This page has moved to a new address.

AGGIORNAMENTI – Continua la Demolizione di Casa “Barone-Carannante”: C’è da Rimuove il Tetto in Amianto - FOTO

Freebacoli: AGGIORNAMENTI – Continua la Demolizione di Casa “Barone-Carannante”: C’è da Rimuove il Tetto in Amianto - FOTO

martedì 7 febbraio 2012

AGGIORNAMENTI – Continua la Demolizione di Casa “Barone-Carannante”: C’è da Rimuove il Tetto in Amianto - FOTO

image Continuano le operazioni di abbattimento e bonifica dei luoghi in località “Mazzoni”, tra le degradate frazioni del Fusaro e di Cappella: ci vorranno decine di migliaia di euro per rimuovere e smaltire le laste d’amianto di cui è costituita quella che era l’unica casa di proprietà, edificata senza licenza, della famiglia Barone-Carannante.

Un “abuso di necessità” il quale, dopo esser stato reso inagibile a seguito di una prima demolizione avvenuta nel corso di una tumultuosa mattinata di fine dicembre, dopo circa due mesi dall’arrivo delle forze dell’ordine sarà definitivamente rasa al suolo entro le prossime settimane.

C’è da Bonificare l’Amianto

imageA dover essere bonificate dovranno essere numerose lastre di eternit presenti sia nella parte superiore della struttura che in altre sezioni della casa in frantumi, attraverso la manodopera specializzata di una ditta individuata dalla Procura di Napoli e lautamente pagata dal Comune di Bacoli.

Area Militarizzata

In vista di questi ulteriori abbattimenti, nella mattinata di oggi, dopo l’inizio delle opere di ieri, si è assistito nuovamente ad una sorta di militarizzazione dell’area di cantiere a cui per diverso tempo non è stato possibile avvicinarsi neanche per scattare foto utili per documentare quanto stesse accadendo, nonché le dinamiche dei lavori in itinere.

Un divieto, imposto dai carabinieri lì presenti, successivamente ritirato a seguito di una lunga diatriba tra gli uomini in divisa e dei fotoreporter lì presenti.

FOTO SCATTATE OGGI, 07.02.2011

image image image   image   imageimage


M.Rosaria Schiano
Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it 

Per Saperne di più: CLICCA QUI

Etichette: ,

10 Commenti:

Alle 7 febbraio 2012 17:04 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sergio Travi
Uno non vuole essere polemico per forza, però diamine... scusate, ma l'amianto là sopra, materiale pericolosissimo e non più in vendita dal 1994, che, abusivismo a parte, da solo giustificherebbe interventi da parte dell'autorità pubblica, ci è andato a finire da solo o ce l'ha messo qualcuno?

 
Alle 7 febbraio 2012 18:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

Infatti dal lontano 1994 che è stato vietato dalla legge...la casa però era stata costruita prima di quella data,(ricordiamo che questa casa è stata abbattuta dopo 18 anni!!)quindi dove ancora non era vietato,e dove non si sapeva tutto quello che oggi si sa x quanto riguarda l amianto.fatto sta anche però,visto che le lamiere di eternit erano ben sigillate coperte in ogni dove,come dovevano,nn potevano causare nessun danno a cose o\e persone...

 
Alle 8 febbraio 2012 13:29 , Anonymous Anonimo ha detto...

Invece sig.Sergio lei sta polemizzando senza sapere i fatti!!daltronde come ha fatto mezza bacoli!!che ha problemi uguali a queste persone!!e loro che fanno??si nascondono(come zoccole..e scusi il termine)dietro le tapparelle...tanto il problema di chi ce l ha!!!...la lista è molto luuuunga...e finito il lavoro dei carannante,gli abbattimenti continueranno!!!...conosco molti nomi...a breve li pubblicherò!!è inutile che vi nascondete!!siate realisti!!siate consapevoli!!siate solidali!!!

 
Alle 8 febbraio 2012 18:38 , Anonymous Sergio Travi ha detto...

Che non possa provocare danni deve essere certificato da chi di dovere, non basta dichiararlo. Cqm...
Due osservazioni:
1) personalmente non ho di questi problemi perché non ho abitazioni abusive e non le ho perché sono fatto male e penso che le leggi si rispettino e punto. Per cui pago un affitto ogni mese facendo i salti mortali. C'è chi ha fatto scelte diverse pur sapendo a quali rischi andasse incontro, magari contando sulle promesse di qualche politico amico. Se le cose non sono andate come sperato non può prendersela con gli altri.
2) è singolare che un anonimo, chi cioè sceglie di non esporsi con nome e cognome (perché poi? è una discussione...), accusi altri di "nascondersi dietro le tapparelle". Strano modo di intendere il confronto. Ma, come detto, ognuno fa le scelte che vuole.

 
Alle 8 febbraio 2012 20:48 , Anonymous MONIKA ha detto...

ma figuriamoci!!nemmeno avevo notato che nn ha riportato il nome,no,non ho problemi e nn mi nascondo ..anzi!lei che fa i salti mortali x l affitto xkè nn si è mai chiesto il perchè non si poteva costruire??x 40 anni si è prolungata la cosa...forse xkè l abusivismo faceva comodo a qualcuno??poi nn penso che queste persone avessero amici politici...altrimenti nn credo si fossero trovati in queste condizioni!non me la prendo con nessuno...vedo solo il nostro paese ROVINATO DA ABUSI BEN PIù GRAVI...lei vive in questo paese??allora si guardi un pò intorno...a meno che nn ci vede bene...le cose nn hanno mai funzionato e la mia rabbia è che se la prendono proprio cn il più piccolo dei mali...!!LE ISTUTUZIONI E CHI CI HA GOVERNATO DEVE VERGOGNARSI!!BACOLI VERGONA!!

 
Alle 9 febbraio 2012 00:01 , Anonymous Anonimo ha detto...

volevo cogliere l'occasione per precisare che la legge che mette al bando l'amianto è del 1992, e che i comuni dovevano adeguarsi bonificando le abitazioni (fino alla completa demolizione se ci fosse stato pericolo per la salute pubblica.) le polveri di amianto non sono visibili a occhio nudo e creano danni non visibili nell arco di pochi anni, basta inalare piccole dosi per provocare tumori anche ad anni di distanza. Il comune ovviamente non poteva bonificare un abitazione che andava invece demolita...anzi nemmeno costruita...ma penso che questa discussione non possa essere scritta su questo blog, sono un extraterrestre che paga le tasse, vive in una casa in affitto, non ho mai fatto una falso sinistro stradale e udite udite...
credo nelle leggi... e nel fondamentale ruolo della legalità-
troppo facile accusare il sistema o la malapolitica...
se avete i nomi e le palle, recatevi dai magistrati sporgete denuncia. inutile stare qui a parlare di Abusi gravi e meno gravi, di istituzioni che Ci hanno governato.
Se hanno governato era perche li si è votati. perche ci faceva comodo la loro gestione. ora la festa è finita e tutti a condannare quel modo di fare, solo perchè le cose non ci vanno più bene.
Detto questo vi lascio alla vostra ignoranza e me ne ritorno nel mio paese
UTOPIA



Siete L'Italia da distruggere

 
Alle 10 febbraio 2012 18:33 , Anonymous Anonimo ha detto...

complimenti belle parole ma come da lei affermto più volte celate dietro un muro di utopia, ma non perchè vada infranta la legge e non certamente perchè esistono reati più o mego gravi ma semplicemente perchè il ragionamento non è completato da con la risoluzione del prolema ma anzi accende la luce su di un problema ancora più grave l'inesistenza della giustizia ma quali palle per denunciare ma lei ha mai avuto modo di confrontarsi con l'universo giudiziario è totalmente inesiste non vede come difendo la loro casta ma perchè un ing. e/o un medico devono subire processi e loro no in nome dell'indipendenza ma che stiamo scherzando la legge è uguale per tutti e forse quello che ci vorrebbe è solo buon senso ed una scala di priorità buon viaggio su UTOPIA

 
Alle 13 febbraio 2012 18:02 , Anonymous Anonimo ha detto...

voglio anche io commentare questo fatto...a parte che non scenderei mai in piazza in difesa di queste persone..sarebbe come difendere l'illegalità..è vero che bacoli è piena di abusi edilizi e non solo..ma so anche che se metto una piccola pietra nel mio giardino o se cambio il pavimento in casa senza avere i permessi necessari, i vigili vengono e fanno una bella multa..perche?'semplice, perche non faccio girare bustarelle a destra e a manco..chi ha costruito abusivamente, era appoggiato da tutti quelli che nel comune ci lavorano e che pensano bene a dividersi le bustarelle...allora..dovrei scendere in piazza e protestare cosa??? questo schifo?? vi prego..è l'ultima cosa che farei al mondo...

 
Alle 15 febbraio 2012 11:06 , Anonymous Anonimo ha detto...

bla bla bla bla bla....solo questo la gente sa fare!!!prendetevi un poco poco di "scuorno!!"

 
Alle 18 febbraio 2012 21:10 , Anonymous Anonimo ha detto...

io poi vorrei conoscere tutte queste persone ke giudicano e ke parlano di illegalita!!! se loro fanno tutto a narma di legge .... ma fatemi il piacere io penso ke ki in un modo o nel l altro andimo tutti contro legge ... allo statv zitt e non dite stronzate

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page