This page has moved to a new address.

A Bacoli i “Poteri Forti” Non Pagano le Tasse: Guarda i Dati di Antonio Giordano e Dario Perreca - VIDEO

Freebacoli: A Bacoli i “Poteri Forti” Non Pagano le Tasse: Guarda i Dati di Antonio Giordano e Dario Perreca - VIDEO

sabato 10 marzo 2012

A Bacoli i “Poteri Forti” Non Pagano le Tasse: Guarda i Dati di Antonio Giordano e Dario Perreca - VIDEO

image Un’assemblea pubblica per illustrare alla città il bilancio comunale e le proposte promosse dall’associazione: Freebacoli presenta le proprie idee, mostrando documenti ed atti ufficiali utili per comprendere la drammaticità delle casse dell’ente comunale.

Sono stati numerosi e dettagliati gli interventi che, lo scorso 1 Marzo, si sono susseguiti all’interno dell’Oratorio della Chiesa di San Gioacchino dove si è tenuta l’assemblea “Io Conto?”.

Si ripropongono pertanto di seguito altri video dell’incontro, molto partecipato, tenuto da Antonio Giordano e Dario Perreca i quali hanno sviluppato ed arricchito e illustrato i tratti peculiari del bilancio comunale, focalizzando l’attenzione sulle mancate entrate del comune e sull’irrisorio Bilancio del Centro Ittico Campano.

Intervento Antonio Giordano
“Il Melone Marcio del Comune è la Tarsu”


Intervento Dario Perreca
“Centro Ittico Campano, Una Ferrari Che Non Cammina”


Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: , ,

3 Commenti:

Alle 11 marzo 2012 00:17 , Anonymous Anonimo ha detto...

Veramente scandalosi questi risultati di bilancio ed in effetti il centro ittico solo per gli spazi che affitta a locali dovrebbe essere in attivo... Preoccupante che nessuno si preoccupi se non voi giovani .... Bravi continuate cosi' vi seguo da Roma essendo di origini bacolesi e almeno voi mi date una speranza per il paese dei miei genitori .... Michele da Roma

 
Alle 11 marzo 2012 10:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

Faccio una proposta,
vogliamo chiedere una cosa semplicissima e facilmente attuabile direttamente dalla scrivania dei funzionari dell'Ufficio Commercio e Tributi.
VERIFICARE SE TUTTI GLI STUDI PROFESSIONALI, MEDICI, ATTIVITA' COMMERCIALI, ETC. SONO SVOLTI IN UNITA' IMMOBILIARI CON DESTINAZIONE D'USO CONFORME ALL'ATTIVITA' SVOLTA.
Troveremo sicuramente che gli studi professionali e medici al 99% si fanno in depositi (C2) o al massimo in civili abitazioni (A2 o A3) e lo stesso per i locali commerciali. Provate a chiedere al vostro ragioniere quanto paga di IMU (ex ICI) uno STUDIO PROFESSIOANLE VERO (A10) rispetto ad uno fatto in un deposito (C2) o in una casa (A2 o A3).
Questa verifica è semplicissima, basta incrociare i dati dell'ufficio commercio con quelli dell'ufficio tributi.

Caro Josi, in qualità di Consigliere Comunale domani mattina prosenta questa proprosta all'Assessore alle Finanze, sicuramente ne vedremo delle belle a partire dalla reale destinazione d'uso degli studi dei tuoi colleghi consiglieri.....

 
Alle 12 marzo 2012 12:41 , Anonymous Anonimo ha detto...

MA quali poteri forti. Questi sono 4 scafessi che trovano linfa in un paese indifferente a tutto. Ma se i più sanno a malappena come si chiamano potranno mai mettere mano ad un bilancio se non sanno di che cosa parlano? Purtroppo siamo noi bacolesi che ce li scegliamo no?!

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page