This page has moved to a new address.

Vince la Protesta gli Studenti, Vigili del Fuoco all’Istituto “Schiano”. I Genitori: “Andremo in Provincia” - FOTO

Freebacoli: Vince la Protesta gli Studenti, Vigili del Fuoco all’Istituto “Schiano”. I Genitori: “Andremo in Provincia” - FOTO

mercoledì 15 febbraio 2012

Vince la Protesta gli Studenti, Vigili del Fuoco all’Istituto “Schiano”. I Genitori: “Andremo in Provincia” - FOTO

wwwww Mezza vittoria in cassaforte e rientro in classe in attesa delle prossime incisive azioni dei genitori: gli alunni del “Sociale” dell’istituto “Lucio Anneo Seneca” riescono a raggiungere primi importanti risultati a seguito di una decisa azione di protesta.

Sono stati ripristinati ad inizio settimana i bagni in gran parte otturati, mentre la scorsa mattinata la preside Iaccarino ha annunciato che la caldaia sarà nuovamente rimessa in funzione, dando così la possibilità alla fatiscente scuola montese di ripristinare i principali servizi igienici ed ambientali utili per poter effettivamente sostenere lezioni didattiche.

Una miglioria giunta soltanto dopo due giorni di sciopero indetti dagli studenti dell’istituto “Schiano” che, dallo scorso giovedì, hanno incrociato le braccia dichiarandosi in autogestione, disertando i banchi di scuola per poter parlare con preside, sindaco e docenti.

Mobilitazione, vista la mancanza d’interventi, protrattasi anche il giorno successivo con la scelta di agire in maniera ancora più decisa: scrivere una lettera al presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, e denunciare le deficienze dell’intera struttura direttamente alla vicina caserma dei carabinieri di via Roma, all’attenzione del maresciallo Perna.

L’Arrivo dei Pompieri per Verificare lo Stato dell’Immobile

Nota dettagliata e ricca d’informazioni che ha determinato, nella mattinata di lunedì, l’arrivo presso l’istituto montese di una squadra di vigili del fuoco i quali hanno provveduto ad ispezionare con attenzione ogni angolo della struttura, sino a poi decidere di scendere anche presso l’istituto di Torregaveta dove hanno avuto modo d’interloquire con al dirigenza scolastica.

xxxxxx Gli uomini in rosso, nel corso dei sopralluoghi, hanno poi avuto modo di confrontarsi anche con una sparuta delegazione di genitori che, preoccupati per la condizione della struttura (da decenni assolutamente fatiscente), hanno sottolineato tutte le proprie perplessità e preoccupazioni. Le stesse che saranno portate sui banchi dei dirigenti provinciali visto che l’intero liceo, sebbene sia presente sui territori di Bacoli e Monte di Procida, è sotto la responsabilità della Provincia di Napoli.

Intanto però i ragazzi possono festeggiare per il parziale successo: una vittoria conquistata a suon di appelli e comunicati che quindi permette ai duecento alunni della “Schiano” di riconquistare una parte dei propri diritti.

I Genitori Non Mollano: “Andremo in Provincia”

“Non abbiamo alcuna intenzione di mollare la presa. Sono stati risolti solo dei problemi marginali, ma adesso si deve finalmente arrivare alla sostanza. I ragazzi devono tornare a studiare e quindi saremo noi genitori a rimboccarci le maniche”.

Restano fermi sulle proprie posizioni i genitori degli alunni in sciopero alla “Schiano”: mamme e papà vogliono chiarezza suoi luoghi dove quotidianamente lasciano anche per sei ore i propri figli, per la stragrande maggioranza dei casi anche minorenni.

Una delegazione si recherà la settimana prossima in Provincia per portare all’attenzione degli organi preposti le problematiche di una scuola che da sempre è stata attraversata da carenze e malfunzionamenti, mai risolti.

image “I nostri figli hanno fatto la propria parte, anche se è inconcepibile che per sollevare queste questioni abbiano dovuto perdere degli importanti giorni di scuola. Noi vogliamo che venga rispettata la normalità perché paghiamo ogni anno le tasse e perché abbiamo il diritto di essere tutelati – asseriscono una decina di mamme presenti ieri mattina nei pressi della scuola – la preside la scorsa settimana non ci ha voluti ricevere e anche il sindaco al comune è risultato essere assente. Siamo stanchi di dover rincorrere chi è deputato a risolvere queste carenze”.

Futuro Incerto per la “Schiano”: La Scuola Potrebbe Spostarsi Altrove

Incerto intanto resta il futuro della scuola che, secondo voci di corridoio, potrebbe essere spostata in un altro comune, più vicino al centro di Napoli.

Ipotesi pronte a trasformarsi in realtà già nei prossimi anni laddove non si dovesse risolvere il caso della “Schiano”, determinando quindi una perdita importante per il più piccolo comune dell’area flegrea.

“Non vogliamo che la scuola vada via da qui, ma è anche vero che dopo anni di proteste e reclami non è possibile continuare a mandare giovani ragazzi in quel tugurio. Molti in questi giorni si sono ammalati per via del gelo che è presente nella scuola. In classe si fa lezione con sciarpe e cappelli. Preside e Provincia ci ascoltino, noi non molleremo”, concludono i genitori già pronti a fare i prossimi passi ufficiali.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette:

1 Commenti:

Alle 16 febbraio 2012 02:03 , Anonymous Anonimo ha detto...

Milena Massa
ci sn andata anke io in qst scuola so qll ke stanno attraversando i ragazzi ci abbiamo provato tnt volte anke noi ma senza alcun risultato auguro a tt loro di riuscire a sconfiggere le "disattenzioni" del dirigente scolastico e del sindaco

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page