This page has moved to a new address.

L' Assessore Flavia Guardascione e la Riqualificazione Archeologica: Si partirà dal Fusaro

Freebacoli: L' Assessore Flavia Guardascione e la Riqualificazione Archeologica: Si partirà dal Fusaro

mercoledì 15 agosto 2012

L' Assessore Flavia Guardascione e la Riqualificazione Archeologica: Si partirà dal Fusaro


Dopo due mesi di silenzio stampa il nuovo Assessore ai Beni Culturali comincia a far parlare di se ( positivamente s' intende ). Si tratta di Flavia Guardascione, beniamina di Mister 700 voti e scesa da poco in campo per sostituire la dimissionaria Monica Carannante nello scorso Giugno.

Passato questo breve periodo a prendere dimestichezza con la nuova poltrona, l'unica quota rosa presente in giunta si è poi attivata unitamente al resto dell' Amministrazione, per avviare un nuovo percorso lavorativo fatto di sopralluoghi, reperimento dati e progettazione di iniziative atte a recuperare e valorizzare quei siti archeologici ( purtroppo ce ne sono molti ) che attualmente versano in uno stato di degrado fatiscente ed assoluto abbandono .

Un primo, piccolo passo dunque che speriamo vada oltre i soliti documenti cartacei per trasformarsi in qualcosa di concreto e fattivo per il bene della Città. La trentenne laureata in Archeologia ( di cui ci farebbe molto piacere visionare il curriculum - come per tutti i suoi colleghi di giunta ovviamente ) ha come primo "step" delineato una mappa dei siti archeologici nostrani evidenziando quali sono le costruzioni storiche più bisognose di lavori urgenti .


Si parte da cose già palesi

Tuttavia una piccola critica va sempre fatta: tra gli aspetti riscontrati durante l' azione di monitoraggio vi sono dati oggettivi presenti da mesi e più volte denunciati sia da Associazioni civiche organizzate che da semplici cittadini, esasperati dello stato pietoso in cui si trova il nostro patrimonio culturale: dissesto superficiale delle murature a vista, scritte colorate fatte con bombolette spray, scarico abusivo di rifiuti indifferenziati ( e talvolta aggiungerei anche pericolosi ) cesure nelle recinzioni di ferro e addirittura utilizzo delle aree come vespasiani pubblici.

Insomma chi più ne ha, più ne metta!

Questi due mesi sarebbero potuti essere utilizzati per far tesoro delle pubbliche denunce avanzate dalla popolazione e passare alle fasi di lavoro successive. A cosa sono serviti dunque tutti i video, le manifestazioni, le foto, gli articoli e le troupe televisive accorse sul territorio per documentare la situazione?

Eh vabè, vorrà dire che passeremo sopra questa leggera dimenticanza e concederemo al neo-Assessore di ripartire da zero a patto che però continui a svolgere in maniera costante il pubblico servizio per il quale è stata nominata .



Prima tappa: il Fusaro

Capolista del lungo elenco stilato dall' Amministrazione, v'è senza dubbio la frazione fusarese alla quale appartengono il Colombario Imperiale di via Virgilio e le Grotte dell' Acqua sulle sponde del medesimo Lago.

L' obbiettivo sarebbe quello di intervenire laddove le risorse economiche comunali lo permettono per poi indire un bando pubblico per associazioni e comitati volontari ai quali affidare la gestione ordinaria del sito stesso.

Collaborazione che ovviamente sarà supervisionata dalla Soprintendenza Speciale di Napoli e Pompei la quale, unitamente all' Amministrazione in auge cercherà anche di migliorare la fruizione del bene collettivo da parte di turisti e visitatori.

Una vicenda, quella del Fusaro, giunta finanche sui tavoli del Parlamento, inserita all' interno di un interrogazione a firma dei Deputati Luisa Bossa ( PD ) e Francesco Barbato ( IDV ) i quali hanno esplicitamente chiesto al Ministero per i Beni e le Attività Culturali, delucidazioni in merito ai migliaia di euro investiti in opere pubbliche mai ultimate e che ad oggi si ritrovano in uno stato a dir poco pietoso ( Parco Vanvitelliano e Pista ciclabile ).

Non solo "Restauro"
Dopo i primi sopralluoghi dunque, sarebbero state redatte ben due relazioni tecniche inerenti ai sopracitati siti archeologici del Fusaro da operatori esperti del settore i quali avrebbero sottolineato che i danni maggiori provocati alle strutture siano stati causati sia da condizioni climatico-atmosferiche che da atti vandalici.

L' iniziativa dunque, è diretta non solo al rifacimento strutturale dei siti ma anche a recintarli adeguatamente.

Lavoro che potrebbe essere reso ancor più valido se gli stessi venissero forniti da sitemi di videosorveglianza o quantomeno da turni di vigilanza notturna da parte delle forze dell' Ordine.

E visto che in questi giorni si parla tanto dei possibili Fondi Europei per lo Sviluppo Regionale in arrivo ( POR Campania 2007 - 2013 ) ci sembra opportuno evidenziare che all' interno del piano progammatico ( visionabile cliccando su questo LINK e più precisamente a pag. 157) è incluso un ampio paragrafo che parla degli investimenti che si intendono rilasciare a diversi enti beneficiari ( tra cui anche Comuni ) in modo da - citiamo testualmente - "...Valorizzare i beni e i siti culturali, attraverso azioni di restauro, conservazione, riqualificazione e sviluppo di servizi e attività connesse, favorendone l’integrazione con altri servizi turistici..."

Pertanto considerata la possibilità di quest' Amministrazione di poter accedere eventualmente a tali fondi e sentendoci ripetere in continuazione che le casse comunali sono in rosso e che non ci sono risorse economiche per sostenere tutti i lavori necessari al ripristino totale di tutti i siti archeologici, non ci resta che rimanere estremamente vigili, organizzando tavoli tecnici partecipati nei quali la popolazione possa prendere parte con idee e proposte "dal basso" ma soprattutto vigilando costantemente sull' operato dei politici che ci rappresentano.

Scuole, Assessore Diserta il Consiglio Comunale

Tuttavia se da un lato sembra che si stia cercando di far qualcosa per recuperare il nostro Patrimonio Archeologico, dall' altro il nuovo Assessore non si è ancora espressa riguardo al possibile Consorzio dei Beni Culturali, preferendo rimanere in silenzio anche sulla questione Scuole ( ampiamente trattata con un recente Articolo ).

Silenzio che ha contribuito indirettamente a sostegno della politica "svendita" voluta dal Sindaco Schiano.

Durante gli ultimi Consigli Comunali infatti, durante i quali si è trattato proprio dell' argomento Scuole, l' Assessore che ricopre anche la delega alla Pubblica Istruzione ha preferito assentarsi, mancando ad un appuntamento istituzionale nel quale avrebbe potuto presentarsi ufficialmente alla Cittadinanza, prendendo parola e facendo sentire la propria voce...ma niente!

Per il resto non ci resta altro che attendere i primi risultati di questo nuovo "percorso" , richiedendo, laddove possibile, ulteriori delucidazioni all' Assessore Guardascione che speriamo possa illustrarci a breve, più nel dettaglio, i successivi interventi con i quali intende recuperare e riqualificare i Siti Archeologici di Bacoli e augurarle un buon lavoro che speriamo vivamente non riveli l'ennesimo flop.

M.Rosaria Schiano
Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: , , ,

7 Commenti:

Alle 15 agosto 2012 19:51 , Anonymous Anonimo ha detto...

FARE L'ASSESSORE COME LA GUARDASCIONE LO SAPPIAMO FARE TUTTI QUANTI,MONITORARE I SITI SU PROBLEMATICHE GIA' AMPIAMENTE ESPRESSE, SCOPIAZZARE EVENTI GIA' PRECEDENTEMENTE CREATI,INSOMMA, E' SEMPLICE NON SOLO LAVORARE SUL LAVORO DEGLI ALTRI, E NON PRESENTARSI INOLTRE AI CONSIGLI.QUESTA CARICA RICHIEDE IMPEGNO,INVENTIVA,RESPONSABILITA' QUINDI NON C'E' PROPRIO NULLA SU CUI COMPLIMENTARSI.

 
Alle 15 agosto 2012 23:31 , Anonymous Anonimo ha detto...

è molto grave che si sia assentata per la svendita delle scuole in consiglio comunale, forse si voleva astenere da un argomento che scotta e non le fa comodo,a paragoni la carannante qualcosa diceva! Giorgio

 
Alle 16 agosto 2012 10:03 , Anonymous Anonimo ha detto...

poverina già nell'occhio del ciclone........................senza sord nun se cantano messe ricett o parrucchiano

 
Alle 16 agosto 2012 16:00 , Anonymous Anonimo ha detto...

Peppe Fiore beati voi che avete un comune che funziona senza immobilismo ne commissariamenti spietati, NON LAMENTATEVI TROPPO !

 
Alle 16 agosto 2012 21:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

concordo con te, è gravissimo assentarsi dal consiglio soprattutto quando ci sono argomenti da trattare che riguardano la sua carica.
il fatto è che la signora asessore come volevasi dimostrare è sicuramente la persona meno adatta a ricoprire questa carica poichè non le appartiene la competenza tale nel mettersi in gioco;bada bene perchè per competenza non vuol dire avere plurilauree e poi non presentarsi ai consigli,o meglio fare giusto un salto giusto per farsi vedere dal suo pigmalione, e poi andare via quatta quatta.
se parliamo di paragoni ricordate bene quando la Carannante non solo sosteneva i consigli fino a tarda ora ma quando era necessario, battagliava come una leonessa.
Insomma,ora non facciamo l'elenco delle differenze perchè certe cose già si sanno,ricordiamoci solo lo schifo che hanno combinato due mesi fa e cerchiamo di essere coerenti quando andremo a votare.

 
Alle 17 agosto 2012 07:24 , Anonymous Anonimo ha detto...

Le osservazioni e le critiche sono utili per stimolare il dibattito. Ma come è possibile risolvere problemi fermi da decenni in due mesi ? Cosa si aspettava la giornalista, che con un colpo di bacchetta magica si dipanassero tutte le emergenze ?
Il problema non è solo di risorse economiche, che sono davvero scarsissime, ma anche di risorse culturali. Quelle che una comunità cittadina dovrebbe esprimere nella sua totalità. Bisogna cominciare dalle fondamenta, dal proprio senso civico, dall'educazione al patrimonio culturale, dalla consapevolezza che la conservazione della memoria passa attraverso la nostra quotidianità e non solo attraverso quella degli altri, assessori compresi.
Insomma cosa si è fatto fino a due mesi fa per i Beni Culturali a Bacoli ? Forse si potrebbe cominciare da questo elenco, andando anche a ritroso nel tempo, e capire cosa davvero non funziona o non ha funzionato.

 
Alle 17 agosto 2012 12:27 , Anonymous Anonimo ha detto...

assessore vai a casa.

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page