This page has moved to a new address.

Animali Morti alla Cava di Cappella, Bugie in Consiglio Comunale. I Residenti: "Si è Superato il Limite della Decenza" - FOTO

Freebacoli: Animali Morti alla Cava di Cappella, Bugie in Consiglio Comunale. I Residenti: "Si è Superato il Limite della Decenza" - FOTO

giovedì 16 febbraio 2012

Animali Morti alla Cava di Cappella, Bugie in Consiglio Comunale. I Residenti: "Si è Superato il Limite della Decenza" - FOTO

Che bisogna concedere il giusto tempo per ogni cosa, è proverbio ben noto, ma è altresì largamente conosciuta la frase che recita "...Errare è umano, perseverare è diabolico..." e così ieri mattina, ci siamo recati in prossimità della passeggiata di Monte di Procida, carichi di speranze nei confronti degli stessi Membri del Consiglio Comunale che ci avevano promesso che avrebbero informato il Sindaco Iannuzzi della problematica segnalata sia dai cittadini e sia dalla nostra Associazione, e avrebbero quantomeno fatto iniziare, i lavori di pulizia della Cava. 

Eh già...perchè a detta del capogruppo in seno alla classe dirigente montese, Domenico Scotto di Carlo, le nostre segnalazioni sono esagerate, per cui il sito non avrebbe bisogno di null'altro che di una semplice "ripulita".

Noi, non essendo esperti in materia, lasciamo che le immagini diano il "buon esempio". Ma facciamo un passo indietro e raccontiamo nel dettaglio quanto sta accadendo in questi giorni.

Il Consiglio Comunale Vieta la Parola ai Cittadini

Nella serata di Martedì, 7 Febbraio, ci recammo al Consiglio Comunale di Monte di Procida, fiduciosi che da bravi cittadini che svolgono azioni di controllo ambientale, avremmo potuto esporre pubblicamente le nostre segnalazioni sia alla presenza dei Membri della Vigente Amministrazione, sia alla Cittadinanza montese che, seppur in minima quantità, era accorsa per presenziare l'Assise, sebbene l'intervento della comunità non fosse previsto nel regolamento.

La nostra richiesta di intervento, di cui si è fatto "verbo" il capogruppo di Svolta Popolare, Giuseppe Pugliese, nasceva dall'esigenza di porre l'attenzione, nell'ambito della questione "rifiuti tossici" in terra nostrana (Punto numero 5 all'ordine del giorno: "Interrogazione orale del Gruppo Svolta Popolare formulata in sede di Conferenza dei Capigruppo del 25 gennaio 2012 in ordine all’eventuale presenza di amianto in località Acquamorta") una problematica oramai atavica: lo stato di pericolosità e degrado in cui versa la Cava di Cappella che, di per sé non ha bisogno di presentazioni.
La Decisione del  Presidente del Consiglio: "Diritto ad Intervenire? No, Grazie"

Evidentemente eravamo troppo speranzosi in quei diritti democratici che permettono a qualsiasi cittadino, di poter partecipare attivamente (attraverso la parola) ad un'Assemblea che, tra l'altro, dovrebbe riguardare quelle stesse persone che, in periodo elettorale, hanno votato i propri Rappresentanti e permettono loro di occupare quelle comode poltrone sulle quali giacciono placidamente ricoprendo i vari incarichi Comunali.

Così non è...o almeno (e fortunatamente) solo a Monte di Procida.

Richiamati al tavolo del parlamentino civico dal Presidente del Consiglio Rocco Assante di Cupillo, quest'ultimo ci suggeriva di conservare il nostro ardore per la Riunione dei CapiGruppo, alla quale saremmo stati invitati a partecipare, per esporre privatamente, in prima istanza, tutto quello che avevamo da dire.

Un pò insoddisfatti e leggermente delusi, ci ritirammo momentaneamente con la coda fra le gambe, nell'attesa di ricevere la conferma telefonica della Convocazione dell' Incontro.

Scotto di Carlo Infastidito da Chi Denuncia: "Siete degli Allarmisti"

Ebbene, il giorno dopo, ci richiamarono in mattinata 10 minuti prima dell'inizio della Riunione, mostrando un apparente dispiacere quando, stupiti e meravigliati chiedevamo come mai fossimo stati chiamati così in ritardo e senza alcun preavviso. Di sicuro, qualcuno sperava che abbandonassimo l'impresa...e invece, "disfacendoci" di qualunque faccenda mattutina, ci recammo di corsa al Comune.
Ed è proprio qui che, alla presenza dello stesso Presidente del Consiglio nonché del Vicesindaco, il Capogruppo del PDL montese, Scotto di Carlo, ci accusava di falso allarmismo, di esagerazione e addirittura di aver frainteso le dichiarazioni del Primo Cittadino facendo prevalere questioni personali.

Ma, quel che è certo è che, ad oggi, da una parte ci sono il sindaco Franco Iannuzzi e l’assessore all’Ambiente Nunzia Nigro che, dall’alto della Casa Comunale assicurano che la cava in questione sia stata interamente riqualificata, dall’altra uno scenario a dir poco indescrivibile si dipana innanzi agli occhi di chi, sul posto, osserva quello che, nelle intenzioni di un progetto turistico-paesaggistico avrebbe dovuto rappresentare il continuum del percorso pedonale che congiungerebbe Cappella con i punti panoramici del piccolo promontorio flegreo.

Le Incongruenze del Sindaco Iannuzzi e dell'Assessore Nigro
Ma andiamo avanti, il capogruppo di maggioranza, oltre ad interromperci ogni 5 minuti per impedirci di spiegare dettagliatamente l'incoerenza fra le stesse dichiarazioni del Sindaco (il quale dichiarava, durante un convegno svoltosi lo scorso 21 gennaio presso la sala "Quandel" del Municipio in via Panoramica che: "Allo stato attuale a Cappella non ci sono pericoli, oggi dovete stare tranquilli. L’Amministrazione comunale per Cappella ha fatto in pieno il suo dovere, non doveva fare null’altro.  Posso assicurare che tutto è stato fatto secondo le leggi vigenti dello Stato italiano. L’Arpac non ha mai detto che c’era bisogno di fare la bonifica, ha fatto il sopralluogo e ha detto che non c’erano amianto e rifiuti tossici" e dell' assessore Nigro (che, durante il Consiglio Comunale dello scorso 27 luglio, di contro, dichiarava:I rifiuti tossici e nocivi sono stati rimossi dalla cava dopo aver chiesto ed ottenuto, per la finalità, il dissequestro dell’area"), asseriva che la Bonifica del sito in questione era già stata effettuata e che gli incivili cittadini, "altre" ditte, e privati avevano nuovamente sversato rifiuti nella cava e quindi, quest'ultima non aveva bisogno altro che di una semplice ripulita.

La Posizione del Vicesindaco Lucci e di Giuseppe Pugliese

Dello stesso parere, il Vicesindaco Vincenzo Lucci, il quale affermava altresì che le segnalazioni dei cittadini, non possono certo costituire ogni volta, un punto all' Ordine del Giorno del Consiglio Comunale, altrimenti, i tempi si dilungherebbero troppo e non si riuscirebbe mai a trattare la miriade di argomenti del paese. Certamente, il fatto che ci si batte per la cava dal marzo 2011 non conta alcunché.

L'unico membro della riunione, che si è detto alquanto preoccupato della situazione, era il Capogruppo di Opposizione nonchè Rappresentante di Svolta Popolare, Giuseppe Pugliese, il quale anch'egli volendo essere fiducioso nella deroga dei 15 giorni richiesta, non ha voluto premere più di tanto sulla possibilità, in suo potere, di convocare un un Consiglio comunale proprio sull'argomento.

Promesse Non Mantenute

Per cui, i presenti, concludevano che nei successivi 15 giorni, il Primo Cittadino sarebbe stato informato ed avrebbero quantomeno iniziato i lavori di ripristino di un sito che presenta ancora impalcature, mattoni, calcinacci, costruzioni edili senza nemmeno i rivestimenti e quant'altro. Ma, come ha aggiunto il braccio destro del sindaco:  “I nostri funzionari ci hanno assicurato che il materiale è stato rimosso e noi ci fidiamo della loro dettagliata relazione!".
Ebbene, ieri mattina, dopo ben 7 giorni da tale impegno, ci siamo recati di nuovo presso la Cava per documentare come procedevano i tanto attesi lavori.
Lo spettacolo che abbiamo trovato, è a dir poco raccapricciante, se ci auguravamo di trovare qualche rifiuto in meno, abbiamo riscontrato il contrario, ovvero altra spazzatura, altre carcasse di animali in putrefazione e una vegetazione spinosa sempre più selvaggia. Con la sola Differenza che questa volta, abbiamo Raccolto le testimonianze di qualche famiglia della zona, che abita proprio a ridosso della "scalinata".

Residenti in Rivolta: "Questo Non è un Paese Civile"
Parla il Sig. Schiano di Cola <<...volevo solo dire, che io non so più cosa fare...ho pensato addirittura di rivolgermi ai Carabinieri...la mia Famiglia abita qui sopra e mia madre, fra l'altro malata di Alzheimer, è costretta a stare su di una sedia a rotelle...quando vogliamo portarla fuori, per una uscita o una visita medica, non possiamo muoverla di casa...a parte per l'inesistenza di una rampa per disabili, ma anche perchè con questi pali metallici che hanno posizionato qui davanti, la carrozzella non riesce a passare...e mi chiedo, anche se non me lo auguro mai, se avessi bisogno di un Pronto Soccorso, come farebbero gli infermieri a passare con la barella? L'unica soluzione plausibile, sarebbe quella di caricarmi mia madre sulle spalle e trasportarla fino in strada, ma credo sia una soluzione oltre che umiliante, anche inadatta per un'anziana donna malata. Per giunta questi pali, ci ostacolano anche quando dobbiamo passare con le borse della spesa...che senso hanno? - si chiede il buon uomo. E poi continua - con questa pendenza ed il muschio, si scivola facilmente e di notte, questi faretti spenti, non ci permettono nemmeno di vedere dove poggiare i piedi. Dobbiamo fare attenzione e camminare lentamente, altrimenti, si rischia anche di cadere giù nella cava! Qualche tempo fa, arrivarono degli operai che ci promisero di mettere in sicurezza l'edificio all'ingresso della scalinata...eppure col passare dei giorni, non fa altro che marcire e diventare sempre più rovinato e pericoloso! Ma cos'aspettano? Che qualcuno si Faccia male?>>.
"Qui Va Tutto in Malora"

Poi ci accompagna per qualche metro in salita, insieme alla moglie e al padre<<...In alcuni tratti della passeggiata, avrebbero dovuto costruire un muro di contenimento, e invece quando piove, l'acqua porta con sé tutti i detriti e il terreno da queste pareti scoperte. Il fango che si crea insieme a tutto il fogliame, le radici e i pezzi di legno, scendono per tutta la scalinata, si vanno a riversare nelle graticole della rete fognaria che quindi si ostruisce e genera cattivi odori! In alcuni punti invece...al posto del muro di contenimento, ci hanno messo una recinzione di pali legnosi che non si sono preoccupati nemmeno di verniciare e rivestire in modo da renderlo impermeabile! Questo legno, lasciato alle intemperie, sta marcendo, e sicuramente tra qualche mese crollerà...obbligando i responsabili della passeggiata a dover chiedere altri soldi per comprare altro materiale! E poi mai che si vedesse uno spazzino che viene a ripulire queste scale. Sono tornato dagli Stati Uniti lo scorso Agosto (2011) e da allora non c'è mai stato nessuno che è venuto a controllare la passeggiata...è una vergogna dover vivere in questo degrado! Se anche denuncerò il disagio ai Carabinieri...di certo non ci verranno loro a risolvere la situazione...non capisco a chi devo rivolgermi...

M.Rosaria Schiano - Melania Scotto d'Aniello
Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: ,

29 Commenti:

Alle 16 febbraio 2012 17:22 , Anonymous Anonimo ha detto...

Tina Formisani
questa gente a che titolo ha ancora il coraggio di sedere su quelle sedie?andassero a casa e si vergognassero almeno un po.che schifo.una zona meravigliosa l'hanno distrutta.mi piange il cuore perchè penso che anche la nostra costa non ha piu possibilità di riprendersi.

 
Alle 16 febbraio 2012 19:22 , Anonymous Anonimo ha detto...

Io Sono Mena Palumbo

te lo dico come na sorella ,sto comune con la giunta e tutto il resto, è na fava che nun se coce e ti fa fare solo il sangue amaro!!me dispiace io leggo tutto ciò che pubblichi e realizzo solo che ti fanno fare il nero di seppia sullo stomaco....ci vuole solo unmiracolo

 
Alle 16 febbraio 2012 23:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

Caspita! E menomale che Scotto di Carlo ha detto che non è necessaria una bonifica! Altro che ripulita...quà ci vuole un miracolo per sistemare tutta questa zona! Confesso che fino ad ora io non la conoscevo...free bacoli porta alla luce quei pezzi di territorio martoriati nel degrado e nell'abbandono, che le vigenti amministrazioni vogliono solo nascondere...VERGOGNA!

 
Alle 16 febbraio 2012 23:28 , Anonymous Anonimo ha detto...

Io ero presente al Consiglio Comunale al Monte di Procida, quando Iannuzzi pronunciò quelle parole! Ma siete sicuri che il sito al quale si riferiva era proprio questo? Talmente che se ne vantava con fierezza e orgoglio che quasi mi mette il dubbio, che esista un'altra Cava e un'altra Passeggiata nascosta da qualche parte...MA PERCHè NON LO PORTATE UN Pò VOI IN QUESTO SITO...COSì GLI FATE VEDERE QUESTO SPERPETUO!

 
Alle 16 febbraio 2012 23:31 , Anonymous Anonimo ha detto...

E pensare, che se Iannuzzi avesse veramente a cuore i suoi concittadini, che l'hanno votato...non farebbe altro che lavorare in modo da lasciare un buon ricordo di sè, dato che è l'ultimo tentativo di candidatura a sindaco. E invece pare che l'unico suo pensiero sia quello di fregarsene altamente, intascando le laute ricompense per le mansioni che ricopre "e non solo"...

 
Alle 16 febbraio 2012 23:33 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ma io non capisco una cosa...perchè in tutte le foto c'è il Giornale del Mattino? State forse cercando indirettamente di pubblicizzarlo per ottenere qualche ricompensa-favore dai piani alti del Giornalismo Italiano??? Puntate più in alto la prossima volta! Comprate Repubblica o il Corriere!

 
Alle 16 febbraio 2012 23:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

Azz...Scotto di Carlo dice che la bonifica già è stata fatta in quella cava? Ma se si vede chiaramente che le piante hanno avuto tutto il tempo necessario per crescere lentamente! I rifiuti sono in un evidente stato di decomposizione! e poi se si notano le foto della Cava dell' anno scorso, si riscontrano gli stessi identici rifiuti, negli stessi posti! ORA A MENO CHE I CITTADINI NON DISPONGANO DI UNA MACCHINA DEL TEMPO...IL BUON VECCHIO DOMENICO DEVE SPIEGARMI COME Fà LA GENTE A BUTTARLI NUOVAMENTE Lì!!!

 
Alle 16 febbraio 2012 23:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sono un Montese in America! E volevo solo dire, che in quella cava c'ho passato tutta la mia infanzia, quando altro non era che un grande frutteto di agrumi. andavo a giocarci a Nascondino coi miei amici e vederla ridotta in questo stato, mi piange veramente il cuore! Un pezzo della mia vita sta ancora lì...e credetemi se vi dico che mi auguravo di trovarla ultimata, l'anno prossimo dovrei tornare in Italia...spero che facciano il loro dovere

 
Alle 16 febbraio 2012 23:41 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ecco...ora capisco dov'era finito il mio vecchio motorino! non lo trovavo più!

 
Alle 16 febbraio 2012 23:44 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ebbene, io vorrei sapere se qualcuno si fa male e cade giù da quella ringhiera improvvisata...chi lo paga? a chi và la colpa per la mancata messa in sicurezza del sito? O se magari qualche mattone cade in testa a qualche passante? Fossi in voi li denuncerei direttamente alla Procura...altro che Carabinieri corrotti e infami

 
Alle 16 febbraio 2012 23:47 , Anonymous Anonimo ha detto...

A me piacerebbe sapere invece...se per realizzare questo sito turistico ( se così lo si può definire ) sono stati previsti dei Fondi da parte dell' Unione Europea. Se così fosse ( ovviamente da confermare ) sicuramente sarebbero soldi a fondo perduto...eh già...perchè non si saprebbe nel fondo di quale tasca sarebbero caduti!!!

 
Alle 16 febbraio 2012 23:56 , Anonymous Anonimo ha detto...

Assunta Costanzo
per queste notizie negativississime mi avete levato la voglia di venire quest' anno ! niente treno niente pulman monnezze discariche , mi dispiace dirvi non vado a buttare i soldi nelle porcherie che sta succedendo a Bacoli!!! con tanto sacrificio che mi costa !!! questo mi mette molto nervosa saluti a tutti spero che si sistema tutto ma serve un miracolo............

 
Alle 17 febbraio 2012 00:01 , Anonymous Anonimo ha detto...

M.Rosaria Schiano
Gentile Anonimo...la presenza del quotidiano, che lei giustamente ha notato, non è altro che una prova inconfutabile del fatto che realmente siamo stati lì in quel determinato giorno. E per farle meglio comprendere la situazione le dico che sono talmente tante le segnalazioni che abbiamo presentate al Comune di Monte di Procida, che "qualcuno" ha addirittura messo in discussione la nostra sincerità e buona fede, dicendo che le foto da noi usate, erano scatti di repertorio. Ebbene...il quotidiano, vi dimostra che noi siamo ritornati sul posto ancora una volta...e per l'ennesima visita abbiamo trovato sempre lo stesso degrado! La scelta del Mattino rispetto ad altri, è puramente casuale...alla nostra prossima visita ( perchè siamo sicuri che in futuro ci torneremo ancora ed ancora...trovando sempre gli stessi rifiuti ) se le fà più piacere...compreremo uno dei Giornali da lei citati!

 
Alle 17 febbraio 2012 00:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ma con tutti quei "scaurachiuovi" che noi paghiamo per stare comodamente seduti negli uffici del Comune, il Sindaco non ce lo sà mettere uno spazzino in quella zona? Che pulisca almeno le scalinate da tutta quella terra, erbaccia e detriti!?! E non si vergognano nemmeno a parlare in pubblico! c'hanno pure il coraggio di alzarsi in aula e riempirsi la bocca con tutti quei bei paroloni...IO LI MANDEREI TUTTI A ZAPPARE...E LI FAREI COMINCIARE PROPRIO DALLA CAVA!

 
Alle 17 febbraio 2012 00:10 , Anonymous Anonimo ha detto...

Vorrei chiedere agli amici di free bacoli, a cosa serve questo fantomatico labirinto di dedalo? Sicuramente avrà la sua bellezza, ma non sarebbe stato meglio creare una specie di anfiteatro rialzato per ospitare spettacoli ed eventi musicali...magari metterci anche delle zone ricreative per quei poveri ragazzini costretti a giocare per strada con il rischio di essere investiti da qualche auto!

 
Alle 17 febbraio 2012 00:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

sing.ra mariarosaria ma lo rispondi pure a questo? non lo vedi che è un caprone!

 
Alle 17 febbraio 2012 00:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

Haaaaahahahahahaha...e voi speravate di poter entrare al Consiglio Comunale e richiedere parola così facilmente? Questa è buona! Amici di free bacoli, nonostante vi leggo e vi seguo con molta simpatia, ma da voi non me lo sarei mai aspettato! Dovete sapere che le porte aperte, durante l'assise, le tengono per pura formalità...sanno che nessun montese si interessa a quello che dicono...possono anche mettersi a giocare a carte ( in teoria ) fanno quello che vogliono e in più durano meno di una messa in chiesa...

 
Alle 17 febbraio 2012 00:16 , Anonymous Anonimo ha detto...

Caspita non sapevo che la Nigro fosse capace di dire qualcosa contraria al sindaco...si trovano così bene a "lavorare" insieme...e soprattutto a far lavorare, amici e parenti!

 
Alle 17 febbraio 2012 01:08 , Anonymous antonio sabatano ha detto...

Allo stato attuale ci sono problemi molto più importanti di quella cava.........anche perchè già si è trattato sull'argomento........mi domando solo perchè l'opposizione non fà un interrogazione sulla zona R4.................dove ogni giorno si rischia che tutto il costone cada giù causando una catastrofe .....mi raccomando...........l'informazione al di sopra delle parti...........Freebacoli mi raccomando intervistate l'opposizione chiedendogli perchè non si occupano della zona R4..........

 
Alle 17 febbraio 2012 01:41 , Anonymous Anna ha detto...

Domattina vorrei fare qualche scatto, esattamente da dove si entra? Grazie per la segnalazione. Ragazzi siete sempre molto attenti!

 
Alle 17 febbraio 2012 03:16 , Blogger Freebacoli ha detto...

@Antonio
Non sappiamo del perchè l'opposizione o la maggioranza non parlino del rischio R4.
Un tema delicato su cui noi, ad inizio dicembre scorso, abbiamo redatto un dettagliato articolo con una dura critica alla politica inerte (http://freebacoli.blogspot.com/2011/12/pericolo-di-frana-politica-e-forze.html).
Sbagli però a ritenere che la "questio" Cava di Cappella abbia meno rilevanza della R4.
Innanzitutto in Consiglio non è mai stata affrontata computamente e necessita di approfondimenti seri (sia della maggioranza che dell'opposizione).
Stesso discorso vale per il "rischio": Una frana determinerebbe centinaia di morti in un secondo.
Ma i rifiuti nocivi, se è vero che lì sono sotterati, potrebbero essere causa di malattie tumorali che, probabilmente, alimenterebbero morti e sofferenze non troppo dissimili da quelle di una cava.
Sul tema "cava" purtroppo, a latitare è anche l'associazionismo e la cittadinanza locale che pare non rendersi conto della problematica presente a pochi passi da casa.

@Anna
La cava si trova presso le "palazzine" a Cappella

 
Alle 17 febbraio 2012 08:29 , Anonymous Anonimo ha detto...

Anche io abito su quella scalinata...leggermente più sopra del Sig. Schiano di Cola...e vorrei dire che sono costretta ad accompagnare mio figlio tutte le mattine allo spiazzale lì vicino, perchè non si sà mai da quell'edificio pericolante cosa potrebbe uscirci! mio marito più volte ha visto dei senza-tetto, nomadi e addirittura dei ragazzi che si "facevano la dose" Abbiamo fatto esposto ai Carabinieri...eppure manco ce lo mettono una ringhiera per renderlo inaccessibile

 
Alle 17 febbraio 2012 08:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

E tutti quei cittadini di Cappella e dintorni che abitano lì vicino e non...dove sono andati a finire? Si credevano forse che con una semplice denuncia si risolveva la situazione? Il problema di questi politici è sempre lo stesso...i veri caproni siamo noi...siamo degli ignoranti...vendiamo la nostra dignità per un pugno di soldi o per una raccomandazione! Al comune di Monte di Procida si è parlato di comitato Spontaneo...ma è evidente che le due ragazze che stanno seguendo il caso fanno parte di FREE BACOLI!!! E tutto questo senza che nessun Cappellese o Montese si unisca a loro...VERGOGNA!!!

 
Alle 17 febbraio 2012 08:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

A scaricare quella roba lì non sono stati i cittadini incivili...ma bensì alcune ditte edili del Monte di Procida e Bacoli...e sappiamo anche a chi appartengono queste attività di costruzioni! E' facile scaricare sempre la colpa sui soliti ignoti! MA VERGOGNATEVI...

 
Alle 17 febbraio 2012 08:50 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ludovico Capuano
Dunque...fra tutti i commenti che ho letto...ce ne fosse stato uno che ha focalizzato l'attenzione su questo passaggio che andrò ad esporvi...e nemmeno la Redazione Free bacoli si è accorta forse di questa sottigliezza.
Quando si fà una bonifica, oltre agli operai che l'hanno effettuata, si verbalizza anche un documento cartaceo in merito ad un SOPRALLUOGO DI CONTROLLO. E per sottoscrivere tale foglio...ci vuole un Responsabile di Cantiere che attesta e certifica, l'avvenuto svolgimento dei lavori! Ora se tale persona ( solitamente un ingegniere )...ha firmato un documento simile, può essere anche oggetto di denuncia. Soprattutto se ci sono foto dell'anno scorso, che dimostrano che i rifiuti sono sempre uguali...negli stessi posti...e che quindi la bonifica non è stata mai attuata...Dunque consiglio agli amici di Free bacoli di richedere all'Ufficio Tecnico ( seppur vi faranno fare il sangue amaro prima di averla ) la relazione di cui ho parlato prima...e di capire chi ha eseguito questi fantomatici lavori, chi li ha controllati ( semmai sono stati controllati ) e chi ha firmato il documento di verifica.
Perchè se l'amico Scotto di Carlo sostiene che la bonifica è già stata effettuata...allora dopo la denuncia...sicuramente usciranno fuori altre notizie tenute sottobanco...e non voglio aggiungere altro
Prego i ragazzi della redazione a darmi una risposta. Grazie!

 
Alle 17 febbraio 2012 08:54 , Anonymous Anonimo ha detto...

Gli abitanti di quella zona restano bloccati quando piove!!! Anche io ci abito e non vi dico le imprese per arrivare alle macchine nello spiazzale! La scalinata diventa una cascata di fango e pietre...in questi ultimi giorni di tempesta che hanno fatto...le graticole si sono ostruite tutte, per cui la lava di fogliame, legno e radici scendeva fino a giù della passrggiata...scendeva anche dalle pareti laterali non ricoperte e dai terreni circostanti non recintati...E' UNA VERGOGNA! MIO PADRE è ANCHE SCIVOLATO ED ABBIAMO DOVUTO PORTARLO AL PRONTO SOCCORSO!!!

 
Alle 17 febbraio 2012 08:58 , Anonymous Anonimo ha detto...

Attilio di Meo
Il percorso della passeggiata sarà anche bello...ma per arrivare fino in cima, ci vuole una buona dose di forza fisica...la pendenza dei gradini è esagerata! Vorrei capire con quale criterio l'hanno costruita? Non c'è una panchina...nè una pensilina/passamano per appoggiarsi...non ci sono illuminazioni...non ci sono cartelli indicativi...ma chi vi aspettate che venga a visitarla sta scalinata? Gli unici turisti passanti sembrano essere le zoccole!

 
Alle 17 febbraio 2012 13:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

@ LUDOVICO CAPUANO.
MELANIA SCOTTO: Effettivamente è stata una grossa, grossissima disattenzione non chiedere quella documentazione IN PRIMIS! ed è stato solo in un secondo momento che, grazie a persone come lei ci siamo resi conto di aver "bucato" un passaggio fondamentale. La richiesta è stata fatta e ci hanno assicurato che entro la settimana prossima avremo tutto. Purtroppo non possiamo che, pacificamente, confidare ancora nella buona fede di chi amministra questo territorio, dopodiché andremo avanti legalmente. E, siamo sicuri, con il supporto dell'Opposizione in seno all'Assise. Ci sarebbe tanto altro da scrivere in merito, pian piano aggiungeremo ancora. Un passaggio non l'abbiamo citato. Durante la conferenza dei Capigruppo alla quale abbiamo preso parte su convocazione, Scotto di Carlo ha dichiarato: "Melania non puoi permetterti di giudicare questo progetto, non sono fatti tuoi". Io avevo semplicemente segnalato, a nome delle associazioni, che sarebbero opportune alcune modifiche: passaggi per diversamente abili, panchine, passamano, pensiline e la rimozione di quegli ostacoli che non fanno altro che mettere a repentaglio l'incolumità pubblica. Le scalinate sono scivolose, se qualcuno dovesse farsi male non potrebbe essere soccorso!!!

 
Alle 17 febbraio 2012 13:34 , Anonymous Anonimo ha detto...

In merito alla cava voglio precisare meglio la nostra posizione.

Visto che per questioni di elementare rispetto istituzionale ed anche di semplice educazione ritengo sia doveroso sedersi ad un tavolo politico con almeno la speranza di ottenere dalla discussione un risultato apprezzabile ed un confronto.
Visto che se continuo a fare opposizione devo avere(anche se spesso mal riposta)almeno un briciolo di fiducia nel mio interlocutore ho ritenuto doveroso accettare la promessa di una proroga di pochi giorni.Mi sembrava inutile partecipare ad una conferenza dei capigruppo senza accettare nemmeno le condizioni minime del confronto.Ritengo che la ricerca del confronto sia un dovere istituzionale anche quando gli interlocutori sono oggettivamente mediocri e apatici,quindi vi prego di comprendermi anche se la mia preoccupazione è alta,e ritengo sinceramente sconfortanti certi atteggiamenti della maggioranza che un termine di 15 giorni era istituzionalmente dovuto e non frutto di chissà quale mediazione.

Ritengo che comitati spontanei come quello nato per la cava siano una ricchezza inestimabile per il dibattito locale, per questo mi sono fatto portavoce della loro legittima istanza di parlare in consiglio comunale,e se tra una settimana non ci saranno risposte vere e concrete concorderemo con loro un interrogazione consiliare.

Voglio precisare che sulla cava abbiamo chiesto verifiche e informazioni prima della campagna elettorale

Io stesso dal palco a cappella lanciai una proposta di percorso amministrativo ,credo ben strutturata dal punto di vista giuridico ,per una celere bonifica della cava e per il conseguente dissequestro,evidentemente molti cittadini di cappella si sono lavati le orecchie con la mia proposta perchè Iannuzzi come sapete proprio nei dintorni della cava ha fatto il pieno di voti,ed anche qualcuno che mi critica oggi ,proprio sulla cava,poi alla fine ha votato Iannuzzi,sono pugni nello stomaco,paradossi inaccettabili che tuttavia non ci allontanano dai nostri doveri e dalla nostra voglia di fare un opposizione sana e costruttiva

Subito dopo la campagna elettorale abbiamo chiesto di discuterne in un apposito consiglio comunale,dove è stata letta la relazione del Prof.Riano


Al Sig.Sabatano che si intnerroga su quanto fatto sulle zone R4 rispondo di concordare con me(visto che i miei contatti li ha,e la documentazione sulle zone r4 l'ha avuta da me)un audizione in commissione sul rischio idreogeologico ,avremo modo,maggioranza e opposizione di ascoltarlo su quali e quanti rimedi adottare in proposito.

Io voglio ricordare che la commissione sul rischio idreogeologico da noi di svolta popolare voluta fortemente e presieduta nella passata consiliatura ed in quella attuale,oltre ad aver conseguito notevoli risultati come la stazione meteo,ha licenziato una relazione durissima proprio per quanto riguarda il rischio altissimo in alcune zone,è un atto ufficiale che vi invito a leggere ed approfondire.

Non possiamo commissariare l'amministrazione su queste materie e sostituirci completamente a loro dove vi sono gravi e colpevoli omissioni,come il piano di protezione civile,che per quanto è obbligatorio per legge ancora non è stato redatto.

Per quanto riguarda questa consiliatura sicuramente avremo modo di approfondire la problematica e vi invito ad esserci di supporto in maniera costruttiva.

Peppe
Pugliese

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page