This page has moved to a new address.

Doping e False Certificazioni per Minorenni: Arrestato Raffaele Illiano, Ciclista Professionista di Bacoli

Freebacoli: Doping e False Certificazioni per Minorenni: Arrestato Raffaele Illiano, Ciclista Professionista di Bacoli

martedì 30 agosto 2011

Doping e False Certificazioni per Minorenni: Arrestato Raffaele Illiano, Ciclista Professionista di Bacoli

image Trafficavano sostanze dopanti, esercitando abusivamente la professione medica attraverso la falsificazione di certificati medici: arrestati un medico ed un noto ciclista professionista di Bacoli (NA), vincitore della Classifica dell’Intergiro (valevole per la maglia azzurra) nel corso del Giro d’Italia del 2004.

I Carabinieri della sezione Antidoping del Reparto Analisi con il supporto del NAS di Napoli, a conclusione di un'articolata indagine, coordinata dal sostituto procuratore Federico Manotti della Procura di Massa, hanno eseguito 4 ordinanze di custodia.

Tra gli ammanettati si evidenzia, oltre al medico 33enne Costantino Auricchio, anche il noto sportivo bacolese e flegreo Raffaele Illiano, 34 anni, arrestato nell'ambito dell'inchiesta della procura di Massa sul commercio di sostanze dopanti ed al tempo delle indagini residente presso il comune di Massa Carrara, in Toscana.

Gli arrestati, due già condotti presso il carcere di Poggioreale e due ai domiciliari, sono ritenuti responsabili di commercio di sostanze ad azione dopante ed associazione per delinquere finalizzata all'esercizio abusivo della professione medica, falsificazione di certificati medici sportivi e reati di natura fiscale. Nell'operazione, che ha permesso di individuare due differenti disegni e strutture criminose operanti nel mondo sportivo sia professionistico che amatoriale, ci sono complessivamente 12 indagati.

  • L’Organizzazione Illecita Scoperta dalle Indagini

image Ben quattro perquisizioni sono state eseguite in provincia di Napoli, dove le attività illegali avevano la maggiore insistenza, mentre ulteriori perquisizioni, sempre ordinate dalla medesima Procura di Massa, sono state condotte nelle provincie di Pisa, Prato e Latina. In più sono state sequestrate preventivamente due strutture a Ottaviano e Bacoli (Napoli): uno studio medico e un centro ergonomico, comprese le attrezzature tecniche mediche destinate alla visita baropodometrica ed altri accertamenti clinici. I beni hanno un valore complessivo superiore ai 250mila euro.

Un primo gruppo, capeggiato dal ciclista Illiano, aveva costituito una rete illecita di approvvigionamento, distribuzione e somministrazione di sostanze dopanti ad atleti e sportivi. Nel corso delle attività sono infatti stati sequestrati 200 tra fiale e confezioni di medicinali a base di eritropoietina (EPO), ormoni e corticosteroidi, albumina umana (utilizzata come mascherante ai controlli antidoping), tutte sostanze vietate nella pratica sportiva, nonché numerosi farmaci di provenienza illecita e dispositivi medici.

Lo stesso professionista, al momento dell’arrivo dei carabinieri presso il proprio domicilio, ha poi cercato di distruggere, bruciandoli, dei medicinali da egli stesso posseduti.

Un secondo settore investigativo, emerso nelle verifiche di illecite prestazioni sanitarie specialistiche, ha permesso di delineare e smantellare un'associazione per delinquere finalizzata alla sistematica falsificazione di certificazioni mediche, in particolare per l'idoneità all'attività sportiva agonistica, nonché all'esercizio abusivo della professione medica ed alla commissione di reati di natura fiscale. 

In particolare, il sodalizio era diretto da un medico appartenente alla Federazione Medici Sportivi, in associazione con due collaboratori, con base logistica in uno studio di Ottaviano (NA), frequentato principalmente da ciclisti amatoriali e sportivi di varie discipline.

  • Le Attività di Falsificazione Coinvolgevano anche Ciclisti Minorenni

image Il medico e i suoi collaboratori avevano creato una sorta di "tipografia" dove - in ciclostile - riproducevano certificazioni mediche per l'idoneità all'attività agonistica. Il medico dirigeva ed impartiva disposizioni ai suoi collaboratori, risultati privi di titoli medici e della necessaria specializzazione di medico sportivo, per la redazione ed il rilascio a sua firma di certificati per l'idoneità all'attività agonistica e lo svolgimento di visite, talvolta delegando l'impiego di dispositivi medici.

L'aggravante a questa omissione di controllo è ancora più accentuata da episodi di false certificazioni all'attività sportiva agonistica rilasciate a minorenni avviati allo sport. Tale modus operandi illecito veniva proposto anche esternamente allo studio medico, presso manifestazioni sportive in cui il professionista era nominato medico di gara. In tre mesi le operazioni di polizia giudiziaria hanno acclarato l'attestazione di decine di certificati relativi a visite mediche sportive non eseguite o redatte, a nome e per conto dello stesso medico, dai suoi collaboratori.

I falsi certificati erano così utilizzati dagli sportivi per lo svolgimento di gare amatoriali o agonistiche in diverse specialità, come nuoto, atletica leggera, ciclismo e automobilismo. Oltre alle misure restrittive, sono state condotte una serie di perquisizioni principalmente in provincia di Napoli e poi a Pisa, Prato e Latina.

Ai domiciliari sono finiti due fidati collaboratori del medico di quest'ultimo che esercitavano abusivamente la professione medica.

  • Il Curriculum del ciclista Raffaele Illiano

image Raffaele Illiano (11 Febbraio 1977, Napoli) è un corridore professionista italiano.

Passato professionista nel 2002 con la Colombia - Selle Italia di Gianni Savio, si distingue per la sua combattività e per il suo gran lavoro di gregariato.
Nel 2004 ha vinto la Classifica dell'Intergiro (valevole per la maglia azzurra) al Giro d'Italia.


Conta 7 vittorie in carriera, tra le quali spicca il successo nella seconda tappa dell'edizione 2008 della Tirreno-Adriatico, quando, nell'arrivo a Gubbio, ha regolato il gruppo dei fuggitivi (composto dal compagno Axelsson, da Riccò e Capecchi dalla Saunier Duval, da Gerdemann della High Road e da Gasparotto della Barloworld) in volata.

Illiano è da anni attivo anche sul territorio flegreo, con particolare attenzione per la frazione del Fusaro in Bacoli, in cui ha costituito un’associazione dal nome “Team Illiano” (Clicca Qui), promotrice di una serie di eventi tra cui, nel dicembre 2010, il Campionato Regionale di Ciclocross per le categorie Esordienti Allievi, Juniores, Dilettanti e Master, tenutosi presso il Lago d’Averno.

“Il team sportivo – così come si evince dal proprio sito ufficiale - stava lavorando per cercare di promuovere e far nascere nell'area flegrea una vera scuola di ciclismo per bambini, con la speranza futura di rivedere un nuovo Raffaele Illiano al Giro d'Italia e nel ciclismo professionistico”.

Per conoscere tutti i piazzamenti ottenuti dal professionista, arrestato dai carabinieri, Clicca Qui

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

FOTO – Tratte da Internet

Etichette: ,

13 Commenti:

Alle 30 agosto 2011 16:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

e bravo "campione", complimenti! ì c bella figur 'e mmerd...

 
Alle 30 agosto 2011 16:45 , Anonymous Anonimo ha detto...

Michele Enal Carannante
NoOoOoO....ke tristezza!

 
Alle 30 agosto 2011 16:45 , Anonymous Anonimo ha detto...

Melania Scotto ‎
...Bacoli è anche questa! L'area flegrea non finirà mai di stupirci, e lo sport ci mancava -_-'

 
Alle 30 agosto 2011 19:34 , Anonymous Anonimo ha detto...

E vergognoso, questo e solo la punta dell'iceberg. Nelle corse amatoriali c'e chi si fa il culo e chi si fa l'epo e vince. Che schifo dovrebbero bandirli anche a frequentare l'ambiende ciclistico.

 
Alle 30 agosto 2011 20:17 , Anonymous Anonimo ha detto...

Umberto Capuano
vergogna!

 
Alle 31 agosto 2011 09:30 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giuseppe Looz
che schifo vergogna,nello sport chi vince rubando non è un uomo

 
Alle 31 agosto 2011 14:53 , Anonymous Anonimo ha detto...

Il problema è nel vedere genitori che se ne fregano di "pompare" i figli pur di farli arrivare in alto, incuranti delle conseguenze fisiche.

 
Alle 31 agosto 2011 22:54 , Anonymous Anonimo ha detto...

Non è tutto oro quello che luccica. Questa situazione era nell' aria, e molti addetti ai lavori ne erano a conoscenza.

 
Alle 1 settembre 2011 22:31 , Anonymous Anonimo ha detto...

ma voi siete genitori? io dico di no un genitotr non fa questo.

 
Alle 2 settembre 2011 18:17 , Anonymous Anonimo ha detto...

dopo tanti anni di sacrificio perke ti sei buttato nella c..... perke??? mi dispiace

 
Alle 2 settembre 2011 20:10 , Anonymous Anonimo ha detto...

NON INFANCATE IL SUO NOME SE NON SAPETE NIENTE.Chi lo conosce sa che non e vero

 
Alle 4 settembre 2011 19:58 , Anonymous Anonimo ha detto...

sen pigli scuorn ca a livello amatoriale s piglin sta schifezz

 
Alle 8 settembre 2011 16:59 , Anonymous Anonimo ha detto...

sono dispiaciuto ed allo stesso tempo arrabbiato ..............perchè non alimentarsi con belle fette di carne e un bel piatto di spaghetti.......addio ciclsimo

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page