This page has moved to a new address.

Sconvolgente a Bacoli, Le Acque Termali Terminano Tra la Melma: Ecco Cosa Accade al Lago Fusaro - VIDEO

Freebacoli: Sconvolgente a Bacoli, Le Acque Termali Terminano Tra la Melma: Ecco Cosa Accade al Lago Fusaro - VIDEO

sabato 31 marzo 2012

Sconvolgente a Bacoli, Le Acque Termali Terminano Tra la Melma: Ecco Cosa Accade al Lago Fusaro - VIDEO

Silenzio, sconcerto e disagio evidente: le associazioni del territorio, stanche del silenzio degli organi competenti, riprendono con videocamere lo stato di degrado delle “Grotte dell’Acqua” e lo diffondono via internet.
Un video-denuncia, realizzato lo scorso 21 marzo dalla nostra Redazione, immortala le condizioni di una meraviglia della nostra tempo ridotta a macerie: ancora nessun intervento alle antiche e ancora attive terme del Fusaro.
Opera d’inestimabile bellezza costruita in epoca romana, riqualificata e ripresa in età borbonica, attualmente lasciata marcire in attesa di un insperato recupero.

Il Restauro del 2001
Struttura che dopo un ultimo studio universitario realizzato nel lontano giugno del 2001 ad opera di Maria Luisa Scotto Lavina, architetto incaricato della realizzazione del progetto per la salvaguardia, restauro e valorizzazione delle stesse, e voluto da Giuseppe Scotto di Luzio, allora presidente del Centro Ittico Campano, sono ricoperte da tempo da una folta vegetazione spontanea e da rifiuti segnati dal tempo giacenti appena sotto le arcate d’epoca latina.
Struttura presso la quale, ancora oggi, è presente una sorgente termale la cui acqua, che raggiunge una temperatura alla sorgente pari a 46.6 gradi e che mantiene una temperatura costante pari a 38 gradi, va classificata come “acqua minerale di bagno ipertermale salsa” venendo così utilizzata, sino a poco più di trenta anni fa, per le sue proprietà benefiche.

Istituzioni Assenti: Le Acque Termali Tra la Melma del Fusaro
Adesso invece, dopo una parziale e difficoltosa pulizia realizzata dal mondo dell’associazionismo, l’intero spiazzale antistante le arcate “capresi” è incredibilmente lasciato in una condizione d’abbandono la quale permette la crescita di erbacce non tagliate, da anni, né dal Comune di Bacoli, né dall’Ente Parco Campi Flegrei, né dalla Soprintendenza e né dal Centro Ittico Campano.
Dal video, emblematico ed a tratti commovente, si ravvisa come in giornate di “bassa marea”, le acque calde delle terme confluiscono all’interno del martoriato ed inquinatissimo lago Fusaro (saturo di liquami e metalli pesanti), garantendone (anche se soltanto simbolicamente ed in ogni caso in maniera infinitamente minimale) ciò che le amministrazioni ed istituzioni locali sono in grado, e forse neanche vogliono, effettivamente garantire: la bonifica.

Etichette: , , ,

18 Commenti:

Alle 31 marzo 2012 23:47 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ormai i laghi di bacoli sono ridotti a fogne a cielo aperto, però, potrebbero fungere da parcheggi, basterebbe riempirli di cemento.

 
Alle 31 marzo 2012 23:47 , Anonymous Anonimo ha detto...

beh che c'è da dire...se le ''istituzioni'' del nostro paese vogliono questo...e sappiamo di quale istituzione si parla..nessuno deve metterci le mani..ormai il ns paese è nelle loro mani...che squallore, che povertà di animo e di sentimenti...che schifo..

 
Alle 1 aprile 2012 02:25 , Anonymous Michael Amirans ha detto...

Quando parlate di “associazioni del territorio” vi riferite al solo comitato locale che concretamente (perché artefice della “parziale e difficoltosa pulizia” del 2009) s’è occupato del sito e tuttora continua a farlo: il Coordinamento delle Periferie. Altre associazioni, tecnici, istituzioni se ne sono altamente fregati di queste “quattro pietre” …

 
Alle 1 aprile 2012 03:06 , Anonymous Anonimo ha detto...

Michael J. Scofield
‎...di Sconvolgente c'è che a Bacoli ci si sconvolge di cose che ci sono sempre state...e se ci sono sempre state e ancora ci sono vuol dire che al bacolese va bene così..altrimenti non si spiega come un paese (Bacoli) con uno dei più bei lungomari del mondo permetta a strutture militari e private di rendere l'accesso al mare impossibile... strutture obsolete che andrebbero immediatamente abbattute per creare una lunga "passeggiata" che inizi dal santolillo (miliscola) e finisca sotto la dragonara (miseno)...credo che il mare (specialmente a Bacoli) appartenga di tutti...ma non è così...ed io di questo non mi sconvolgo,anzi mi ci sono abituato,anche perchè la "guerra" a queste persone a queste poche famiglie che dettano legge in questo comune non la si vuole fare...provare per credere...e se ci volete provare fatemi sapere...che io ci sto...

 
Alle 1 aprile 2012 08:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sono d' accordo sul fatto di togliere i lidi militari, ma poi che succede?
Succede che avremo pochi lidi privati gestiti da poche persone che costruiranno cabine locali ecc ecc, e il mare per i bacolesi sarà ancora negato.

 
Alle 1 aprile 2012 09:54 , Anonymous Anonimo ha detto...

E' ma sai come rompono poi gli ambientalisti... invece ci teniamo fogna e zanzare!

 
Alle 1 aprile 2012 10:26 , Anonymous Anonimo ha detto...

lo so..io ci ho provato..ma c'è all'improvviso un muro invalicabile...la cosa piu brutta è che queste famiglie non sono le uniche a bloccare qualsiasi iniziativa, ma insieme a loro (perche vanno a braccetto) ci sono i signorotti su al comune che le appaggiano...non si riuscirà a sfondare questo muro di omertà...a meno che non scendiamo tutti ma dico tutti in piazza e unanimamente cerchiamo di mandarli via....il popoplo è sovrano, se il popolo tutto vuole qualcosina si fa....il fatto è che il bacolese....vota a chi gli da favori...e se ne strafrega di come vanno le cose....

 
Alle 1 aprile 2012 10:52 , Anonymous Anonimo ha detto...

che negano il mare ai bacolesi non è poi gran brutta cosa...visto che noo si può chiamare piu mare...ma melma nera....almeno ci risparmiano le infezioni...ahahhahaha

 
Alle 1 aprile 2012 11:52 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mandiamo via i militari e poi?? Nella migliore delle ipotesi se il litorale nn va in mano ai privati resta nelle mani del comune e così la discarica del castagnaro la facciamo a capo miseno come nel caso Dell ex lido aurora...gestito alla grande come servizio e pulizia da quelle quattro vacche morte su in comune che continuano a strafogarsi i soldi della comunità bacolese...capisco che la benzina sia arrivata a 2 euro al litro ma cn un euro a persona dovremmo riuscire a comprarne abbastanza x dargli fuoco :)

 
Alle 1 aprile 2012 12:43 , Anonymous Anonimo ha detto...

ahahahahhaahhaahahaahhha
grasse risate

 
Alle 1 aprile 2012 12:53 , Anonymous Michael Amirans ha detto...

Ridi quanto vuoi tu, ma è la verità ... E se non mi credi cerca su blog e youtube: ci sono i video :)

 
Alle 1 aprile 2012 12:59 , Blogger Freebacoli ha detto...

La Redazione interviene per chiarire un aspetto rilevante ai fini di questa discussione.
Più e più volte abbiamo celebrato l'attività ed il lavoro del Coordinamento delle Periferie, sia on-line che in sedute pubbliche.
Cionostante quando ci si riferisce alla “parziale e difficoltosa pulizia” si fa riferimento a quella effettuata dal Comune di Bacoli l'anno scorso e non a quella svolta, in comunione con altri cittadini e gruppi, dal Coordinamento delle Periferie.
Non staremo, infine, qui a sottolineare i meriti ed i demeriti nostri ed altrui.
Buon proseguio.

 
Alle 1 aprile 2012 13:22 , Anonymous Michael Amirans ha detto...

Ben venga il chiarimento della Redazione. Ho voluto solo precisare alla luce di quanto leggo nell'articolo " dopo una parziale e difficoltosa pulizia realizzata dal mondo dell’associazionismo " che di altri gruppi quella mattina non ce n'era nessuno: e questo no per auto-celebrazione (del resto parlo a titolo personale) ma per semplice informazione ...

 
Alle 1 aprile 2012 13:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

grazie redazione
amirans statt zitt e fatt na sciaqquat rind i grott ca l'acqua termal fa bene

 
Alle 1 aprile 2012 18:23 , Anonymous Anonimo ha detto...

Rifacendomi a quanto già detto da alcuni amici sopra,sul problema dei gestori delle spiagge,penso che da un punto di vista legale non dovrebbe essere difficile in quanto gli attuali gestori sono dei concessionari ma non i padroni delle spiagge e delle zone demaniali occupate,anche se si sono comportati e si comportano da padroni,il Comune deve solo far valere il proprio ruolo di proprietario,e far gestire le concessioni secondo le proprie indicazioni.Stesso discorso per le zone occupate dai militari,i cartelli apposti sembrerebbero voler far capire quali strategie militari si tengano in quelle zone,poi mi dovrebbero far capire cosa c'entrano le cabine e gli ombrelloni nonchè le sedie a sdraio disseminate sulla spiaggia,comunque anche quelle sono zone di proprietà del Comune,e ancora la zona di Miseno occupata dalla Guardia di Finanza,ma siamo pazzi,è possibile che si permetta questo scempio,vecchie motovedette e attrezzature bruttissime in primo piano che certamente sconvolgono la bellezza del territorio,non capisco le istituzioni che fanno finta di niente,ma cos apsettiamo a mandarli via tutti,cosa portano al paese?niente. Allora diamoci da fare ripuliamo il nostro territorio,il Comune si riappropri di queste zone dandole in concessione di volta in volta.

 
Alle 1 aprile 2012 19:42 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luca Di Meo
Le opportunità che l'Europa ci ha dato non le abbiamo sfruttato,quello che i Romani ci hanno dato manco li valorizziamo.. Un malato va curato, noi siamo già morti secondo me

 
Alle 1 aprile 2012 21:52 , Anonymous Anonimo ha detto...

a giovani onesti che hanno bisogno di lavoro...possibilmente...non ai soliti sanguisughe..

 
Alle 3 aprile 2012 11:34 , Anonymous Anonimo ha detto...

Peppe Giardino
Il comitato e la petizione che abbiamo firmato sulle spiagge dove sono? Possibile che pure le cose positive in questo paese vadano nel dimenticatoio, lo chiedo a Free Bacoli

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page