This page has moved to a new address.

La Passerella è Finita, Manifestanti Attaccano Schiano: “Da Berlusconi Ti Abbiamo Portato Noi. Dove Sono i Soldi del Condono?” - VIDEO

Freebacoli: La Passerella è Finita, Manifestanti Attaccano Schiano: “Da Berlusconi Ti Abbiamo Portato Noi. Dove Sono i Soldi del Condono?” - VIDEO

sabato 21 gennaio 2012

La Passerella è Finita, Manifestanti Attaccano Schiano: “Da Berlusconi Ti Abbiamo Portato Noi. Dove Sono i Soldi del Condono?” - VIDEO

image Toccata e fuga nella speranza di ricevere il plauso dei concittadini sfrattati dalle proprie abitazioni: nuovo diverbio pubblico tra il sindaco Ermanno Schiano ed alcuni rappresentanti locali dei comitati in difesa degli “abusi di necessità”.

Si è tenuto alla Mostra d’Oltremare, nel corso del convegno organizzato dall’IACP (Istituto Autonomo Case Popolari), un acceso confronto tra persone esasperate dall’assoluta inerzia della politica istituzionale, ed alcuni riferimenti flegrei votati dal popolo per fare ciò che da due anni non stanno facendo: governare le proprie città con spirito democratico e partecipativo, a tutela della comunità.

Diverbio, andato in scena nella mattinata di giovedì, a cui oltre il primo cittadino bacolese, hanno partecipato (con maggiore e minor presenza), l’ex responsabile dell’Ufficio Tecnico Comunale Michele Balsamo (rinviato a giudizio per l’inquinamento del lago Fusaro), il presidente del Centro Ittico Campano Daniele Perna, e numerosi componenti delle famiglie Cardamuro e Carannante, a cui è stata abbattuta la propria unica casa di proprietà, costruita in modo abusivo, pochi giorni prima dell’ultimo Natale.

I Manifestanti a Schiano: “Non Avete Fatto Niente per Noi”

E così, tra il ricordo delle proteste romane nei pressi di Monte Citorio e gli incontri con l’ex premier Silvio Berlusconi, i manifestanti hanno ricordato al “Mo Vengo” più famoso del West, che se gli è stato possibile parlare con il leader indiscusso del Popolo della Libertà, è stato solo e soltanto grazie al loro supporto e sostegno. Una capacità di mobilitazione a cui però non è seguita un’attività solerte e pratica di Schiano a cui viene ricordato di “non aver fatto niente per la risoluzione della problematica”.

Diverbio Schiano – Cittadini

La Domanda a Balsamo: “Dove Sono i Soldi del Condono 2003?”

A ciò si è aggiunto un successivo diverbio tra lo stesso Balsamo e Alessandro Parisi, rappresentante dell’associazione Freebacoli, il quale ricordava all’ex ingegnere capo che, mentre oggi si abbattono le abitazione, soltanto un decennio (2003) fa il Comune di Bacoli (così come altri Municipi), pur cosciente dell’assoluta inapplicabilità della “sanatoria” in Campania, accoglieva di buon grado le decine di migliaia di euro che ogni abusivo versava alle casse statali per vedersi condonare il proprio manufatto.

Somme cospicue che, paradossalmente, nonostante in alcuni casi non siano servite a salvare la propria casa, non sono ancora state restituite ai diretti interessati.

Diverbio Balsamo – Cittadini


Successivamente era poi Schiano, ai microfoni di Canale 21, a riconfermare che a ben due anni dall’inizio del proprio mandato non era ancora a conoscenza del numero di abusi edilizi commessi nel corso del “suo governo”. Una stranezza assoluta se si pensa che fu proprio la maggioranza consiliare da egli diretta a richiedere, ad inizio novembre 2011, che venissero censiti gli abusi commessi dal Maggio 2010 ad oggi.

Tre Mesi Senza Risposte, Continuano gli Abusi ma Schiano Non lo Sa

L’obiettivo di chi amministra era quello di abbatterli tutti. Resta però sconcertante sapere che, a tre mesi dal “mandato consiliare”, un sindaco non veda ancora soddisfatta una propria richiesta. D’altronde, tenendo ben a mente che ci si confronta con il “paese del ridicolo e dell’assurdo”, basterebbe bussare alle porte dell’Ufficio Tecnico locale per sapere che, dall’inizio del proprio “potere”, in città sono stati commessi circa 200 abusi edilizi.

E ad essi allegati esistono tutt’ora 200 ordinanze di demolizione che Sua maestà Schiano, avrà forse visto passare sopra la propria costosa scrivania.

Intervista Canale 21 al Cons. Josi Gerardo Della Ragione


Successivamente sindaco e compagnia, dopo un venti minuti di inutile passerella, decidevano di abbandonare la Mostra d’Oltremare senza neanche attendere (a differenza ad esempio del sindaco di Quarto, Giarrusso), l’arrivo dell’assessore regionale all’Urbanistica, Marcello Taglialatela.

Il tempo delle passerelle, con tanto di strascico e gente a seguito, è terminato da un pezzo.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: ,

11 Commenti:

Alle 21 gennaio 2012 16:45 , Anonymous giusy ha detto...

no comment.....

 
Alle 21 gennaio 2012 17:08 , Anonymous Ospite ha detto...

Salvatore Pietrangeli grandeeeeeeee

 
Alle 21 gennaio 2012 17:08 , Anonymous Ospite ha detto...

Gianluca Carannante tra tanti Sindaci .."Schettino"..ogni tanto esce qualcuno con gli attribbuti!!bravo sindaco di torre del greco

 
Alle 21 gennaio 2012 17:09 , Anonymous Ospite ha detto...

Roberto Della Ragione
La
Passerella è FINITA, Manifestanti Attaccano Schiano (Sindaco PDL di
Bacoli) !!!!! "Da Berlusconi Ti Abbiamo Portato Noi" !!!!!!

 
Alle 21 gennaio 2012 19:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

La considerazione dell' EX dirigente dell'ufficio tecnico del comune di bacoli Jhonson Balsamo nei confronti dei cittadini è quanto dire...!

 
Alle 21 gennaio 2012 20:54 , Anonymous Sciion ha detto...

che strano  non è espressione di uno dei tanti partiti che è causa del problema il dr borriello? Ma va  a c.....

 
Alle 21 gennaio 2012 21:37 , Anonymous tio pepe ha detto...

premesso che :"...e'curalle, adda fà o'turrese", e cioè, ognuno debba occuparsi di attività a lui congeniali, va detto che il sindaco torrese è molto più "ommo" di tanti suoi colleghi...
tanto premesso, dicevo, però anch'egli, alla fine del vibrato e sentimentale contributo, se ne esce con la chiusura da compitino in classe di terza media :" Auspico che le istituzioni 
interpellate, per quanto di rispettiva competenza ed interesse, vogliano
fornire il loro contributo per la risoluzione della complessa 
problematica che, a mio avviso, se non affrontata metterà a dura prova 
l'architettura democratica e solidale dello Stato Italiano".  , e cioè, la rogna se la gratti qualcun'altro, a riprova del fatto che si può essere passionali, sentimentali, addolorati quanto si vuole, ma non pensiamo anche che non vadano calpestati i diritti e la dignità di chi abusivista (pur avendone il bisogno, la necessità è una misura del tutto individuale ed arbitraria, tipo..."mi è necessario il macchinone da 100mila euro"), non è mai voluto diventare ? 

 
Alle 22 gennaio 2012 11:57 , Anonymous Ospite ha detto...

Raffaele Cardamuro Se gli abusivi chiedessero la restituzione dei soldi pagati i comuni andrebbero in dissesto finanziario.

 
Alle 22 gennaio 2012 13:03 , Anonymous gigi ha detto...

ha ha ha ha arriva ermanno qua qua raqua

 
Alle 22 gennaio 2012 13:13 , Anonymous peppe ha detto...

questi articoli di freebacoli sull'argomento,sono illeggibili.ma questa la chiamate informazione??mha

 
Alle 22 gennaio 2012 17:45 , Anonymous ramon ha detto...

...e a chi aspettano ?!? vuoi farmi credere che non lo fanno per senso di responsabiità ?!?...ma ce lo fai il favore ?!?

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page