This page has moved to a new address.

Operai Presi in Giro, Niente Stipendi e Nessun Futuro: Il Comune Dimentica i Cantieri di Baia

Freebacoli: Operai Presi in Giro, Niente Stipendi e Nessun Futuro: Il Comune Dimentica i Cantieri di Baia

giovedì 15 marzo 2012

Operai Presi in Giro, Niente Stipendi e Nessun Futuro: Il Comune Dimentica i Cantieri di Baia

Ancora non interamente pagati parte degli stipendi dei 120 dipendenti dei Cantieri di Baia: cala il silenzio sulle difficoltà dei lavoratori.

Proprio così, dopo uno sciopero h24, andato avanti nonostante il  freddo e la pioggia battente, durato oltre 3 settimane dinanzi ai cancelli dell’azienda ed a seguito di un corteo tenutosi lungo le strade del centro di Bacoli, chi ha protestato per vedersi concretizzare un proprio sacrosanto diritto, resta ancora a mani vuote.

Mobilitazione che ha quindi mostrato il dissenso operaio non solo nei confronti della proprietà dei Cantieri, rea di non aver provveduto al pagamento di ben 4 mensilità (più tredicesima, contributi previdenziali percepiti dalla busta paga dei dipendenti ed ignobilmente non versati all’ente), ma anche verso i taciturni amministratori locali, da tempo disinteressati alla questione.
Le Promesse Non Mantenute

Eppure, seppur solamente su carta, degli obiettivi erano stati raggiunti: dopo il corteo tenutosi in città il 16 febbraio si arrivò ad un accordo tra i sindacati e l’azienda che recitava così: “primo stipendio novembre 2011 ed acconto 13esima mensilità entro il 21 febbraio ed il saldo 13esima e mensilità dicembre entro marzo…’’; ma ad oggi è stato percepito solo la mensilità di novembre, una parte della mensilità di dicembre e la  13esima senza avere certezze sulla cassa integrazione straordinaria e senza conoscere i futuri progetti dell’azienda.

Ma ancor più grave è la latitanza degli amministratori di Bacoli i quali durante il consiglio comunale tenutosi il 27 gennaio, a cui erano presenti anche i dipendenti per chiedere un supporto, si approvò all’unanimità un deliberato di tale portata:

Il Testo della Delibera

►che tra i casi più significativied a maggiore tensione sociale, particolare attenzione meritano lo sciopero promosso da settimane dai Dipendenti della società Cantieri di Baia MERICRAFT S.p.A. in quanto la Società in parola, a seguito di esame congiunto presso la Giunta Regionale della Campania – Settore ORMEL – estendeva, dal 12 dicembre 2011, la CassaIntegrazione Guadagni Straordinaria, per crisi aziendale e per evento improvviso ed imprevisto a tutto il personale dipendente e ciò fino a tutto il 30 aprile 2012 nonché analoga grave crisi che investe anche il Cantiere Navale Postiglione;
►che la crisi della media impresa è testimoniata in modo allarmante dalla situazione della Società Cantieri di Baia MERICRAFT che, dopo oltre 40 anni di attività a Bacoli, soffre in maniera preoccupante questa crisi del settore, con gravi conseguenze per il personale applicato in azienda;
►che la difficoltà del comparto industriale in questione, dove opera personale altamente qualificato, che comprende decine di residenti bacolesi, vedrà il depotenziamento progressivo del sito;
►che è compito dell’Amministrazione Comunale, pur nei limiti legislativi attuali, cercare di affrontare la situazione, coadiuvando le Parti nell’opera di risoluzione dei conflitti ed offrendo la possibilità di organizzare un tavolo permanente;
EVIDENZIATO
►che un conflitto sociale derivante dalla crisi lavorativa emergente, a Bacoli potrebbe avere un impatto devastante, in considerazione del già debole tessuto economico – produttivo del territorio;
►che si rende necessaria un’opera di monitoraggio delle situazioni di difficoltà che emergono sul territorio comunale, anche al fine di prevenire conflitti    esuccessive difficoltà;
IL CONSIGLIO COMUNALE DI BACOLI IMPEGNA IL SINDACO
►previa necessaria consultazione di una commissione ad hoc, a partecipare ai tavoli istituzionali per la soluzione della vertenza in atto chiedendo la presentazione adhoras del piano industriale della predetta società in modo da conoscerne immediatamente le ricadute occupazionali economiche e sociali sul nostro territorio;
►a sollecitare, negli stessi tavoli, il pagamento delle 4 mensilità arretrate e monitorare i tempi e le modalità della erogazione della cassa integrazione;
►a mettere a disposizione delle Parti sociali, anche attraverso la formazione di un ufficio comunale adhoc,   le competenze ele   professionalità      presenti nell’ amministrazione comunale al fine di ridurre i conflitti, prevenire i dissidi e, laddove possibile a collaborare ed interagire con la Prefettura e le altre Istituzioni competenti per l’individuazione di punti di mediazione confronto;
►a monitorare la situazione lavorativa locale, intervenendo a favore dei lavoratori per fare in modo che gli stessi possano essere orientati verso gli istituti e gli enti preposti, in un momento di particolare difficoltà per loro e per le loro famiglie;
►a contattare gli Assessorati Regionali e Provinciali al Lavoro per i provvedimenti del caso;
►ad elaborare una interrogazione parlamentare da far veicolare tramite i partiti di riferimento dell'intero Consiglio Comunale al fine di salvaguardare la produzione cantieristica di eccellenza e di adottare provvedimenti di stimolo alle attività turistiche ad essa collegata e al relativo mercato di riferimento.

Le Memzogne della Barracca Schiano

Proclamazioni in assise cittadina in cui i consiglieri, oltre a preannunciare addirittura interventi ed interessamenti senatori dei vari partiti per portare commesse al cantiere, davano mandato per costituire una commissione ad HOC per studiare il Business Plan dell’azienda, pure perché come osservò il consigliere indipendente Josi Gerardo della Ragione “ anche il Sindaco Antonio Coppola aveva un'idea per l'area di Bacoli – riporta il verbale del Consiglio riportando l’intervento del consigliere comunale - e chiedendo quale sia il programma dell’attuale Amministrazione sui Cantieri di Baia e sull'intera area. Evidenzia che si vive attualmente la conseguenza grave della cattiva politica a livello locale, regionale e nazionale. Sottolinea l'incapacità di una programmazione riferita ai beni del territorio.’’

Ad oggi tutti sanno cosa è successo.

Niente. Com’è solita quest’amministrazione che è capace di promettere, deliberare e non portare a termine un bel nulla, il tutto sotto la difficoltà delle 120 famiglie e la serenità della politica locale.

Il Sollecito Protocollato

Per questo motivo è stato protocollato un ulteriore documento, a firma dei consiglieri Josi Gerardo Della Ragione ed Adele Schiavo, in cui si sollecita chi è al governo locale a passare repentinamente ai fatti:

Al Sindaco Pro Tempore del Comune di Bacoli
Ermanno SCHIANO
Presidente del Consiglio del Comune di Bacoli
Aniello Savoia


Oggetto: richiesta istituzione commissione per vertenza dipendenti Cantieri di Baia.

I Sottoscritti Consiglieri comunali Josi Gerardo Della Ragione ed Adele Schiavo

PREMESSO

- che a seguito del consiglio comunale svoltosi in data 27 gennaio 2012 si è approvato un deliberato all’unanimità per costituire una commissione comunale per partecipare ai tavoli istituzionali per la soluzione della vertenza in atto chiedendo la presentazione ad horas del piano industriale della predetta società in modo da conoscerne immediatamente le ricadute occupazionali economiche e sociali sul nostro territorio ed a sollecitare, negli stessi tavoli, il pagamento delle 4 mensilità arretrate e monitorare i tempi e le modalità della erogazione della cassa integrazione;

- che è seguito un accordo con i dipendenti ed i soci della società Cantieri di Baia per il pagamento delle 4 mensilità e dei contributi previdenziali;

- che il sopracitato accordo è stato completamente disatteso dalla Società Cantieri di Baia;

- che a distanza di ben 42 giorni detta commissione ancora non è stata costituita;

CHIEDE

La costituzione ad horas della commissione per migliorare la situazione occupazionale facendo rispettare l’accordo sottoscritto dai dipendenti con la società che gestisce i Cantieri di Baia.

Dario Perreca
Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette:

11 Commenti:

Alle 15 marzo 2012 21:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

ANCORA CREDETE A QUESTO QUAQUARAQUA DI SINDACO? ALLORA STATE INGUAITI. SAPESTE QUANTI IMPEGNI SI E' PRESO SENZA MANTENERNE UNO.UNO DI QUESTI E' STATO LA PRESA IN GIRO DEI 10 L.S.U. CHE STAVANO IN FORZA ALLA F.L.DOPO TANTE PROMESSE DA OTTOBRE SI ARRIVO'AL 18 DICEMBRE,E GIURO' ANCHE SU DELLE PERSONE CARE CHE PRIMA DI NATALE I 10 L.S.U. ANDAVANO A LAVORARE. SIAMO A MARZO VEDETE VOI. P.S. SONO FIGLIO DI UNO DI LORO QUESTA STORIA LA CONOSCO BENE . (SINDACO) TI AUGURO DI NON TROVARTI MAI NELLA STESSA SITUAZIONE DEGLI L.S.U. E DEGLI OPERAI DEI CANTIERI. SI NO TISSA SUL ACCIR R.

 
Alle 16 marzo 2012 07:32 , Anonymous Anonimo ha detto...

Massimo Troiano
un altro regalo di ...mo vengo

 
Alle 16 marzo 2012 07:32 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giusy Monica
‎...i bambini mangiano 3 volte al giorno...purtroppo!!!

 
Alle 16 marzo 2012 09:15 , Anonymous Anonimo ha detto...

nn scioperate nel parcheggio dell irsvem,i ragazzi devono copulare tranquillamente!!!!!!!!!

 
Alle 16 marzo 2012 09:56 , Anonymous Anonimo ha detto...

MariaDario Arpino wow !!!!!! hahaaaa

 
Alle 16 marzo 2012 10:00 , Anonymous Anonimo ha detto...

Quantomeno avere la decenza, o peggio la parvenza, da parte dei consiglieri di interessarsi al proprio territorio studiandosi il piano industriale dei cantieri di baia.... nessuno sà ad oggi se ci sarà una riconversione dell'area, se si continuerà a costruire barche o a fare rimessaggi, a divenire area turistico-ricettiva.... che vergognaaaa.... ottimo josi ed adele!!!!

 
Alle 16 marzo 2012 15:10 , Anonymous Anonimo ha detto...

Raffaele Cardamuro
Ma perché c'erano dubbi?????

 
Alle 16 marzo 2012 20:51 , Anonymous Anonimo ha detto...

Che ingenui! ma in consiglio comunale venne evidenziato il grande imbroglio che si stava preparando.
Si sono fatti altri consigli e cosa avete fatto VOI consiglieri IL SILENZIO o avete riproposto il problema:

Spero di continuare a sperare.

 
Alle 16 marzo 2012 21:18 , Anonymous Anonimo ha detto...

...e mò te ne accorgi ? dopo aver tentato di mangiare dal medesimo piatto, adesso faresti più bella figura astenendoti dallo sputarci dentro...

 
Alle 16 marzo 2012 21:22 , Anonymous Anonimo ha detto...

a presiedere la commissione, la persona giusta : il cons. marotta, così potrà ribadire la sua difesa dei "poveri imprenditori", oppure disertare sempre, come geppy il mito...

 
Alle 16 marzo 2012 22:28 , Anonymous Anonimo ha detto...

Il problema è che la situazione è molto complicata, questa crisi economica che ci sta attanagliando,in molti casi diventa anche una via di fuga per gli industriali i quali chiudono in Italia per andare ad aprire le loro attività in paesi dove la manodopera viene a costare poco.Ed i questi casi cosa fa lo Stato?pensa ad abolire l'art. 18,come se il problema di tutto fosse quello,ed una volta abolito l'economia riparte.Purtroppo non è così perchè per far ripartire l'economia bisogna investire soldi,e qui arriviamo al dunque bisogna capire cosa fare,se i cantieri devono continuare nel loro abituale indirizzo o si dovrà riconvertire e trasformare tutto in strutture turisctiche ricettive sempre nel pieno rispetto dell'ambiente.Mi scuso per la lunghezza e chiudo esprimendo la mia piena solidarietà ai lavoratori,dobbiamo lottare uniti perchè i signori politici non hanno ancora capito che il loro tempo è finito,basta con Berlusconi,Bersani,Casini,Rutelli,Fini,tutti a casa ci hanno portato per mano in questa crisi poi chiedono aiuto al Professore per uscirne,il popolo dice basta.

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page