This page has moved to a new address.

Acquamorta, la Spiaggia Si Trasforma in Rimessaggio Abusivo: Battigia Ricoperta da Vernici - FOTO

Freebacoli: Acquamorta, la Spiaggia Si Trasforma in Rimessaggio Abusivo: Battigia Ricoperta da Vernici - FOTO

mercoledì 28 marzo 2012

Acquamorta, la Spiaggia Si Trasforma in Rimessaggio Abusivo: Battigia Ricoperta da Vernici - FOTO

image Nel giorno in cui il calendario segna l’inizio della Primavera, cominciano a colorarsi di verde gli spazi pubblici del piccolo centro flegreo, gli alberi sono in fiore e, il porticciolo di Acquamorta comincia ad essere la meta prediletta per godersi i primi raggi di sole. Ma, come recita il proverbio, non è oro tutto ciò che luccica.

La scorsa stagione, nonostante le reiterate segnalazioni è stato difficile far rispettare le più elementari norme del viver civile, della tutela e della sicurezza, del rispetto per l’ambiente: la spiaggetta di Torrefumo per l’intera stagione è stata una discarica “a cielo aperto”, per non parlare dei pedalò e delle barchette illegalmente posizionati oltre la linea interdetta all’accesso (“causa pericolo di frana del costone”).

E, lì…sono rimasti anche durante il periodo autunnale, quello invernale e…quello primaverile dell’anno 2012 appena incominciato! Ma, ciò che di più ad oggi, lascia interdetti e, a buona ragione, fa andare su tutte le furie una buona porzione di cittadini montesi è, ancora una volta, lo stato in cui versa la piccola spiaggetta a ridosso della passeggiata di Torrefumo, nei pressi del cosiddetto parcheggio “Scirocco”.

Spiaggia Come Rimessaggio

Il tratto di arenile, già di per sé martoriato ed abbandonato alla barbarie, s’improvvisa essere anche un “rimessaggio” per gozzetti privati. imageDa qualche giorno, alcuni proprietari di natanti hanno issato sull’arenile le proprie imbarcazioni e sono intenti alle consuete opere di rimessa in sesto delle stesse, attraverso riverniciate e quant’altro deturpando maggiormente il piccolo Eden.

La battigia è a chiazze blu e rosse in più tratti, a causa dello sgocciolare della vernice fresca direttamente sulla sabbia e, i rifiuti, triplicati a cui si sono aggiunti, per l’appunto i medesimi barattoli utilizzati per la realizzazione del nuovo “look” dei natanti in procinto di essere messi nuovamente in mare.

Aumenta l’Inquinamento, I Cittadini Chiedono Controlli

E così, ancora una volta Acquamorta è un continuo ciclo di spazzatura, tra quella gettata in mare dalle barche, e quella gettata sulla sabbia, che il mare suo malgrado si ritrova a ingurgitare con l’effetto di una bella indigestione ambientale.

I cittadini rivendicano maggiori controlli da parte degli organi preposti affinché si ponga un freno a scempi del genere che, certamente, non giovano né al paesaggio né a chi, con sacrifici e nel rispetto dell’ambiente svolge secondo le norme vigenti le necessarie opere di manutenzione delle imbarcazioni negli appositi spazi, siano essi cantieri o proprietà private.

Melania Scotto d'Aniello
Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: , ,

22 Commenti:

Alle 28 marzo 2012 17:23 , Anonymous Anonimo ha detto...

Chiammat a FRANCO...O PITTOR

 
Alle 28 marzo 2012 17:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

Aldo Guadagnino
non mi piace, non mi piace, non mi piace.

 
Alle 28 marzo 2012 17:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

E il nostro caro assessore all'ambiente cosa farà?
attendo risposta

 
Alle 28 marzo 2012 17:52 , Anonymous Massimo ha detto...

E ancora una volta.... grazie a Freebacoli per la segnalazione. Altri siti invece si occupano di questioni diverse: interviste con linguaggio totalmente sgrammaticato e notizie inutili.

 
Alle 28 marzo 2012 18:11 , Anonymous Massimo ha detto...

Cambierà il colore del rossetto, suppongo in tema con le vernici sversate

 
Alle 28 marzo 2012 19:12 , Anonymous Anonimo ha detto...

Assunta Costanzo
tutte ste male notizzie della zona flegrea sta facendo il giro del mondo !!! poi per la monnezza su tutte le spiaggie sono i disordinati cittadini ke non tengono il minimo decoro ,sono esseri incivili é inutile ke combattete ....le autorita non puliscono, come vedo non é colpa delle autorita' ke non puliscono sono i cittadini si devono pulire perké sta gente si vede sono abituati a vivere nella monnezza !!!alle loro case vicino alla porta ,siccome sono tanti orgogliosi di inzozzare dove si trovano , devono farsi un titolo nobiliare monnezzari con disegno di monnezza , come detto prima appenderlo alla loro porta di casa!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

 
Alle 28 marzo 2012 19:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

Complimenti a Freebacoli ed a Melania Scotto per la puntuale segnalazione. Ma la domanda da porsi è : per quale motivo gli organi preposti alla vigilanza non intervengono ? Eppure non è difficile, basta farsi un giro ad Acquamorta, pochi giorni fa era in "rimessaggio" una barca sullo scivolo lato parcheggio, quindi visibilissimo eppure tranquillamente all'opera. Eppure tecnicamente, non è che possano sparire in un momento ne' riapparire dopo i controlli, come i "vu cumpra'" con le loro mercanzie, quindi semplici da "beccare", e allora : indolenza, incapacita' o connivenza ? A ciascuno la risposta...
Antonio

 
Alle 28 marzo 2012 20:30 , Anonymous Anonimo ha detto...

Io l'altro giorno da lontano andando dietro al laghetto ho sentito diciamo "la pulitrice",e credo stavano sverniciando il gozzo al centro della foto.

 
Alle 29 marzo 2012 09:57 , Anonymous Anonimo ha detto...

Melania Scotto
Beh, presto andremo di nuovo, comunque è dall'anno scorso che informiamo gli organi preposti a far qualcosa. A cominciare dai pedalò sotto la montagna alla destra del molo grande ma neppure la soddisfazione di una strigliata ai trasgressori ti danno. Quindi, bene così..cerchiamo di usare il web per diffondere maggiormente questi scempi prodotti non da chi viene "da fuori" (come spesso si dice) ma dagli stessi residenti, quindi facciamoci un bell'esame di coscienza anche noi..che non guasta mai!

 
Alle 29 marzo 2012 10:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

acquamorta ?!?...in nomen, omen...

 
Alle 29 marzo 2012 12:05 , Anonymous Anonimo ha detto...

E i "Paladini del... gozzo" cosa fanno? Dove sono? Non vedono? Non parlano?
Eh eh eh cosa si deve sopportare pur di fare un braciata tra maschi e non sentirsi la moglie rompi nelle orecchi che si sporca la casa ahugahugahugahgu

 
Alle 29 marzo 2012 12:06 , Anonymous Anonimo ha detto...

Il pedalò lo han messo i baCOLESI ne so certo!

 
Alle 29 marzo 2012 12:29 , Anonymous Anonimo ha detto...

Melania Scotto
siano essi bacolesi o montesi è allucinante che in un anno le forze dell'ordine e della sicurezza non abbiano sanzionato chi, facendo business, mette a repentaglio l'incolumità pubblica nonostante le reiterate segnalazioni anche all'Ufficio Polizia Municipale, dove mi recai personalmente e parlai con il comandante Ugo Mancino

 
Alle 29 marzo 2012 13:23 , Anonymous Massimo ha detto...

Certo che è allucinante, ma tieni presente che tra chi dovrebbe controllare ci sono persone che prima facevano tutto un altro lavoro, e che per magia sono diventate vincitrici di un concorso senza sapere quasi nè leggere, nè scrivere (quindi mi chiedo se davvero abbiano studiato le leggi). Il problema soprattutto dei piccoli centri è quello che si conoscono tutti, e siccome siamo il paese di Pulcinella, sarebbe il caso che tutte le figure come ad esempio i vigili urbani, provenissero da altre zone...

 
Alle 29 marzo 2012 14:55 , Anonymous Anonimo ha detto...

le "paladine del gozzo" (consorti dei paladini), fomentano braciate e riunioni conviviali tra maschietti..."...maaaaa, nun me pare o'vero, ca 'sti quatte zimperi se ne vanno a ffa'...abbascio o'mare, loro, a'brace, e a'pittura e'chi l'ebbivo...ca mò è venuta a'primmavera, e già me sento 'nu gulìo...'na frevarella...'na smania...nu'resdino...assù, cuncè, titina...ma ve succere pure a vuie a'stessa cosa ?!?...vabbuò, vedimm chi ce l'ha da fà passà...

 
Alle 29 marzo 2012 15:16 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mimma Esposito
‎........e poi dicono di amarli questi luoghi...........i montesi..................

 
Alle 29 marzo 2012 18:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

Da Bacoli?

 
Alle 29 marzo 2012 18:41 , Anonymous Anonimo ha detto...

Un bacolese?

 
Alle 30 marzo 2012 11:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

noooo, chill sò pure peggio dei paladini...qua ci vogliono altre risorse, il contributo lavorativo degli immigrati dai paesi in via di sviluppo : ormai, anche il marocco è un paese quasi come il nostro, quindi ci aspettiamo qualcosa dalla nigeria, dalla costa d'avorio, dal senegal, dal ghana...dalla cina no, chill penzano sul a'ffaticà !

 
Alle 30 marzo 2012 21:50 , Anonymous Anonimo ha detto...

PUBBLICATE COMMENTI SERI, FATTI DA PERSONE PERBENE E NO QUELLI CHE SCRIVONO SOLO PER OFFENDERE LA DIGNITA' DELLE PERSONE,UNA REDAZIONE SERIA NON PUò PUBBLICARE TALE FETENZIE.

 
Alle 2 aprile 2012 11:42 , Anonymous Anonimo ha detto...

Premettendo che non sono un membro di "amici del gozzo", mi chiedo come si faccia a criticare chi qualcosa per un posto così bello la fa, e la fa concretamente.. Chi invece siede dietro a un computer puntando il dito senza far nulla, e ripeto NULLA, quelli si che sono da criticare.

 
Alle 2 aprile 2012 13:32 , Anonymous Anonimo ha detto...

Bel Sito questo... Provate a scrivere e postare questo sito all'attenzione di www.internapoli.it Hanno una untenza anche più ampia e chissà,che non ci mobiliti tutti insieme...

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page