This page has moved to a new address.

Blitz della Guardia Ambientale, Scoperta Mitilicoltura Illecita al Lago Miseno: Denunciato il Cantiere Abbandonato – FOTO e VIDEO

Freebacoli: Blitz della Guardia Ambientale, Scoperta Mitilicoltura Illecita al Lago Miseno: Denunciato il Cantiere Abbandonato – FOTO e VIDEO

domenica 5 febbraio 2012

Blitz della Guardia Ambientale, Scoperta Mitilicoltura Illecita al Lago Miseno: Denunciato il Cantiere Abbandonato – FOTO e VIDEO

image Una domenica mattina di controlli improvvisi al martoriato lago Miseno, sito nel pieno centro di Bacoli: una decina di uomini della Guardia Ambientale (ROAS) scoprono attività di pesca e mitilicoltura illecita praticata all’interno del “Maremorto”, denunciando con materiale fotografico e cartaceo l’abbandono ingiustificato e pericoloso dell’area di cantiere per la rimozione di sabbia posta in prossimità della foce di Miliscola.

E’ partito stamane e sta continuando in queste ore il “blitz” condotto dalle forze di controllo provinciali le quali, intorno alle ore 11, erano presenti in numero abbondante alla foce di Miseno per controllore una lunga serie di irregolarità comprovate con l’accertamento sul posto.

Difatti, proprio lungo la foce che permette il ricambio d’acqua tra la laguna salmastra ed il mare del porticciolo di Casevecchie, le “guardie verdi” hanno rinvenuto la presenza di diverse nasse, reti da pesca e di sacche di mitili illegittimamente poste all’interno del “Maremorto”, scoprendo così una sorta di insolito image“rinfresco naturale” di qualche attività di ristorazione, non ancora individuata, che molto probabilmente preferiva lasciare i propri mitili rinfrescare nel lago cittadino prima che le stesse fossero poi servite ai tavoli di affamati commensali.

Il lago Cloaca, l’Assenza di Comune e Centro Ittico

Delle rilevazioni, documentate dagli organi di sorveglianza con foto e relazioni dettagliate, che hanno interessato anche l’aspetto relativo alla condizione d’inquinamento in cui si ritrova la laguna, per via dell’assoluta mancanza di manutenzione ordinaria e straordinaria prodotta dal Comune di Bacoli e dal Centro Ittico Campano.

Emblematico in tal senso è lo stato in cui continua a ristagnare una determinata area del lago, un tempo utilizzata per attività di mitilicoltura, posta a pochi metri lineari dall’Ufficio Tecnico Comunale e completamente ricoperta da rifiuti ingombranti, alghe putrefatte e chiazze putride particolarmente scure. Una sorta di piccola cloaca a cielo aperto per cui nulla ancora si è fatto nonostante le reiterate denunce di cittadini ed associazioni.

- Video Inchiesta Realizzato dalla Redazione di Freebacoli il 28.06.2010 -

Vergognosa Situazione al Cantiere Abbandonato di Miliscola

Il pool del ROAS – Raggruppamento Operativo Ambientale Speciale, riconosciuto dalla Provincia di Napoli per il controllo delle acque interne - si è poi spostato in prossimità dell’altra foce, quella di Miliscola, dove hanno rinvenuto la presenza di evidenti anomalie; imagel’area di cantiere, quella messa in piedi mesi fa per la disostruzione di sabbia all’interno della foce e sovvenzionata da fondi regionali pari a 140mila euro, è da tempo abbandonata a se stessa e priva di protezioni, rappresentando un serio pericolo sia per la salubrità dell’ambiente che, soprattutto, per la saluta delle centinaia di persone che quotidianamente attraverso il percorso pedonale.

Lavori cominciati lo scorso mese di novembre che da quale settimana sono paralizzati senza alcun tipo di spiegazione ufficiale: l’unico dato certo è che prima dell’interruzione fu richiesta, a seguito di un’anomala e copiosa presenza di schiuma all’interno del bacino lacustre flegreo, apposita documentazione che accertasse l’idoneità dei lavori ed il fatto che i medesimi non arrecassero disagi all’ecosistema lacuale, attanagliato sino ad un decennio fa da continui scarichi di liquami, tutt’ora presente nei fondali dell’area, in acqua.

Fatto sta che la documentazione ufficiale, al di là delle isteriche urla e delle minacce di denuncia di sindaco e assessore al ramo in assise pubblica, non è mai arrivata mentre il cantiere è stato addirittura abbandonato sia dagli operai che da coloro che erano e sotto ad oggi (ovviamente dietro lauti corrispettivi economici) responsabili della sicurezza.

Video Denuncia (girato a tutte le autorità competenti) Realizzato dalla Redazione di Freebacoli in data 28.01.2012

Tra i rilievi effettuati dalle “guardie verdi” vi è pure l’anormale fuoriuscita di bolle da uno delle condutture marine che collegano l’impianto di sollevamento delle acque nere di Miliscola con il canale di Procida dove, in caso di avaria delle “fogne” bacolesi (fatto non certamente raro), vengono scaricate tonnellate di liquidi provenienti direttamente da wc delle abitazioni site nel centro del Comune di Bacoli.

Giungono Anche i Tecnici del Comune

Sul posto, saputo del blitz mattutino, si sono recati anche tecnici comunali che, dopo prime perplessità, non hanno potuto far altro che constatare anch’essi la fatiscenza dell’area di cantiere.

Già nei prossimi giorni sarà possibile conoscere nel dettaglio tutte le ulteriori infrazioni rilevate dal ROAS – Provincia di Napoli.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

image

Etichette: ,

6 Commenti:

Alle 5 febbraio 2012 14:30 , Anonymous Ospite ha detto...

 Giovanni Caruso il contentino x nascordere e deviare l'attenzione dai grandi che rimangono protetti dal silenzio.

 
Alle 5 febbraio 2012 18:47 , Anonymous Domenico Tiseo ha detto...

Un GRAZIE va diretto al ROAS, gruppo che sta indagando sulle condizioni in cui si trova l'area di Bacoli. Purtroppo la disaffezione al territorio è divenuta talmente forte ed oltretutto normale che nessuno si cura più di tanto dai danni che un'azione fuori misura o fuorilegge arreca all'ambiente, tanto esso ...non ci appartiene perchè fuori dalle nostre mura domestiche.
Un GRAZIE va detto ai componenti di Freebacoli che mantengono viva l'attenzione con foto e commenti sull'Area Flegrea ! Continuate !! è l'unica possibilità che si ha per non scivolare nel baratro definitivo !!!

 
Alle 5 febbraio 2012 19:20 , Anonymous Ospite ha detto...

 Mimmo Tiseo
MANTENERE
ALTA L'ATTENZIONE SUL DEGRADO AMBIENTALE DELL'AREA FLEGREA !! C'è
troppa superficialità e con disinvoltura si compiono atti che degradano e
, talvolta, in maniera irreparabile l'Area. Un GRAZIE A LEGAMBIENTE, alla REDAZIONE FREEBACOLI che tengono viva l'attenzione.
Sarebbe auspicabile coinvolgere gli ambiti scolastici con la speranza
che, educando i ragazzi, si abbiano cittadini innamorati e difensori del
proporio territorio!!

 
Alle 6 febbraio 2012 12:18 , Anonymous Anonimo ha detto...

ma cosa c'è da festeggiare ogni notte,a torregaveta e a bacoli,ccon i fuochi d'artificio?LA DROGA!!!!!come scampia?!
mi auguro che si prendano seri provvedimenti x tutta la cittadinanza,ora siamo a gennaio-febbraio in tempi di crisi e sotto la neve,cosa ne sarà in estate?????fuochi d'artificio x ogni festa e ogni santo,ogni droga?e musica sparata fino alle 5 del mattino????torregaveta è proprio diventata un area di confine.

 
Alle 8 febbraio 2012 07:26 , Anonymous Anonimo ha detto...

...forse erano i preparativi per l'allestimento dei bancarielli di qualche presidio slow food, tipo il laboratorio del gusto di qualche settimana fa alla casina del fusaro...cozza DOP (Direzione Ospedale Prontosoccorso)

 
Alle 9 febbraio 2012 19:42 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mi sembraa una forzatura parlare di mitilicoltura , non so bene quanti quintali di cozze hanno trovato ma se si tratta di pochi Kg , magari lasciati da qualche pescatore , e' una vergogna creare allarmismo contro una categoria che purtoppo non sa difendersi.

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page