This page has moved to a new address.

Bracconaggio al Lago Lucrino, Ritrovato Materiale da Caccia: Indaga la Guardia Forestale - FOTO

Freebacoli: Bracconaggio al Lago Lucrino, Ritrovato Materiale da Caccia: Indaga la Guardia Forestale - FOTO

venerdì 16 marzo 2012

Bracconaggio al Lago Lucrino, Ritrovato Materiale da Caccia: Indaga la Guardia Forestale - FOTO

Lucrino dal latino "lucrum" che significa guadagno, lucro, profitto...
Suona come una coincidenza, eppure sembra proprio che gli antichi Romani, a differenza nostra, sapevano certamente come sfruttare al meglio le risorse idriche di questa terra meravigliosa. Eh già...perchè furono proprio loro nell'anno 90 a.C. che installarono in questa laguna salmastra, un allevamento di pesci, crostacei e addirittura ostriche, di cui il senatore Sergio Orata sembrava essere particolarmente ghiotto. 

E invece di cogliere questi insegnamenti e farne tesoro, l'odierna società flegrea, sembra avere tutt'altre intenzioni sull'utilizzo di questo grande specchio d'acqua. Durante un sopralluogo infatti, abbiamo potuto notare, che anche quì il Degrado non manca mai e si diffonte per esteso con vari cumuli di spazzatura indifferenziata, posti in vari punti della strada che circonda il Lago.

Ma non vogliamo essere pignoli, oramai simili scenari ci risultano abituali e scontati...difatto come già ripetuto, l'eccezzione è trovare un singolo angolo di questo paradiso terrestre, e constatare che non sia inquinato da rifiuti ingombranti, spazzatura e "quant'altro". 

Degrado Senza Fine

Senza contare, i vari spazi pubblici privi di un Servizio di Giardinaggio, che permetterebbe, se non di realizzare qualche struttura ricreativa per i più piccoli, quantomeno di godersi lo spazio verde all'aperto. Spazi che vengono lasciati troppo spesso alla vegetazione selvaggia ed alla mercè di qualche incivile che puntualmente ci getta il televisore di troppo, il frigo rotto, il microonde vecchio etc. E pensare che tali meraviglie della natura ci sono invidiate da diversi paesi dell'entroterra ( soprattutto al Nord ) i quali saprebbero sicuramente apprezzarle e valorizzarle meglio di noi.

Oltre al Fogliame presente in strada, vi sono questi canneti altissimi, di cui abbiamo già parlato in un precedente articolo, i quali rappresentano sì un habitat perfetto per gli uccelli che vi trovano riparo, ma il cui sviluppo dovrebbe quantomeno essere monitorato, visto che si tratta di una specie invasiva, la quale se lasciata crescere all'infinito, invaderebbe la costa intera del lago stesso, deturpando quindi il panorama, che verrebbe così inevitabilmente trasformato in un bosco di sterpaglie rinsecchite, scenario perfetto per quei numerosi documentari americani che vanno in onda in più di qualche emittente privata. 

Ma la cosa più fastidiosa da vedere, a nostro avviso, è il fatto che, un lago così bello debba essere attanagliato sia dall'inciviltà di coloro che vi sversano rifiuti d'ogni genere ( come pneumatici, lattine, bottiglie di vetro, plastica etc. ) e sia da tutte quelle attività ristorative le quali non si accontentano della privilegiata ubicazione dei propri locali, e pertanto decidono di sfruttare ulteriormente il paesaggio, costruendoci sopra una bella pedana abusiva che in estate, farà "sborsare" fior di quattrini per tutti coloro i quali vorranno immortalare i propri eventi celebrativi, sulle sponde del Lago lucrino.

BracconaggioAll'Interno del Lago

E come troppo spesso accade nel nostro Comune, parlando di Natura violata, balza fuori dal nulla l'argomento "Abusivismo Edilizio" che puntualmente riveste il suo ruolo di principale colpevole dell 'Inquinamento della nostra terra. Ma oggi non è neanche di questo che vogliamo portare alla vostra attenzione. Oggi vogliamo parlarvi di Bracconaggio...Sembra una parola lontana, troppo complessa per essere accostata al nostro piccolo paese, ed in effetti a primo impatto anche noi stentavamo a crederci. 

Sta di fatto che abbiamo scoperto, lungo tutta la costa del Lago, diversi stampi artificiali di anatidi, che galleggiavano  sulla superfice dell'acqa. 

Per chi non lo sapesse, tali riproduzioni di plastica, servirebbero ai cacciatori per attirare l'attenzione di gruppi di volatili i quali, passandoci vicino, scambierebbero la "papera finta" per un loro simile, permettendo ai bracconieri appostati e nascosti, di approfittare della loro confusione e - BANG!...Un sol colpo di fucile ed il gioco è fatto!

Attività Ludica

E ci sembra davvero un gioco di cattivo gusto, considerato che l'inquinamento dell' area ci fa dubitare sul fatto che tali persone, raccolgano successivamente le proprie vittime per mangiarle. Anzi...il fatto di aver ritrovato più di qualche carcassa di uccello in putrefazione, sulla superfice dell'acqua, ci fa capire, che questa attività è effettuata per puro divertimento.

Tuttavia in tali situazioni non ci si smette mai di meravigliare...Avanzando lungo il percorso e addentrandoci in una delle poche sporgenze di terra presenti sulla costa, abbiamo ritrovato fra rami e cespugli, degli oggetti che ci hanno fatto fatto pensare ad una vera e propria postazione di caccia. 

Uno sgabello, un binocolo, ed alcuni strumenti artigianali, usati per riprodurre il naturale richiamo degli animali interessati. E a questo punto nulla può più farci dubitare di quello che abbiamo difronte...un vero e proprio episodio di caccia illegale, attività vietata in un luogo pubblico quale il lago Lucrino e che potrebbe causare, nel migliore dei casi, non pochi danni a passanti e canottieri che amano allenarsi proprio su questo specchio d'acqua. 

Proseguono le Indagini della Guardia Forestale

Avvisate le Forze dell' Ordine Competenti, le quali si apprestavano a sequestrare il tutto, veniamo a conoscenza del fatto che la Guardia Forestale ha richiesto l'apertura di un indagine in seguito al ritrovamento di diverse gabbie e reti illegali per la cattura di uccelli quali canarini, tortorelli, Verzelli, Fringuelli etc.
Ed avviandoci verso la conclusione, vorremmo farvi riflettere su un aspetto decisamente malinconico di quest' "avventura".

Camminando sulla Strada principale che percorre il Lago, vi si possono trovare numerosi cartelli indicativi che illustrano le numerose specie protette che "dovrebbero" abitare la flora circostante. 

Eppure è alquanto triste, pensare che laddove l'uomo non riesca a danneggiare Madre Natura con l'Inquinamento Diretto, debba provarci per l'ennesima volta con la Violenza, le Armi e la Caccia...come a voler appagare questa estrema ossessione di far del male, senza capire che come dicevano i nostri nonni, chi sputa verso il celo, già è a conoscenza della destinazione finale della propria saliva. 

Ricordiamo inoltre, che la caccia pur essendo un 'attività concessa in alcuni periodi dell'anno e fruibile esclusivamente in zone ben definite ed indicate come tali, insieme alla pesca, sono assolutamente vietate nell'area del Lago Lucrino; divieto facilmente visibile dai numerosi segnali cartellonistici presenti nella zona.
Inoltre dal sito della Regione Campania, si può facilmente consultare la Norma Specifica che Regolamenta tale questione, vale a dire la "Legge Regionale 10 Aprile 1996" n. 8 per la Protezione della Fauna Selvatica e Disciplina dell' Attività Venatoria in Campania che prevede l'arresto da 3 mesi a 1 anno e l'ammenda da 600,00 a 6.000,00 € per i trasgressori, di vario grado, di questo decreto.Con la speranza che i colpevoli di questa tragedia vengano fermati, ci auguriamo che il problema possa risolversi presto e che finalmente le creature di questa terra vengano lasciate libere una volta e per sempre di ripopolare questo angolo di paradiso terrestre. 

Invitiamo oltretutto i nostri lettori, a segnalare alle Forze dell' Ordine eventuali episodi sospetti.

M.Rosaria Schiano
 Redazione Freebacoli
 freebacoli@live.it

Etichette: ,

2 Commenti:

Alle 16 marzo 2012 13:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

Salvatore Merone
Le vostre sono solo supposizioni,non è detto che siano bracconieri,ma amanti del birdwhatching o semplici fotografi.Poi non avete ricordato, e chissa' come mai, che quella zona (lago Lucrino e D'averno)la notte sono bombardate da musica as...sordante emessa da una miriade di locali notturni che stanno proprio sulle sponde dei 2 laghi,e come dovreste ben sapere gli uccelli acquatici migrano di notte quindi vi lascio immaginare il danno che creano a questi migratori.Ed infine, a mio modesto parere,la storia dei cacciatori di frodo sul lago Lucrino mi sa di stupidaggine.

 
Alle 16 marzo 2012 13:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

Aej sient a chist, sient.
Ma invece e sparà all'animal perchè nu sparan all'uommn?
ma famm capì, e a guardia forestale indag p' sfizio?

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page