This page has moved to a new address.

“Difendiamo Soltanto le Case di Necessità”, In Migliaia per la Fiaccolata di Domani: S’Alza l’Appello dei Manifestanti

Freebacoli: “Difendiamo Soltanto le Case di Necessità”, In Migliaia per la Fiaccolata di Domani: S’Alza l’Appello dei Manifestanti

domenica 18 dicembre 2011

“Difendiamo Soltanto le Case di Necessità”, In Migliaia per la Fiaccolata di Domani: S’Alza l’Appello dei Manifestanti

Una fiaccolata per riaffermare il senso pacifico e partecipativo di una protesta che sino al pomeriggio di venerdì ha mantenuto in strada più di tre mila persone: le famiglie Carannante e Cardamuro continuano a difendere i propri abusi di necessità, chiedendo con forza la convocazione di un Consiglio Comunale sulla problematica “abbattimenti”, per eliminare i fondi (pari a 147mila euro) destinati per le demolizioni.

Si terrà domani sera (lunedì) dalle ore 18:00, la fiaccolata organizzata dalla comunità religiosa della periferie di Torregaveta e del Mazzoni, e dagli stessi tredici cittadini interessati dal procedimento di abbattimento di ben tre strutture abitative poste a poca distanza l’una dall’altra.

Una sorta di processione di riflessione e mobilitazione, utile per un confronto sereno, che partendo dalla chiesa di Torregaveta (posta a pochi passi dalla stazione della Cumana) raggiungerà le due case coinvolte dalle sentenze passate in giudicato.

L’Appello delle Famiglie Carannante e Cardamuro

“Invitiamo tutti i cittadini a tutte le istituzioni politiche ed ecclesiastiche di carattere locale, provinciale e regionale, ad unirsi a questo evento di solidarietà con cui si cerca di mantenere alta la tensione su di una problematiche che di certo non riguarda soltanto le famiglie Cardamuro e Carannante – asseriscono gli organizzatori della fiaccolata – ribadiamo inoltre che il movimento creatosi intorno a noi è assolutamente pacifico. Pertanto stigmatizziamo tutti gli episodi di vandalismo e di poca civiltà che si possono essere verificati in questi giorni. Non siamo qui per fare la guerra. Vogliamo soltanto essere ascoltati da chi sin ora non ha affrontato come si deve la drammatica situazione degli abbattimenti e dell’abusivismo edilizio di necessità in Campania. Siamo a favore soltanto degli abusi di necessità. Il resto deve andare tutto a terra, partendo dagli abusi speculativi”.

E’ quindi con chiarezza che le due famiglie, poste alla testa di questo presidio spontaneo, condannano quei episodi di teppismo che, in questi giorni, sono stati determinati da cittadini che, seppur facenti parte della manifestazione, non ne hanno compreso appieno il senso e la motivazione di fondo.

“Abbiamo Commesso un Abuso Soltanto Per Avere una Casa”

“Siamo abusivi, ma non criminali. Abbiamo costruito su di un terreno nostro dove era possibile edificare per beni pubblici. Ci diano la possibilità di avere una casa”. E’ in questo modo che Pasquale Cardamuro, cittadino interessato dallo sfratto e dall’abbattimento della propria abitazione, cerca di spiegare ai numerosi giornalisti e cittadini avvicinatesi in questi giorni alla propria abitazione, il motivo che lo spinge a difendere quanto da lui costruito con tutte le sue forze.

Anche minacciando un suicidio.

“Ho chiesto più e più volte al Comune di Bacoli di trovarmi una casa in cui poter sistemarmi con una figlia disabile. Ho anche io diritto ad una casa. Abbiamo aspettato un anno e la casa non l’abbiamo trovata e per questo abbiamo deciso di costruire in maniera abusiva. Abbiamo violato la legge soltanto per avere un tetto sotto cui vivere, ma non è possibile buttare giù i sacrifici di una vita”.

Dichiarazioni fatte dinanzi ai microfoni e sopra ad un attico vicino a delle latte di benzina, che ben fanno capire lo stato d’animo di chi, disperato, chiede di poter avere un domicilio per sé e per la propria famiglia.

“Per Abbattere le Case Abusive in Campania ci Vorrebbero 14 Miliardi di Euro”

Non dissimile è la posizione del fratello, Raffaele. “In Campania esistono ben 70mila case abusive, con sentenze passate in giudicato. Le buttiamo tutte a terra? E perché cominciano prima da noi? Io sarei il secondo abbattuto a Bacoli”.

La riflessione di Cardamuro si sposta poi su di una questione prettamente economica. “Inoltre ritengo sia assurdo spendere oltre 14 miliardi di euro per abbattere tutte le case abusive campane. Abbiamo una miriade di problemi da affrontare. Pertanto chiedo al Comune di Bacoli di assumersi una responsabilità forte togliendo i fondi che aveva destinato per gli abbattimenti. Faccia immediatamente un Consiglio Comunale. Si cominci ad abbattere gli abusi speculativi, quelli che hanno lucrato. Tutti ristoranti di Bacoli, soprattutto quelli presenti su suolo pubblico, sono abusivi o hanno edificato un qualcosa di non lecito. Ma loro non vengono mai toccati”.

“Abbiamo Pagato Anche il Condono”

  Non meno decisa è la posizione di Carmela, moglie di Raffaele. “La nostra casa è stata costruita a poca distanza da tante case abusive che resteranno in piedi mentre noi potremmo andare a terra nei prossimi giorni. Tutto ciò è normale? Potrei indicare ad una ad una le case abusive presenti proprio dove abitiamo noi oramai da tantissimi anni. Noi chiediamo equità. Paghiamo le tasse, la nostra casa è accatastata e abbiamo pagato anche il condono edilizio, sostenendo spese molto elevate”.

“Difendiamo Soltanto gli Abusi di Necessità. Le Prime Case”

Dall’altra parte della strada è poi la giovanissima Miriam Barone, figlia di Carannante, a comunicare il proprio pensiero alla popolazione presente ed alle telecamere di Tv nazionali e locali: “Mettiamo in chiaro una cosa. Si è vero che le nostre case sono abusive ma evidentemente molta gente vive in un mondo immaginario. Perché moltissimi manufatti campani sono costruiti abusivamente, a causa di uno Stato inadempiente che non ha mai voluto rilasciare licenze edilizie da più di 50 anni. Qui si sta combattendo solo ed unicamente per difendere le case di prima necessità, le nostre uniche case. Non per difendere chi ha costruito solo e semplicemente per speculare (bar, hotel o per chi ha tre o quattro case: case al mare e case in montagna). Questa gente, la mia famiglia e i fratelli Cardamuro – continua Miriam - abbiamo costruito la nostra casa, semplicemente per noi stessi. Per viverci. Dopo quella, non abbiamo nient'altro”.

Dichiarazioni particolarmente sentite e spesso fatte con le lacrime agli occhi, condivise anche dalle migliaia di manifestanti che negli ultimi giorni sono stati vicini alle famiglie in difficoltà.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

FOTO: Vittorio Rotta

Etichette: , , ,

68 Commenti:

Alle 18 dicembre 2011 10:24 , Anonymous Anonimo ha detto...

Enrico Flauto
Ma che fà il Sindaco davanti ai problemi scappà ? e le promesse dell'ex Governo Berlusconi che lui rappresenta ?

 
Alle 18 dicembre 2011 10:24 , Anonymous Anonimo ha detto...

Rosy Chef
Raga siete grandi! Tutta la Redazione Freebacoli...nessuno escluso. Qualcuno vi accusa di spettacolarizzare sui problemi drammatici del nostro paese, facendoci sempre comparire come un popolo disgraziato e pieno di guai. Io dico che era ora, che finalmente qualcuno si ergesse a difesa dei poveri cittadini e documentasse APOLITICAMENTE E APARTITICAMENTE come fate voi! Con rispetto parlando la Mer** và scoperchiata e messa in vetrina, ma solo affinchè si ripulisca e si risolva. SE DIAMO RETTA A QUELLI CHE DICONO CHE "I PANNI SPORCHI SI LAVANO IN FAMIGLIA"...STAMM NGUAIAT!!! BACOLESI SVEGLIAAA...p.s. vi stimo sempre di più ;-)

 
Alle 18 dicembre 2011 10:30 , Anonymous Anonimo ha detto...

Filippo Merone
IO NN L'AVEVO MAI ASCOLTATO!!!..QUESTO SINDACO NON SI SA ESPRIMERE GUAGLIU'!!!!!!!!!!

 
Alle 18 dicembre 2011 11:05 , Anonymous Anonimo ha detto...

che che bella storiella!! ma quando hanno costruito "per necessità" case a Bacoli o nei dintorni non se ne vendevano o non si trovava da fittare?? I soldi li hanno pur spesi per costruirsi la casa...o no?? e se abbattono prima tutte le altre case ,ristoranti ecc ... alla fine dovranno abbattere pure la loro o no?? e la casa delle tre donne che hanno già abbattuto che si fa?? gliela ricostruiamo?? perchè poi non sarebbe giusto...allora si potrebbe far decidere ai Cardamuro e Carannante l'ordine di abbattimento così possono decidere a che posto collocarsi.
Poi c'è il discorsetto perchè a noi si e a loro no....bè è lo stesso dire ...perchè io pago le tasse e molti altri no...e se lo stato acchiappa l'evasore sono ben contenta non è che poi conti molto chi prima e chi dopo la mia speranza e che li prenda tutti perchè sono parassiti della società.
Anna

 
Alle 18 dicembre 2011 11:08 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sergio Travi
Migliaia di abusi di necessita'. Un paese e una regione di poveracci. Ma si', aboliamo i fondi per gli abbattimenti. Che ognuno faccia quello che gli pare. Cosi si campa. Fesso chi nn lo capisce e si ostina a voler vivere come nel resto del mondo civile.
E io imbecille che ogni mese pago un affitto e faccio i salti mortali per arrivare a fine mese. Ma ora mi converto: mi scelgo un pezzo di terra e mi costruisco la casetta. Cosi' si fa.

 
Alle 18 dicembre 2011 11:08 , Anonymous Anonimo ha detto...

Filippo Merone
GIUSTISSIMO...MA NN CREDI KE DEBBANO ANDARE GIU TUTTI GLI ABUSIVI?A COMINCIARE DA KI E' PIU RICCO???...E SE DEVE ESSERE COME DICI TU..NON CREDI CHE I CONDONI INCENTIVANO ANCOR DI PIU A COSTRUIRE?

 
Alle 18 dicembre 2011 11:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

ammesso (e non concesso!) lo strambo concetto dell'abuso "per necessità", chi poi dovrebbe stabilire l'esistenza o meno di tale requisito ??? per caso una commissione comunale presieduta dall'industriale dell'abuso, il mitico geppino dispensatore di tracchie&custatelle e'puorc ???

 
Alle 18 dicembre 2011 11:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

Io pago 600 euro al mese
Mia sorella paga 500 euro al mese
Mio fratello paga 1200 euro al mese
TOTALE: 2300 euro al mese di AFFITTO!!!
In più siamo proprietari di un terreno di 2000 mq, sul quale non abbiamo mai pensato di realizzare il cosidetto e da tutti acclamato ABUSO DI NECESSITA'!!
Siamo stati stupidi..ma certo ONESTI!!!
Mi dispiace immensamente per le famiglie che perderanno la casa e per chi l'ha già persa, la povera signora Striano di Bacoli per la quale c'è stata totale indifferenza, nessuno ha manifestato, dove era il sindaco????
Ma non posso proprio accettare l'ABUSO DI NECESSITA' e chi lo acclama..è un reato e si autorizza chiunque ad infrangere la legge per necessità!!! E'vero lo Stato è assente, ma non per questo si può fare ciò che si vuole!!
Allora abbattiamo le case, diamo l'esempio, e manifestiamo non contro gli abbattimenti, ma per dare a queste famiglie e ad altre che hanno NECESSITA' un'altra casa..
Pietro

 
Alle 18 dicembre 2011 11:16 , Anonymous Anonimo ha detto...

Filippo Merone
IO TI STO DANDO RAGIONE!..MA SE TI GUARDI IN GIRO SIAMO SOLI!!!!!!...NON ESISTE NIENTE PIU'!..IO PAGO 700 EURO DI PIGIONE AL MESE...MA SFIDO CHIUNQUE SE HAI UN PEZZO DI TERRA PROVI A FARTELA LA CASA...LA CAAAAAAAASA CAPISCI? NON UN ALBERGO O RISTORANTE.SAREBBERO COMUNQUE SACRIFICI DI UNA VITA SOLAMENTE PER POTER VIVERE SOTTO UN TETTO...MENTRE IN PARLAMENTO I POLITICI CI MANGIANO VIVI!!!

 
Alle 18 dicembre 2011 11:32 , Anonymous Anonimo ha detto...

bhe io andrei a monte,Bacoli per 1/3 è abusiva e questo grazie alla camorra ed a tutte le amministrazioni comunali che si sono avvicendate da 50 anni a questa parte che promettono condoni e varie e posti di lavoro per accaparrarsi i voti, e devo dire che qualcuno c' è anche riuscito perchè, se analizziamo bene la situazione; chi potrebbe perseverare nel costruire 1 edificio violando 5 sigilli se nn con il consenso delle forze dell'ordine e del comune?a questo punto è chiaro ch'è tutta 1 farsa e chi ne paga le spese è colui che nn ha santi in paradiso (i Soldi)...la cosa che m'intristisce e che si vuole applicare 1 legge nella totale illegalità di 1 intero paese,città ,regione...per me la responsabilità è semplicemente delle istituzioni e prima di abbattere le case direi:accertare le responsabilità istituzionali di tutto ciò e mettere 1 pò di persone dentro...il sogno di tutte le persone oneste!!!

 
Alle 18 dicembre 2011 11:41 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mi dispiace per i sig. abusivi, ma la legge deve essere rispettata. L'epoca di chi faceva promesse e', speriamo, definitivamente finita grazie anche alla crisi economica. Alle prossime elezioni e' meglio votare chi non promette sogni o che la legge può essere aggirata. L'Italia ha bisogno di serietà e bacoli ancora di più. Leggo degli abusi di necessita', ai quali obbietto che se si hanno soldi per costruire abusivamente, con tutti i rischi che si corrono, allora si poteva costruire in modi legale dove era permesso. La colpa e' soprattutto di quegli amministratori comunali che negl'anni hanno permesso che si costruisse, sia per interesse economico che politico. Oggi la magistratura fa quello che doveva fare il comune in questi anni, far rispettare la legalità e le regole civili. Tutto quello che i consiglieri Josi e co. sono proposte strampalate che danno solo speranze ai sig. abusivi.

 
Alle 18 dicembre 2011 11:47 , Anonymous Anonimo ha detto...

IO CREDO SOLO UNA COSA...CHE CHI IN VITA SUA NON HA COSTRUITO UNA CASA...ANCHE ABSIVA...NON L'HA FATTO SOLO PERCHè NON AVEVA SUFFICIENTI SOLDINI!!! NO PERCHè è UN BRAVO CITTADINO E PER QUESTO PAGA L'AFFITTO!!! VORREI PROPRIO VEDERE QUANTI DI VOI NON HANNO MAI TRASGREDITO LA LEGGE!!! MA PER PIACEEEE ANDATELA A RACCONTARE A QUALCUN ALTRO!!!

ONESTI CITTADINI CHE PAGANO L'AFFITTO!!! RIDERE!

 
Alle 18 dicembre 2011 11:50 , Anonymous Anonimo ha detto...

INFRANGERE LA LEGGE INTENDO...ESEMPIO..NON FARE IL BIGLIETTO PER L'BUS O DEL TRENO...OPPURE PASSARE COL ROSSO..OPPURE QUALSIASI COSA!!!

 
Alle 18 dicembre 2011 11:57 , Anonymous Anonimo ha detto...

la legge non ammette ignoranza se tutti farebbero quello che vogliono si vivrebbe nell'anarchia totale
adesso chi sbaglia paga
il problema ora e dove andranno queste famiglie
spero che vadano a vivere in comune cosi possono dargli un paio di calci nelle p..le a chi a permesso tutto cio perche diciamola tutta cio che non si fa non si sa

 
Alle 18 dicembre 2011 12:02 , Anonymous Anonimo ha detto...

IO CREDO SOLO UNA COSA...CHE CHI IN VITA SUA NON HA COSTRUITO UNA CASA...ANCHE ABSIVA...NON L'HA FATTO SOLO PERCHè NON AVEVA SUFFICIENTI SOLDINI!!! NO PERCHè è UN BRAVO CITTADINO E PER QUESTO PAGA L'AFFITTO!!! VORREI PROPRIO VEDERE QUANTI DI VOI NON HANNO MAI TRASGREDITO LA LEGGE!!! MA PER PIACEEEE ANDATELA A RACCONTARE A QUALCUN ALTRO!!!

ONESTI CITTADINI CHE PAGANO L'AFFITTO!!! RIDERE!

PS.TRASGREDIRE LA LEGGE INTENDO AD ESEMPIO NON PAGARE IL BIGLIETTO DEL BUS...O PER I COMMERCIANTI "M SCUCI POSSO FARLE LO SCONTRINO DI 5 EURO INVECE DI 15?????A CHI NON è MAI CAPITATO DI FARE UNA DI QST COSE???

SMETTETELA DI FARE I FINTI PERBENISTI!!CHI NON HA PECCATO SCAGLI LA PRIMA PIETRA!! BYE BYE

 
Alle 18 dicembre 2011 12:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

si si brav jat a prutstà ca intant SPENNACOR a fatt nat’u CAPANNON e nisciun a vist e ver nient
Josi & cumpagnia cantant facitm avvrè si tnit i pall !!! jatl a denuncià

 
Alle 18 dicembre 2011 13:08 , Anonymous Anonimo ha detto...

purtroppo bacoli vive in un paese dove l'ignoranza e alla luce del sole dove ci sono tantissimi comunisti ma di comune non hanno proprio niente... io non credo che chi ha costruito la propria casa di necessita in un territorio condonabile come i cardamuro(che a 100 metri c'è un liceo) non hanno il diritto di protestare x i propri sacrifici di una vita... VERGOGNIA a tutti quelli favorevoli all abbattimento senza un po di solidarietà... uno studente manganellato

 
Alle 18 dicembre 2011 13:10 , Anonymous Anonimo ha detto...

gianni colandrea
proporrei di organizzare una fiaccolata per tutti quelli che hanno difficoltà ad arrivare alla fine del mese: i disoccupati che non hanno un lavoro, i pensionati con una pensione di 400 euro mensili, le vedove con una pensione di reversibilità da fame, i cittadini che hanno perso il lavoro, quelli che pagano un mutuo, facendo sacrifici, i malati che non hanno soldi per curarsi. Che dite? la facciamo questa fiaccolata? oppure ci vogliamo aggregare alla manifestazione in favore di chi commette i reati?

P.S.: massima solidarietà e rispetto per la persona disabile che, a mio parere, dovrebbe avere tutta l'assistenza necessaria da parte dello Stato.
P.S.2: Abolire i fondi destinati agli abbattimenti? ma voi veramente state facendo?Aboliamo i fondi destinati a far rispettare la legge? ma vi rendete conto delle assurdità che state dicendo???
P.S.3: d'accordissimo ad abbattere tutte le costruzioni abusive, compresi bar, ristoranti, abusi speculativi etc. etc.

 
Alle 18 dicembre 2011 13:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

Corriere della Sera, domenica 18 dicembre 2011, articolo a pag 27: "il caso Bacoli - Il paese degli abusivi scende in piazza e ferma le ruspe".
Che figura di merda nazionale!! Che speranze avete adesso di evitare gli abbattimenti! Il paese degli abusivi così hanno chiamato Bacoli, così saremo etichettati in futuro da tutti. Che vergogna. Brava Freebacoli che difendi questi personaggi!

 
Alle 18 dicembre 2011 13:49 , Anonymous Anonimo ha detto...

Salvatore Porcelli
sospensione del giudizio in attesa che i nostri governanti facciano un piano regolatore adeguato alle esigenze delle persone e del territorio

 
Alle 18 dicembre 2011 13:49 , Anonymous Anonimo ha detto...

Di Fraia Pasquale
il problema di questo sindaco è che in campagna elettorale siè confrontato solo con i suoi elettori,del resto della cittadinanza se ne ampiamento fregato!è ora pagano i danni tutti i suoi e non.

 
Alle 18 dicembre 2011 13:52 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mario Capuano
vorrei, attraverso questo giornale,esprimere la mia solidarieta' alle famiglie colpite dalle INGIUSTIZIE DELLA GIUSTIZIA!!e, contemporaneamente invitarle a nn DEMORDERE.Gli abbattimenti da fare a bacoli sono BEN ALTRI . attaccare sempre la povera gente nn VALE!! a bacoli ci sono interi villaggi costruiti ANCHE su ruderi romani, nn ultime alcune ville a baia e...scalandrone: LA' ' LE STELLE STANNO A GUARDARE...' come sempre mi assumo le responsabilita' di quello TESTE' detto.

 
Alle 18 dicembre 2011 13:53 , Anonymous Anonimo ha detto...

Guido Daniele Villani
Ragazzi scusate la mia ignoranza... Ma questi "anni di sacrifici" non si sapevano fare anche pagando un mutuo? Insomma c'è una legge, e per quanto non venga applicata per tutti rimane legge. Sono d'accordo sul fatto che personaggi sopra la normale cittadinanza beneficiano di privilegi che sono assurdi; presa coscienza di questa situazione vergognosa, personalmente ritengo che se ci si vuole opporre a questo giustizionalismo non si possono difendere persone che hanno costruito abusivamente, piuttosto protestare davanti agli edifici dei privilegiati, ecco questa credo che possa essere la strada giusta. E in quel caso sarei felice di partecipare alla causa.

 
Alle 18 dicembre 2011 13:53 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mario Capuano
scusa guido, ma una legge che nn viene APPLICATA per tutti nn e' LEGGE e'..... LEGGErina; solo a tutela di squallidi personaggi che , purtroppo ALLIGNANO c/o di noi.buone feste

 
Alle 18 dicembre 2011 13:53 , Anonymous Anonimo ha detto...

Guido Daniele Villani
Certo e non ti do torto, ma credo che si debba andare dai diretti interessati a rivendicare una legge attuata da tutti per tutti; voglio dire, vogliamo che la legge valga per tutti o che NON valga per nessuno?

 
Alle 18 dicembre 2011 13:56 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ercole Mirabella
Fate tanti consigli comunali per fatti vostri mo ne fate uno per una vera emergenza !

 
Alle 18 dicembre 2011 14:04 , Anonymous Anonimo ha detto...

Chi edifica uno stabile in modo abusivo commette un illecito e ne è perfettamente cosciente visto che costruisce di nascosto o di notte, si guarda intorno nella speranza che nessuno chiami le autorità e gli faccia avere i sigilli. Rischia e lo sà, tanto gli può andare bene e tanto gli può andare male. Per una casa media spenderà circa 130.000 euro più naturalmente il costo del terreno, mentre si sa che una abitazione, nella zona di bacoli, ha un valore di mercato di circa 300.000 euro. Molte volte chiede un prestito alla banca con la convinzione che deve pagare si una rata al mese,
come un affitto, ma almeno la casa è sua e dunque è contento. Ma lo sa che rischia ma pensa che in fondo tra tante case mica andranno ad abbattere proprio la sua. Alcuni parlano di abuso di necessità ma è solo un abuso, un atto illecito che non andrebbe fatto. A tutti può capitare di infrangere la legge magari perchè si passa con il rosso, si supera un limite di velocità o non si fa uno scontrino, io se lo faccio sono consapevole del fatto che mi può andare bene e allora tutto ok e si va avanti ma mi può andare anche male e allora si paga. E' tutto un rischio e si deve avere la consapevolezza di ciò! Una volta beccati non si può avere la presunzione di dire "ma perchè proprio io", "io non ho la casa", "andate a vedere pure gli altri", per adesso sei stato beccato tu e basta, se stai in difetto ne paghi le conseguenze! A tutti i bacolesi poi che hanno protestato perchè non andate a protestare pure per far fare una bonifica del territorio che ci sono tantissime persone malate di cancro o perchè non andate a protestare per tutte quelle persone che risultano nullatenenti o fanno i socialmente utili e poi fanno altri 2 o 3 lavori! E poi i bambini teneteli a casa o a scuola non nel casino! Se tutti facessero quello che vogliono si vivrebbe nella totale anarchia e vincerebbe solo il più forte.

 
Alle 18 dicembre 2011 14:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

Fabiana Maestrino
mi chiedo: ma i cittadini che hanno semre pagato onestamente le tasse, i fitti delle case ecc so scemi?????....

 
Alle 18 dicembre 2011 14:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sergio Travi
Infatti, i condoni sono stati la rovina di questo Paese. Nn solo per l'ambiente (e ce ne accorgiamo quando ci sono le alluvioni tipo Messina ma basta vedere anche quello che succede a Bacoli quando c'e' un acquazzone) ma anche per la mentalita'. Infatti come si vede in questi giorni, tutti a giustificare gli abusi e tutti a chiedere nuovi condoni. Magari con la "scusa" che tutti (ma quando mai poi? La maggioranza delle persone ha campato nel rispetto della legge. Chiamare in causa tutti e' un tentativo di confondere le acque) hanno fatto cosi. Dimenticando che questo nn giustifica nulla. Come se un ladro si lamentasse del suo arresto perche' anche altri rubano. E allora? Hai rischiato sapendo di rischiare e ti e' andata male. Si confonde l'abusivismo con la necessita' di un piano regolatore sensato o con un piano comunale per l'housing sociale, in modo da venire incontro alle reali esigenze di chi ha bisogno di una casa. Ma chi se ne e' mai fregato in questo paese? Nessuno. A meno non mi siano sfuggiti negli ultimi dieci anni proposte in tal senso. E non se ne e' fregato nessuno perche' a molti, cittadini politici , edili e tecnici e' convenuto cosi'. Tutti, nessuno escluso, complici in un sistema malato di interessi e convenienze reciproche. Ora che i nodi vengono al pettine, ecco che si risvegliano dal lungo sonno. E che soluzione propongono? Chi ha avuto ha avuto e chi ha dato ha dato. Grande acume sociale e politico.

 
Alle 18 dicembre 2011 14:15 , Anonymous Anonimo ha detto...

Enrico Flauto
Ma il Sindaco deve provvedere a trovare una soluzione alternativa !! Lo Stato deve intervenire su tutti Gli abusi e condannare coloro che hanno permesso questi abusi compreso uffici Tecnici e compari !!

 
Alle 18 dicembre 2011 14:15 , Anonymous Anonimo ha detto...

Filippo Merone
SERGIO SONO, NN DACCORDO CON TE, MA DI PIU!!!!!!!!...MA ALLORA SMONTIAMO IL SISTEMA DALLA TESTA!QUESTE SONO CHIECCHIERE DELLA DOMENICA MATTINA ..IN ALTRI TEMPI CI SAREBBE STATO GIA IL RISVEGLIO CULTURALE...IO HO 30 ANNI MA PER QUANTO NE POSSA SAPERE LE VITTIME DELLE BRIGATE ROSSE...NON ERANO MENO INTELLIGENTI DEI POLITICI CHE CI GOVERNANO!!!

 
Alle 18 dicembre 2011 14:15 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sergio Travi
Certo. Ma questo e' il paese dei Peppino, Giggino, Santolino ecc... Tutti compari, dove ognuno chiude un occhio per fare piacere all'amico, al parente, al conoscente del parente o dell'amico... Dove la legalita' e' un optional. Perche', ripeto, nn conviene a nessuno. E infatti adesso nei fatti si chiede ancora una volta di passare oltre e di continuare come prima. Perche' ovviamente se vincono gli abusivi, ci saranno altri che si sentiranno in diritto di fare lo stesso. Come appunto accaduto, qua e altrove, ogni volta che si e' giustificato l'abuso. Cambiamento? Ma se nn cambia la mentalita' della gente, dove mai vuoi andare?

 
Alle 18 dicembre 2011 14:16 , Anonymous Anonimo ha detto...

Filippo Merone
INFATTI...A BACOLI CI SONO 1300 COTRUZIONI ABUSIVE!..PER ME DOVREBBERO ANDARE TUTTE GIU'...!PERO' UN PIANO REGOLATORE ME LO DEVI FARE...PERKE' QUANDO ALZANO ICI E TUTTO IL RESTO IO E TE PER RESTERE NEL NOSTRO BEL PAESELLO FLEGREO I NOSTRI PADRONI DI CASA CE LI FANNO USCIRE PER CULO I SOLDI!

 
Alle 18 dicembre 2011 14:16 , Anonymous Anonimo ha detto...

Salvatore Porcelli
che piangessero un pò anche i ricchi, quelli che hanno tante case di proprietà ereditate dagli antenati, le uniche legali

 
Alle 18 dicembre 2011 14:54 , Anonymous Anonimo ha detto...

Da sottolineare l'ennesima figura di cacca rimediata in TV e sui maggiori quotidiani nazionali. Invece di essere menzionati per le nostre ricchezze paesaggistiche e storiche, veniamo etichettati come "il paese degli abusivi".
Se così pensiamo di rilanciare il turismo o di promuovere il nome del paese siamo alla frutta.
Non ci lamentiamo poi se d'estate la maggior parte dei bagnati (che ora sono pendolari e non più residenziali come 20 anni fa) sono per l'80 per cento la feccia di napoli e paesi vicini.
Io che pago l'affitto sono un povero fesso mentre gli altri sono tutti buoni che la casa se la sono fatta loro e tengono la villetta mentre io sto in un condominio con altre 30 famiglie.
Poi il fatto che il sindaco si dimetta per protesta politica non la capisco, visto che l'ordine per l'abbattimento è giunto da un procedimento passato in giudizio. Al massimo accertata la condizione economico-familiare delle persone coinvolte dagli esecutivi di abbattimento era suo compito predisporre un locale o un contributo per l'affitto di un appartamento. Inoltre, iniziamo a far andare in galera tutte quelle persone che hanno permesso che si costruisse in modo indiscriminato e che hanno fatto promesse che certamente non potevano e non possono mantenere.

 
Alle 18 dicembre 2011 15:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

Tanti commenti, tutti legittimi, e tanti diti puntati. Va bene tutto. Ai cittadini che in assenza di piani regolatori o di regole si sono costruiti le case sono le prime vittime di un sistema illegale, alimentato dalla politica. Diciamo che c'è stato una responsabilità generale, delle popolazioni e degli amministratori, delle forze dell'ordine. Allora, o tutti giù', e molti dentro (in galera) o un provvedimento amministrativo che sani la situazione. E da un minuto dopo inflessibilità contro l'abusivismo, con abbattimenti immediati, senza possibilità di pagare condoni, allacciare utenze, incassare ici o Imu ne Tarsu ne altro e soprattutto non dare il tempo che quei cantieri diventino case. E poi, non dimentichiamo che abbiamo a che fare con persone, con cui si fraternizza, perché voglio vedere se per un motivo o per un altro qualcosa dovesse riguardare ognuno di noi. E specifico che io non ho case che rischiano l'abbattimento, ma ciò non mi impedisce di solidarizzare.
Marina.

 
Alle 18 dicembre 2011 15:27 , Anonymous Anonimo ha detto...

Naturalmente io sono contrario agli abbattimenti, io tra qualche anno mi devo sposare e devo "fravcare" pure io e non tengo proprio genio di pagare un "pesone" ogni mese a qualcuno che di case ne tiene almeno 2.
Di fare un mutuo, come ha detto qualcuno, non ne tengo bisogno perchè qualcosa la metto io e altri soldini li scrocco ai miei. Mi faccio una bella casettina per conto mio con un bel caminetto e un poco di cortile per far "paziare i criatur". Quando poi "i criatur" si sono fatte grandi prendo una bella piscina e non ho neanche bisogno di andare a mare d'estate e ditemi chi è meglio di me. Naturalmente me ne sbatto altamente se tolgo l'aria o il panorama a qualcun'altro, molto probabilmente pure la sua di casa è abusiva quindi come l'ha fatta lui la faccio pure io. E poi con quello che costano le case a bacoli (so carut propio ca cap pe terr) perchè devo fare un mutuo trentennale ma chi me lo fa fare.
"Nu facc mal a nisciun", "u mast" fa questo da una vita e il grezzo me lo alza subito subito, terremoti, alluvioni, tempeste a bacoli non succedono e "nu paes tranquill" e poi vuoi vedere che cade proprio la mia di casa "sadda esser proprio sfurtunat, maronna mia". Se le strade si allagano è colpa "ru comun", se cade un muro o scende una frana è la volontà del signore Dio nostro perchè siamo stati cattivi e il mondo è corrotto.
Signori miei statevi tutti bene.

 
Alle 18 dicembre 2011 15:44 , Anonymous Anonimo ha detto...

Il paese degli abusivi... Che vergogna... Il paese degli abusivi... Che fine... Il paese degli abusivi...

 
Alle 18 dicembre 2011 17:01 , Anonymous Anonimo ha detto...

Tiziana Perreca
Antonio, incominciate a fare i nomi. Basta con la paura. In questi giorni abbiamo capito che il popolo di Bacoli e' forte e compatto. GRIDIAMOLO AI 4 VENTI CHI SONO I VERI CRIMINALI.

 
Alle 18 dicembre 2011 17:01 , Anonymous Anonimo ha detto...

Faccio una premessa,
chi infrange la legge deve pagare la giusta pena!
quindi chi ha commesso un abuso va punito.
Non sono d'accordo per gli abbattimenti laddove un cittadino sul proprio terreno ha costruito una piccola casa dove vivere con la propria famiglia quando gli affitti sono insostenibili e quando le istituzioni non ti offrono alternative. La rabbia aumenta (la vorrei chiamare incazzatura) se, a a pochi metri "dall'abusivo", uno stesso cittadino 50 anni fa ha costruito la stessa casa e magari con una cubatura più grande. Qualcosa qui non funziona non si hanno le stesse opportunità. Mi chiedo perchè uno con pezzo di terra non debba costuirsi "legalmente" un casa a immagine e somiglianza del vicino che l'ha fatto 50 anni fa? Chi è che ha cambiato le regole del gioco?
Naturalamente sono senza alcuna pietà per quelle costruzioni abusive fatte su suoli pubblici. Quelle le butterei giù se sono oggettimente degli scempi oppure le confischerei per destinarli ad un uso pubblico.

 
Alle 18 dicembre 2011 17:03 , Anonymous Anonimo ha detto...

Stefania Zaroli
Penso che tu sia una ragazza intelligente.Il Comune,con una sentenza del Tribunale,un ingiunzione del Prefetto,non può sottrarsi a questo compito;purtroppo le precedenti Amministrazioni Comunali del PD,di Sinistra,non hanno tutelato il territorio ed i cittadini,non è colpa dell'attuale Sindaco;parecchi Vigili Urbani hanno fatto abusivismo edilizio,ma i loro abusi non sono mai controllati;chiediamo allora,subito sul territorio di Bacoli,il controllo edilizio generale

 
Alle 18 dicembre 2011 17:08 , Anonymous Anonimo ha detto...

Più che manifestare contro gli abbattimenti degli "abusi di necessità" (e pure su questo ci sarebbe da ridire visto che chi guadagna 1200 euro al mese non si può certo costruire una casa ma paga l'affitto o ha un mutuo, si dovrebbe manifestare affinché tutti abbiano una casa (magari comunale), un lavoro,possano accedere al diritto allo studio, contro i tagli alle pensioni.Sta succedendo il patatrack e pensiamo alle case (villette) abusive quando fra 10 anni molti di noi non potranno nemmeno permettersi di pagare il pigione? bè svegliamoci, e mi dispiace per chi si è preso le manganellate l'altro giorno ma c'è gente che se le prende ogni giorno lottando per un futuro migliore per tutti e tutte.

 
Alle 18 dicembre 2011 17:18 , Anonymous Anonimo ha detto...

D'accordissimo con tutto quello che ha detto gianni colandrea
P.S. se organizzate la fiaccolata ci vengo volentieri!!!!!!!!!!!!!!!!!Maria

 
Alle 18 dicembre 2011 17:28 , Anonymous Anonimo ha detto...

Voglio rispondere a chi ha definito gli abusivisti PARASSITI DELLA SOCIETA'.Permettetemi di dirvi che tutto si può dire di loro (che hanno commesso un illecito, che sono in errore, che hanno violato la legge...)ma non si può affatto dire che sono i parassiti della società bacolese. Se si considera il fenomeno dell'abusivismo in tutti questi anni, si può dire allora, al contrario, che essi hanno avuto il coraggio, con tutti i rischi e le spese che questo atto comporta,di contribuire alla crescita economica di questo paese. Se ognuno, invece di infierire contro gli abusivisti,si fermasse per un attimo a riflettere considerando il fenomeno dell'abusivismo nella sua totalità, non potrebbe non essere d'accordo con me:Se nessuno, e dico nessuno avesse costruito abusivamente, oggi Bacoli sarebbe una una piccola cittadina di anziani perchè tutte lenuove generazioni sarebbero dovute emigrare altrove e non solo per la casa ma anke per il lavoro:quante attività commerciali sono sorte grazie al popolo degli abusivisti?quante scuole? quanti ristoranti? quanti di voi lavorano in questi posti?

 
Alle 18 dicembre 2011 18:17 , Anonymous Anonimo ha detto...

E' vero,non sono "abusi di necessità", sono "ABUSI DI MENTALITA'"!
E' una FORMA MENTIS da sempre SVILUPPATA,RESPIRATA,ASSIMILATA da noi,GENTE DEL SUD!
Qui,dove il costruire una casa per sé e/o per i propri figli,non è visto, né vissuto,come un reato ma,quasi,come un DOVERE,come un "COMPITO DA ASSOLVERE" se "TIENI FAMIGLIA"!
Perché,se non hai la sicurezza di un lavoro e,soprattutto, del "POSTO FISSO"(COME LA MAGGIORANZA DI QUELLI CHE STANNO SPARANDO A ZERO CON I LORO COMMENTI),tenti almeno di dare LA CERTEZZA DI UNA CASA alla tua vita e alla tua famiglia!
Se non capite questo modo di pensare, non capirete veramente il perché dell'abuso edilizio commesso da tantissima gente che pure è,non ridete, onesta!
E'chiaro che questo modo di pensare DEVE CAMBIARE,DEVE FINIRE,se ne rendono conto tutti ,anche quelli che hanno sbagliato. L'ABUSIVISMO NON PAGA!

 
Alle 18 dicembre 2011 19:17 , Anonymous Anonimo ha detto...

Azzz ho letto bene?? Domani dobbiamo subire anche la fiaccolata! Ma io saprei un modo migliore per usare quelle fiaccole....

 
Alle 18 dicembre 2011 19:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

Lina Caranna
sono lontana, comunque accanto a voi x sostenere le famiglie Carannante e Cardamuro... vi sono vicina in tutto e x tutto!!

 
Alle 18 dicembre 2011 19:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luigi E Francesca Prisco
ci saremo fateci sapere l orario

 
Alle 18 dicembre 2011 20:18 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sono l'anonimo delle 17:28 che vorrebbe concludere il suo discorso dicendo che con quello che ho detto non voglio giustificare gli abusivisti, solo che il problema abusivismo non lo ha creato il cittadino furbo o, come ha detto qualcun altro, parassita; un problema di così vaste dimensioni va risolto a monte e non a valle e di questo problema ne siamo tutti responsabili visto che viviamo in un paese che vuole dirsi democratico e per quanto tale siamo noi che abbiamo eletto chi ci ha governato in passato,e che siamo sempre noi a decidere chi ci dovrà governare in futuro. Siamo tutti noi che abbiamo chiuso un occhio, su tante cose che non vanno e non solo l'abusivismo perchè ci fa più comodo giudicare e godere delle disgrazie altrui non perchè siamo più onesti degli altri, ma perchè siamo noi degli inetti che aspettano che lo stato ci dia la casa, il lavoro, l'assistenza sanitaria e quant'altro.Ricordo che parte delle tasse che tutti gli abusivisti hanno, comunque, pagato e che continuano a pagare sperando un giorno di vedersi riconosciuta la legalità del suo atto illecito sono i soldi che hanno permesso ai nullafacenti con reddito ovviamente basso, di vedersi riconosciuto il diritto di non pagare le tasse o di godere di agevolazioni fiscali. PENSATE A TUTTO CIO'.A tutti quelli che continuano ad infierire contro gli abusivisti gridando SI agli abbbattimenti: Se la vostra non fosse pura invidia avreste gridato SI al condono ,Sì ad una sanatoria fatta ovvviamente con criterio e cioè analizzando il rischio di pericoli idrogeologici di ciascuna opera abusiva, perchè questo il problema lo Stato con l'iter dell'abusivista ha creato un sistema più comodo per guadagnare di più vita natural durante senza che si possa vedere una via di uscita . UNa Bacolese fiera di volere rimanere in questo paese sperando che le cose cambino in meglio per il futuro dei nostri figli

 
Alle 18 dicembre 2011 20:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

Se difendi gli abusivi il meglio che ci sara' per i tuoi figli e' un futuro di evasore abusivo di necessita'! Ma forse e' quello che per i bacolesi e' la normalità...

 
Alle 18 dicembre 2011 22:17 , Anonymous Anonimo ha detto...

tanto verrà abbattuta comunque la casa dei cardamuro! abbattuta a gennaio!! non difendo la camorra abusivista di falsa necessità e voglio giustizia (la casa della signora l'hanno abbattuta!)

 
Alle 18 dicembre 2011 22:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

difendere gli abusivisti?Evasore abusivo di necessità? MI DISPIACE MA CREDO CHE TU NON ABBIA CAPITO NEMMENO UNA VIRGOLA DEL MIO DISCORSO. lA TUA OTTUSITA' TI IMPEDISCE DI VEDERE AL DI LA' DEL TUO NASO.Credi davvero che abbattere solo alcune case(perchè è così che andrà a finire)risolva i problemi?Certo sarà un deterrente per i più deboli, ma non per i più ricchi che si sentiranno gli unici in potere di modellare il territorio come meglio gli pare visto che il criterio con cui è cominciato tutto ciò è assulutamente inaccetttabile. E allora sì che ci conviene fare le valige e andare altrove

 
Alle 18 dicembre 2011 22:52 , Anonymous Anonimo ha detto...

I COMMENTATORI DI FREEBACOLI SU 'IL FATTO QUOTIDIANO.IT'

Saturno,inserto culturale de IL FATTO QUOTIDIANO,
pubblica un articolo di Andrea Scanzi

-COMMENTATORI WEB
L'IDENTIKIT degli"ETERNI INCAZZOSI"-

LEGGETELO,sarete in tanti a riconoscervi!

 
Alle 18 dicembre 2011 23:42 , Anonymous Anonimo ha detto...

Da qualche parte ho sentito che si è pagato il condono. Bene quello che si fa è chiedere il condono e ciò non significa che lo si ottiene.

 
Alle 18 dicembre 2011 23:44 , Anonymous Anonimo ha detto...

Molte famiglie per assicurarsi un tetto hanno lasciato Bacoli e non si sono certo costruito una casa abusiva. Chi viola la legge paga! e chi viola la legge lo fa consapevolmente e si prende i rischi che questo comporta.

 
Alle 19 dicembre 2011 00:11 , Blogger francesco infantino ha detto...

ragazzi ,vorrei vedere quanti di voi che scrivete se qualche volta non avete provato a fare i furbetti prendendo in giro la legge comunque questo e' un'altro discorso ,adesso a parte tutto sulla nostra zona ormai sono piu' di 30 anni che non si puo' costruire e quindi anche se molti di voi vivono a pigione puo' darsi che anche voi vivete in una casa abusiva e condonata a suo tempo ,30 anni capite e nel corso di questi anni la popolazione del comune di bacoli e' aumentata dando vita a nuove generazioni e giustamente se andiamo indietro nel tempo il 70% delle abitazioni dei comuni di bacoli e monte di procida non dovrebbero proprio esistere a causa di un piano regolatore fermo agli anni 80' mha' vedete voi e invito a riflettere perche' ormai le case ci sono e devono essere regolarizzate poi che mandassero una commissione edilizia e tecnici vari per controllare se queste case sono state fatte a regola d'arte invece di buttarle giu' e se son fatte male che invitassero i proprietari a rifarla per bene .... invece di spendere i soldi per abbattere che pensassero a rifare le strade e spendere questi soldi per qualcosa di costruttivo .

 
Alle 19 dicembre 2011 00:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sono andato via molti anni fa da Bacoli e guardo quello che succede con un sufficiente distacco. La situazione negli ultimi 15 anni e' costantemente peggiorata, il degrado della citta' e aumentato, il bacolese medio e' ignorante. Lo spettacolo dato in questi giorni e' la dimostrazione di quello che scrivo. Ho letto bene quanto scritto dalla signora del precedente post, e confermo che difende gli abusivi. Addirittura dice che pagano le tasse (poche dato il ridicolo ammontare delle rendite catastali che dichiarano) non considerando quanto ha dovuto spendere il comune per le opere di urbanizzazione per quella costruzione. Abbattere anche due sole di quelle case potrebbe essere un deterrente per chi ancora oggi pensa di fare una casa abusiva. Un ultimo consiglio, le cose a Bacoli non sono mai cambiate, vada via, se non per lei per i suoi figli.

 
Alle 19 dicembre 2011 08:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ci saranno anche il Sindaco ( e i suoi predecessori ), gli assessori ( chi è quello del settore? ) e i consiglieri ( e quelli precedenti ) e i tecnici comunali?
Ermanno ritira le dimissioni!
Dopo il lungo servizio su rai uno che ha comunicato la sospensiva natalizia dell' ordinanza di demolizione, i cittadini di bacoli si attendono dal sindaco il ritiro delle sue dimissioni.
Solo così potrà onorare l' impegno contro il governo nazionale, regionale e provinciale e i tanti enti sovracomunali che opprimono il corretto sviluppo urbano del comune di bacoli, preso in diretta tv.
Ma se come scrivete ora quanto comunicato venerdì non era vero, ancora di più riprendi la fascia tricolore e combatti per quanti ti hanno votato ed eletto sindaco

 
Alle 19 dicembre 2011 09:33 , Anonymous Anonimo ha detto...

Raffaele Cardamuro
non ho più il computers mi collego dopo tanti giorni!!!! voglio ringraziare tutti per la solidarietà dimostrata e colgo l'occasione per esprimere la mia totale vicinanza alle famiglie delle persone arrestate e ferite!!!!! penso inoltre che nessuno, ammesso che sia cosa vera, possa nel modo più assoluto minacciare alcuno per obbligarlo a chiudere le attività commerciali; la nostra è una lotta pacifica dettata dall'esigenza di difendere le vere case di necessità e non una lotta alla procura!!!!!! siamo persone perbene e tali dobbiamo dimostrare di essere!!!!!! alla politica chiedo di dare gli strumenti alla procura per fermarsi, penso che sia arrivato il momento di fare i fatti!!!!!!!!!!!!!

 
Alle 19 dicembre 2011 09:35 , Anonymous Anonimo ha detto...

Alfredo
Ma come fate a difendere gente che dice:"Abbiamo chiesto la casa al comune, dopo un anno non ce l'hanno data ed abbiamo costruito abusivamente". Ma perchè, la casa te la deve dare il comune? Non la potevano comprare come hanno fatto in tanti, pagandola a prezzo di mercato? E' assurdo! Il comune non mi da la casa ed io risolvo il problema con un abuso. Come dire, lo stato non mi da un lavoro ed io vado a fare le rapine. Giustificarsi così e fin troppo semplice. Parlate di necessità, ma qui è questione di scelte. O si opta per la via legale, o per quella illegale. Chi sceglie l'illegalità, prima o poi deve pagare. Ed invece assistiamo al più classico dei detti napoletani: "CHI CHIAGN FOTT A CHI RIR".

 
Alle 19 dicembre 2011 12:10 , Anonymous Anonimo ha detto...

Il sig. Cardamuro scrive che la politica deve dare gli strumenti alla Procura per fermarsi... La politica naionale non farà niente per il semplice motivo che in tutto il resto d'Italia il problema dell'abusivismo bacolese e campano è visto malissimo come una mala pianta da estirpare. In un'articolo del Corsera ha parificato un abusivo bacolese ad uno milanese, sbagliando. La situazione è totalmente diversa ed i casi di abusivismo sono eccezioni da quelle parti non la normalità come succede da anni nelle nostre zone.
Lei può continuare naturalmente la sua lotta ma non si aspetti solidarietà se non da quelli che si trovano nella sua stessa situazione.
La sua vicenda fuori da Bacoli ed in generale della zona flegrea è commentata in modo negativo, come sempre siamo stati additati come i soliti furbi che non rispettano le leggi. Lei era perfettamente a conoscenza di cosa rischiava per il suo abuso e nonostante questo l'ha fatto.

 
Alle 19 dicembre 2011 14:49 , Anonymous Anonimo ha detto...

e tutti sentirono....mo vengo...sveglia e dove eravate alle mazzette ai vigili il piace al tecnico..
il regalino di natale ai soliti..governanti ..qui si parla di omerta' tacere ebbene si pure alle case di necessita' ma nessuno vede e sente poi un abbattimento e si scatena il finimondo..diciamo basta ..denuciamoiglieri la casta ,vigili assessori,consigliere che stanno li da decenni tecnici superpagati perche' dicono mo vengo,ho un dito di polvere e poi i primi abusivi sono proprio loro del comune sveglia denunciate vi le non lavatevi le mani ora basta

 
Alle 19 dicembre 2011 15:26 , Anonymous Anonimo ha detto...

Assunta Costanzo
questosi ke é una cosa buona anziké usare i soldi di abbattimento ke li usassero AGGIUSTARE E PULIRE LA ZONA!!!! qst é una buona IDEA!!! COME VEDETE LA UNIONE FA LA FORZA BUONA FORTUNA!!!!!!!1

 
Alle 19 dicembre 2011 17:45 , Anonymous Anonimo ha detto...

Se arriviamo a compatire gli ILLEGALI e gli ABUSIVISTI siamo rovinati. Se erano brave persone i sacrifici li facevano x pagare un mutuo oun fitto, a tutti piacerebbe avere una PRIMA casa propria e non sprecare soldi a vuoto.E poi è già stata abbattuta la casa a Miseno è giusto andare avanti!O quella signora era meno "ammanigliata" di questa brava gente?

 
Alle 19 dicembre 2011 18:10 , Anonymous Anonimo ha detto...

CHE BRUTTA FIGURA!Ho dovuto spiegare ad alcuni amici che non abitano qui che non stavo combattendo x difendere le case abusive, xchè come loro ben sanno pago fitto e tasse come tante altri bacolesi ONESTI.

 
Alle 19 dicembre 2011 19:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

non sono di bacoli ma sono solidale con le famiglie che devono subire gli abbattimenti per i commenti precedenti voi che dite di stare nella legalita controllate le abitazioni dove siete residenti e vedrete che la maggior parte sono state sanate con i vecchi condoni quindi anche queste sono abusive.per quanto riguarda gli affittuari e quelli che pagano il mutuo non si edifica i prezzi salgono ma voi state con la legalita o con l' imparita di diritti se quaste persone hanno pagato il condono 2003 non devono vedersi le propie case abbattute se non recano nessun danno la colpa e delle istituzioni che non riescono a fare un piano regolatore territoriale pieni di vincoli che non hanno nulla a che fare con le zone perche l'edilizia la usano come moneta di scambio per le elezioni ecc.ecc ma vi volete svegliare perche anche da voi come anche nel mio paese in provincia di napoli ce chi puo e chi non puo le licenze edilizie il ceto medio non le avra mai non facciamo la guerra dei poveri tanto chi ci governa di questi problemi non ne ha

 
Alle 19 dicembre 2011 20:57 , Anonymous Anonimo ha detto...

E' giusto abbattere. Ma o tutti o nessuno! Mi fa tenerezza pensare a quelle persone che rischiano di perdere tutto, specialmente in questi giorni particolari. Può darsi che una piccola stella giunga dal cielo per aiutarli.

 
Alle 19 dicembre 2011 23:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

Non difendo gli abusivi,ma non non ha senso pagare con l'abbatttimento anche perchè l'abusivo ha sempre saputo che il rischio che correva non era l'abbattimento,visto che da trent'anni a questa parte non era mai successo. Il rischio era semmai quello di non sapere quando avrebbe finito di pagare il suo pseudo mutuo tra avvocati e....(non oso calunniare nessuno,ma si sa qual'è l'iter in questi casi, quasi fosse diventato un'alternativa al sistema istituzionale diventato ormai un fantasma). Allora perchè non dare il via ad una sanatoria ed usare i soldi della sanatoria per pagare una commmissione di tecnici esterni che verifichino l'idoneità di queste case ed un'altra commissione che controlli l'operato delle ammministrazioni locali?Questo è quello che chiedono i cittadini non in regola. Questo non si pensa di farlo perchè le maganelle si devono continuare a fare e gli abbattimenti devono solo servire ad illudere gli onesti incazzati che la legge c'è e che le istituzioni le fanno rispettare: in pratica un po' di fumo negli occhi.

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page