This page has moved to a new address.

Muore il Calcio a Mdp - Duro Attacco della Società: "Gravi Colpe del Comune"

Freebacoli: Muore il Calcio a Mdp - Duro Attacco della Società: "Gravi Colpe del Comune"

giovedì 21 giugno 2012

Muore il Calcio a Mdp - Duro Attacco della Società: "Gravi Colpe del Comune"


E' arrivato il giorno della scomparsa del calcio dilettantisco a Monte di Procida: la città s'interroga sulle motivazioni che hanno reso possibile la fine di una realtà oramai consolidatesi come vincente in tutto il paese.

Tra le grosse responsabilità dell'amministrazione Iannuzzi, incapace di gestire al meglio un'ottima cartina di tornasole per la cittadina flegrea, e l'addio annunciato da tempo dalla presidenza Marasco, è stato così venduto ad Ischia il titolo detenuto dall'ASD Monte di Procida-Cappella.

A parlare, per conto della società capace di portare allo stadio Vezzuto-Marasco anche mille montesi per sostenere la propria squadra del cuore nel corso di una gara di Eccellenza, è il segretario Pino Tammaro, passato ai Marasco dopo un'esperienza vissuta come dirigente della Sibilla Bacoli.

“Il calcio a Monte di Procida è finito. L’appello del presidente Marasco non è stato accolto e domani ci sarà il trasferimento a Forio del nostro titolo di Eccellenza, dopo che si è provveduto a completare tutta la parte burocratica. Questa la reputo una grossa sconfitta soprattutto per il Comune di Monte di Procida - dichiara Tammaro a "TeleIschia Oggi" attaccando l'amministrazione guidata dal sindaco Franco Iannuzzi - in verità non credo che alla base vi siano problemi economici perché si poteva mettere su una squadra giovane abbassando i rimborsi spese e mantenere il titolo. C'è stato un grosso menefreghismo e poco interesse nel far si che questa cosa non avvenisse”.

Comune di Mdp
, La Figuraccia Fa il Giro della Provincia

Forte delusione che spinge il segretario ad incalzare il governo locale.


“ Dico e ribadisco che questa è una grossa macchia nera che aleggerà per sempre sulla testa del comune. Faccio alcuni esempi. Il Comune di Napoli ha dato in gestione lo stadio Albricci che è una struttura invidiabile dato che ha un anello ciclabile, campi da calcio e rugby, piscina coperta e campi da tennis ad una associazione sportiva per meno di duemila euro l’anno, a Marcianise il Vincenzo Capone è stato dato in comodato d’uso gratuito alla Federazione ciclistica più a due società affiliate del Marcianise, a Monteruscello gran parte delle piscine sono date alle società sportive a titolo gratuite e questi sono alcuni casi ma potrei farvi un censimento di tutte le strutture di Italia che godono di questi privilegi. A Monte di Procida invece cosa hanno fatto? Stavolta la domanda la faccio a voi, si può indire un bando ogni due anni e quindi fare un progetto di crescita della prima squadra di calcio cittadina, si può far sparire una società cosi senza che nessuno vada incontro alla società. Queste sono i quesiti che vi pongo, i comuni sono i primi sponsor delle squadre cittadine ed invece così a Monte di Procida non è stato. La squadra di calcio stava facendo affezionare molte persone al pallone nonostante il basket resta lo sport preferito dai montesi, avranno sulla coscienza il fatto di averlo fatto sparire il calcio”, ribadisce Tammaro, senza peli sulla lingua.

Franco Iannuzzi e Salvatore Capuano Rispondano alle Accuse


Ed anche il finale è interamente dedicato allo staff che guida una città, privata del calcio sopratutto per via del menefreghismo amministrativo che coinvolge sindaco, assessori e consiglieri comunali.

Rappresentanti del popolo in grado di cestinare un'esperienza calcstica capace di portare il nome di Monte di Procida sino ai play-off del campionato d'Eccellenza.

Ad un passo dai Dilettanti.

"Io sono un bacolese al 101 % e ho sempre “invidiato” dei montesi il loro attaccamento alle cose proprie e la coesione tra di loro ed invece mi son o sbagliato anche a Monte di Procida non è tutto oro quello che luccica. Gli interessi sono sempre predominanti sul bene della collettività e qui parliamo di sociale. Farsi belli nel pubblicizzare grandi eventi, grandi manifestazioni che mettono in risalto e grandissima luce il comune flegreo per me ha poco valore quando le cose belle che durano di anni si fanno sparire nell’indifferenza generale”.

Starà ora a Franco Iannuzzi ed al suo assessore allo Sport Salvatore Capuano, spiegare alla comunità le motivazioni che non hanno permesso al paese flegreo di poter continuare a godere la domenica della "squadra di pallone".

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: ,

27 Commenti:

Alle 21 giugno 2012 11:02 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giuseppe Merone
OLTRE ALLE TOFE MONTESI CA SE CREREN BELEN....ANCHE IL RESTO FA PARTE DI UN'APATIA GENERALE...CHE PAES CURIUS..SI SALVA SOLO IL MIO AMICO CIRO MAZZELLA....

 
Alle 21 giugno 2012 11:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

Che brutta notizia quanti ricordi adesso distrutti. Pensano solo a magna sta mala gent

 
Alle 21 giugno 2012 11:50 , Anonymous Anonimo ha detto...

La repubblica di san marino ha fallito?

 
Alle 21 giugno 2012 12:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

Maria Carannante
QUESTA E' LA RISPOSTA DI MARIO CACCIATORE DI GOLDEN GOL......APPENA GLI HO GIRATO IL LINK..... Maria....consolati con il Teramo e con Golden Gol, purtroppo la società era chiusa in provincialismo esasperato ed è implosa, pensa che io non sono stato mai contattato ne da un dirgente ne da altri, neppure dai tifosi eppure vengo sempre interpellato su FB e in TV insomma mai un contatto, una volta lo cercai ma la freddezza che ebbi in cambio mi fece poi dersistere. Dunque, diciamo che la società e per essa la squadra non si è fatta mai amare dall'esterno, dunque è, e lo ripeto, implosa. Non metto in dubbio assolutamente il presidente che è un galantuomo, ma come tu sai, nel calcio non basta solo questa quailità........

 
Alle 21 giugno 2012 12:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

LA SCOMPARSA DEL CALCIO A MONTE DI PROCIDA ???

Partendo con l’analisi del titolo dell’articolo pubblicato sul sito di Monte di Procida;

E’ assurdo affermare che il calcio a Monte di Procida sia stato rappresentato solo ed esclusivamente dall' ASD Monte di Procida – Cappella perché, seppur disputando come associazione sportiva dilettantistica la categoria più alta a Monte di Procida (l’eccellenza) NON E’ ASSOLUTAMENTE L’UNICA REALTA’ SPORTIVA PRESENTE NEL TERRITORIO MONTESE.

Esistono altre associazioni sportive: la TRAICONET (alla quale offrirei il premio orgoglio montese 2012 per la grande promozione in serie B nel calcio a 5 ) , LA MONTE CALCIO, che con passione e costanza ha portato avanti una scuola calcio nell’anno sportivo 2011/2012, e la A.S.D. MONTEMARE, l’associazione sportiva più longeva del comune montese, nata nel 1984.

Con quali elementi quindi, affermare CHE IL CALCIO A MONTE DI PROCIDA SIA SCOMPARSO?

VORREBBE DIRE CHE PRIMA DELL' ARRIVO DELL' ASD MONTE DI PROCIDA CAPPELLA IL CALCIO A MONTE DI PROCIDA NON SIA MAI ESISTITO?



Nell' intervista in questione di Antonio Illiano al portavoce dell' ASD Monte di Procida Cappella si evince un grande rammarico e sopratutto viene puntato il dito contro l' amministrazione, accusandola di un forte disinteresse nei confronti della società....

Vorrei dire: Vi è stata concessa una struttura sportiva pubblica del valore di oltre 1.000.000 (euro un milione/000) a 16.100,00 (euro sedicimila/100) annuali, avete NEGATO SENZA VALIDO MOTIVO il campo in vostra gestione alla MONTECALCIO ED ALLA MONTEMARE, i primi costretti a portare i bambini a giocare su campi di calcetto(!) ed i secondi sbarcati a Baia, nel comune di Bacoli, allo stadio Tony Chiovato in concessione allal Sibilla Flegrea, la quale ha con somma generosità e cortesia permesso che i ragazzi della Montemare potessero usufruire gratuitamente della struttura COMUNALE. Avete fittato il campo sportivo comunale in vostra gestione alla Puteolana, associazione sportiva del comune di Puzzuoli per le partite casalinghe. Perché allora, mi chiedo e VI chiedo, il campo sportivo comunale di Monte di Procida dovrebbe esservi concesso gratuitamente? Non siete mai stati, non siete, e non sarete mai l’unica realtà sportiva e calcistica di Monte di Procida.

La verità è una sola: sapete bene che con un bando regolare al 100% difficilmente potete avere il campo in gestione.



Voglio aggiungere solo una cosa: Se invece di negare il campo alle società montesi per dare spazio a quelle puteolane avreste dato l' opportunità a TUTTI di praticare lo sport, oggi tutti questi problemi non ci sarebbero stati perchè tutti noi avremmo fatto un passo indietro per agevolarvi, ma siccome è prevalso l' egoismo e la presunzione di ESSERE oggi la vita vi sarà resa sicuramente più difficile.



Con Rammarico

Gustavo Scotto

 
Alle 21 giugno 2012 12:34 , Anonymous Anonimo ha detto...

CHE BEL POLVERONE SI E' ALZATO!

QUESTO E' IL CALCIO, LO SPORT CHE UNISCE !

 
Alle 21 giugno 2012 14:28 , Anonymous Anonimo ha detto...

La volpe e l'uva... Giuseppe e le tofe!!!

Ma scusami, davvero a bacoli o cappella ci sono ragazze disposte a frequentare uno che le definisce tofe?
Allora meglio le montesi anche "ca se creren belen".

Tofe, che poi che significa?
Non sto scherzando veramente non riesco a capire cosa sia, intendo il significato letterale, cos'è la tofa?

Peppe I

 
Alle 21 giugno 2012 14:29 , Anonymous Anonimo ha detto...

PRRRRRRRRRRRRRRR

 
Alle 21 giugno 2012 14:34 , Anonymous Anonimo ha detto...

Scusate amici di freebacoli.
Voi mi avete pubblicato e quindi penso condividiate questo sfogo del dirigente...

Ma quando il campo al cercone è stato dato ad una associazione praticamente gratis, voi cosa avete detto? Eravate contrari.

Ora siete contrari dell'opposto.

Poi voglio aggiungere un altra cosa... ma questo calcio Mdp Cappella, a noi cosa ci da?
Lui i soldi dell'iscrizione ai ragazzini li chiede?
Embè perchè io gli devo dare il campo a prezzo di favore?
Dove sta scritto?

In questi giorni la parrocchia sta facendo giochi li fuori con ragazzini, se il campo era in uso dell'associazione calcio lo concedeva?
Certo che NO. Si rovina il campo. E ti dico che sono lamentele già sentite da famosi Mr montesi, che anni fa si lamentavano perchè il campo venne affidato dal comune metà ai ragazzi della suora e metà alla scuola calcio... lui pretendeva che la suora e il prete prendessero meno della metà perchè a lui serviva.

 
Alle 21 giugno 2012 14:58 , Anonymous Anonimo ha detto...

Cacciatore risponde in questo modo solo perchè è stata scelta Televomero come emittente e non lui, la società e la squadra ha ricevuto migliaia di attestati di stima in questo periodo e solo lui può dire di non essere amata...se avesse ripreso le gare avrebbe parlato benissimo della ns squadra come fa per la Sibilla che retrocessa sembrava il Real Madrid nonostante stipendi non pagati e squalifiche del campo...Gentaccia.............A Gustavo Scotto dico solo che almeno abbiamo visto un po di calcio dopo campionati di seconda e terza categoria, dove non ci presentavamo ultime gare. Credo che la squadra andava salvaguardata come quella del basket e se i Marasco hanno fatto errori, chi di dovere doveva sedere intorno un tavolo e chiarire ma non far sparire la squadra. Poi credo che il bando sia contorto e che Tammaro riportava cose esatte perchè il Comune deve aiutare le squadre locali e che c'entra che hanno usufruito del campo da tot milioni di euro...anche la Sibilla ne usufruisce ma sta sempre li.....se avete aizzato il Sindaco a far sparire il calcio da distruttori che siete Gustavo ora che avrai il campo facci vedere cosa saprai fare, guadagnare e speculare sui bambini come si è sempre fatto a Monte di Procida calcisticamente parlando. GUSTAVO SEI UNO DEI DISTRUTTORI DEL NOSTRO PAESE CHE PER COLPA DI GENTE COME TE NON PROGREDIRA' MAI!!!!!!!!!!!!!!!!

 
Alle 21 giugno 2012 15:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

Andrea Di Natale
ED A MONTE SE IL CALCIO PIANGE, IL BASKET NON RIDE

 
Alle 21 giugno 2012 16:19 , Anonymous Anonimo ha detto...

Si e' Vero tutto su Golden Goal e Cacciatore, ma Free Bacoli non si e' mai interessato di calcio montese (salvo l'incidente al bambino il mese scorso)lo fa solo adesso per parlare male dell'amministrazione comunale montese, quando poi ne hanno parlato male lo stesso per l'affidamento del Parco del benessere, oamai siete alla frutta nessuno vi crede piu'
giuseppe

 
Alle 21 giugno 2012 16:29 , Anonymous Anonimo ha detto...

Caro Gustavo, invece di scrivere ti consiglio di fare almeno un giorno di lavoro, lavoro, parola per te sconosciuta, visto che sgomiti solo nel sottobosco politico alla ricerca di qualche briciola, che cade sotto il tavolo.
Con affetto.

 
Alle 21 giugno 2012 17:24 , Anonymous Anonimo ha detto...

Loro sono alla frutta?
e voi, leccasederi a tradimento, stat senza scuorn
nessuno aveva dato spazio a questa notizia in modo cosi roboante
ringrazio freebacoli per aver dato visibilità a questa notizia

un amante dell'asd montediprocida cappella

 
Alle 21 giugno 2012 17:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

FRANCO IANNUZZI LO SQUALO
VERGOGNATI

 
Alle 21 giugno 2012 18:41 , Anonymous Anonimo ha detto...

Io credo che sia il calcio che la pallacanestro non possono praticare campionati che vadano al di là della 1^categ. e della serie D, sempre ed esclusivamente per ragioni economiche, anche se il giro d'affari che li riguarda è notevole. Bisogna comunque sapere che quello che pagano il calcio (e 16mila circa) e la pallacanestro(€ 11.000 circa) è un'inezia sia perchè il comune, addebitando tutta la collettività, paga le utenze (gas , luce e acqua) sia perchè gli introiti che realizzaano, sopratutto la pallacanestr che fa pagare tutti gli atleti dei campionati giovanali ed utilizza la palestra anche per corsi di ginnastica dimagrante per le mamme degi atleti, sono considerevoli. Provate a vedere i bilanci di queste società sportive e ve ne renderete conto.
Penso che nel caso dei MArasco, che si sono considerati sempre leader nel settore al punto che per l'ing. il campo sportivo è l'unica opera pubblica che gli interessa, la diatriba che ne è derivata dipenda dalla questione infortunio al ragazzo con la porta di calcetto. Lì tutti a dare addosso al cafone, anche il sindaco che da buon ponzio pilato ha fatto una cazziata al buon Franco suo omonimo, e quest'ultimo non l'ha digerita. Ora siamo senza calcio, pardon.. senza Marasco, ma sarà questa una sfortuna?
A Voi l'ardua sentenza!

 
Alle 21 giugno 2012 21:43 , Blogger Tekeros ha detto...

The Golden Path
Ha detto: bel blog
Qlxchange Ha detto: interessante

 
Alle 21 giugno 2012 23:29 , Anonymous Anonimo ha detto...

Caro anonimo, oltre ai lauti compensi delle società sportive che tu favoleggi, e ai miseri canoni pagati al comune, bisogna aggiungere le spese di manutenzione ordinaria che queste società si sono fatte carico.
Prova a chiedere al comune i soldi di manutenzione spesi nelle strutture sportive di cui si parla.
Prima di ragliare informarsi ed azionare il cervello.

 
Alle 22 giugno 2012 09:59 , Anonymous Anonimo ha detto...

Caro, a riguardo dei lauti compensi credo che non ti convenga metterci mano con tutti gli imbrogli che fate con le fatturazioni. Ma fammi capire di quali spese di manutenzione parli che il campo di calcio è un cantiere aperto da 11 anni, inoltre vuoi parlare della pratica scorretta di consentire di giocare agli amici facendo un "regalo" al custode, soldi che invece andrebbero al comune. E la palestra e il palazzetto? Manco una lampadina comprano. Hai detto bene, prima di ragliare, pensa. Prova a farlo.

 
Alle 22 giugno 2012 17:42 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mi sa che per la tua intelligenza la gestione di un impianto sportivo c'entra come i cavoli a merenda, quindi continua a ragliare, tanto azionare il cervello è inutile.

 
Alle 22 giugno 2012 20:32 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mio caro cervellone il problema non è il mio ragliare, è che a te, avendo le mani in pasta, ti brucia il cu...... Ma da luminare della gestione degli impianti sportivi, quale pretendi di essere, perchè non ci fai capire?

 
Alle 23 giugno 2012 00:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

Penso che tutti gli impianti sportivi debbano essere gestiti dal Comune con propri dipendenti Và bene così testa pensante che raglia?
Dopo qualchè anno cosa ci ritroviamo?
Me lo puoi spiegamelo, essere che raglia?

 
Alle 23 giugno 2012 15:45 , Anonymous Anonimo ha detto...

Vedo che sei un appassionato equestre, ma mi sembra che tu abbia un complesso di inferiorità nei riguadi dell'asino perchè lo disprezzi troppo. Credi di avere cervello, ma credo che tu abbia più che materia grigia materia marrone. Ma è questo il modo di trattare un'argomento? Non sei capace di mettere due proposizioni insieme. Quindi secondo te il comune, e pertanto la collettività, deve accollarsi ogni specie di onere per far divertire te e qualcun'altro a costo zero. Ma lo sai che un'ente pubblico, nel rispetto dei parametri di spesa deve, quando dà una struttura pubblica in concessione, coprire almeno il 20% dei costi necessari?
Se tu fossi una persona equilibrata, ti saresti reso conto che la mia non è polemica, anzi tutt'altro, e che ho semplicemente detto che non si può fare il passo più lungo della gamba per sostenere economicamnete dei campionati che a livello di eccellenza richiedono 200.000,00 € e oltre (i presidenti di queste associazioni stanno continuamente ad elemosinare contributi a imprenditori i quali elargiscono non per amore dello sport ma per proprio tornaconto, capisc a me!). Stesso discorso vale per la pallacanestro, ma in questo caso c'è chi sa mantenere il negozio aperto e in attivo, sopratutto per le proprie tasche.
Ma toglimi una curiosità, ma per caso da bambino sei stato traumatizzato da qualche asino, mulo , cavallo? Hai avuto un nonno o un papà carettiere? Prendila con filosofia, non ci pensare, non sei l'unico testa di ca...vallo in circolazione

 
Alle 23 giugno 2012 23:04 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ho il massimo rispetto per gli asini, per questo ti invito a ragliare.

 
Alle 24 giugno 2012 10:30 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ah,ah!!!!Sei stato sipaticissimo, ti arrabbi sul serio ecco perchè sei una esimia testa di ca... Ti saluto, argomento chiuso per me!

 
Alle 24 giugno 2012 15:22 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ciao a....mico.

 
Alle 18 novembre 2012 00:34 , Anonymous Anonimo ha detto...

Nella zona flegrea sono presenti tanti incompetenti di calcio, e questa è la vera rovina

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page