This page has moved to a new address.

Abusivismo Edilizio, Laringe Non ne Discute in Commissione: Il Comune di Bacoli Dimentica il Problema

Freebacoli: Abusivismo Edilizio, Laringe Non ne Discute in Commissione: Il Comune di Bacoli Dimentica il Problema

martedì 17 aprile 2012

Abusivismo Edilizio, Laringe Non ne Discute in Commissione: Il Comune di Bacoli Dimentica il Problema

image E' stata convocata per domani, Mercoledì 18 Aprile, una Commissione Consiliare Congiunta che tratterà due Tematiche Comunali che ben si intersecano tra di loro, ovvero "Assetto del Territorio" e "Ambiente".

Il Consigliere di Centrodestra Mister Geppino Laringe, nonché Presidente della 3a Commissione Consiliare ha fissato l' Appuntamento per le ore 10:00 nella Sala Conferenze del Municipio, ma dato che si pronostica una cospicua partecipazione della cittadinanza, l'Assise verrà con molta probabilità spostata a Villa Cerillo.

Leggendo la pagina del sito del Comune di Bacoli ( vedi QUI http://www.comune.bacoli.na.it/pagine/html/comcong-3-6-120418.asp ) si evince facilmente che l' Ordine del Giorno posto in discussione, prevede due soli punti:

- Discussione Relativa alle Antenne - Via Cerillo e Via Cuma

- Piano Particolareggiato per il Posizionamento degli impianti di Telecomunicazioni

Tuttavia, a nostro avviso, una simile convocazione congiunta poteva essere colta come opportunità per discutere di un altro argomento legato ad ambedue le Commissioni, ovverosia la problematica relativa all' Abusivismo Edilizio. Sembra quasi che nessun Componente dell' amministrazione in auge abbia il coraggio di occuparsi di questa "patata bollente" per la quale, al momento, nulla di pratico è stato ancora fatto. 

Pertanto all' esiguo Ordine del Giorno, poteva ( e doveva ) essere aggiunto anche la trattazione dell' ultimo argomento non esaminato, nella passata Commissione sull' Assetto del Territorio, ovvero:

- Valutazione del Parere pro-veritate del Prof. Guido d' Angelo, in materia di Abusivismo Edilizio

Semplice dimenticanza oppure Omissione Volontaria? Non possiamo precisarlo con certezza.

E’ sicuro però, che ad oggi non è stata ancora istituita alcuna Commissione Specifica che si dedichi alla complessa e drammatica questione Abusivismo Edilizio. Speriamo solo che il Sig.700 voti non abbia intenzionalmente scartato l'argomento, onde evitare la presenza degli stessi Cittadini interessati dalla Problematica Abbattimenti, che magistralmente furono "snobbati" senza alcun preavviso, in una delle passate convocazioni, rese poi nulle per la totale mancanza di Consiglieri e Assessori preposti a condurre l' Assise.

Commissione “Affari Sociali”

image Sempre per domani, è stabilita un' altra Commissione per le ore 11:00. Questa volta trattasi invece del Consigliere di Maggioranza Giuseppe Esposito del quale, se non fosse proprio per queste piccole Riunioni Consiliari, non conosceremo nemmeno la voce, considerato il silente atteggiamento con il quale presiede i Consigli Comunali. "Servizi Socio Assistenziali e Culturali" è questa la tematica principale prevista in Assise, il cui Ordine del Giorno prevede i seguenti punti:

- Regolamentazione Strisce Blu

- Eventuali modifiche al Regolamento dei Centri Sociali Anziani proposte dai Cittadini costituenti il Coordinamento delle Periferie

- e dulcis in fundo Approvazione dello Statuto del Consorzio di Promozione e Valorizzazione dei Beni Culturali

E riguardo a quest'ultimo argomento, Sarebbe di notevole interesse parteciparvi proprio per comprendere le proposte di uno degli Esponenti di questa Amministrazione di Centro Destra, per migliorare la gestione del patrimonio archeologico locale e incentivare i servizi turistici che ne deriverebbero.

Finora infatti, i beni Culturali che arricchiscono Bacoli e dintorni, sono stati mal amministrati dalla Soprintendenza dei Campi Flegrei, che ci chiediamo tutt'ora cosa abbia mai fatto per valorizzare questi Reperti che ci ritroviamo e per aumentare la conseguente occupazione lavorativa di tutti quei Giovani diplomati e laureati che sempre più spesso decidono di lasciare il proprio paese natale, per questioni socio-economiche.

MariaRosaria Schiano
Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: , , ,

17 Commenti:

Alle 17 aprile 2012 20:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

Wa Ermà nda sta fot stai russ russ
par proprio nu fragolon!

 
Alle 17 aprile 2012 20:15 , Anonymous MO VENGO ha detto...

Quest'abbraccio vale più di mille cambiali..

 
Alle 17 aprile 2012 22:34 , Anonymous Anonimo ha detto...

Raffaele Cardamuro
io non dimentico e soprattutto non perdono!!!!!!!!!!!!!!!!!!

 
Alle 18 aprile 2012 00:31 , Anonymous GIANLUCA ha detto...

Ma se ancora dici - almeno lo dicevi fino a qualche settimana fa - che Ermanno è "nu buon uaglion" e "i f-tient song chill ca te a tuorn".
Ma mi domando: hai finalmente cambiato opinione? Ti sei destato da questa sorta di torpore in cui sembravi piomato da qualche tempo? Perché, francamente, mio caro ragazzo ed amico, tu mi sembravi alquanto obnubitato da convinzioni apodittiche che ti facevano apparire come imprigionato da una sintomatica condizione di oblio...
Mi auguro per te che, finalmente, t-si scetat a stu suonn...

 
Alle 18 aprile 2012 08:21 , Anonymous Anonimo ha detto...

hai fatto il liceo?

 
Alle 18 aprile 2012 08:27 , Anonymous Anonimo ha detto...

questi due e quali altri saranno i consiglieri che faranno approvare il prossimo bilancio evitando la fine politica dell' amministrazione schiano?

 
Alle 18 aprile 2012 09:52 , Anonymous Anonimo ha detto...

ma a fot i chill addo l'at pigliat??

 
Alle 18 aprile 2012 12:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

Che tristezza,pero',sentire parlare cosi' Gianluca Schiano.Comunque il sindaco e' tuo parente.Certe cose in famiglia nn dovrebbero succedere.La guerra dei poveri!!!

 
Alle 18 aprile 2012 16:07 , Anonymous GIANLUCA ha detto...

Anonimo premuroso che mi hai preceduto,
devi sapere che la questione, almeno per quanto mi riguarda, è solo, squisitamente, di natura politica. Null'altro. Nulla di personale, dunque. Anche se per la nota vicenda della telefonata anonima, riportata dalle cronache locali, ne avrei ben donde per avercela, anche sul piano personale. Ma, tuttavia, ti assicuro che, malgrado tutto, non è così e la questione, come ti ribadisco, è solo politica. Non so, per converso, dall'altra parte, quale sia, effettivamente, l'animus che ispira il parente più grande (ma, francamente, non mi interessa nemmeno saperlo); tuttavia, ho motivo di dubitare che si "viaggi" sulla stessa mia "linea d'onda".
Mi domando, ad ogni modo: ma come si fa a ritenere, con la presunzione di aver anche ragione, che solo perché una persona è parente di un'altra (premesso che entrambi si interessano ed hanno passione per la politica), uno dei due non possa formulare, democraticamente, al pari di qualunque altro cittadino che si interessi di politica, un legittimo giudizio, anche eventualmente critico, ma sempre comunque corretto (in quanto ristretto, seppur talvolta severo, all'ambito politico-amministrativo e mai, e poi mai, esteso alla sfera personale), sul modus operandi di far politca? L'interrogativo posto è ancor più valido laddove il soggetto "sotto osservazione" rivesta ruoli non solo politici ma soprattutto amministrativi; in altre parole, incarichi istituzionali che, talvolta, risultano essere anche piuttosto delicati (come lo è, ad esempio, inconfutabilmente, la carica di Sindaco).
Perché l'attività politico-amministrativa può essere oggetto di valutazione critica da parte di chiunque, meno di chi è parente di colui che copre la carica istituzionale esercitando la predetta attività amministrativa? Dova sta scritto tale impedimento? Qual è lo scandalo?
La critica politica, se costruttiva, dovrebbe essere sempre ben voluta ed accetta! Da chiunque essa provenga! Senza distinzioni di sorta; almeno in un contesto democratico funziona così. Quindi, a mio avviso, qualora una persona è convinta delle proprie opinioni, nessuna remora, di qualsiasi tipo, può e deve frenarlo ove intendesse affermare che un determinato soggetto politico, sebbene suo parente (piuttosto che un altro estraneo alla famiglia), stia sbagliando in un determinato momento storico; tutto ciò a patto, però, che si precisino sempre i motivi sostanziali e, soprattutto, validi della propria critica critica, aggiungendo, se è possibile, anche la propria proposta alternativa. Si evita, così, di trasformare una mera critica politica, finanche costruttiva, in una mera campagna di denigrazione e di delegittimazione dell'avversario politico.

 
Alle 18 aprile 2012 16:07 , Anonymous GIANLUCA ha detto...

Il ragionamento proposto si basa, ovviamente, su elementari principi di par condicio. La conclusione dello stesso, dunque, non può che essere identica anche quando - come nel caso in questione - il soggetto politico, oggetto di sane e costruttive critiche politiche-amministrative, sia, alle stessa stregua di un estraneo, un parente di chi formula il predetto giudizio di mera critica politica.
Perché, poi, se una persona ha scelto in piena e legittima indipendenza di aderire ad un partito, ad una ideologia, ad un ideale, ad un idea o fede politica, un altro soggetto, solo perché parente del primo (che, peraltro, per ragioni anagrafiche, la sua scelta politica l'ha fatta anni prima), non possa percorrere, con gli stessi, altrettanti diritti politici e con la medesima, sacrosanta autonomia, strade politiche diverse e, del pari, sostenere, altrettanto liberamente, quindi, altri ideali politici ovvero unirsi in alleanze con esponenti politici differenti??? Perché mai chi, anagraficamente più giovane, deve necessariamente seguire il percorso politico di chi, suo parente, l'ha intrapreso
per prima? E se poi quest'ultimo non avesse fatto altrettanto con chi, a sua volta parente, in politica c'era prima di lui ed era persino l'ascendente, in linea diretta, di chi, attualmente, parente più giovane, ha deciso di fare, legittimamente, un'esperienza politica per conto proprio, autonoma, indipendente? E se si invocasse, allora, la tipica frase: "spazio ai giovani"? Il parente politico più anziano, allora, dovrebbe fare un passo indietro? Credo che, anche in questo caso, la cosa non funzioni in questo modo. Credo, invece, che ognuno è libero di fare politica dalla parte in cui crede, purché la faccia onestamente. E' forse questo, poi, in sintesi, il punto più delicato della questione che, magari, andrebbe meglio approfondito.

 
Alle 18 aprile 2012 16:08 , Anonymous GIANLUCA ha detto...

Ritornando alla questione iniziale, ma perché, poi, non rovesciare i termini della questione e sostenere, pertanto, che anche il parente più grande, dopo aver riconosciuto i suoi errori, potrebbe fare marcia indietro, cambiando rotta, decidendo di redimersi, politicamente parlando?

 
Alle 18 aprile 2012 17:55 , Anonymous L'AMBIENTALISTA ha detto...

Credo che il sign.Gianluca Schiano,parente del sindaco Schiano,faccia bene a sperare in un ripensamento politico,ho come dice lui un cambiamento di rotta.Nn e' impossibile,visto che lui milita nel FLI,e il salto e' breve.Quindi puo' darsi che tra qualche tempo sarete nella stessa compagine politica,se nn lo siete gia'!!!!

 
Alle 18 aprile 2012 19:18 , Anonymous Anonimo ha detto...

Lala Barone
SONO ABUSIVI ANCHE LE INSEGNE NEI CENTRI STORICI, chi ha costruito abusivo e perche' chi doveva vigilare non ha vigilato percui se devono abbattere case mettere in galera chi aveva il compito di vigilare e non lo ha fatto , condono edilizio, e piu' controlli sul territorio

 
Alle 18 aprile 2012 20:38 , Anonymous Anonimo ha detto...

caro gianluca guarda che la mia opinione rimane uguale perchè ermanno è un bravo juaglion cosa diversa è se mi chiedi se sono o non sono daccordo su come ha gestito la nota vicenda infatti ti rispondo che non ha avuto le capacità necessarie ma ti ribadisco anche che la colpa maggiore ce l'hanno quelli che quelle capacità le hanno notoriamente ma non le hanno volute mettere a disposizione di una giusta causa!!!!!faccio una domanda a te a lui e al popolo bacolese che in parte già mi ha risposto: lasciare in pasto ai leoni gli agnelli sacrificali????
r. cardamuro

 
Alle 19 aprile 2012 10:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

...o'sang se màzzeca ma nun se sputa

 
Alle 20 aprile 2012 20:39 , Anonymous giacchino ha detto...

cara redazione di freebacoli voi dite molte bugie,omettete tante cose e siete solo massimalisti e non siete per niente liberi dietro di voi ci sono molti esponenti della ex sinistra bacolese e non per non parlare della ...........................................................................................................................

 
Alle 21 aprile 2012 10:58 , Anonymous Gennaro Illiano ha detto...

Scusate, ma vi rendete conto di chi ci rappresenta ancora a Bacoli nel 2012 ? Geppins ? Penso che in Italia dopo Andreotti sia il "politicante" piu` longevo ( per l'amor di Dio, mi riferisco solo al numero delle poltrone, dei colori piu` svariati, occupate nella sua carriera). Lui e` l'abusivismo edilizio a Bacoli, colui che ha fatto dell'abusivismo la sua fonte di guadagno( da questo punto di vista un grande imprenditore...)e dell'omerta` e del clientelismo ( mi dai il voto e ti faccio fare la casa....) i suoi valori e i sui dettami politici...Come puo` un uomo della cultura del Dott. Ermanno assegnare a costui la Presidenza di una Commissione Consiliare che si occupa di Assetto del Territorio e di Ambiente? Di questo dovete parlare? E di questi pseudopolitici che dobbiamo liberarci? Cosa c'entrano con questi personaggi ( come lui ce ne sono tanti altri ed e` solo un caso poterlo prendere ad esempio in questa discussione... ) i discorsi politici tanto profondi

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page