This page has moved to a new address.

Censimento, Bacoli Aspetta Un Atto di Solidarietà: I Dipendenti Comunali Ritirino le Domande di Partecipazione

Freebacoli: Censimento, Bacoli Aspetta Un Atto di Solidarietà: I Dipendenti Comunali Ritirino le Domande di Partecipazione

mercoledì 14 settembre 2011

Censimento, Bacoli Aspetta Un Atto di Solidarietà: I Dipendenti Comunali Ritirino le Domande di Partecipazione

image Un’amministrazione che non ama agire per la collettività, ed un popolo oscurato da cavilli burocratici e mancanza di senso politico: scoppia il caso “Censimento” in territorio bacolese.

Dopo settimane di silenzio, e soltanto dietro pressanti richieste della collettività indignata, la macchina dirigenziale e governativa locale si è degnata, nella tarda mattinata di oggi, a rendere pubblica la propria posizione circa lo svolgimento del Quindicesimo Censimento Generale delle Abitazioni e della Popolazione che, così come pubblicizzato dall’ISTAT, “scatterà una "fotografia" dell'Italia al 9 ottobre 2011, data di riferimento delle informazioni raccolte, e rileverà le caratteristiche di 25 milioni di famiglie, circa 61 milioni di cittadini italiani e di stranieri residenti distribuiti in oltre 8.000 Comuni italiani”.

Una valutazione di carattere periodico, ripetuta ogni decennio, che ha già alimentato vibranti polemiche popolari relative alla decisione del Comune di Bacoli di riservare questa specifica attività ai soli dipendenti pubblici che, attraverso delle mansioni da svolgersi fuori orario lavorativo, si assicureranno un guadagno lordo che si aggira tra i 1500 ed i 2000 euro.

In tal modo si darà mandato a 15 dipendenti pubblici (+ 2 rilevatori), attraverso una procedura concorsuale interna e non resa pubblica, di percepire un ulteriore guadagno che, così come previsto per tutti coloro che già godono di un’assunzione con contratto a tempo indeterminato, andrà ad aggiungersi allo stipendio fisso mensile, alle ferie pagate, alla tredicesima ed alla produttività (9000 euro annui per ogni dipendente per una somma complessiva pari 2,5 milioni di euro che, guarda caso, pesano sempre sul groppone della collettività).

  • La Risposta dell’Amministrazione Schiano: la Burocrazia per Coprire Il Fallimento della Politica

Su qualche sito cittadino sono state pubblicate, in ordine al reclutamento dei rilevatori e dei coordinatori del procedimento in oggetto, notizie privo di fondamento giuridico, fornite da soggetti che non conoscono la materia e finalizzate esclusivamente a gettare discredito sull’Amministrazione e a creare scontento tra i giovani che, legittimamente, ricercano occasioni di lavoro. Nello stigmatizzare detto comportamento, ritengo doveroso fornire ai cittadini le seguenti informazioni..” (continua a leggere)

Con tale incipit il sindaco Ermano Schiano, supportato dal dirigente del III Settore Nicola Castaldo, difende a spada tratta la propria amministrazione proseguendo, tra illazioni, offese e sterili polemiche prive di sostanza, con un lungo elenco di cavilli burocratici e richiami normativi che, in sintesi, si riassumono in un’unica frase: “l’ISTAT ha dato mandato ai Comuni di affidare l’incarico di rilevatore prioritariamente a personale dipendente. Solo nel caso in cui non si riuscissero a trovare, tra i dipendenti, personale pronto a svolgere tale attività, allora potremmo attingere ad un bando pubblico”.

Bene, “prioritariamente”. Non “esclusivamente”, che è ben altra cosa.

  • Monte di Procida ed il Bando Pubblico: La Legge non è un Vincolo Negativo

imageEd è proprio grazie a questa sottile differenza che, caro sindaco, il suo vicino di parrocchia Franco Iannuzzi è riuscito, nella limitrofa Monte di Procida, ad indire un bando pubblico, dando così l’opportunità a dieci diplomati di effettuare tale servizio percependo una cifra non inferiore ai 1000 euro.

Redigendo una procedura concorsuale che, senza ombra dubbio, non solo sarà rispettosa di ogni crisma legislativo ma, cosa ancor più importante, apre una grossa lacuna nelle sue teoriche riflessioni difensive: il bando pubblico, per l’assunzione di rilevatori al Censimento, è possibile. Si può fare. E questa possibilità resta valida a prescindere da ogni sua rattoppata “lavata di faccia” che di certo non diminuisce l’ira di chi, disoccupato o precario, è costretto a vivere alla giornata in una terra “martoriata e stanca”, violentata costantemente da una classe politica da Medioevo.

Pertanto pare ovvio, anziché stampare manifesti o arrampicarsi sugli specchi, essere molto più produttivo ed efficiente contattare il collega del Popolo della Libertà. chiedendo lumi su come comportarsi in vista di una procedura che possa tenere conto di chi uno stipendio non ce l’ha. Che possa lavare l’amministrazione di Bacoli di un “discredito” di cui è essa stessa responsabile.

La risposta che un governo deve saper esprimere, dinanzi ad esigenze popolari ed in particolar modo in una fase storica contraddistinta da una cruenta crisi sociale, culturale ed economica, deve essere politica e non cavillosamente burocratica.

E con il termine “politica”, onde rassicurare menti sfortunatamente infettate dal moderno tarlo del clientelismo, dell’arrivismo, del “magna magna” e del “do ut des”, s’individua in ogni caso all’interno di un percorso che, salvaguardando e risolvendo le problematiche popolari, si mantenga rispettoso dei basilari principi di trasparenza e legalità.

Perché la legge, egregio primo cittadino, non va mai intesa come un vincolo negativo ma, al contrario, come il primo elemento atto a rendere possibile la libertà del singolo all’interno di uno stato democratico, repubblicano e sociale.

  • La Soluzione Sociale: I Dipendenti Comunali Ritirino le Proprie Domande di Partecipazione

Ciò che però rassicura, preso atto dell’assoluta inconsistenza sia progettuale che immediata della maggioranza (aggiunta alla servile minoranza) posta alla guida della città di Bacoli, è che la soluzione popolare può essere raggiunta attraverso l’azione di un corpo sin ora soltanto toccato di riflesso: il personale comunale ed i sindacati che lo rappresentano.

imageSì proprio così. Dinanzi all’imbarazzante scarica barile governativo e dirigenziale, la risposta può arrivare soltanto dai dipendenti del Comune di Bacoli.

L’amministrazione asserisce di non ha potuto redigere un bando pubblico perché doveva interpellare prima i dipendenti? Va bene.

Allora siano gli stessi dipendenti comunali ad aizzare bandiera bianca e, con un gesto di solidarietà super-partes che vada al di là di vetusti steccati ideologici o attuali recinti di potere, ritiri la propria partecipazione al concorso interno.

Siano questa volta i sindacati comunali, rappresentativi di organizzazioni lavorative nazionali da sempre in lotta per la difesa del lavoro ed uniti nella volontà di voler compiere un’azione solidale verso la cittadinanza in difficoltà, a fare un passo concreto, disertando così il bando interno.

Solo in questo modo i tirannosauri della politica cittadina, supportati da dirigenti fiduciari, saranno costretti, forse per la prima volta nel corso del proprio lungo tragitto amministrativo, a dover sottoscrivere un procedimento di parziale giustizia dando la possibilità, a chi non ce l’ha, di poter godere anche solo per un mese di un stipendio trasparente, abbondante e soprattutto non subordinato alla sempre più presente ombra del “lavoro nero”.

Siate voi a a dare un segnale a questa terra che non ha più il coraggio di sognare un futuro diverso dal degrado attuale.

Cari dipendenti pubblici, ritirate le vostre domande di partecipazione.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: , ,

20 Commenti:

Alle 14 settembre 2011 18:01 , Anonymous Anonimo ha detto...

Susy Carannante
lo faranno?? dubito........

 
Alle 14 settembre 2011 18:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mario Tomaselli
per me che sono rappresentante sindacale e per smentire i luoghi comuni...sono d'accordo nel disertare il bando interno...anzi a tal proposito presenterò una nota a favore dei giovani senza lavoro...sono per i giovani...ma i giovani devono ragionare con la loro testa...troppi si fanno condizionare dalle facili promesse...!!!

 
Alle 14 settembre 2011 18:21 , Anonymous Anonimo ha detto...

Franco Napolitano
La CGIl è daccordo con voi tutti e diserta il bando.Siamo a favore da sempre con i giovani disoccupati

 
Alle 14 settembre 2011 18:42 , Anonymous Anonimo ha detto...

Tutti ad essere favorevoli, favorevolissimi... Tutti!
Ma solo e sempre dopo...
Nonostante ciò, meno male...

 
Alle 14 settembre 2011 18:48 , Anonymous Anonimo ha detto...

Non è "dopo"
il sorteggio per decidere i dipendenti c'è lunedì mattina.
Quindi hanno diversi giorni per ritirare la domanda.

 
Alle 14 settembre 2011 18:54 , Anonymous Anonimo ha detto...

Roberto Della Ragione
LASCIAMO IL CENSIMENTO AI GIOVANI DISOCCUPATI BACOLESI !!!!!!!!!!!!!!!!!

 
Alle 14 settembre 2011 18:54 , Anonymous Anonimo ha detto...

SONO ANCORA IN TEMPO PER CAMBIARE IDEA!
Fatelo!

 
Alle 14 settembre 2011 19:20 , Anonymous Luigi Campanile ha detto...

http://www.comune.bacoli.na.it/pagine/sindaco/censimento11.pdf

SIETE IN RITARDO ! SVEGLIAAAAA !

I GIOCHI SONO GIA' FATTI !
La Procedura di Selezione Interna è stata già fatta, il personale già reclutato e il Censimento già Completato !

Leggete il Comunicato del Sindaco in risposta alle notizie pubblicate su qualche sito cittadino ( anche freebacoli ? ) " prive di ogni fondamento giuridico, ecc.."

Luigi Campanile

 
Alle 14 settembre 2011 20:35 , Anonymous Anonimo ha detto...

CREDETEMI LA COLPA, DEL MANCATO RECLUTAMENTO FRA I DISOCCUPATI,E DA ADDEBBITARE,SOLO ED ESCLUSIVAMENTE,AD UN BEMBRO,DI QUESTO CONSIGLIO COMUNALE,CREDETEMI E LA PURA SACROSANTA VERITA. FIRMATO IL BOIA.

 
Alle 14 settembre 2011 23:19 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mario Capuano
BACOLI= 3000 giovani senza lavoro, cioe' uno su....uno e mezzo; molti hanno un titolo di studio. ' E LE STELLE STANNO A GUARDARE!!!'

 
Alle 15 settembre 2011 00:30 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luigi Campanile ma almeno l'hai letto l'articolo che hai commentato??????
cos i pazz!

 
Alle 15 settembre 2011 09:45 , Anonymous Luigi Campanile ha detto...

All' anonimo 15.09 00:30

Scusa, forse ho letto rapidamente l' articolo e il comunicato del Sindaco: "Tutto ciò considerato, (...) procedure di selezione interna del personale che HANNO CONSENTITO il reclutamento di tutto il personale occorrente per il 15° Censimento"

Se l'italiano è corretto, il Tempo è PASSATO Prossimo !
Tu, invece, cosa hai capito dall' articolo e dal comunicato ?

All' anonimo del 14.09 20:35
E' inutile istigare, fomentare o gettare fango: se conosci per certo chi, unico dell' amministrazione comunale, risulta, secondo te, il colpevole del mancato reclutamento tra i disoccupati, sei pregato di farne nome e cognome. Così magari i giovani bacolesi potranno rivolgersi direttamente a lui per ringraziarlo, chiedergli le dovute spiegazioni e votarlo alle prossime elezioni.

All' anonimo 14.09 18:48
vale come per il precedente: quale sorteggio di lunedì ? dove si terrà ? se sei ben informato, avvisa tutti. Così gli interessati giovani bacolesi potranno essere presenti. Magari, nel frattempo, si possono rivolgere al sig. Castaldo, responsabile Settore Anagrafe, firmatario insieme al Sindaco, per sapere realmente la Procedura censuaria a che punto è.

Non sarà difficile "intervistarlo", vero redazione di freebacoli ?

Anche se, ripeto, il testo formale del comunicato sindacale lascia intendere che i giochi sono già fatti !

Luigi Campanile

 
Alle 15 settembre 2011 09:57 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ogni Mondo è Paese !

Cronaca Flegrea titola Rifiuti da Bacoli a Pozzuoli - scoperti 5 commercianti.

Che brutta pubblicità

Ma almeno ad Agosto la Differenziata ha raggiunto il 76 % !

Grande Sindaco !

 
Alle 15 settembre 2011 10:03 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giuseppe Giulietti
Io darò i miei dati online.

 
Alle 15 settembre 2011 11:10 , Anonymous Anonimo ha detto...

Alain Sanfratello
caro josi voglio rammentarti che ho ricevuto da parte tua tempo fa una richiesta d'incontro da me accettata ed ancora sto aspettando. oggi parecchi lavoratori hanno alzato bandiera bianca per colpa di politici,sindacalisti,dirigenti, e della cosi detta minoranza che siede in consiglio. la strada che state percorrendo non vi porterà a risolvere i problemi che attanagliano la città. chiedi di alzare bandiera bianca e la chiedi ai lavoratori??? chiediamo solidarietà per assunzioni dei nostri figli nel mondo del lavoro,ai politici di costruire case per chi ne ha bisogno, di contenere il prezzo degli affitti,di potere far vivere la gente e facile fare demagogia.....e colpire le parti molli.......pensaci.

 
Alle 15 settembre 2011 11:10 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mario Capuano
caro alain, anke se il nostro e' un paese...incostituzionale, troviamo sempre il modo di AUTOFLAGELLARCI, insomma continuiamo a fare ' la guerra dei poveri'. il mio carissimo amico enzo rupil al secolo ' pesciolino abbronzato'( una bacoli di altri tempi'), ke dio lo abbia in gloria diceva: dobbiamo smetterla di farci la guerra fra di noi ....e' con i bagnolesi ke ce la dobbiamo prendere.... indicando per bagnolesi i nemici di bacoli. a bacoli i bagnolesi ALLIGNANO !!!, sono questi i n/s nemici. a poke parole.... un bacio dal sempre tuo amico mario.

 
Alle 15 settembre 2011 15:30 , Anonymous Anonimo ha detto...

Voglio commentare solo il comunicato del Sindaco.
Non è la legittimità della scelta che si critica, ma è la sua opportunità! Mi è parso che ci si nasconda un pò dietro fantomatici requisiti professionali da possedere per effettuare questo censimento che, tra l'altro a memoria, deve essere compilato dai nuclei familiari su moduli prestampati. In sostanza non ci vuole la cosiddetta "arca di scienza" o master e specializzazioni per fare un buon lavoro. Altro discorso è poi dire che anche al Comune potrebbero esserci dipendenti con disagio economico e rispettivi nuclei familiari che vanno aiutati. Ma questo lo valuteremo allo stilare della graduatoria. Antonio Scotto.

 
Alle 16 settembre 2011 12:31 , Anonymous Rosanna Scotto di Luzio ha detto...

Una persona, un'organizzazione, è veramente solidale, nel senso più vero del termine, se "VOLONTARIAMENTE" si sente legata agli ALTRI!

 
Alle 17 settembre 2011 08:33 , Anonymous Anonimo ha detto...

Tutto tace ?

Tutto il mondo di Bacoli in pace ?

 
Alle 25 settembre 2011 18:29 , Anonymous Anonimo ha detto...

Come è andata a finire ?

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page