This page has moved to a new address.

Intervista ad Oriana Cardamuro: “Vi Racconto Come Viviamo dopo l’Abbattimento della Nostra Casa” - VIDEO

Freebacoli: Intervista ad Oriana Cardamuro: “Vi Racconto Come Viviamo dopo l’Abbattimento della Nostra Casa” - VIDEO

sabato 18 febbraio 2012

Intervista ad Oriana Cardamuro: “Vi Racconto Come Viviamo dopo l’Abbattimento della Nostra Casa” - VIDEO

image La Redazione di Freebacoli, contattata nei giorni scorsi dalla sign.ra Oriana Cardamuro per la realizzazione di un'intervista utile per raccontare le proprie vicissitudini attuali, pubblica di seguito il video realizzata alla stessa presso l'abitazione provvisoria presso cui attualmente dimora.
Uno spazio per documentare una realtà molto variegata (quale quella dell’abusivismo) per cui, onde poter rendere palese il pensiero di tutti, s'invitano sin da ora tutti coloro che volessero dire la propria (oltre a commentare l'articolo) a contattarci all'indirizzo mail freebacoli@live.it per la registrazione di ulteriori interviste audio-video.

Freebacoli, libera informazione

QUESTE SONO LE BARRIERE ARCHITETTONICHE CON LE QUALI 

LA BAMBINA DEVE CONFRONTARSI TUTTI I GIORNI. FOTO 

SCATTATE PRESSO L'ABITAZIONE MOMENTANEA DELLA FAMIGLIA

DELLA SIG.RA ORIANA









Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette:

11 Commenti:

Alle 19 febbraio 2012 11:30 , Anonymous Anonimo ha detto...

MA che ce ne importa! ci sono persone che hanno problemi CHE NESSUNO HA MAI NEMMENO pensato che esistono...che lottano ogni giorno per la legalità e i propri diritti di cittadino ...e noi dovremmo pensare a una singola famiglia che si è creata il problema DA SOLA!?

se vostra figlia aveva questo problema le costruivate una casa SICURA. non abusiva!! siete voi genitori che da ignoranti e paesani l'avete messa in una casa insicura poichè abusiva....quinid cominciamo a parlare dei porblemi seri dei cittadini civili!! quelli che fanno le case abusive non sono cittadini civili!

I.

 
Alle 19 febbraio 2012 12:34 , Anonymous angelo nero ha detto...

vorrei rispondere al primo commento.
il primo incivile 6 tu che lanci offese gratuite e cattive nascondendoti come un codardo dietro l'anonimato!!!
La disabilità di una persona è tutelata e aiutata dallo Stato in mille modi ,purtroppo in questo caso lo Stato è diventato inflessibile.
inflessibile in una regione ,in una provincia ,in un comune dove regna un abusivismo diffuso ,in cui amministaratori ,forze dell'ordine ,commercianti ,ristoratori hanno sfruttato l'abusivismo per "aggiustare" le proprie cose!!!!
inflessibili con persone deboli e incapaci di farsi difendere da un legale tanto bravo quanto costoso!!
uno Stato tanto debole da non poter mantenere piùi detenuti in carcere per mancanza di fondi!!

 
Alle 19 febbraio 2012 12:46 , Anonymous salvatore scotto ha detto...

caro "cittadino" ke vieni in paese a dare lezioni di civiltà e di diritto a noi paesani ignoranti e incivili.
Perchè ti nascondi dietro l'anonimato???? che ci fai in mezzo a noi?????conosci le problematiche dei disabili e di chi ci vive con loro????
conosci quanta fatica consta assistere un disabile , al di là dell'affetto che ricevono????
dunque chiedi scusa alla famiglia cardamuro che non merita lezioni di diritto e civiltà da nessuno , ma tantomeno da un codardo!!!

 
Alle 19 febbraio 2012 16:17 , Anonymous Anonimo ha detto...

l'abusivismo è inciviltà....è un'abuso....è camorra....a prescindere da famiglie con figli disabili o meno. ecco cosa volgio dire!!! e CREDO CHE INVECE ABBIAMO PROPRIO BISOGNO DI LEZIONI DI DIRITTO!

 
Alle 19 febbraio 2012 20:22 , Anonymous Anonimo ha detto...

anonimo sei e anonimo rimmarrai a vita ............non serve sprecare fiato .....CARI ...Salvatore e Angelo con un VIGLIACCO che e' abituato a camminare sotto ai muri..ci penserà la vita a restituirgli tutto il male che ha detto............................PASQUALE ANTONIO CARDAMURO.

 
Alle 20 febbraio 2012 02:07 , Anonymous milena ha detto...

Probabile che l'anonimo ignorante vivi in una casa abusiva e neanche lo sa...... Lasciate correre ....il suo sdegno e' quello di una persona arrabiata con la vita e non sapendo con chi prendersela spara alla cieca . Siate forti famiglie Cardamuro e Carannante

 
Alle 20 febbraio 2012 13:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

Voglio sollevae solo una questione. Un po più avanti della stazione di Torregaveta, andando verso via gavitello, dopo i locali famosi, Nabila e La fenice, se no ricordo male i nomi, c'è un campo di containers i cui occupanti aspettano una casa da anni. In paticolare vi sono tre famiglie che hanno perso tre Bambini, arsi vivi, per le precarie condizioni in cui si trovavano le roulottes che precedentemente occupavano in via Torre di Cappella vicino alla Chiesa. L'amministrazione Comunale di Bacoli, anzi le varrie succedutesi dagli anni 90, hanno promesso a quelle pesone una casa, che non hanno mai avuto. Anzi se avete il coraggio andatevi a fare una passeggiata e riprendete con le telecamere, e divulgate con il sito web, in queli condizioni disumane il comune lascia vivere dei cittadini poco abbienti, e che ha promesso di povvedere per loro ad un alloggio e che in attesa li ha dimenticati in quelle che chiamò case provvisorie ma che in realtà sono solo delle fatiscenti e disumane dimoe per topi. Li di persone divesamente abili ce ne sono almeno tre, e credetemi non hanno possibilità finanziarie per potersi permettere una "CASA" in fitto, anzi spesso non possono pemettersi nemmeno un pasto caldo. Le condizioni dei containers sono fatiscenti; spesso i corto circuiti fanno si che scintille diano inizio a piccoli incendi che gli occupanti soffocano alla buona con secchi d'acqua, e solo Dio sa come fin ora non si è ripetuta un'altra tragedia di cui proporio loro gia sono state vittime. Con ciò massima solidarietà per chi una casa la persa nelle demolizioni, ma che tutto sommato può ancora permettersela in fitto, ma non chiedete al comune una cosa che deve a persone che sono in condizioni molto peggiori delle vostre. Ripeto ci sono tre anime innocenti di cui si è persa memoria ed il comune ignora ancora nella meschina attesa del pepetrarsi di una replica di una tragedia.

Che Dio li assista.

 
Alle 20 febbraio 2012 15:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

visto che insisti ti do' solo un consiglio non entrare in cose che non ti riguardono e non conosci..soprattutto non nominare neanche x sbaglio ( non ne sei degno )le persone diversamente abili .......loro sono ANGELI e tu invece sei solo un povero diavolo taci x sempre MENTECATTO ................................................Pasquale Cardamuro

 
Alle 27 febbraio 2012 19:00 , Anonymous salvatore scotto ha detto...

giustissime le tue considerazioni!

 
Alle 28 febbraio 2012 03:43 , Anonymous antonia minervini ha detto...

oriana ..pasquale ..jessica sapete che sempre siamo a vostro fianco !!! di argentina buenos aires

 
Alle 28 febbraio 2012 03:45 , Anonymous antonia minervini ha detto...

aaahhhhhhhhh mi mancava dire gli anonimi son solo quello ....non essistono

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page