This page has moved to a new address.

Addio "Coop. Avino", Comune Sfrattato: Spenderà 200Mila € per Sistemare la Nuova Struttura

Freebacoli: Addio "Coop. Avino", Comune Sfrattato: Spenderà 200Mila € per Sistemare la Nuova Struttura

lunedì 13 agosto 2012

Addio "Coop. Avino", Comune Sfrattato: Spenderà 200Mila € per Sistemare la Nuova Struttura

Tanti soldi ed un bando già servito in tavola: si attende ancora per spostare per intero la Flegrea lavoro da Fusaro a Cuma. Da un struttura privata, ad un'altra struttura privata.

E' stato pubblicato sull' Albo Pretorio del Comune di Bacoli, un Bando di Gara a procedura aperta con oggetto " Intervento di sistemazione igienico funzionale della struttura di via Cuma (sede di Flegrea Lavoro S.p.A.) da adibire a centro di raccolta, sosta automezzi ed uffici ".  

In esecuzione alla delibera di Giunta Comunale n° 172 del 6 Luglio 2012, si istituisce un pubblico concorso che servirà per affidare i lavori di ammodernamento e rinnovo dell' impianto privato sito nella predetta frazione bacolese.

Gli interventi in progetto serviranno quindi per spostare il Servizio di Raccolta e Smaltimento dei Rifiuti dall' attuale sede del Fusaro ( ex Cooperativa Avino ) alla nuova struttura del quartiere limitrofo, che potrà entrare in funzione solo ed esclusivamente dopo il completamento degli interventi in esame.

Comune Beffato da Privati

Il motivo che ha spinto la Società partecipata del Comune di Bacoli a trasferirsi nella nuova struttura è uno Sfratto Esecutivo che concederà loro di continuare ad occupare il vecchio impianto entro e non oltre i 120 giorni dalla data di emissione della disdetta contrattuale, resa indispensabile perchè la struttura è stata acquistata per intero da una ditta privata di Bacoli.

Un clamoroso flop per l'amministrazione Schiano che, dopo aver utilizzato diversi escamotage per acquistare i capannoni dell'Avino (particolarmente strategici per il ciclo integrato dei rifiuti), ha miseramente fallito lasciando spazio ad una società terza.

Mancato acquisto comunale determinato anche sia per i ritardi nel versamento dei canoni di locazione che per le pessime condizioni igienico-strutturali nelle quali la sede del Fusaro versa tutt'ora .

Il Bando da 100mila
Il Criterio di aggiudicazione con il quale sarà possibile assicurarsi il pubblico concorso sarà il prezzo più basso inferiore a quello posto a base di gara mediante offerta di ribasso percentuale sull' elenco prezzi stabilito e sarà possibile aggiudicarsi i lavori anche in presenza di una sola offerta valida ( e ciò lascia comprendere la fretta con la quale la Flegrea Lavoro intende svolgere i lavori ).

Venerdì 7 Settembre alle ore 10:00, è questa la data stabilita per l'inizio dell' asta pubblica che si terrà nella sede del Comune di Bacoli con un importo di partenza di ben 90.908,51 € di cui 4.000,00 € per oneri relativi alla sicurezza di cantiere non soggetti al ribasso.

Ci teniamo a precisare che tale cifra rappresenta solo un primo investimento di capitale, poichè visionando la sopracitata delibera n° 172, ci viene precisato già da ora, che un secondo finanziamento di ulteriori 100.000,00 € verrà incluso nel prossimo Bilancio Preventivo per il completamento dei lavori di adeguamento del nuovo immobile .

Il termine massimo per l'esecuzione definitiva degli interventi di edilizia civile e industriale è 60 giorni naturali, successivi e continui dalla data di affidamento del bando. 

Potranno parteciparvi sia aziende singole che raggruppamenti di più imprese ed i lavori non potranno essere sospesi per qualsivoglia motivo, essendo essi legati alla delicata ( e aggiungerei precaria ) organizzazione di igiene urbana; come direbbe qualche arzillo vecchietto " Vuttat e' mman e facit ambress". 

Altre modalità ed informazioni inerenti alla gara di appalto potranno essere visionate clicclando su questo LINK http://www.comune.bacoli.na.it/pdf/bandoflegrealavoro12.pdf

Entro Fine Anno via dall'Avino

C'è necessità di "muoversi" in fretta dunque e a quanto pare la ditta vincitrice dovrà consegnare la nuova sede di via Cuma, "chiavi in mano" per i prossimi mesi di Novembre/Dicembre. 

Un' imponente struttura privata che si spera possa migliorare anche la qualità del servizio reso dalla Flegrea Lavoro che ad oggi, pur sbandierando un continuo e sempre maggiore aumento della percentuale di raccolta differenziata, non fa altro che dividere l' organico da tutto il resto che viene tra l'altro spedito nei centri di raccolta e smaltimento senza nemmeno essere pesato con la taratura prevista dall'apposita Convenzione Comunale. 

Unità di misurazione che venne istituita da questa stessa Amministrazione ma che misteriosamente non è stata più applicata, e che ci permetterebbe di conoscere il quantitativo di rifiuti che produciamo e che potremmo quindi vendere a ditte specializzate per trasformare quello che è un servizio oneroso quale la Raccolta differenziata in qualcosa di proficuo e redditizio.

Così come a mancare sono tutt'ora anche le isole ecologiche. Annunciate più volte ma di cui non se ne vede neanche l'ombra.

Speriamo solo che la nuova sede della Flegrea Lavoro non venga umiliata come quella precedente.

Loro Amministrano Male, e i Bacolesi Pagano

Più volte infatti questa Redazione, unitamente alle denuncie protocollate presso la stazione del Nucleo Operativo ecologico dei carabinieri di Napoli del giovane Consigliere indipendente Josi Gerardo Della Ragione, ha documentato lo stato di fatiscenza dei capannoni di via Fusaro interessati per' altro da sversamenti abusivi di rifiuti pericolosi ( quali percolato e amianto ) misti a materiali di risulta e indifferenziato.

E speriamo altresì che i canoni di locazione vengano puntualmente versati ai proprietari del nuovo immobile, scongiurando il pericolo di altre more e sfratti esecutivi. Non sapremo più a quel punto, dov'è che l' Ente comunale sia capace di metter mano alla "saccoccia" per piazzare gli operatori ecologici al servizio della Città

In definitiva, se non l'avete ancora capito, questo trasferimento ci verrà a costare circa 200 mila € di soldi pubblici che si sarebbero potuti risparmiare se il Comune avesse acquistato la sconfinata area dell'Avino. 

Ed invece si è sempre fatto finta di non sapere, non vedere e non leggere a quanti cercavano di informare a riguardo. Così come si è perso poi troppo tempo per addivenire ad una conclusione con gli eredi Avino per la proprietà del capannone.

Pertanto, mentre sino a qualche mese fa i bacolesi erano proprietari dell'ex Macello Comunale a Baia (poi messo all'asta) ed in procinto di acquisire anche l'Avino, oggi si trovano in mano con un mucchio di mosche ed una marea di soldi da pagare. Senza dimenticare, ovvimanete, la zavorra della mancanza di un'isola ecologica.

Come al solito a pagare sono sempre e solo i Cittadini per danni che hanno creato figure incompetenti che continuano a rimanere sulle stesse poltrone e con gli stessi stipendi di sempre mentre la popolazione è costretta a "sborsare" l'ennesima spesa evitabile.

M.Rosaria Schiano
Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

13 Commenti:

Alle 13 agosto 2012 16:33 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ma perchè andare dai privati quando abbiamo questi BENEDETTI CAPANNONI DELLE CINQUE LENZE??? E mai possibile che possiamo mettere a reddito un nostro patrimonio e invece dobbiamo pagare fitti??? Ma quando ci svegliamo???

 
Alle 13 agosto 2012 17:03 , Anonymous Anonimo ha detto...

Spero che la proposta dell'anonimo...BENEDETTI CAPANNONI DELLE CINQUE LENZE...non venga accolta. Altrimenti percolato, puzzo etc..., perdiamo anche il diritto di un giro per il lago. Bacoli dispone di altri patrimoni più decentrati da poter sfruttare e senza pagare fitti. Questa frase "Ma quando ci svegliamo" si sente spesso è diventato come un cavallo di battaglia di chi ha voglia di dire armiamoci e andate. Noi votiamo delle persone che dovrebbero provvedere a questo, che invece se ne strafregano. Se lei invece ha un'arma migliore della democrazia da usare vediamo cosa riesce a fare.

 
Alle 13 agosto 2012 18:15 , Anonymous Anonimo ha detto...

ma per caso anche i capannoni della avino sono stati acquistati (come in recente passato la scuola del fusaro) per un tozzo di pane dallo scoppiettante giacchino, padre del meno famoso (ed infinitamente meno brillante)nicola ?

 
Alle 13 agosto 2012 18:23 , Anonymous Anonimo ha detto...

Rosaria Mrp
grazie degli aggiornamenti sempre puntuali :)

 
Alle 13 agosto 2012 18:28 , Anonymous Anonimo ha detto...

Wanda Ranieri
di male in peggio

 
Alle 13 agosto 2012 19:55 , Anonymous Anonimo ha detto...

Tutto questo è ridicolo !!!

 
Alle 13 agosto 2012 20:21 , Anonymous pasquale ha detto...

ma dove sono questi locali? ma sempre le periferie devono pagare! non bastano i problemi che già ci sono .

 
Alle 14 agosto 2012 10:00 , Anonymous Anonimo ha detto...

ha ragione il sig pasquale perchè devono pagare le periferie e NON IL CENTRO DI BACOLI????

 
Alle 14 agosto 2012 11:23 , Anonymous Anonimo ha detto...

Maria Rosaria Lucci
adesso chissa di quanto aumenteranno le nostre bollette ????????e ni paghiamoooooooooooooooo

 
Alle 14 agosto 2012 11:24 , Anonymous Anonimo ha detto...

Alain Sanfratello

consiglieri....ma l'isola ecoologica non èstata finanziata per il sito via boccaccio'???

 
Alle 14 agosto 2012 14:16 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ebbene, il disegno - da parte di "IGNOTI???" - di appropriarsi di una grande struttura industriale (una delle poche insistenti sul ns. territorio, resa disponibile e munita di regolare licenza edilizia, quindi, anche finanziabile con risorse agevolate !!) giunge a buon fine.
Sono anni che questa oscura strategia viaggia sottotraccia; sarebbe molto interessante e produttivo ricostruirne il percorso e definirne e contorni… Ai consiglieri comunali – in primis – il compito istituzionale e morale di chiedere lumi su questa ennesima vicenda, conclusasi - ancora una volta - a danno del cittadino contribuente.

 
Alle 14 agosto 2012 17:38 , Anonymous Anonimo ha detto...

A Cuma non basta le fogne, le vasche di sollevamento, il lago ( la cloaca) mo pure chestata cosa e vai và.

 
Alle 15 agosto 2012 19:22 , Anonymous Anonimo ha detto...

Flegrea Lavoro
AVVISO PUBBLICO.
Selezione comparativa pubblica mediante TITOLI e COLLOQUIO per la successiva accoglienza, mediante tirocinio formativo e di orientamento, presso la Società Flegrea lavoro nella qualità di soggetto ospitante per l’inserimento di inoccupati, il reinserimento di disoccupati, lavoratori in mobilità settore aziendale di accoglienza:area Amministrativa dell’Azienda Flegrea Lavoro . -
La mansione di Controller-terms of reference.
Scadenza: ore 12,00 del 24 agosto 2012.

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page