This page has moved to a new address.

Franco Iannuzzi Mente sulla Cava: “State Tranquilli”. Ma a Cappella C’è un “Labirinto” di Rifiuti Pericolosi - VIDEO

Freebacoli: Franco Iannuzzi Mente sulla Cava: “State Tranquilli”. Ma a Cappella C’è un “Labirinto” di Rifiuti Pericolosi - VIDEO

lunedì 23 gennaio 2012

Franco Iannuzzi Mente sulla Cava: “State Tranquilli”. Ma a Cappella C’è un “Labirinto” di Rifiuti Pericolosi - VIDEO

image“Lasciate ogni speranza o voi ch’entrate …”. E’ questa la desolante impressione di fronte allo spettacolo che si dipana innanzi agli occhi di chi guarda la Cava di Cappella e il Labirinto di Dedalo, gli stessi sui quali il Primo Cittadino di Monte di Procida, si è espresso rivolgendosi ai suoi compaesani, elettori, esperti durante l’ampio e partecipato convegno svoltosi presso la sala “Ludovico Quandel” del Municipio, nella giornata di ieri.

Con fermezza il sindaco Franco Iannuzzi dichiarava testualmente:  “Allo stato attuale a Cappella non ci sono pericoli, oggi dovete stare tranquilli. L’Amministrazione comunale per Cappella ha fatto in pieno il suo dovere, non doveva fare null’altro.  Posso assicurare che tutto è stato fatto secondo le leggi vigenti dello Stato italiano”.

Un’offesa alla Costituzione italiana e, soprattutto “un pieno” di bugie nei confronti della comunità montese, la cui prima “goccia” da serbatoio era stata versata lo scorso 27 luglio 2011 dall’assessore all’ambiente Nunzia Nigro durante una seduta di Consiglio Comunale.

La quota rosa in seno all’Assise, alla presenza della classe dirigente nonché del suo pubblico asseriva: “La bonifica da amianto, lastre di eternit ed altro materiale pericoloso è avvenuta. Ora si attende il dissequestro permanente del sito e si procederà con l’altra parte della bonifica nonché al completamento dei lavori”.

Tanto Degrado ed un Nuovo Sperpero di Fondi Europei

E, ancora una volta, scopriamo il velo della disinformazione presso il cantiere che, a detta del capo dell’Esecutivo montese starebbe per essere consegnato ai cittadini e non avrebbe bisogno di alcuna bonifica, dunque l’incoerenza di due rappresentanti politici che siedono allo stesso tavolo.

La cava in oggetto è una vecchia cava di tufo abbandonata inserita all’interno dei finanziamenti della Comunità Europea afferenti al Por Campania 2000/2006 e relativi a diversi milioni di euro per il recupero dell’antica strada via Mercato di Sabato e per la realizzazione di una passeggiata che unisce il territorio di Monte di Procida.

Come si ricorderà l’area era stata messa sotto sequestro a seguito delle forti denunce, da parte di alcuni cittadini indirizzate al Comune di Monte di Procida, alle forze dell’ordine e alle autorità giudiziarie relative allo sversamento di rifiuti pericolosi, alcuni dei quali sotterrati all’interno della cava.

image Iannuzzi Snobba la Verità e Continua a Mentire

A portare al tavolo dei relatori il suddetto megagalattico progetto un nostro intervento attraverso il quale chiedevamo delucidazioni in merito allo stato della Cava, alla richiesta di effettuare opportuni carotaggi e la definitiva chiusura dei cantieri.

“Fantasticherie, preoccupazioni infondate e cattiva informazione” è questo il messaggio che il Primo Cittadino ha lanciato al nostro appello e, di fronte ad una tale sicurezza e ad una così “piena” propositività, abbiamo deciso di recarci personalmente sul posto e, in assenza di cartellonistica informativa ci siamo "improvvisati" esploratori del piccolo Eden poche ore fa descritto dall'alto della Casa Comunale ma ...

Melania Scotto d’Aniello – MariaRosaria Schiano (Rosy Chef)
Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: , ,

10 Commenti:

Alle 23 gennaio 2012 15:17 , Anonymous Ospite ha detto...

Lubrano Lobianco Nicola Io
non commento più .... spero solo che se qualche giudice di buon senso
che ha ascoltato già diversi testimoni oculari in merito , prenda le
dovute misure x punire severamente chi abbia provocato tutto ciò ,
punire chi tutt'ora cerca di minimizzare occultando , e che li condanni
al ripristino e bonifica immediato dei luoghi in oggetto .....

 
Alle 23 gennaio 2012 15:37 , Anonymous Freebacoli ha detto...

Noi invece non gli daremo pace. Loro vogliono che cali il silenzio su questa vergogna, ma ciò non accadrà!

 
Alle 23 gennaio 2012 15:38 , Anonymous Ospite ha detto...

Lubrano Lobianco Nicola Tu
sai benissimo quello che ho fatto .... da quando io e pochi ragazzi
abbiamo denunciato la cosa non solo ci hanno licenziato , non ci hanno
pagato e non siamo più riusciti a fare una giornata di lavoro .... se
almeno qualche cittadino di Cappella di
buon senso oltre a diverse entità si facessero sentire al comune , non
farebbero altro che curare i loro interessi , visto che sono loro a
viverci ....purtroppo invece di far questo gli hanno permesso di
rimanere lì dov'è dandogli anche il voto ...dove sono finiti i
Cappellesi di una volta ?

 
Alle 23 gennaio 2012 15:53 , Anonymous Ospite ha detto...

Luciana Pugliese
Azz!

 
Alle 23 gennaio 2012 18:12 , Anonymous Fewfwef ha detto...

scusate ma per visitare questo posto da dove si entra?
via panoramica o da cappella ?

 
Alle 23 gennaio 2012 20:05 , Anonymous Melania ha detto...

In teoria potresti da ambo le parti.. però la via d'accesso è una "cacc(i)a al tesoro" ;-p

 
Alle 24 gennaio 2012 11:34 , Anonymous Ospite ha detto...

Giuseppe Illiano - il fatto lo sai qual è??? quando si vota i cittadini x il voto si vendono anche x 10 euro e mo tnimmc a stu SCEM!!!

 
Alle 24 gennaio 2012 11:52 , Anonymous Ospite ha detto...

Giuseppe Pugliese - Si
fugge il confronto del consiglio comunale e poi si sceglie la via
unilaterale delle conferenze stampa e dei dibattiti ,ma se pure qui
escono scomode verità si cerca in tutti i modi di nasconderle ed
ingorarle come se fossero rifiuti imbarazzanti ed ingombranti.

 
Alle 24 gennaio 2012 14:56 , Anonymous Ospite ha detto...

si peppe, ma perchè mai nessuno di svolta popolare stava la a far presente questa cosa? perchè deve essere una semplice cittadina a far emergere queste importantissime verità? (e a pubblicizzarle anche aggiungerei!)

 
Alle 24 gennaio 2012 17:38 , Anonymous Cappellese Verace ha detto...

L'ingresso al sito è leggermente arduo da spiegare...dunque...bisogna recarsi alla Scuola Elementare di Cappella Vecchia...dopo 20-30 metri imboccare via Mercato di Sabato e proseguirla fino in fondo. Si arriva ad uno spiazzale dove si nota una struttura fatiscente e in decadenza, sorretta da impalcazioni metalliche e tavole di legno. eì proprio lì che si intraprende la fantomatica passeggiata che però è chiusa sullo sbocco di via Panoramica...quindi una volta saliti fino in cima dovrete ri-scendere a piedi per le scalinate. All'inizio di tale percorso, sulla destra, si nota una vasta area verde dove potrete ammirare lo squallido "labirinto di dedalo" con tutti i rifiuti e le sterpaglie che lo adornano. Il sito è recintato con reti metalliche, le quali, però, sono facilmente sorpassabili. Godetevi lo spettacolo

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page