This page has moved to a new address.

Vergogna Strisce Blu, A Bacoli Pagano Anche i Disabili: Il Comune "Fa Cassa" Sulle Fasce Deboli

Freebacoli: Vergogna Strisce Blu, A Bacoli Pagano Anche i Disabili: Il Comune "Fa Cassa" Sulle Fasce Deboli

domenica 17 giugno 2012

Vergogna Strisce Blu, A Bacoli Pagano Anche i Disabili: Il Comune "Fa Cassa" Sulle Fasce Deboli

Le casse pubbliche piangono ed il Comune mette nuovamente le tasche dei cittadini, partendo, come solito, dalle classi più deboli: anche i disabili dovranno pagare per sostare sulle strisce blu.

E' surreale la scelta fatta dal Comune di Bacoli che, in vista di recuperare qualche spicciolo in più per ripianare buchi economici pari a decine di milioni di euro, vuole che anche i diversamente abili (già in possesso di apposito cartellino giallo affisso al parabrezza dell'auto) paghino per poter parcheggiare in aree contrassegnate da strisce blu.

La decisione è stata resa ufficiale attraverso la pubblicazione di una delibera di giunta, mai passata in Consiglio Comunale e documentata qualche giorno fa da un articolo apparso sul nostro blog (Clicca Qui).

La Posizione del Comune di Bacoli

"Conformemente alla Circolare del Ministero degli Interni del 18/06/2011 n. M/2413-34, per i titolari di contrassegno H, la sosta è gratuita ed illimitata esclusivamente nell'ambito dei Posti Invalidi contrassegnati da strisce gialle.  Nel caso in cui tutti i posti contrassegnati riservati siano occupati, il titolare del contrassegno invalidi (salvo che non sia possessore del relativo abbonamento annuale e/o mensile che consentirà la sosta con le previste modalità regolamentate), è tenuto al pagamento della tariffa oraria di  euro 2,00  anche con possibilità di pagamento frazionato minimo di euro 1,00 e corrispondente a sosta di 30 minuti . Il titolare di contrassegno invalidi è sempre tenuto alla esposizione del ticket di pagamento e/o dell'abbonamento annuale e/o mensile", recita parte dell'ultima deliberazione in materia di strisce blu.

Decisione ed argomentazioni assunte dalla giunta comunale alla stregua di un dogma giuridico da rispettare pedissequamente, senza alcuna possibilità di modifica. Quasi come se le direttive politiche fossero castrate da norme invalicabili, scolpite nel marmo e quindi indiscutibili.

Ebbene, spulciando tra direttive, regolamenti e sentenze, la questione non pare affatto risolversi in questo modo. Anche perchè la complessità della materia è tale da non aver ancora individuato una strada univoca da intraprendere.

Bacoli Cancella Dieci Anni di Discussioni
 

Senza entrare nel merito, solo per comprendere il volume del materiale visionabile in quanto successivo alla nota ministeriale citata (a mo di Bibbia) dal comune di Bacoli, bisogna cominciare col dire che la "Circolare del Ministero degli Interni n. M/2413-34" non è affatto del 18/06/2011, bensì del 18/06/2001.

Ben dieci anni prima. Un lungo decennio nel corso del quale è possibile ravvedere uno sviluppo della materia a tratti diametralmente opposto a quanto deciso dalla nota ministeriale d'inizio millennio.

Mole sicuramente da approfondire, e che di certo rappresenta una discussione tra enti differenti tanto complessa quanto assolutamente indefinibile con nettezza, su cui l'ente locale decide di soprassedere, evidenziando ancora una volta non tanto la volontà di uniformarsi alla Legge, quanto la vorace e reiterata propensione ad interpretare le leggi a proprio uso e consumo.

La Legge da Utilizzare a Proprio Uso e Consumo

Decidere cosa fare e poi trovare qualche sentenza o nota ministeriale che possa, anche solo in parte, avvalorare la scelta: ecco come questa amministrazione cerca di mascherare posizioni impopolari e speculative dietro il velo della "legalità".

Tanto per fare un esempio, ribadendo il presupposto che la legge non è ancora arrivata ad una pozione ben consolidata, è interessante leggere uno stralcio della circolare della Prefettura di Livorno, sottoscritta dal vice-prefetto Di Carlo nel febbraio del 2004 (quindi tre anni dopo il "dogma" citato dalla giunta flegrea), ad oggetto: "
Ricorsi al Prefetto ex 203 presentati da titolari di contrassegno per persone invalide".

Il Rischio di Nuovi Ricorsi

"Pervengono presso questo Ufficio numerosi ricorsi presentati da titolari del contrassegno di cui all'oggetto, i quali asseriscono di aver parcheggiato anche dove il suddetto contrassegno non autorizza a sostare in quanto i posti loro assegnati erano occupati. Questo Ufficio non può che respingere detti ricorsi che, tuttavia, vengono spesso ripresentati al Giudice di Pace competente, venendo accolti sulla base di una lettura forse estensiva dell'art. 4 della legge 689/81, secondo cui le persone con difficoltà di deambulazione più o meno gravi possono senz'altro parcheggiare anche dove il contrassegno in questione non consentirebbe, almeno quando il veicolo non crei intralcio e/o pericolo per la circolazione". 

Premessa decisiva, sopratutto per ciò che concerne il versante giuridico, a cui segue una conseguenza da evitare nella maniera più assoluta, sopratutto per municipi che, come quello bacolese, non possono in alcun modo permettersi di pagare altre migliaia e migliaia di euro per ricorsi.

Un pò come già avvenuto nel recentissimo passato per le questioni "ticket" a Miseno e Miliscola, e per la problematica autovelox. Nel primo caso, addirittura, per ogni 5 euro incassata dall'ente pubblico, i cittadini locali sono costretti a sborsare ben 800 euro.

"Ciò posto, al fine di evitare l'inizio di procedimenti amministrativi e/o giurisdizionali destinati comunque a concludersi con l'annullamento delle multe e la condanna dell'Amministrazione, con tutte le conseguenti spese a carico dell’Erario, si prega di voler sensibilizzare il proprio personale dipendente affinché al momento di elevare la sanzione nei confronti di titolare di contrassegno verifichi l' abusiva occupazione dei posti per la sosta riservati ai titolari di contrassegno e soprattutto, attesa la ricordata giurisprudenza, se e in che misura la sosta recava effettivi intralcio e/o pericolo alla circolazione stradale. L'esistenza o meno di un'occupazione dei posti riservati e dei suddetti intralcio e/o pericolo, in particolare, dovrà essere evidenziata nelle contro deduzioni di codesti Comandi relative a ricorsi basati sulla necessità dell'irregolare sosta per occupazione abusiva dei suddetti posti".

L'Amministrazione Spella le Classe Deboli e "Coccola" i Grandi Evasori


Al momento invece a Bacoli, se un portatore d'handicap dovesse vedersi il proprio posto occupato (anche, come spesso capita, da un non avente diritto), avrebbe come unica possibilità quella di parcheggiare a pagamento (ben 2 euro all'ora) l'autovettura sulle strisce blu.

Un becero modo per "fare cassa" a tutti i costi che, dinanzi ad una legislazione in materia così poco chiara, dovrebbe essere immediatamente soppresso attraverso il buon senso di una classe politico-amministrativa oramai sempre più allo sbaraglio.

Di una giunta ed una maggioranza, quella guidata dal sindaco Schiano, che preferisce mettere ancor una volta le mani nelle tasche delle fasce sociali più deboli (ricavandone qualche centinaio di euro in più in bilancio ed il rischio di future sanzioni pecuniarie), anziché adottare provvedimenti realmente efficaci e perentori utili per  riportare nelle casse dell'ente le decine di milioni di euro non erogate da coloro che, come capita per i grossi esercizi turistico-ristorativi-commerciali eludendo la legge ed approfittando di amministrazioni accondiscendenti, stanno affossando la città verso il dissesto finanziario. 

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: ,

37 Commenti:

Alle 17 giugno 2012 14:19 , Anonymous Anonimo ha detto...

Alberto Acj Digidub Carannante
in effetti pessima strategia politica.....

 
Alle 17 giugno 2012 14:21 , Anonymous Anonimo ha detto...

Pasquale E Franca Carannante
si devono vergognare per quello che stanno facendo invece di aiutare i disabili voglio vedere se c'è un disabile nella loro famiglia voglio cosa fanno

 
Alle 17 giugno 2012 14:27 , Anonymous Anonimo ha detto...

Buongiorno,
E una vergona, un ingiustizia vera, MA SOLO PER COLORO CHE REALMENTE SONO DIVERSAMENTE ABILI, la verita e che la stragrande maggioranza dei possessori del cartellino disabili lo ha ottenuto grazie ad amicizie a vari livelli e per di piu' lo utilizza in modo inappropriato sfruttando il privilegio che gli e stato concesso, pertanto:
1) fare le opportune verifiche di coloro che possiedono il tagliando
2) punire severamente chi a rilasciato con facilita il tagliando
3) RIPRISTINO DELLA POSSIBILITA DI PARCHEGGIARE A COLORO CHE POSSIEDONO IL TAGLIANDO PERCHE VERAMENTE GLI NECESSITA.
Basta con le critiche inutili vogliamo il ripristino della legalita a tutti i livelli.
Saluti

 
Alle 17 giugno 2012 15:28 , Anonymous Anonimo ha detto...

è una vergogna, grazie signor sindaco cm sempre sei una delusione ...devi solo vergognarti, visto ke vuoi i nostri soldi xkè nn ti prendi anche il nostro handicap ....non dobbiamo pagare cittadini , xkè se paghiamo loro si riempiono le tasche e non è giusto!!!

 
Alle 17 giugno 2012 15:32 , Anonymous Anonimo ha detto...

Enrica Schiano
A MONTE DI PROCIDA E UGUALE E UNO SCHIFO

 
Alle 17 giugno 2012 15:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

Emiliana Guardascione
a bacoli ci sn più disabili che normodotati è uno schifooooo

 
Alle 17 giugno 2012 15:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

Antonino Gnolfo
Bacoli e Monte di Procida, Amministrazioni unite nel calpestare i più deboli e le persone in difficoltà.

 
Alle 17 giugno 2012 16:02 , Anonymous Anonimo ha detto...

Carissimi Amici,
sarebbe stato bello se il Responsabile di turno del Comune di Bacoli si fosse degnato di pubblicizzare prima la questione, magari con un cartello raffigurante l'immagine in testa a questo articolo, piuttosto che affidarsi esclusivamente all’attenzione di un cartello improvvisamente “nuovo”…
O almeno si fosse impegnato a modificare prima la segnaletica orizzontale sul territorio, ovviamente modificarla secondo la legge, e poi ad applicare questa ordinanza alquanto discutibile.
Di fatti, tanti, almeno nell'area parcheggio "Mercato", sono stati multati di circa €36,00 per aver parcheggiato sulle strisce blu senza grattino piuttosto che sulle INESISTENTI strisce gialle, che almeno nell'area "mercato" non erano presenti fino al 5 giugno 2012. E NB: sugli avvisi apposti sulle vetture la specifica della presenza del tagliando per diversamente abili non c’è; pertanto sarà impossibile rintracciare a priori quei verbali notificati “erroneamente”…
Infondo un po’ ovunque le persone disabili devono pagare il grattino, anche se hanno il contrassegno, quando parcheggiano le proprie vetture sulle strisce blu, MA OGNI 50 POSTI AUTO A PAGAMENTO CE NE DEVE ESSERE, PER LEGGE, almeno 1 riservato alle vetture di persone disabili, evidenziato con segnaletica verticale ed orizzontale … e non dimentichiamo l’importanza delle strisce trasversali di colore giallo accanto ai suddetti posti “riservati”
.

 
Alle 17 giugno 2012 16:03 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ma del nuovo piano traffico non si sa nulla a monte di procida
lo chiesi anche l'altro giorno

oggi qualcuno me l'ha rinconfermato, si parla di entrata in vigore il 21 giugno.

 
Alle 17 giugno 2012 16:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giuseppe Giulietti
Ma per favore ma di quali disabili stiamo parlando?? Gli innumerevoli fasulli?

 
Alle 17 giugno 2012 16:08 , Anonymous Anonimo ha detto...

Alberto Acj Digidub Carannante
qualcuno vero ci sara' credo.....o tutti so fasulli ??

 
Alle 17 giugno 2012 16:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

Raffaele Cardamuro
A Torregaveta è la stessa cosa

 
Alle 17 giugno 2012 16:24 , Anonymous Anonimo ha detto...

Antonio Carannante
Che fine di niente ci stanno facendo fare questi politicanti ... la fine dei pezzenti !!! che vergogna che indecenza!

 
Alle 17 giugno 2012 17:06 , Anonymous Anonimo ha detto...

Crescenzo Enzo della Ragione
auguro il cartellino arancione sull auto di chi a fatto questa norma

 
Alle 17 giugno 2012 17:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

mi sa che è arrivato il tempo che noi se veramente questa gente ci fa schifo ma deve essere vera la cosa andiamo al comune in massa e li rendiamo disabili dal primo all'ultimo o meglio di no sarebbe un ingiustizia per i veri disabili che sono signori loro non meritano nemmeno questo

 
Alle 17 giugno 2012 17:23 , Anonymous Anonimo ha detto...

Annamaria De Masi
A Napoli non è così...chi ha la tessera può parcheggiare nelle strisce blu senza pagare in quanto mancano proprio quelle per i disabili di colore giallo o bianco....so che in altre città invece fanno pagare solo la prima ora ...a napoli quindi è meglio...

 
Alle 17 giugno 2012 17:30 , Anonymous Anonimo ha detto...

Antonio Scotto Lavina
vergognamoci........

 
Alle 17 giugno 2012 17:48 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mi risulta dovrebbe esserci 1 posto riservato ai disabili ogni 50 posti a pagamento, poi c'è un'interpretazione del codice d.s. discussa alla camera nel 2011 proprio su questa vicenda :
http://www.camera.it/453?bollet=_dati%2Fleg16%2Flavori%2Fbollet%2F201104%2F0428%2Fhtml%2F09#65n3%C2%A0A

Evidentemente a Bacoli hanno sbaglito norma . . .
Basta fare una semplice ricerca su internet. . .
Angelo Acse

 
Alle 17 giugno 2012 17:54 , Anonymous Anonimo ha detto...

il contrassegno H il Comune di Bacoli a differenza di tanti altri NON lo rilascia GRATUITAMENTE bensì dopo un pagamento di oltre 38 euro circa all'asl per dare l'autorizzazione dopo aver visto il decreto d'invalidita' quindi se la persona invalida dovrebbe pagare pure il tiket del bollino blù al Comune gli costerebbe il doppio ... "cornuto e mazziato" insomma!! Carmen H.

 
Alle 17 giugno 2012 17:56 , Anonymous Anonimo ha detto...

Inutile SPARARE sulla CROCE ROSSA !
I Vigili non ci sono di giorno, figuriamoci di notte !
Sono pochi, vecchi e in via di estinzione !

 
Alle 17 giugno 2012 17:57 , Anonymous Anonimo ha detto...

PER LE CASSE COMUNALI DA DOMANI TRANQUILLI TUTTI ARRIVA L' IMU !

 
Alle 17 giugno 2012 19:06 , Anonymous Anonimo ha detto...

Punto primo l'imu nn va ai comuni ma buona parte allo etato. Punto due qui nn si tratta delle strisce per i disabili o meno ma del fatto che il comune sta letteralmente calpestando ogni tipo di diritto di noi residenti.......tra poco inizia il calvario per andare a mare tra traffico selvaggio posto auto inesistente e lotta per un briciolo di spazio sulla spiaggia.......ma allora mi chiedo nn era meglio il ticket????? Io credo proprio di sì......nn c'è garanzia di niente......e menomale che pago regolarmente le tasse e per cosa.....per nn avere diritto a niente.....W Il paese del nn senso.....!!!!!!

 
Alle 17 giugno 2012 19:28 , Anonymous Anonimo ha detto...

ma tutti i cartellini sono originali di veri handicappati oppure ottenuti tramite amicizie o pagamenti ? senno' mezza bacoli e' handicappata ma non credo!

 
Alle 17 giugno 2012 20:38 , Anonymous Anonimo ha detto...

Personalmente a Bacoli evito di andare perchè come mi avvicino sento una puzza di m......che mi fa vomitare, ma se per necessità dovessi recarmi nel suddetto vespasiano con mia figlia ........cià pav cu stu c..... a sosta a sti mariuol.... La Mamma di jessica Cardamuro

 
Alle 17 giugno 2012 20:41 , Anonymous Anonimo ha detto...

E' un tema scottante che chiunque può strumentalizzare.
Ma ragioniamo un attimo e cerchiamo di approfondire bene la problematica.
Le strisce blu del Comune di Bacoli riguardano circa 800 posti auto.
I possessori di cartellino H sono oltre 1500.
Se il Comune pensasse di trasformare tutte le strisce blu in strisce gialle sorgerebbe il problema tra gli stessi disabili: a fronte di 800 posti oltre 1500 possessori di cartellino H.
Allora prima cosa da fare occorre ricontrollare i cartellini.
Seconda cosa da fare: sarebbe opportuno definire un congruo numero di posti auto H.
Infine, ma non per questo ultimo, invito i lettori a leggere la sentenza n°21271 DEL 5 OTTOBRE 2009 della Corte di Cassazione.
Il sindaco e la Giunta sono invitati a riflettere attentamente e a ricercare la soluzione onde evitare essere sbranati dalle iene che circolano in giro

 
Alle 17 giugno 2012 21:42 , Anonymous Anonimo ha detto...

http://www.camera.it/453?bollet=_dati%2Fleg16%2Flavori%2Fbollet%2F201104%2F0428%2Fhtml%2F09#65n3%C2%A0A

 
Alle 17 giugno 2012 22:57 , Anonymous Anonimo ha detto...

in questo periodo di crisi economica è bene che diano un po tutti una mano.
per quella ke non viene a bacoli xke sente le puzze, ma prima ke ti facevi la casa abusiva la puzza di cacca in questo skifoso paese non la sentivi?

 
Alle 18 giugno 2012 00:02 , Anonymous Anonimo ha detto...

bla bla bla bla,,,,,,,,,

 
Alle 18 giugno 2012 00:03 , Anonymous Anonimo ha detto...

Secondo me fanno quasi bene.

I veri invalidi ci sono. Quello che serve sono i controlli

Il parcheggio invalido può essere usato solo quando si trasporta l'invalido, traduzione... se tuo nonno è invalido, quando non è con te non puoi usare quelle strisce solo perchè hai il tagliando.

Questa legge come al solito danneggia gli onesti.
Finisce che quando il VERO invalido non trova posto sulal striscia gialla... occupata da un FALSO invalido... lo prende nel... due volte.

Mentre quando il FALSO invalido non trova posto, recriminerà da ladro e pezzente quale è, ma pagherà il giusto.

DOBBIAMO DIRLO, ANCHE VOI DEL BLOG, CHI USA IL CARTELLINO DEL NONNO ALL'UNIVERSITA'... E' UNA MERDA DI INCIVILTA'
DICIAMOLO TUTTI QUESTO

IL VERO PROBLEMA NON E' IL COMUNE CON IL TICKET
IL PROBLEMA SONO QUESTI ZZUSI CHE PARGHEGGIANO IN STRISCE GIALLE, CHE SONO PIU' LARGHE, PIU' VICINE... E POI IL VERO INVALIDO NON RIESCE NEPPURE A SCENDERE DALLA PROPRIA AUTO

DENUNCIAMO I FALSI INVALIDI.

RIPETO PER QUELLI CHE FANNO GLI GNORRY
FALSO INVALIDO = PERSONA CHE PROVVISTA DI TAGLIANDO PER TRASPORTARE PERSONA INVALIDA, LO USA ANCHE QUANDO NON STA TRASPORTANDO LA PERSONA INVALIDA.

E DICIAMOLO TUTTI CHE QUESTI SONO DEI TRUFFATORI, DISONESTI, LADRI, PEZZENTI, INCIVILI, EGOISTI. DENUNCIAMO I PARASSITI!!!!

Uno che si è rotto il cazzo

ps qua ognuno indica e nessuno si vede... non guardiamo la pagliuzza, guardiamo il tronco... era piùo meno così no?

 
Alle 18 giugno 2012 00:03 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mo' ch ci azzezz, chest, Napulità?
Tien propir a fism.
Vai a faticà.....

 
Alle 18 giugno 2012 08:19 , Anonymous Anonimo ha detto...

chi controlla il controllore ?

 
Alle 18 giugno 2012 08:59 , Anonymous Anonimo ha detto...

Daniele Quaranta
e`incredibile,e quelli dello chalet non so come si chiamano che abusano dei posti riservati ai disabili,ed i vigili amano fermarsi come punto di riferimento proprio a 1 mt dal bar,e non vedono mai niente.

 
Alle 18 giugno 2012 13:03 , Anonymous Anonimo ha detto...

....confermo lo skifo ed il mio primo ..ricorso ....intanto conservo le ricevute fiscali che mi rilasciano i parcheggiatori ai quali preferisco dare i miei soldi, anzichè a questa amministrazione di m.....e metto anche quelli nel conto .....meglio fallire ke vedere sto skifo !!!

 
Alle 18 giugno 2012 22:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

tra poco il buon dirigente dell'ufficio tributi andrà in pensione è stato uno degli artefici della rovina di questa città non è riuscito o non ha voluto far pagare i potenti

 
Alle 19 giugno 2012 07:59 , Anonymous Anonimo ha detto...

chi?

 
Alle 19 giugno 2012 07:59 , Anonymous Anonimo ha detto...

chi? hai sbagliato persona!

 
Alle 20 giugno 2012 09:26 , Anonymous Anonimo ha detto...

Antonio Rega
Si può fare ricorso secondo la nota 6 febbraio 2006 prot.n107 emanata del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, con la quale, si chiarisce la questione della gratuità dei posteggi blu a pagamento quando sono occupati quelli da veicoli al servizio delle persone invalide detentrici di speciali contrassegno. la nota chiarisce: Innazitutto viene sottolineato che il codice della strada attribuisce esclusivamente al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti il potere di impartire ai prefetti e agli enti delle strade direttive per l'applicazione delle norme concernenti la regolamentazioni della circolazione sulle strade e attribuisce allo stesso la competenza ad impartire le direttive per l'organizzazione della circolazione e della segnaletica. Questo significa che le indicazioni della nota (6) sono cogenti anche per i comuni sulle strade di loro competenza e a quelle istruzioni si debbono attenere. la stessa nota chiarisce: "la chiara volontà del legislatore di voler facilitare la mobilità dei disabili con misure che attengono specificatamente il settore dell sosta,ivi compresa l'esenzione dal pagamento di tariffe orarie per il parcheggio" La conclusione: "Non vi è dubbio che non si possa chiedere il pagamento di una tariffa oraria a chi, trovando occupato lo stallo a lui appositamente riservato, ne occupi un altro, peraltro non adeguatamente attrezzato a soddisfare in pieno le sue esigenze, potendosi imputare tale disagio anche ad una mancata previsione , da parte dell'ente proprietario , di un maggiore numero di stalli riservati".

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page