro responsabili e colpevoli di tutto questo, o no?
Sono loro che devono dimettersi, insieme al Sindaco, alla Giunta e ai consiglieri comunali!
O no ?

 
Alle 17 dicembre 2011 09:12 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ermanno ritira le dimissioni!
Dopo il lungo servizio su rai uno che ha comunicato la sospensiva natalizia dell' ordinanza di demolizione, i cittadini di bacoli si attendono dal sindaco il ritiro delle sue dimissioni.
Solo così potrà onorare l' impegno contro il governo nazionale, regionale e provinciale e i tanti enti sovracomunali che opprimono il corretto sviluppo urbano del comune di bacoli, preso in diretta tv

 
Alle 17 dicembre 2011 09:29 , Anonymous Anonimo ha detto...

...magistratura inflessibile ?!? e che la vorreste, "flessibile"???
e secondo voi, 12 mesi di moratoria sarebbero impiegati nei virtuosi e tortuosi procedimenti che le anime candide ipotizzano ? o piuttosto sarebbero altro respiro per i soliti genii del male, saldamente in possesso delle chiavi della città, per escogitare altri espedienti tesi a dimostrare ai loro protetti che loro sono furbi, e chi rispetta le regole invece è fesso ?
"...serio impegno al cambiamento...","...aggiornamento dei piani paesaggistici...", "...commissione esterna(forse bizantina!) che discuta sulla differenza tra abuso di necessità e quello speculativo (quindi inventando un concetto del tutto nuovo in dottrina e giurisprudenza)...", si, buonanotte !
giustizialismo, spiegateci cortesemente che significato attribuite a questo termine ; la stragrande maggioranza dei bacolesi attende da decenni la semplice giustizia...certo, costruire abusivamente, per di più sul terreno proprio, non è tutto sommato il peggiore dei crimini ; solo che, una volta pizzicati, gli abusivisti non dicono "...vabbè, ci ho provato e mi è andata male", ma si atteggiano a vittime della società...'sti cazzi !!! andate a presentare il conto a chi vi ha illuso, e vi ha estorto denaro, cioè politici, tecnici, controllori compiacenti ed altri complici...cambiare radicalmente mentalità ?!? voi non pensate che se oggi si votasse di nuovo, i soliti carnacuttari geppino industriale dell'abuso, caraone&simone&pignazzella "la mani sul centro ittico", ed i rimanenti ragazzi del coro, avrebbero di nuovo i voti di prima, anzi forse di più? la mentalità collettiva non può radicalmente cambiare all'improvviso, c'è bisogno di un periodo di commissariamento...mentale e civile

 
Alle 17 dicembre 2011 09:37 , Blogger MariaRosaria Schiano ha detto...

M.ROSARIA SCHIANO
Mettiamola così...abbiamo vinto una battaglia, ma la guerra è ancora aperta...le ruspe con i caschi blu e i carabinieri, ritorneranno a Gennaio...e penso pure con maggiori ordinanze di abbattimento. Io mi auguro che ci faremo trovare preparati per allora e che saremo ancora più numerosi. Certamente ora abbiamo capito come agiscono, e forse anche noi presidieremo meglio le strade della Città cosicchè le ruspe non possano proprio arrivarci più a 50 mt dalle case. A tutti quelli che sono a favore degli abbattimenti...dico solo una parola...anche io ero scettica e incredula all'inizio, non pensavo che queste povere persone potessero meritare solidarietà e coinvolgimento popolare. LO AMMETTO...ma sono scesa ugualmente in strada per capire meglio, con i miei occhi, senza ascoltare le solite chiacchiere di salotto che la gente snob dice facendosi maestri e professori sulle disgrazie altrui. EBBENE...dopo aver partecipato alla manifestazione il primo giorno...MI SONO RICREDUTA...perchè ho visto DOLORE, DISPERAZIONE, RICERCA DI AIUTO, LACRIME...di tutto di più. E davanti a questo, chi ha un cuore...non può restare a casa, sul divano...come se niente stesse accadendo lì fuori...TI SI MUOVE QUALCOSA DENTRO, CHE TI SPINGE A COLLABORARE ED ESSERE PRESENTE SEMPRE DI PIù...ed è per questo che mi sono promessa di parteciparvi tutti i giorni e anche in futuro, se ci sarà bisogno...io ci sarò! E NON PERCHè SONO ABUSIVISTA ANCH'IO...COME POTRETE PENSARE...fortunatamente la casa di mio padre è in regola...MA PER SOLIDARIETA'! Non ci sarò laddove vorranno abbattere multiproprietà, ville di politici locali, reggie lussuose, appartamenti innalzati per lucro ecc...MA FIN QUANDO CI SARà UN SOLO UMILE CITTADINO CHE AVRà BISOGNO DI AIUTO E SOSTEGNO PER IL SUO TETTO ABUSIVO DI NECESSITà PER LA SUA POVERA FAMIGLIA...IO CI SARò...E SARò DISPOSTA ANCHE A RISCHIARE QUALCHE MANGANELLATA...A voi che superbamente ed egoisticamente, sguazzate nella viscida melma della soddisfazione per le disgrazie altrui...A voi scettici a favore degli abbattimenti "DI NECESSITà" ( e lo ripeto )...A tutti voi che quasi vorreste prendere la parte delle ruspe, io dico...affacciatevi dalla FINESTRA e guardate con i vostri occhi...come ho fatto io
VI SALUTO AFFETUOSAMENTE

 
Alle 17 dicembre 2011 09:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

La giustizia con la G maiuscola?Solo a chiacchiere, quando c'era da difendere la giustizia con la G maiuscola, in modo concreto vi siete calati le braghe.

 
Alle 17 dicembre 2011 09:41 , Blogger PlusUltra1988 ha detto...

Proposta e parole anche condivisibili, ma non nascondetevi dietro un dito, vi siete schierati con gli abusivi, come tutti i "mezzi d'informazione" locale, non so se per reale convinzione (e sarebbe grave) o perché il 99% della gente s'è schierata con gli abusivi (e sarebbe peggio).
Entrando nel merito, la moratoria di 12 mesi (che sa tanto di:vuttamm' a scurdà) e l'eventuale legge con annesso piano regolatore dovrebbero in pratica diventare una sanatoria che legalizza ciò che fino ad oggi è stato illegale visto che, in pratica, dovrebbe fregarsene del vinco paesaggistico e ambientale e considerare solo il dissesto idrogeologico (che ironia della sorte è creato proprio dal cemento degli abusivi) perché sapete benissimo che il 90% del territorio è a rischio idrogeologico (ripeto: proprio a causa del cemento abusivo).
Per quanto riguarda le responsabilità dei tecnici e dei politici siamo tutti d'accordo, ma non accetto il principio per cui "non è colpa degli abusivi, ma di chi glielo ha fatto fare" perché per quanto tecnici e politici andrebbero messi al 41bis, le responsabilità degli abusivi non si spostano di un millimetro e questo mi porta all'ultima considerazione, che è una cosa che non accetterò mai: Abuso di necessità (o per necessità).
Punto primo: cosa significa "abuso di necessità"? Il morto di fame che ruba un pezzo di pane da 2 euro in un supermercato, una fabbrica occupata dagli operai licenziati, manifestazioni non autorizzate per difendere il proprio pensiero: questi sono abusi per necessità, gente che messi a rischio i propri diritti fondamentali SI ASSUME LA RESPONSABILITA' di violare una legge, senza che ciò rechi danno a nessuno. Spendere centinaia di migliaia di euro (o il corrispettivo in lire) per costruire una casa (faccio finta di ignorarne le metrature,anche se una delle due in questione è di 200 metri quadri) completamente al di fuori della legge e ignorando il rischio idrogeologico in cui si sceglie di far crescere i propri figli e l'intera comunità, per poi fare le sceneggiate gridando all'ingiustizia e alla necessità quando questo abuso viene punito, mi sembra più assimilabile all'egoismo pietistico della cultura mafiosa. Quella di quei bravi cittadini che hanno sradicato i segnali stradali per bloccare le strade non mi sembra, come mi si scriveva su twitter, la solidarietà di "un popolo di bonaccioni, siamo un paesino, ci conosciamo e vogliamo bene", ma più che altro l'interesse egoistico di chi, abusivo in prima persona, teme che la legge venga fatta rispettare anche nel suo caso e vuole evitare che nel suo territorio si crei il pericoloso precedente che qualche legge si faccia rispettare.
Infine vi chiedo, ai cittadini e alla redazione, che quantomeno foste coerenti e al prossimo allagamento, frana, terremoto, non fate un'altra sceneggiata chiedendo l'intervento e l'aiuto delle autorità, denunciando generici degradi del territorio, mancati interventi in difesa del territorio e facendo la cronaca dei danni e, spero mai, delle vittime.
Se ogni volta che in Italia piove per due giorni ci sono allagamenti e frane, se ad ogni scossetta di 5°-6° grado dobbiamo fare la conta dei morti, non è colpa di qualche sfiga cosmica o di qualche congiunzione astrale, è colpa dei milioni di "abusi di necessità" di cui è piena l'Italia, dei milioni di brava gente che li ha commessi e dei milioni di giornalisti che li hanno ignorati.

 
Alle 17 dicembre 2011 10:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sacrosanti le parole e il vostro impegno per aiutare chi è "fuorilegge" ma fatelo nelle sedi opportune.Per questo non condivido la forma i modi e ne la sostanza di chi ci ha limitati della libertà, siamo stati vessati da personaggi che con metodi chirurgici e con azioni di guerriglia urbana ci hanno impedito qualsiasi tipo di movimento ,in barba alle più elementari esigenze familiari e a quelle lavorative, addirittura hanno privato bambini ed anziani del PANE, nel senso che con i negozi chiusi tantissime famiglie non hanno potuto comprarlo, ci mancava solo che impedissero di far funzionare le farmacie........così saremmo stati al completo. Per il futuro cosa prevedete??? così ci organizziamo pure noi con delle provviste,perchè non vi dimenticate che un vecchio detto dice : a legge e lungarell ma nun è scurdarell..........a buon intenditore poche parole. mario

 
Alle 17 dicembre 2011 10:12 , Anonymous Anonimo ha detto...

Voglio lanciare una provocazione: quanti di voi abitano in una abitazione legittima al 100%; Anche se siete nelle famose cooperative, vi ricordo che quelle furono costruite con la famosa 167, che per chi non lo sapesse istituiva gli insediamenti di edilizia residenziale pubblica. Se quindi l'avete conprata a quei prezzi assurdi vi hanno imbrogliato; come dire è stato commesso anche lì un abuso edilizio visto che gli oneri di licenze, le varie agevolazioni sui mutui etc, a cui avevano diritto i soci vincolavano le compravendite e non immettevano sul mercato immobili privati (anche questa è speculazione); le leggi sull'edilizia sono una tela di ragno, un groviglio, dalla quale chi ci incappa non ne uscirà mai indenne. Con ciò voglio dirvi: l'argomento è complesso, bisogna discuterne con serietà e cognizione di causa, non puntando il dito, altrimenti chi è senza peccatto scagli la prima pietra.....

 
Alle 17 dicembre 2011 10:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

Gennaro Esposito
sono d'accordo....!!

 
Alle 17 dicembre 2011 10:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

a quando ..come in egitto...e in libia....una rivoluzione degli oppressi......contro le caste di ogni ordine e grado...x fare piazza pulita di tanta feccia???????

 
Alle 17 dicembre 2011 10:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

il punto è che negli anni, anzi nei decenni, nessuno mai ha avuto la forza e la capacità e la VOLONTA' di scoperchiare questa pentola piena di m...a! se nn si ha l'intransigenza e l'onestà di portare avanti un discorso serio o si va avanti a condoni o a gente che dall'alto del suo bell'anonimato sputa veleno e sentenze. io non vivo in una casa abusiva ma non per questo mi ergo a giudice implacabile. il problema è serio e non ce ne si può lavare le mani. perfettamente d'accordo con l'analisi che avete fatto. sono con voi!!

 
Alle 17 dicembre 2011 10:41 , Anonymous Anonimo ha detto...

Puteolano Doc
concordo in pieno con il titolo dell'articolo e con il suo contenuto...

 
Alle 17 dicembre 2011 10:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

io credo che in questi ultimi due giorni si sia fatto volutamente un atto di denigrazione nei confronti del lavoro di questi ragazzi (parlo dei commenti). è facile ragionare per semplificazione: sei a favore o sei contro. è facile puntare il dito, è facile essere giustizialista (come spesso ho letto anche nei commenti precedenti). il difficile invece è ragionare in modo completamente diverso da quanto si è fatto in questi anni. voi ci state provando e questo vi fa onore.

 
Alle 17 dicembre 2011 10:55 , Anonymous Anonimo ha detto...

io invece volevo semplicemente complimentarmi con voi. avete svolto un servizio magnifico per chi voleva informarsi e avete dato la possibilità a tutti di avere un confronto attraverso gli innumerevoli commenti che sono arrivati. avete sempre e comunque tutto il mio appoggio. bene così!

 
Alle 17 dicembre 2011 11:04 , Anonymous Anonimo ha detto...

uno di tre

Cari ragazzi,
voglio complimentarmi per la vostra proposta di risanamento del territorio di
Bacoli nella salvaguardia di chi ha costruito per necesità, dal momento che è
quasi da mezzo secolo che non si vuole presentare un piano regolatore adeguato
alle esigenze della popolazione, esigenze sia abitative che economiche (bisogna
avere anche strutture ricettive per accogliere un turismo capace di permanere
sul nostro territorio e portare benessere economico per tutti, senza offendere
la bellezza del luogo ).
In Italia ci sono tanti illegali. Penso ai clandestini che, rischiando una
vita per attraversare il mare, scappano dalle loro terre per avere una vita più
dignitosa sul nostro territorio. Ma una legge del nostro democratico paese li
rende abusivi sul nostro territorio. I clandestini sono abusivi. La coscienza
ti dice di rispedirli a casa? La mia no, anche se una legge li definisce
presenti sul nostro territorio abusivamente e quindi persone illegali. I
clandestini che sbarcano a Lampedusa sono illegali perchè scappano da
condizioni di vita non dignitose, per sperare in condizioni di vita più umane.
Tutti abbiamo diritto ad una vita dignitosa.
Passiamo adesso al cittadino bacolese, che è cittadino italiano ,che 40-30-20
anni fa (ma la situazione è la stessa anche adesso) ha deciso si sposarsi e
mettere su famiglia. Per fare questo aveva bisogno di un luogo, una casa, in
cui vivere. Ebbene 40-30-20 anni fa queste case in cui uno poteva vivere con la
propria famiglia non c'erano. Solo pochi benestanti possedevano una casa
decente. Altri possedevano piccole umili abitazioni dove in una stanza vivevano
da tre a dieci persone. Chi conosce la storia architettonica di Bacoli sa
benissimo che neanche i bagni stavano in casa, ma sui ballatoi dei palazzi!!!!
Negli anni 70 c'è stato il benessere in tutta Italia, ed anche a Bacoli.

 
Alle 17 dicembre 2011 11:05 , Anonymous Anonimo ha detto...

due di tre

La popolazione è aumentata e sono aumentate le esigenze abitative. Si poteva
ancora vivere in tanti in un'unica stanza. Ti dico che tanti vivevanoin 5-6 e
più persone in una stanza di 20 mq ed un bagno sul ballatoio. Tutti sentivano
l'esigenza di avere condizioni di vita più dignitose.
L'assenza di un piano regolatore e una rigida legge Galasso non ti faceva
mettere neanche un chiodo sulla parete. Solo alcuni "potenti", ben impegnati
nella politica locale, costruivano con i regolari permessi (almeno così
dicevano) come anche adesso "potenti" impegnati nella politica locale hanno
costruito con regolari permessi (bisogna controllare la procedura di questa
regolarità ).
Chi invece, abitando dietro la chiesa di Sant'Anna, voleva integrare il
bagnetto esterno alla stanza tuttofare, non aveva il permesso. Guarda che per
andare in bagno dovevi uscire dalla tua stanza (che era da letto,da pranzo da
studio, tutto in uno) a volte in pigiama, attraversare il ballatoio e andare a
fare i tuoi bisogni.
Se facevi una piccola parete avevi i sigilli ed iniziava la via crucis
legale.
Il divieto assoluto di costruire si è scontrato con le esigenze di vita e la
gente ha rotto le regole, spinta dall'impulso di vita. Purtroppo la situazione
è degenerata perchè lo Stato ha preferito fare condoni per incamerare soldi,
invece di stilare un piano regolatore tenendo conto delle esigenze abitative
della gente e della bellezza del territorio.
I clandestini sono illegali perchè lo dice la legge. Chi ha costruito l'unica
casa che ha per esigenza , pagando profumatamente un condono, è illegale perchè
lo dice la legge. San Paolo ,però, rivolto agli ebrei amanti del legalismo
eccessivo, diceva che la forza del peccato è nella legge. C'è una differenza
tra legge e giustizia. La legge diventa giusta quando è fatta per servire
l'essere umano e rendere la vita di tutti più dignitosa. Lo Stato è giusto
quando non mette il cittadino nelle condizioni di trasgredire. Lo Stato lo sa
che il cittadino molto spesso trasgredisce perchè la legge non considera i suoi
reali bisogni. Lo Stato è consapevole delle sue mancanze amministrative,
altrimenti non farebbe i condoni. Il condono serve a poco, occorre una gestione
politica giusta, dove i politici siano a servizio dei cittadini e non
considerino, invece, i cittadini vacche da mungere per sfamare il loro
interessi.

 
Alle 17 dicembre 2011 11:05 , Anonymous Anonimo ha detto...

tre di tre

A quelli che si definiscono onesti e hanno criticato le vicende di Cardamuro e
Carannante, a tutti quelli che si sentono lesi dall'abusivismo di necessità, a
questi immacolati bisogna dire che anche i Cardamuro, Carannante e tanti altri
pagano il 740 e tutti gli altri servizi.La vostra proposta è giusta, ma ci sono
tanti che non vogliono un piano regolatore adeguato ed una revisione a livello
regionale del piano paesaggistico. Sono quelli che sull'abusivismo ci campano,
attingendo voti e lavoro (per non farsi abbattere la casa devi andare
dall'avvocato, dal geometra , dal politico etc etc)
Pertanto vi invito a lavorare per una politica giusta, tenendo conto delle
esigenze reali della gente e del territorio.
Gli idealisti hanno solo portato vincoli rigidi, agli altri ma non a se
stessi.
Vi abbraccio
Antonio

 
Alle 17 dicembre 2011 11:28 , Anonymous Anonimo ha detto...

Secondo me ogni abuso deve essere punito secondo quello che la legge prevede.
E' giustissimo protestare in modo pacifico ma mi chiedo se è giusto anche mandare in giro per i negozi persone ad intimare di chiudere i negozi per solidarietà?
Innanziututto questa si chiama CAMORRA!
In secondo luogo la solidarietà dovrebbe essere spontanea e non indotta da minacce.
La verità è che oramai Bacoli, Napoli e la Campania tutta sono permeate da una mentalità della disonestà che ci lascia veramente poche possibilità di miglioramento per il futuro.
In conclusione dico che chi ha costruito abusivamente sapeva che un giorno anche lontano sarebbe potuto accadere quello che oggi sta accadendo quindi anche se mi dispiace per le famiglie che resteranno senza casa è giusto che sia così.

 
Alle 17 dicembre 2011 11:31 , Anonymous Anonimo ha detto...

secondo un mio parere bisognerebbe andare a verificare anche le concessioni ed i permessi a costruire rilasciati dall'ufficio tecnico e dalla commissione edilizia ( composta sia adesso che nel corso degli anni da geometri compiacenti)che hanno permesso a chi pagava bustarelle sotto banco anche di realizzare volumetrie ( vedi es sulla foce di proprietà del comune all'hotel sorriso cosa hanno concesso)

 
Alle 17 dicembre 2011 11:43 , Anonymous Anonimo ha detto...

Vincenza Lucignano
ben detto,la penso proprio così

 
Alle 17 dicembre 2011 11:44 , Anonymous Anonimo ha detto...

Salvatore Porcelli
Josi,lascia perdere le critiche dei perbenisti. il tuo lavoro sta mettendo in evidenza un dramma che è iniziato 40 anni fa e che adesso deve trovare una pacifica e giusta soluzione per tutti attraverso una nuova politica al servizio del popolo. gli onesti non sono solo quelli che si sono comprati la casa legale con il mutuo . devono vergognarsi quelli che dicono che la famiglia carannante non è onesta perchè abusiva. fossero tutti onesti come la famiglia carannante. Bacoli sarebbe diversa

 
Alle 17 dicembre 2011 11:47 , Anonymous Anonimo ha detto...

sosteniamo la proposta di freebacoli per sanare gli abusi per necessità attraverso una gestione politica onesta e senza ipocrità giustizionalismo

 
Alle 17 dicembre 2011 11:51 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ermanno ritira le dimissioni!
Dopo il lungo servizio su rai uno che ha comunicato la sospensiva natalizia dell' ordinanza di demolizione, i cittadini di bacoli si attendono dal sindaco il ritiro delle sue dimissioni.
Solo così potrà onorare l' impegno contro il governo nazionale, regionale e provinciale e i tanti enti sovracomunali che opprimono il corretto sviluppo urbano del comune di bacoli, preso in diretta tv

 
Alle 17 dicembre 2011 11:52 , Anonymous Anonimo ha detto...

Il PRG è una scusa,ma davvero credete che modernizzando il PRG non ci saranno più costruzioni abusive?
Davvero credete che nelle zona dove vi sarà il divieto di costruire non faranno case?E se le faranno,dopo la scusa quale sara'?
Per i CONSIGLIERI che hanno firmato questo documento,siete in carica da quasi 2 anni,come mai non vi siete mossi con tale energia quando costruivano abusivo?Eppure nel periodo del vostro mandato di case abusive a Bacoli ne hanno fatte parecchie.
Gradirei una risposta.
cordiali saluti

 
Alle 17 dicembre 2011 11:52 , Anonymous Anonimo ha detto...

Secondo me le famiglie che hanno avuto questi provvedimenti di abbattimento, devono avere il coraggio di DENUNCIARE TUTTE LE PERSONE CHE SONO STATE COINVOLTE NELL'ABUSO a cominciare dal vigile al tecnico del comune, dall'operaio all'imprenditore che ha acceso i fari di notte e cosi' via...solo cosi' allora potremmo sperare di mettere uno 0 e ripartire daccapo e cancellare questo ridicolo sistema di corruzione di cui è malato tutto il nostro territorio!!!!Ma ripeto devono essere stesso le persone che in questi giorni hanno avuto i proveddimenti di abbattimento a denunciare e sopratutto a non aver paura di farlo, perchè alla fine sono loro che nn avranno piu un tetto, e non i tecnici oppure i vigili che se ne fregano del resto e hanno gia speso le loro care mazzette!!!!NON ABBIATE OMERTA' DI QUESTA SPORCA GENTE CHE FINGENDO DI FARE UN PIACERE SPORCA SOLO IL SISTEMA E RECA DANNI A TUTTA LA CIVILTA'!!!!!

 
Alle 17 dicembre 2011 11:52 , Anonymous New Project ha detto...

Gent.ma MariaRosaria Schiano,
quella che Lei definisce "PRIMA VITTORIA" è solo una PRIMA SCONFITTA DELLA LEGALITA' E DEI CITTADINI ONESTI!
Non metto assolutamente in dubbio che la demolizione della "propria" casa sia un qualcosa di drammatico, ma Le chiedo: quando questi signori hanno edificato (al pari di tutti gli altri abusivi che l'han fatto), erano BEN COSCIENTI di ciò a cui andavano incontro. Se ciascuno di noi, proprietario di un terreno, volesse edificarci sopra una "casa di necessità", sà cosa succederebbe? Che il rischio idrogeologico aumenterebbe vertiginosamente; che le infrastrutture già congestionate esploderebbero letteralmente; che ci sarebbe la più ampia anarchia del rispetto dei parametri edilizi (altezze, cubature, distanze...); e via dicendo.
Tenga altresì presente che IN TUTTI I COMUNI D' ITALIA esiste o un Piano Regolatore o un Regolamento Edilizio. E, per quanto vecchio, conserva la sua efficacia.
A tal riguardo, vorrei far riflettere Lei ed altri lettori che sono a favore dell'illegalità, su di un punto: è stato detto che il PRG ha 40 anni...ma è stato anche detto che gli scempi abusivistici son stati per lo più compiuti negli anni '80 e '90. SE NE DEDUCE che, quando son stati commessi gli abusi edilizi, il PRG aveva SOLO DIECI / QUINDICI ANNI, quindi era più che mai ATTUALE !!! Ovvero: si son commessi ABUSI in PIENA STRAFOTTENZA DI UN PRG VIGENTE (E ASSOLUTAMENTE NON VECCHIO alla data di violazione!!). Il PRG è definibile "vecchio" ora, ma NON QUANDO sono stati commessi gli abusi edilizi!! E gli abusi sono stati condotti quando il piano era "giovane": solo 10/15 anni aveva!!! Ci avete mai pensato a questo ?????
Inoltre, ci son stati BEN TRE POSSIBILITA' di richiedere il condono edilizio: 1985, 1994, 2003! Giusto a distanza di 9 anni l'un dall'altra (tant'è che i furbetti ipotizzerebbero uin altro condono edilizio nel 2012). Nel primo e secondo condono, la stragrande maggioranza degli abusi son stati "abbuonati", a patto che fossero interamente pagati gli oneri concessori e le dovute oblazioni. Ma lo sapete quante persone NON hanno neanche voluto pagare tali oneri, che, nell'85, erano VERAMENTE MINIMI E RIDICOLI???
Nel 2003, poichè c'erano stati i furbetti che avevano chiesto nel 1994 il condono senza neanche aver costruito... dicevo... nel 2003 è stata fatta una bella MAPPATURA SATELLITARE E FOTOGRAFICA DI TUTTA L'ITALIA, con tanto di prova dell'edificato, cosicchè si poteva EFFETTIVAMENTE chiedere il condono SOLO per gli immobili costruiti ENTRO tale data (e NON DOPO)... Era peraltro precisato a CARATTERI CUBITALI che il condono non sarebbe stato dato a chi aveva costruito in zona demaniale, vincolata.
In conclusione: CHI HA COSTRUITO 30 anni fa, lo ha fatto con un piano regolatore A TUTTI GLI EFFETTI IN VIGORE E NON "VECCHIO"!! E molti se ne sono pure fregati di chiedere il condono, oppure lo hanno richiesto ma hanno pagato solo una minima parte degli oneri, oppure hanno richiesto condono per edifici costruiti in aree vincolate. Del che, cara Sig. Scotto & "fan" degli abusivi, Vi chiedo: LO SAPETE CHE TUTTA QUESTA GENTE ABUSIVA SE NE E' FREGATA DELLA LEGGE, HA VOLUTO EDIFICARE E STRAVOLGERE IN STRAFOTTENZA UN TERRITORIO MAGNIFICO, E PROTESTA CONTRO LO STATO PER UN ILLECITO COMMESSO E PERPRETRATO NEGLI ANNI????

 
Alle 17 dicembre 2011 12:00 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ormai è chiaro, ad organizzare la protesta non sono stati i cittadini ma alcune persone venute da fuori, è strano che freebacoli presente ininterrottamente sui luoghi della protesta, non si sia accorto di nulla.
Anche la Rai, presente solo per alcuni minuti si è resa conto della situazione che aleggiava sul territorio, ma è stata subito zittita, ancora una volta Bacoli non ha fatto una bella figura.
Inoltre si è ormai chiarito che a protestare non era assolutamente tutta Bacoli, la Bacoli onesta era al lavoro e ha subito ancora una volta i disagi e i problemi provocati dagli abusivi.
Inoltre aggiungo, come già detto in precedenza, che l'abusivismo toglie qualcosa ad ognuno, non solo in termini astratti ma sopratutto di sviluppo del territorio, per Bacoli sarà difficile avere un teatro, un palazzetto dello sport, una piscina, una nuova scuola ecc.ecc. tutto questo grazie agli abusivi.
Quindi per favore Freebacoli se siete dalla parte della legalità e delle persone oneste lasciate perdere gli abusivi, che paghino le loro colpe, in fondo lo hanno voluto loro, loro a Bacoli hanno creato solo problemi passati presenti e futuri

 
Alle 17 dicembre 2011 12:31 , Anonymous Anonimo ha detto...

Alessandro78
Ho da sempre assunto una posizione pro abbattimenti, non accetto l'idea dell'abuso per necessità (poichè l'abuso è sempre una scelta, ma non è MAI l'unica scelta possibile) e rigetto l'assurda tesi del giustizialismo (chiedere che la legge sia uguale per tutti è forse sbagliato? Da quando?), ma comprendo che gli abbattimenti non possono essere l'unica soluzione. Dunque, si agli abbattimenti delle attività commerciali abusive, alle seconde case, delle case di quelli che, credendosi furbi, le costruiscono per fittarle salvo poi intestarle a figli e nipoti spacciandole per abusi di necessità di quest'ultimi. E le altre? Facciamole pagare care. Perchè sono comunque abusi ed è giusto che paghino di più. Aliquota Imu maggiorata per case abusive, applicazione di rendite catastali superiori, Tarsu, luce ed acqua ad importi molto più elevati. Facciamoli pagare ogni anno quattro-cinque volte le tasse e le spese che paghiamo noi regolari ed avremo ristabilito un criterio di equità, oltre ad aver creato un forte disincentivo alla costruzione di futuri abusi.

 
Alle 17 dicembre 2011 12:34 , Anonymous Anonimo ha detto...

speriamo non si abbatta nessuna casa ,speriamo che a Bacoli da oggi si possa costruire la propria villetta tranquillamente,io ho ancora 58.000 euro di mutuo per una casa di "NECESSITA'" se va bene vendo subito è mi faccio anch'io la villetta di necessità brava Freebacoli dai voce a chi costrusce, alle prossime elezioni tutti a votare Geppino Laringe sindaco così sai le "casette" che costruiremo

 
Alle 17 dicembre 2011 12:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mi chiedevo perchè queste proteste non nascono mai per una gestione politica dolosa fallimentare e clientelare, perchè non si manifesta per costruire una piscina comunale o infrastrutture per il bene comune protestando contro i tanti vincoli che ci sono, se gli abusivi possono ..........

 
Alle 17 dicembre 2011 12:38 , Anonymous Anonimo ha detto...

Puteolano Doc
concordo in pieno con il titolo dell'articolo e con il suo contenuto...

 
Alle 17 dicembre 2011 12:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

Gennaro Patalano
siccome non conosco i figli dei sig. Cardamuro e Carannante,vorrei approfittare di questa bacheca per dire a ragazzi : in bocca al lupo,spero che la Vostra casa non venga abbattuta,perchè siete le uniche vittime di questa triste storia...in un Italia dove chi uccide la mamma e il fratello viene perdonata,ci permettiamo di abbattere case dove vivono ragazzi innocenti che non hanno colpe?

 
Alle 17 dicembre 2011 12:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

Gianni Longo
Beh questo è un argomento tosto a cui si è difficile rapportarsi ma credo che questo grosso movimento che prevede una maggior parte di persone più o meno perbene, ma anche una minoranza, o così tale si spera, che lo strumentalizza a proprio piacimento, in questi due giorni abbia degenerato parecchio! Innanzitutto state difendendo un reato, facendo cosa? È vero che le rivoluzioni non si fanno assettati in poltrona ma impossibilitare una serie di servizi legati al trasporto pubblico come quello della raccolta porta a porta o impedire ai nostri ed ai vostri figli di tornare autonomamente dalle scuole limitrofe, o come chi come me per un urgenza legata ad un malanno del mio piccolo di due anni rischiare di non poter potarlo dal medico !!! Beh questo è troppo! Ripeto soprattutto perché quello che si sta difendendo sono comunque dei reati!!! Poi si può discutere di tutto... Del cattivo funzionamento Della giustizia in questo ramo, di certi eco mostri che rimangono al loro posto, di locali commerciali che con iloro abusi ci guadagnano pure, ma....attenzione così voi siete passati dalla parte del torto così e così e quelli del torto marcio! E il sindaco che fa la finta di dimettersi no! Per favore! Questo no, dio se esiste ce ne scampi!

 
Alle 17 dicembre 2011 12:48 , Anonymous Anonimo ha detto...

Antonio Cucciniello
la legalità vorrebbe che prima di colpire case con disabili che nulla offendono del...paesaggio....si dovrebbe colpire chi(potenti e furboni della casta) ha costruito mega residence e solarium su ruderi di epoca romana e con grande disagio paesaggistico.....ma ...la casta non si tocca...e allora scatta ..cari AMICI..la rabbia di chi non ha protezioni...e che se ha sbagliato è solo xchè a bacoli..come in tanti altri paesi..l' edilizia ed i suoi piani ....sono fermi a trent'anni fà e ..questo fa comodo alle istituzioni che da una normativa chiara e applicabile...non avrebbero nulla da guadagnare...a buon intenditore poche parole!
hai mai sentito di polizia che è andata a fare quello che stanno facendo a bacoli....a posillipo o a via petrarca ??????? ma ...dico ...voi veramente pensate che lì non si fanno abusi????? o pensate semplicemente che lì...abitano..quelli contano?????
scusate se vado oltre ..dicendo: CHE SCHIFO MI FA QUESTO PAESE DI MERDA CHE SI CELA DIETRO UN PERBENISMO E UNA DEMOCRAZIA FITTIZIA....

 
Alle 17 dicembre 2011 12:50 , Anonymous Anonimo ha detto...

considerando k vogliamo essere tutti più solidari con queste famiglie agiamo in maniera differente....bacoli..paese così unito in qst giorni, cosa ne pensate di creare una colletta per aiutare queste povere famiglie a pagare l'abbattimento?...bacoli....ki conosce qualcuno k ha degli appartamenti sfitti,ke come gesto di solidarietà li concede a queste povere famiglie almeno per un paio di anni per poco e niente?...ammettiamo tutti quanti k queste famiglie hanno commesso un'errore...poikè tutti sbagliamo, e invece di far passare per giusta una cosa k pultroppo e dico pultroppo per legge non è...rimaniamogli solidari in questo modo! dopo si k saremo un grande popolo di cui essere fieri!

 
Alle 17 dicembre 2011 12:58 , Anonymous Anonimo ha detto...

Lancio un appello a nome dei bacolesi che sono in giro per l'Italia e per il mondo: basta con le figure di merda!! I panni sporchi si lavano in famiglia! In un anno bacoli si e' elevata sull'altare mediatico per rifiuti, laghi inquinati e abusivismo! Adesso basta!! Gli altri i problemi se li risolvono senza sputtanarsi con tutta Italia! Anche perché questo metodo non sortisce nessun effetto sui politici locali che se ne strafottono! Per concludere rinnovo l'appello i problemi e le figure di merda si risolvono e rimangono in famiglia!!!

 
Alle 17 dicembre 2011 13:33 , Anonymous fabrizio ha detto...

Una palazzina su due piani di 230 mq(via Papinio Stazio) come può essere definita abuso di necessità? Per costruirla, il proprietario ha speso almeno 200.000 euro. ha alimentato l'evasione fiscale. ha costruito senza il rispetto delle normative che tutelano dagli infortuni sul lavoro. Con quei soldi avrebbe trovato sicuramente un appartamento in vendita, legale. O in affitto. Se poi vogliamo parlare di necessità, molti scippi sono di necessità, altrettante rapine. Che facciamo, non le perseguiamo? Per me il reato di necessità è al più quello del pensionato che nonarriva a fine mese e ruba la carne al supermercato. Attenzione poi che chi costruisce abusivamente ruba un bene collettivo: il verde, il paesaggio, l'ossigeno, la sicurezza del territorio, la possibilità di attrarre turismo ecosostenibile. Quel che si è visto ieri a bacoli è vergognoso, ripeto, vergognoso. Centinaia di persone a difesa di un esagitato che si faceva scudo in maniera irresponsabile di una ragazza disabile, invece di piangere sulla sua arroganza e rendere alla ragazza il più indolore possibile l'esecuzione della demolizione. Quindici violazioni di sigilli, ripeto 15!!! Aveva la possibilità di essere ospitato per un mese a lucrino, a spese del Comune, per poi cercarsi con calma un'altra sistemazione. Ha inscenato un putiferio indegno. Vero è che le amministrazioni locali sono state complici, sicuro. Anche i vigili che avrebbero dovuto controllare, assodato. Però se c'è uno che per costruire abusivamente elargisce voti e mazzette, prostituisce il suo ruolo di cittadino, si declassa a suddito o corruttore, sarà pure colpa sua, oppure no? Condono 2003 non estensibile alle aree vincolate è una disparità di trattamento per i campani, dite voi. Guardate che è una disparità pure condonare gli abusi, perchè significa penalizzare chi, in italia, non ha mai costruito illegalmente ed ha sempre rispettato le regole. Piano regolatore assente, aggiungete. Sì, ma un piano implica che si possa costruire in alcune aree e non lo si possa fare in altre. Quanti cittadini proprietari di terreni inedificatori hanno preferito che il piano nn ci fosse, per costruire in ogni caso? Io credo molti.
Viovo in affitto, non ho case di proprietà, non sono ricco e non potrei nè vorrei costruire abusivamente. Semplice, lineare, civile.
Il problema della casa è reale, ma lo si affronta con un calmiere sugli affitti, con incentivi alla locazione deghli immobili sfitti(quante seconde case a bacoli?), con la costruzione, ove necessario,. di alloggi in aree definite. Le persone serie chiedono questo.

 
Alle 17 dicembre 2011 13:45 , Anonymous New Project ha detto...

Quoto al 100% il commento di Fabrizio, aggiungendo quanto già detto in altro post, ovvero:
-all'atto dell'abuso, il Piano Regolatore NON era vecchio, ma GIOVANE! Se gli abusi edilizi son stati compiuti 20/30 anni fa, ed il PRG ha 30/40 anni, si deduce che, quando è stato commesso l'abuso edilzio, il PRG aveva 10 anni ed era GIOVANE E VALIDO: Naturalmente, mantiene cmq la sua efficacia, ANCHE OGGI. Per cui, SI DOVEVA VEDERE E RISPETTARE IL PRG 30 anni fa, e NON adeguare il PRG da farsi nuovo alle illegalità commesse!
-Ci son 1.300 edifici abusivi a Bacoli da abbattere e 70.000 in tutta la Campania. ESEGUITE LE DEMOLIZIONI, NEL RSIPETTO DELLA LEGGE E DELLE PERSONE LIGE ALLE LEGGI!

 
Alle 17 dicembre 2011 13:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ma i Cardamuro dove erano quando hanno abbattuto la casa della Strigari? Perchè non lo hanno inscenato allora tutto questo putiferio così quella poverina aveva anche lei la sospensiva? Se sono così potenti..............

 
Alle 17 dicembre 2011 13:47 , Anonymous Anonimo ha detto...

vorrei dire ai giovani bacolesi : non fate come noi che in passato abbiamo creato delle corporazioni e delle lobby,veri e propri serbatoi di voto per i politici,che ricambiavano promettendo di difendere i loro interessi( abusivismo edilizio,lidi e parcheggi abusivi ecc ecc)a discapito della collettivita'...non delegate,scendete in prima linea,basta con questi vecchi tromboni che vi rubano il vostro futuro......vorrei un sindaco e una giunta comunale fatta da giovani di 30 anni. GENNARO di Cappella

 
Alle 17 dicembre 2011 14:56 , Anonymous Anonimo ha detto...

A NEW PROJECT:

Ma che lavoro fai?
Stai dalla mattina alla sera vicino al computer a sputare sentenze e a riempirti la bocca di frasi fatte e luoghi comuni di cui mi sa che manco ne conosci il significato e tanto meno il valore!
Io ho l'impressione che tu LA ZAPPA IN MANO NON L'HAI MAI PRESA!

 
Alle 17 dicembre 2011 15:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

bravi ragazzi, sono con voi

 
Alle 17 dicembre 2011 15:12 , Anonymous Anonimo ha detto...

Io sottoscrivo tutto quanto scritto finora da new project.
Resto davvero allibita per quella che nonostante tutto resta la mentalità dominante del campano medio: la cultura dell' illegalità.
Non esiste un' azione illegale di necessità. Non si possono fare dei distinguo perchè questi inevitabilemnete portano ad azioni a valanga dove chiunque pretenderà che la sua posizione sia più di "necessità" di altre.
La legge va rispettata SEMPRE e DA TUTTI. Non vedo giustizialismo nell' applicare un provvedimento di legge, piuttosto che se ne applichino di più.
Io non provo dispiacere per quelle famiglie e i loro figli, magari possono finalmente imparare che esiste uno Stato con delle leggi che vanno rispettate e dove tutti abbiamo gli stessi diritti e DOVERI!
Magari da oggi in poi al politico o al tecnico del comune che gli propone di chiudere un occhio se vogliono costruire al di fuori della legge e allungano la mano per riscuotere, risponderanno con una bella denuncia.
Magari possiamo imparare da qui cosa possiamo fare noi come cittadini: difendere i nostri diritti e onorare i nostri doveri.
Insegnamo questo ai nostri figli invece di portarli nelle piazze a farci da scudo per difendere un' azione illegale.

 
Alle 17 dicembre 2011 16:18 , Anonymous Anonimo ha detto...

Per i bacolesi che ricevono telefonate da conoscenti, sparsi in Italia e nel mondo, che chiedono informazioni sullo squallore degli abusivi, a cui stanno assistendo in tv, consiglio di dire che i protagonisti sono napoletani insediati a bacoli negli ultimi anni. Cerchiamo di limitare i danni d'immagine!! Dopo rifiuti e laghi inquinati, ampiamente pubblicizzati grazie a Freebacoli, adesso gli abusivi!! E poi parlano di turismo! Ma chi vuoi mai che venga in un posto del genere???

 
Alle 17 dicembre 2011 19:03 , Anonymous New Project ha detto...

Gentile anonimo che mi chiedeva "che lavoro fai?"
Rispondo al Suo quesito dicedoLe che la mia attività lavorativa è di tipo telematica, logistica (import-export) e certificativa, nonchè esplicata in ambito edilizio, e, per quanto esuli dal discorso in atto, personalmente ho SEMPRE pagato tutte le tasse dovute allo Stato. Probabilmente, ai Suoi occhi, ciò che ho scritto sembrano cose inventate, ma La invito a leggere un pò di giurisprudenza in merito e ad allinenarsi alle leggi che normano lo Stato Italiano.
Nella fattispecie, La invito a leggere gli artt. 40 e 41 del DL. 380/2001 (Testo unico sull'edilzia) che, di fatto, recepisce tutta la precedente normativa ed è la colonna portante della materia edilizia italiana.
Naturalmente, evidenzio che son PIENAMENTE d'accordo per la demolizione di TUTTE le opere abusive... Peraltro, che io sappia, a Bacoli sono previste ben 1.300 demolizioni di opere abusive (e ben 70.000 in Campania), per cui gli episodi di questi giorni sono solo l'inizio di una lunga OPERA PURIFICATRICE DAGLI ABUSI COMMESSI DAI FURBETTI A DANNO DELLA COLLETTIVITA' INTERA.
Se poi Lei rientra tra coloro che hanno edificato abusivamente, senza chiedere permesso a costruire, in barba ai condoni ed a qualunque legge urbanistica... beh, allora il Suo discorso di appoggio a chi ha perpetrato tali illegalità è ovvio.

 
Alle 17 dicembre 2011 20:22 , Anonymous Anonimo ha detto...

Cmq il disegno dello squalo è fantastico! :)

 
Alle 17 dicembre 2011 21:01 , Anonymous Anonimo ha detto...

Roberto De Gregorio
spesso i movimenti, gli attivisti e la coesione tra persone comuni, riescono a trovare soluzioni pratiche e logiche per la risoluzione dei problemi,chi governa si trova ad ammistrare senza pari giudizio sull'applicazione delle leggi..il tutto passa DAL RISPETTO DELLA COSTITUZIONE alla scelta di fare non a chi figlio e a chi figliastro!

 
Alle 17 dicembre 2011 22:59 , Anonymous Anonimo ha detto...

Francesca Rimauro
Guardi,mi sembra strano perchè l'altro giorno alla manifestazione del fusaro,facevano passare le donne ke avevano bambini in macchina,ed anche un medico...e questo glielo garantisco xkè mi trovavo là ed ho visto qste cose...mi dispiace che lei si sia trovato in difficoltà...xò qualcosa bisognava farlo...e ripeto e sottolineo che siamo tutti più o meno in difetto!!!Ripeto e sottolineo che si debbano rivedere i singoli casi.
Ognuno la pensa in un modo...secondo me nn dobbiamo accusare le xsone che hanno costruito nei propri terreni di essere furbi...xchè nn hanno tolto niente a nessuno...e qsto l'ho già scritto prima,casomai sono stati vittime di una legge assurda,che nn prevede la messa in regola delle loro abitazioni,anche se agibili e quant'altro...questo è il problema...nn sono xsone egoiste come le descrive lei,xkè si sono rimboccate le maniche e hanno fatto dei sacrifici pur di dare un tetto alla propria famiglia!!!I veri egoisti sono stati quelli che più di 15 anni fa hanno avuto gli alloggi nelle palazzine di cappella...xsone che avevano un posto di lavoro e che hanno ancora adesso,togliendo la possibilità a chi ne aveva bisogno di avere una casa dignitosa...ed io,e la mia famiglia ci siamo ritrovati proprio in mezzo a quelli che ne avevano diritto,ma nn fummo graziati anche se di li a poco ci sarebbero cadute le pietre in testa.

 
Alle 17 dicembre 2011 23:00 , Anonymous Anonimo ha detto...

Francesca Rimauro
Mia madre,vedova e disoccupata,con due figlie da mantenere si arrese,xchè capì che nn vi era alcuna possibilità di avere quel tanto sperato appartamento,e con i soldi dell assicurazione che "risarcì" la perdita di mio padre comprò un appartamento,dove viviamo tutt'oggi...ecco allora chi è stato più disonesto???i signori cardamuro e carannante,o quelli che senza diritto alcuno si sono appropriati di qualcosa che nn gli spettava???La legge è ingiusta,secondo il mio modesto parere,xchè nn dà l'opportunità a tutti di "costruire"il proprio futuro in modo legale...al sud sopratutto!!!

 
Alle 18 dicembre 2011 12:51 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mario Capuano
vorrei, attraverso questo giornale,esprimere la mia solidarieta' alle famiglie colpite dalle INGIUSTIZIE DELLA GIUSTIZIA!!e, contemporaneamente invitarle a nn DEMORDERE.Gli abbattimenti da fare a bacoli sono BEN ALTRI . attaccare sempre la povera gente nn VALE!! a bacoli ci sono interi villaggi costruiti ANCHE su ruderi romani, nn ultime alcune ville a baia e...scalandrone: LA' ' LE STELLE STANNO A GUARDARE...' come sempre mi assumo le responsabilita' di quello TESTE' detto.

 
Alle 18 dicembre 2011 13:52 , Anonymous Anonimo ha detto...

Gianni Longo
Beh vede io parto da un concetto generale, poi andare nello specifico è un'altra storia anzi tante storie...Ma non è la lex ad essere ingiusta è disonesto chi non la fa applicare a dovere cadendo nella trappola degli affari loschi a danno della povera gente e questo succede un po' ovunque e soprattutto al sud del mondo dove siamo noi.....Per questo uno dovrebbe cercare nel proprio piccolo di rasentare la perfezione dell'onestà anche se so che non è semplice...saremmo tutti dei santi!Comunque do' un in bocca al lupo a tutte quelle persone che sono realmente in difficoltà e che ne possano uscire nei migliori dei modi! ;)

 
Alle 18 dicembre 2011 14:24 , Anonymous Anonimo ha detto...

Guido Daniele Villani
Ragazzi scusate la mia ignoranza... Ma questi "anni di sacrifici" non si sapevano fare anche pagando un mutuo? Insomma c'è una legge, e per quanto non venga applicata per tutti rimane legge. Sono d'accordo sul fatto che personaggi sopra la normale cittadinanza beneficiano di privilegi che sono assurdi; presa coscienza di questa situazione vergognosa, personalmente ritengo che se ci si vuole opporre a questo giustizionalismo non si possono difendere persone che hanno costruito abusivamente, piuttosto protestare davanti agli edifici dei privilegiati, ecco questa credo che possa essere la strada giusta. E in quel caso sarei felice di partecipare alla causa.

 
Alle 18 dicembre 2011 14:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mario Capuano
scusa guido, ma una legge che nn viene APPLICATA per tutti nn e' LEGGE e'..... LEGGErina; solo a tutela di squallidi personaggi che , purtroppo ALLIGNANO c/o di noi.buone feste

 
Alle 18 dicembre 2011 14:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

Guido Daniele Villani
Certo e non ti do torto, ma credo che si debba andare dai diretti interessati a rivendicare una legge attuata da tutti per tutti; voglio dire, vogliamo che la legge valga per tutti o che NON valga per nessuno?

 
Alle 18 dicembre 2011 14:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mario Capuano
precisamente, ci sono 'faccendieri d'assalto' da noi che , da sempre fanno i cazzi loro( scusa) su un territorio che e' di tutti,PRIORITARAMENTE inziamo da loro .

 
Alle 28 giugno 2012 02:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

Intanto si continua imperterriti a permettere abusivismo su abusivismo !Vi segnalo lavori abusivi in localita' Cappella nei pressi della cosiddetta passeggiata panoramica dopo le palazzine nel pezzo distrada che porta a via panoramica ; il quale non molto tempo fa fu oggetto delle attezioni di free bacoli per l'indecenza in cui giaceva la passeggiata. Un'altra "casa di necessita'"o palazzo di quattro appartamentoni in via di ristrutturazione Abusiva.

 
Alle 20 luglio 2012 17:31 , Anonymous Anonimo ha detto...

Qualcuno mi sa dire cosa è la Felice Coppola Group costruzioni?
Via Zeccagnuolo, 71 84016 Pagani Salerno
081 8232321

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page