This page has moved to a new address.

La Pioggia Manda in Tilt i Trasporti: Soppresse le Partenze della Cumana, Dimezzati gli Autobus

Freebacoli: La Pioggia Manda in Tilt i Trasporti: Soppresse le Partenze della Cumana, Dimezzati gli Autobus

venerdì 13 aprile 2012

La Pioggia Manda in Tilt i Trasporti: Soppresse le Partenze della Cumana, Dimezzati gli Autobus

Venerdì 13 Aprile 2012 - Sembrano non bastare i disagi causati dalla Società di Trasporti Pubblici SEPSA: questa mattina infatti, persino il mal tempo ha giocato a sfavore di utenti e pendolari che quotidianamente vengono martoriati da un servizio pubblico a dir poco pessimo e scadente.

Molte delle corse mattutine della Cumana e della Circumflegrea sono state posticipate, mentre alcune addirittura cancellate. I CapiStazione non hanno risposte e spiegazioni da dare ai poveri studenti e lavoratori che questa mattina si sono recati presso le fermate ferroviarie della linea Torregaveta/Montesanto.

La situazione che si presentava a un malcapitato pendolare aveva un che di paradossale: vagoni fatiscenti stracolmi di gente in piedi, continuamente stretti e pressati anche dagli stessi operatori della Cumana, che cercavano di spingere quanta più gente possibile all'interno delle carrozze.

Soste prolungate alla stazione di Dazio e Cantieri, il mancato funzionamento degli interscambi diventato oramai all'ordine del giorno, il disservizio cosa abituale, e l'eccezione riuscire ad arrivare in tempo a destinazione.

Gli Operatori e i Centralini non hanno risposte per spiegare i disservizi
Ma gli Utenti più indignati, spinti dalla rabbia derivante dai disagi riescono a contattare i centralinisti dei Numeri SEPSA, chiedendo spiegazioni valide che giustifichino tale situazione

<< Non abbiamo treni a sufficienza...molte carrozze sono in Cantiere per Lavori di Ordinaria Manutenzione...>>


Sono queste le parole ripetute dagli Operatori Telefonici, quasi come una registrazione inceppata che si ripete all'infinito. Non vogliono dire altro, non sanno dire altro. E purtroppo coloro che ci rimettono sono sempre e solo i pendolari a differenza di chi siede comodamente sulle poltrone degli Edifici climatizzati di Agnano.

Viene da chiedersi quanti altri interventi di manutenzione dovranno subire le obsolete macchine ferroviarie, prima che queste vengano definitivamente tolte dalla circolazione. E soprattutto quanti altri soldi pubblici dovranno essere sperperati prima che si applichino piani di modernizzazione delle stazioni e delle Linee Ferroviarie.

Gli Autobus Vengono Dimezzati
E come se non bastasse a tutto questo si aggiunge anche il Problema EAV Bus. Questa mattina infatti, il pullman che solitamente percorre la tratta MISENO-CUMA è stato soppresso, lasciando a piedi le decine di utenti che risiedono in periferia, le quali, sprovviste di auto, e con un acquazzone primaverile,  hanno subito numerosi disagi per ritornare nelle proprie abitazioni.

E non è finita quì, cari concittadini. Sulle tratte a medio-lunga percorrenza infatti (linee LUCRINO - TORREGAVETA e NAPOLI - MONTEdiPROCIDA) che gli Autobus sono diminuiti ( udite udite ) da ben 4 mezzi a 2!

Sì, perchè questa mattina, come ciliegina sulla torta, 2 di essi hanno subito dei guasti tecnici per cui sono stati accompagnati anch'essi in cantiere da un bel carroattrezzi.

Ebbene cari lettori, non meravigliatevi della nostra vena ironica. Vi presentiamo queste notizie in chiave satirica perchè altrimenti ci sarebbe solo da vergognarsi di appartenere a due Comuni (Bacoli e Monte di Procida) che nulla hanno fatto per interessarsi alla risoluzione del problema Trasporti.

Basti pensare che gli stessi Sindaci potrebbero sfruttare questa situazione come occasione per della propaganda politica. Un primo cittadino che si preoccupa di incentivare e diffondere la cultura dell' utilizzo dei trasporti pubblici, è senz'altro un politico attento anche alle problematiche ambientali e di inquinamento da gas di scarico. Migliorando il servizio potrebbero permettere sicuramente ai propri elettori di respirare un aria più sana e pulita, senza contare gli innumerevoli vantaggi risentiti dal traffico cittadino.

Ma ovviamente sono ben altre le tematiche che interessano ai nostri amministratori. Sembra che si diano una mossa solamente quando gira la voce di possibili finanziamenti europei.

Ma prima o poi gli utenti sia della cumana che degli autobus dovranno pur svegliarsi dal torpore che li spinge a non reagire ed a subire questi veri e propri sopprusi. Forse sarà allora che faranno causa alla Società e chiederanno il rimborso degli abbonamenti. Ma questa è solo una delle tante iniziative di protesta che potrebbero essere intraprese.

M.Rosaria Schiano

 Redazione Freebacoli
 freebacoli@live.it

Etichette: ,

8 Commenti:

Alle 13 aprile 2012 13:49 , Anonymous Anonimo ha detto...

la verità delle soppressioni e dei ritardi dei treni sepsa (cumana) non è affatto imputabile al cattivo tempo... informatevi...! ci sono treni in riparazione da settimane ed è inspiegabile che ancora non si arrivi ad una soluzione !!!! oltretutto il comportamento dei responsabili e di tutti i dipendenti della stessa sepsa e oltraggioso nei confronti dell'utenza in quanto pur essendo questa una situazione che perdura ormai da molto tempo, le soppressioni e le limitazioni così come i ritardi non vengono segnalati all'utenza che soffre in conseguenza di gravi problemi...!!! tutto ciò fà si che l'attuale situazione sia molto simile se non più grave di quello che è già successo agli utenti della circumvesuviana, per la quale la regione ha comunque provveduto a fornire delle garanzie in merito. ora io mi chiedo ma gli utenti della cumana circumflegrea sono di serie b ?!

 
Alle 13 aprile 2012 13:54 , Anonymous Anonimo ha detto...

Gabriella Romano
benzina a 2euro, mezzi dimezzati...ci attrezziamo con il teletrasporto?

 
Alle 13 aprile 2012 13:57 , Anonymous Anonimo ha detto...

quello che stà accadendo agli utenti della cumana è scandaloso ! corse saltate e zero rispetto per chi usa questo mezzo da sempre per raggiungere il posto di lavoro e/o la scuola... si può comprendere il fatto che ci siano problemi oggettivi (mancanza di treni perchè guasti o problemi legati alla "sopravvivenza" dei dipendenti sepsa) ma avvertire gli utenti dei ritardi o delle soppressioni sarebbe sintomo di rispetto oltre che di un civile comportamento. e invece vige la più completa strafottenza da parte di tutti i dipendenti nonchè responsabili della sepsa ed assoluta mancanza di rispetto... che si indaghi sul fatto che i treni sono fermi in riparazione da troppo tempo... che probabilmente la stessa sepsa sia obbligata a fornire informazioni precise circa i ritardi e le soppressioni per permettere all'utenza di organizzarsi di conseguenza a questi disagi. si cerchi di evitare che la situazione già di per se incandescente diventi oltremodo insostenibile, evitando così di accendere ulteriormente gli animi degli utenti che spesso sfiorano le misure più estreme. grazie per l'attenzione.

 
Alle 13 aprile 2012 14:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ma io non capisco per quale motivo, visto che questo servizio fa cosi schifo e non ci sono fondi per migliorarlo, non lo vendono!! Mah, è una cosa scandalosa, e alla fine tutto procede normalmente, non si fa niente affinchè questa situazione cambi!!

 
Alle 13 aprile 2012 16:12 , Anonymous Anonimo ha detto...

I mezzi di Eavbus hanno fornito, fino a poco tempo fa, un servizio accettabile. Dall'inizio dell'anno invece si è avuto un terribile cambiamento di tendenza, che ha portato a una fortissima e improvvisa riduzione delle corse. Cosa che ha indotto noi utenti, a utilizzare il mezzo privato. I conducenti di Eavbus e quel folto numero di "senzaimpegni" che latita ai caravanserragli, giustificano questa contrazione del servizio, alla mancanza di pecunia, necessaria per far fronte ai lavori di manutenzione delle autocorriere. In parte. All'origine del quotidiano e penoso disservizio, gravita una carente organizzazione aziendale. Infatti, tra l'altro, nei giorni scorsi, anche il personale Selex (che gode di un servizio speciale), si è ritrovato senza il torpedone. Ironia della sorte, Eavbus aveva impiegato , per quel servizio, nuovi conducenti, senza che a questi fossero stati illustrati preventivamente i percorsi da seguire.

Saluti Federico

 
Alle 13 aprile 2012 20:18 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sono anni ormai che sopportiamo i disservizi della Cumana e dei pulman SEPSA,adesso siamo arrivati al capolinea,mezzi vecchi strutture fatiscenti ed altro,che fine hanno fatto i soldi che la Regione finanziava per rendere il servizio ai cittadini? e qui il problema,adesso non c'è liquidità non si riesce ad acquistare nuovi treni ne a riparare quelli in uso e guasti nello stesso tempo i cittadini che cercano nei mezzi pubblici l'alternativa al caro benzina si ritrovano a piedi e sotto un acquazzone non consueto per il periodo.A questo punto non so più come commentare gli attuali accadimenti,mi sembra di essere in un vicolo cieco,la crisi che ci attanaglia e che adesso sta facendo vedere il suo vero volto,questi governanti che non guardano in faccia a nessuno tirano avanti per la loro via aumentando tutto quello che possono aumentare,è di poco fa la notizia che la benzina aumenta di altri 5 centesimi a litro per finanziare la protezione civile,non se ne può più,è giunto il momento di farci sentire,fermiamoci con le auto camminiamo anche a piedi se volete ma sciperiamo uniti non facciamo benzina a partire dal 15 aprile a oltranza,se saremo uniti qualcosa si muoverà,è il momento della protesta.

 
Alle 14 aprile 2012 10:17 , Anonymous Anonimo ha detto...

E' inspigabile. Il commento di un lettore fa rilevare come da un momento
all'altro la qualità di un servizio pubblico è diventata diametralmente
opposta. Mi riferisco al servizio autobus offerto dalla società Eav. Come se
ci fosse un piano strategico occulto, che cova di debellare il servizio
pubblico a favore di quello privato. E se fosse così, il quadro politico locale
e regionale ci sta riuscendo egregiamente. Infatti proprio la Selex, vista
l'inaffidabilità dalla Eav-autobus che ha creato innumerevoli problemi ai propri lavoratori-utenti, in questi giorni ha deciso di rivolgersi al privato. Questo episodio rappresenta un'ulteriore attentato al servizio pubblico. Salvati i lavoratori di Selex resta il problema per l'intera collettività locale che si chiede, quando i nostri amministratori pubblici si sveglieranno dal torpore e si metteranno in capo alla fila dei trentamila per reclamare i loro diritti ? Già intendo: essi lo faranno in tempo di campagna elettorale ; quando si presenteranno, con le loro face di bronzo, e ancora una volta ci faranno ascoltare le solite tiritere :"Noi faremo.....; Noi diremo......; Noi Vi promettiamo,,,,,,,,,;" Questa gente, mi riferisco agli amministratori dei due comuni locali, NON HANNO FATTO NIENTE. E la vergogna di questo stato di cose è sotto gli occhi di tutti e , per fortuna, viene finalmente messa in risalto da questo giornale telematico, che ci sentiamo di
salutare con grande rispetto.

 
Alle 16 aprile 2012 13:17 , Anonymous Anonimo ha detto...

oggi 16 aprile, ancora non è cambiato nulla... le corse della cumana continuano "puntualmente" a saltare, i ritardi sono cronici, e nessuno della dirigenza o dei dipendenti sepsa che si prenda la briga di avvertire l'utenza !

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page