This page has moved to a new address.

Scompaiono i Pullman da Bacoli e Monte di Procida, l’EAV-BUS Pronta a “Bruciare” 10.000 € di Gasolio al Mese

Freebacoli: Scompaiono i Pullman da Bacoli e Monte di Procida, l’EAV-BUS Pronta a “Bruciare” 10.000 € di Gasolio al Mese

lunedì 12 marzo 2012

Scompaiono i Pullman da Bacoli e Monte di Procida, l’EAV-BUS Pronta a “Bruciare” 10.000 € di Gasolio al Mese

image Un servizio del tutto inefficiente, a cui si ha intenzione di dare l’ennesima “mazzata”: l’EAVbus vuol sopprimere lo stazionamento dei pullman presente al Fusaro, proprio di fronte la fatiscente fermata della Cumana.

Ha dell’inverosimile quanto si sta perpetuando, tra il frastornante silenzio dell’amministrazione locale, contro il trasporto pubblico su gomma circolante (a stento) sul territorio cittadino.

Si terrà a giorni un importante incontro presso la sede principale della società tra dirigenza e sindacati, per mettere la parola “fine” sullo stazionamento di “bus” di linea di proprietà Schiano e preso in fitto dalla società regionale.

Gli Introiti da Selex e Comune di Monte di Procida: 240.000 all’Anno

Area spaziosa, ed in cui lavorano una quindicina di lavoratori, presso la quale al momento stazionano poco più di una decina di “macchine” (gergo tecnico per indicare i pullman) utili per il trasporto, reso possibile mediante una convenzione da 170.000 euro annui, dei dipendenti “Selex” verso casa e per la tratta “ex Schiano” che dal capolinea di Torregaveta permette il trasporto dei martoriati pendolari verso la piccola Monte di Procida.

Cittadina flegrea che, attraverso l’esborso di un corrispettivo pari a 50.000 euro, usufruisce degli stessi anche in occasione delle ben note festività estive che, tra “Feste del Mare” ed eventi vari, trasportano verso il centro del paese migliaia di turisti e curiosi, condotti presso lo spiazzale di Acquamorta proprio grazie al servizio delle “navette gialle” solitamente parcheggiate proprio in via Ottaviano Augusto al Fusaro.

Ebbene nonostante questi servizi, che portano nelle casse della società un introito annuale minimo di 240.000 euro, l’EAVbus ha seria intenzione di chiudere i cancelli dell’area di parcheggio, trasportando le “macchine” verso l’altro stazionamento di Agnano.

imageSlittamento incomprensibile che, al di là di inutili aggravi economici che andremo ad analizzare di seguito, costringerà l’utenza sopraindicata ad un’irreparabile carenza del servizio reso visto che, in casi di rottura di pullman o di ritardi improvvisi, nuovi bus dovranno partire non più dal Fusaro ma addirittura da Agnano.

Ma quali sono le reali motivazioni di una scelta tanto scriteriata?

Fusaro-Agnano: Ogni Pullman Percorre 900 km al Mese “A Vuoto”

Beh, innanzitutto la società regionale non è proprietaria dello spiazzale e quindi, a seguito di un contratto stipulato nel 2008 (anno in cui le linee su gomma della SEPSA e la propria flotta di autobus interurbani sono state acquisite dall'Ente Autonomo Volturno, di cui la SEPSA è membro, che ne gestisce in esclusiva l'attività tramite l'EAV-Bus, limitando l'attività della SEPSA alla sola gestione delle linee su ferro) ed in scadenza nel 2017, con l’abbandono della zona andrebbe a risparmiare una somma pari a 4000 euro mensili.

Questo perché lo stazionamento puteolano verso cui verrebbero spostati i pullman, non comporta alcuna spesa di “occupazione” in quanto è di proprietà dell’azienda.

In più all’interno del sito in questione sarebbero presenti, a detta dei periti della EAV, alcuni limiti strutturali che metterebbero a rischio l’incolumità dei lavoratori. Come se poi dal 2008, solo oggi ci si fosse accorti di incongruenze già presenti all’epoca della firma al costoso contratto di fitto.

Senza senso logico invece lo “pseudo-risparmio” annunciato in relazione al canone di fitto. E basta prendere penna, stradario e calcolatrice per rendersene conto.

Eliminando il punto strategico del Fusaro, e spostando il tutto verso il napoletano, ognuno dei pullman lì presenti sarebbe costretto a compiere quotidianamente 15 km “ad andare” ed altri 15 km “a venire”, completamente a vuoto: 30 km giornalieri che, in un mese, toccano quota 900 km.

I Calcoli Assurdi della EAV: Risparmi 4000 euro per perderne 6500

image E come si coprono i km? Con il gasolio. Sì, proprio quella merce sempre più rara e costosa il cui prezzo aumenta di giorno in giorno arrivando a toccare nelle ultime settimane un prezzo medio di 1,80 euro a litro.

E quanto consuma un pullman di media? Orientativamente 3km a litro. Quindi per coprire 900 km ( lo si ripete, assolutamente a vuoto) ci vorranno ben 300 litri di gasolio, il cui prezzo è pari a 540 euro.

Le prime centinaia di euro al mese buttate nel water. Il primo schiaffo alla miseria.

E stiamo parlando, si badi bene, soltanto di un singolo automezzo. Se si considera che le “macchine” al Fusaro son ben 12, allora si capirà che la spesa complessiva (540 moltiplicato per 12) sale a 6480 euro.

Il tutto senza considerare i costi in aumento in caso di traffico, guasti, rallentamenti e le inefficienze dovute alla mancanza di “ricambi” vicini al territorio “di lavoro”.

Quindi l’astuto Ente Autonomo Volturno riuscirà nell’ardua impresa di risparmiare 4000 euro al mese, per perderne 6500. Bruciando altri 2500 euro.

La Proprietà Schiano Non Molla il Contratto Sino al 2017

Quando si dice “sono andato per darle, e le ho prese”.

Ma non è finita qui, perché la “mazzata”, a seguito di una scelta tanto irresponsabile, potrebbe essere ancor più dolorosa per le casse pubbliche. Sì perché la proprietà Schiano, con cui è stato stipulato un accordo sino al 2017, non ha alcuna intenzione di perdere il certo guadagno mensile e, nel caso in cui si concretizzasse l’ipotesi dell’abbandono, è pronta a portare la EAV in tribunale per chiederle quanto le spetta.

Difatti l’unico motivo per il quale, secondo contratto, l’EAV può rescindere l’accordo è il caso in cui perda la gestione del trasporto pubblico su gomma. Cosa, al momento, non avvenuta.

imageIn pratica, da un aggravio di 2500 euro al mese, si passerebbe velocemente ad una spesa superiore ai 10.000 euro.

E chi paga? Tu, proprio tu che stai leggendo. Tu che, bacolese o montese che sia, hai una Cumana fatiscente e sei privo di Metropolitana. Tu che aspetti mezz’ora per un pullman perché i “bus” di linea diminuiscono giorno dopo giorno, a causa dell’usura del tempo e della mala-politica.

Tu che non riesci a prendere il treno perché non vengono rispettate le “coincidenze” (la famosa intermodalità dei trasporti) tra pullman e treno. Tu che paghi biglietti ed abbonamenti senza ricevere un servizio adeguato.

Sì, perché sei tu che pagherai per le scelte infelici di chi gestisce le arterie del settore pubblico; o che, peggio ancora, subisci passivamente i silenzi di una classe politica che non mette bocca sulle inefficienze del trasporto pubblico.

La Nostra Proposta: Risparmiare Veramente Portando i Pullman al Fusaro

E allora cosa fare? La proposta è così talmente semplice che, senza voler sottolineare i demeriti di nessuno, era già stata pensata anche da passati dirigenti dell’EAV.

Non pensare di chiudere lo stazionamento (tra i più redditizi della Campania), ma anzi potenziarlo per evitare altri sprechi, portando lì i 2 pullman delle tratte “Miseno-Cuma” ed i 4 dello storico “Baia-Torregaveta” che ancora oggi, clamorosamente, anziché essere parcheggiati al Fusaro vengono portati ad Agnano percorrendo km e km del tutto inutili e lautamente supportati da acquisti di litri e litri di gasolio.

imageIn tal modo, con le 6 “macchine” a bordo, potrà esservi un nuovo risparmio di 3240 euro al mese (coprendo così il mensile da 4000 euro da consegnare a Schiano), accompagnato da una maggiore funzionalità e reperibilità dei mezzi.

In caso a contrario, decidendo quindi per l’opzione “tutto ad Agnano”, sarebbero mandati in fumo ben 10.000 euro di gasolio al mese.

Le soluzioni sono quindi a portata di mano e facilmente comprensibili: non recepirle significherà agire in malafede, ad esclusivo danno dei cittadini.

Basta Inutili Spot sulle Spalle degli Utenti: Amministrazione Assente

Le azioni “d’immagine” per poi dire “stiamo tagliando per risparmiare”, non servono a nulla se poi non sono suffragate da reali migliorie in termini economici e qualitativi.

I pendolari locali non sono disponibili ad essere nuovamente trattati da cavie da laboratorio.

Il buon senso torni ad albergare nelle menti di questi “luminari del dissesto finanziario” e ricordi a tutti, in prima istanza ai silenti politicanti locali, che gli incarichi pubblici servono per tutelare la comunità.

Chi non ha intenzione di perseguire quest’obiettivo, può comodamente restare al palo in attesa di qualche nuovo carrozzone in cui compiere razzie e ruberie.

Il settore pubblico ha già ampiamente dato.  

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: ,

22 Commenti:

Alle 12 marzo 2012 18:19 , Anonymous Anonimo ha detto...

MA CHIST SO PAZZ!?

 
Alle 12 marzo 2012 18:33 , Anonymous Anonimo ha detto...

ma si!!!! togliamo anche i pullman, abbiamo tolto la cumana di baia,via questi ultimi adesso....!!!
tagliati fuori dal mondo...speriamo i bacolesi finalmente si rendono conto di che pasta son fatti...a piedi tutti...e viaaaaaaaaaa

 
Alle 12 marzo 2012 20:21 , Anonymous Anonimo ha detto...

PENSO CHE CHI HA DECISO SIA O INCOMPETENTE O MALE CONSIGLIATO,
GIUDICATE VOI.



CONTE PROCOLO

 
Alle 12 marzo 2012 21:00 , Anonymous Anonimo ha detto...

Anche se dovesse essere chiusa la rimessa del Fusaro,il programma d'esercizio non subirebbe nessuna penalizzazione; gli orari delle corse saranno regolarmente rispettati.Per un'azienda avere una struttura aperta non di proprietà,non le comporta il solo fitto da pagare ma ci sono altri fattori e costi che vanno aldilà del maggior consumo di gasolio. Comunque una cosa è certa: la cittadinanza, sempre se dovesse verificarsi tale questione,nu subirà alcun disagio.....

 
Alle 12 marzo 2012 21:35 , Anonymous Anonimo ha detto...

fate i pulmini privati !!!!!!!!!!!!!!

 
Alle 12 marzo 2012 21:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

la cittadinanza è talmente abituata a subire disagi che nemmeno se ne accorgerà..eheheheh..cialtroni!!

 
Alle 12 marzo 2012 21:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

questo che sta accadento e' un disastro per i lavoratori e studenti l' unica cosa da fare e' creare delle corse di pulmini privati, cosi' sara' risolta la brutta situazione che si trova il paese!!! mi dispiace!!!!!!!!!!!!

 
Alle 13 marzo 2012 10:49 , Anonymous Anonimo ha detto...

giosi di a ercolino che deve andare a prendere servizio ad agnano non puo pretendere il deposito sotto casa in una struttura urbanisticamente discutibile e mal collocata.peraltro frutto di un accordo sotto b.... tra schiano e sepsa.

 
Alle 13 marzo 2012 10:51 , Anonymous Anonimo ha detto...

I bus sepsa non hanno mai fatto stazionamento al fusaro... li ci son sempre stati quelli di schiano.

E' diventato stazionamento da quando schiano ha passato la palla della linea con i "nuovissimi" automezzi e i "gentili", "efficienti" e "ottimi" autisti... io questo trovo osceno.

Perchè non li fecero allora i conti? E' possibile che l'eav non poteva trovare soluzione migliore?

Allora fu osceno!!!

 
Alle 13 marzo 2012 15:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

...verissimo, infatti è noto a tutti che tale azienda è efficientissima, i bilanci sono in ordine, i profitti crescono, così come il livello di soddisfazione della utenza, le corse sono sempre puntualissime, le macchine sono rimpiazzate spesso (e, soprattutto, pulitissime!), il personale è gentilissimo, educato e preparato...ma vi ci dobbiamo proprio mandare, o ci andate da soli ?!?

 
Alle 13 marzo 2012 16:35 , Blogger Vincenzo ha detto...

infatti, un servizio da primo mondo, sempre migliore diventa

 
Alle 13 marzo 2012 16:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

Gli orari delle corse non sono rispettati neanche adesso in realtà, figuriamoci dopo.

 
Alle 13 marzo 2012 16:46 , Blogger Vincenzo ha detto...

e non sono certo quelli di Tufano...

 
Alle 13 marzo 2012 18:17 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ercole Mirabella
A me mi viene a prendere Smmuon sai quando cazzo me ne frega che da mesi i ragazzi non riescono a raggiungere le scuole in orario per mancanza di pullman !

 
Alle 13 marzo 2012 18:17 , Anonymous Anonimo ha detto...

Puteolano Doc
ma prima non si lamentavano di non avere gasolio per far funzionare i bus???....anzichè programmare in modo migliore il servizio...mah...purtroppo l'incompetenza di questa gente è risaputa altrimenti non vi sarebbe questo stato delle cose....

 
Alle 13 marzo 2012 18:34 , Anonymous Anonimo ha detto...

Carlo Sorrentino
questi chilometri a vuoto chi li paga??????? (NOI )

 
Alle 13 marzo 2012 19:45 , Anonymous Anonimo ha detto...

MA cosa Funziona!!!!!!Ogni giorno è una lotta per raggiungere Napoli,pullman che non rispettano orari e corse,cumane che non rispettano gli orari previsti....
Paghiamo per avere un servizio totalmente inefficiente!!!!

 
Alle 14 marzo 2012 09:47 , Anonymous Anonimo ha detto...

Peppe Giardino
Un appello a questo popolo di cialtroni che sono i bacolesi(non tutti per fortuna,il buono si salva da sè)SVEGLIATEVI!!!!!!!!!

 
Alle 15 marzo 2012 06:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

Perche' qualcuno non inizia a fare un servizio con cavalli e ciucci, stile 800.tanto a bacoli non fa molta differenza non condivete? HIHIHIH

 
Alle 16 marzo 2012 14:45 , Blogger Vincenzo ha detto...

con sti prezzi dei carburanti, tornare al cavallo non è da scartare

 
Alle 17 marzo 2012 14:03 , Anonymous Anonimo ha detto...

...beh, se è per questo, anche la paglia sta salendo di prezzo, e gli equini ne consumano parecchia...sarebbe più semplice e conveniente passare agli ovini, di bacoloidi piecuri c'è grande abbondanza, sia come vettori, che come passeggeri

 
Alle 17 marzo 2012 14:04 , Anonymous Anonimo ha detto...

fai attenzione, che talvolta smmuon si fa sostituire da ficusecc

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page