This page has moved to a new address.

Furto con Scasso alla “Plinio il Vecchio”, Il Comune Non Ripara le Porte di Sicurezza: Vandalizzata nella Notte la Palestra - VIDEO

Freebacoli: Furto con Scasso alla “Plinio il Vecchio”, Il Comune Non Ripara le Porte di Sicurezza: Vandalizzata nella Notte la Palestra - VIDEO

venerdì 6 aprile 2012

Furto con Scasso alla “Plinio il Vecchio”, Il Comune Non Ripara le Porte di Sicurezza: Vandalizzata nella Notte la Palestra - VIDEO

image Furto annunciato alla scuola Plinio il Vecchio al Fusaro: vandali accedono in palestra e, dopo aver “devastato” il parquet dello spazio dedicato ad attività sportive, scassinano le porte degli uffici e rubano palloni professionali ed attrezzi utilizzati dalla società AP Città di Bacoli Pallavolo.
E’ il quinto furto, con scasso e vandalismi, in meno di un anno quello verificatosi all’interno della fatiscente palestra della ben nota scuola Plinio il Vecchio del Fusaro, quotidianamente frequentata da centinaia di ragazzi e bambini della periferia del paese.
Un plesso didattico storico, lasciato in una generalizzata condizione d’incuria e poggiato a due passi dal fetido lago Fusaro e dalle poco funzionanli pompe fognarie di sollevamento del “picchetto 17”, presso cui da anni va avanti l’attività dell’associazione sportiva AP Città di Bacoli Pallavolo, guidata dal presidente Giuseppe Di Colandrea.
Opera agonistica fatta di allenamenti e competizioni, utili anche come valvola di sfogo per le centinaia di ragazzi che bazzicano inoperosi lungo le desolate strade di Cuma e del Fusaro, troppo spesso resa impossibile per via delle mancanze del Comune di Bacoli, indiscutibilmente il primo responsabile di ciò che sta avvenendo in locali frequentati da numerosi minorenni.
Il Furto di Stanotte: Rubati Dodici Palloni
imageStanotte, mentre la scuola risultava essere priva di alcun tipo di controllo, un gruppo di ignoti sono facilmente penetrati in palestra, approfittando del fatto risaputo che le porte non sono munite di chiusure di sicurezza ma che, in diversi case, vengono addirittura chiuse dall’interno attraverso l’utilizzo di sedie.
Entrati sul manto di plastica posto a terra a mò di pavimento (peraltro rovinato per via delle infiltrazioni dal tetto, mai riparate dal Comune), solitamente utilizzato nel pomeriggio per gli allenamenti delle squadre giovanili di pallavolo, hanno steso in palestra l'idrante d’emergenza e, aperto il rubinetto dell’acqua, hanno praticamente inondato l’intero locale rendendolo inagibile sia per le attività curriculari che per quelle extra-curriculari, per cui la società di Di Colandrea (come altre in città) paga al Comune un indennizzo per ogni ora di utilizzo.
Una volta completato il primo atto di vandalismo, hanno poi forzato e scassinato la porta dell'ufficio della società, aprendo successivamente l'armadietto e portandosi via con sé ben 12 palloni Mikasa e vari attrezzi utilizzati per attività sportive.
Il Comune Non Ripara le Porte: A Rischio l’Incolumità di Minorenni
image “Dal 26 aprile 2011 ad oggi questo è il quinto furto con scasso ma nessuno ha ancora fatto niente”.
 
Sono queste le dichiarazioni a caldo lasciate dalla presidenza della società di pallavolo che adesso dovrà fare i conti con un nuovo buco di cassa.
Una situazione paradossale su cui pesano come macigni le responsabilità del sindaco Ermanno Schiano e dell’assessore allo Sport Michele Massa i quali, congiuntamente oramai dieci mesi fa, promisero interventi urgenti sia per riparare le infiltrazioni al tetto (che hanno fatto perdere alla squadra diverse partite di campionato) che per ripristinare delle porte sicure in grado da non permettere l’accesso di ladri e vandali all’interno di strutture pubbliche.
Locali assolutamente insicuri, periodicamente violati da chi ha vita facile laddove manca la presenza di autorità.
A tutto ed esclusivo rischio delle associazioni sportive e dei giovanissimi alunni della vituperata scuola Plinio il Vecchio del Fusaro.
Video Realizzato da Freebacoli il 15.10.2011
Scuola Plinio il Vecchio


Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: , ,

9 Commenti:

Alle 6 aprile 2012 02:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

PENSO CHE I DANNI SONO CAUSATI DALLA POCA POSSIBILITA' DATA AI RAGAZZI DELLA ZONA NEL PRATICARE QUESTO SPORT... LA PALESTRA APERTA A TUTTI E' LA PRIMA COSA, POI DOPO SUBENTRANO I SOLDI.

 
Alle 6 aprile 2012 07:53 , Anonymous Anonimo ha detto...

Come fate a dire che sia stato un gruppo di persone?

 
Alle 6 aprile 2012 08:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

2 telecamere di videosorveglianza in tutta bacoli no e.........?

 
Alle 6 aprile 2012 10:35 , Anonymous Anonimo ha detto...

mammamia 5 furto in meno di un anno un record a bacoli...! :)

 
Alle 6 aprile 2012 10:58 , Anonymous Anonimo ha detto...

Gabriella Allocca
O.o

 
Alle 6 aprile 2012 12:19 , Anonymous Anonimo ha detto...

A questo punto dopo ben cinque furti bisogna tirare le somme! quanto costa mettere una catena vicino le porte?!?! pochissimo! già questo lascia presagire alla voglia di fare sport da parte delle associazioni... se io voglio tutelare la mia attività beh qualche euro lo spendo per riparare le porte e metterle in sicurezza, da quella scuola ci sono uscito un paio di anni fà! le porte sono rimaste cosi! e posso dire anche che la società che sta li se ne frega di porte e di sport... la palestra è fatiscente anche a causa loro.

 
Alle 6 aprile 2012 13:58 , Anonymous La Tua Coscienza ha detto...

MICHELE MASSA DIMETTITIIIIII

 
Alle 7 aprile 2012 01:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

bacoli ultimamente sta diventando tipo baghdad in ambito sportivo, ma quello che dico io se una persona ci tiene alla palestra non pensa ne al comune e ne a chiunque altro caccia i soldi dalla tasca per vedere una bella palestra in condizioni ottime e per avere anche un profitto in ambito sportivo...sono uscito da pochi anni dalla plinio e credo che quella palestra cn una bella ristrutturazione, diventerebbe la palestra più bella della zona flegrea.!

 
Alle 7 aprile 2012 10:35 , Anonymous Anonimo ha detto...

Scusate, come si fa a dire furto con scasso se le porte sono già aperte ed il comune non provvede ad aggiustarle?

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page