This page has moved to a new address.

Scintille a Torregaveta, Passeggeri Schiacciati Come Sardine: E’ Bagarre in Cumana a Causa dei Ritardi

Freebacoli: Scintille a Torregaveta, Passeggeri Schiacciati Come Sardine: E’ Bagarre in Cumana a Causa dei Ritardi

giovedì 12 aprile 2012

Scintille a Torregaveta, Passeggeri Schiacciati Come Sardine: E’ Bagarre in Cumana a Causa dei Ritardi

Foto4513 Oggi giovedì 12 aprile dopo le vacanze di Pasqua ricomincia il lavoro e la scuola per molti e allo stesso modo ricomincia il calvario dei pendolari della Sepsa, me compreso.

Stamattina mi reco alla stazione alle 7 e mezza per prendere la Cumana delle 8 meno venti, ma ahimè non passa la cumana e salta una corsa e prendo insieme a tanti altri sfortunati quella successiva, quella delle 8.

Molti già possono immaginare lo scenario, visto che per la Cumana tale avvenimento non è né il primo e non sarà manco l’ultimo!

Il clima che si respirava era surreale visto che il limite di calma e pacatezza delle persone era spinta al limite, infatti lo spazio non c’era, si stava schiacciati come sardine. Alcuni per non vedere scene che si vedono solo in Cina o in India hanno preferito persino restare fermi alla stazione ed aspettare in futuro un vagone più spazioso.

I malcapitati autisti cercavano di far entrare più persone possibili ma si si ritrovavano ad essere soltanto oggetto di imprecazioni da parte della gente, che era indignata ed esausta di tale situazione. Tra l’altro avvisi sul sito non ce n’erano ma solo qualche fogliettino che avvisa degli “eventuali disagi” presente soltanto in qualche stazione.

imageInfatti mica è cosa grave, oggi funzionava solo una corsa su due.

Ma dico io come si è arrivati a questo punto? E nessuno dice e fa niente?

La Protesta della Circumvesuviana

Per fortuna i pendolari della Circumvesuviana hanno già fatto partire nei giorni scorsi vari cortei e proteste, ecco il loro gruppo face book al quale vi invito a iscrivervi https://www.facebook.com/groups/noaltagliodeitrenidellacircumvesuviana/.

Ovviamente le richieste dei cittadini non sono state per niente ascoltate, politici di destra e sinistra regionali se non si tratta di fare passerelle non si presentano. Alcuni giornalisti si stanno incominciando a muovere ma solo grazie alle proteste dei pendolari o dei dipendenti che non vengono pagati.

   Ovviamente il ruolo di giornalista si è limitato a quello di semplice narratore e non indagatore o investigatore.

A parte ciò vi ricordo che i mezzi pubblici in Campania hanno la bellezza di 700 milioni di debiti, il che penso sia una cifra esorbitante ma come si è arrivati a questo? Chi aveva il compito di controllare i conti e non lo ha  fatto? http://www.campaniasuweb.it/story/trasporti-ecco-il-piano-della-regione-aumento-dei-treni-e-privatizzazione

La Politica dei Fallimenti: Vogliamo i Bilanci della Sepsa

image Intanto l’assessore ai trasporti Vetrella che propone? tagli al personale e privatizzazioni?

Chi ci assicura che la situazione migliorerà? Bisogna prima tagliere sprechi e mele marce ed far sì che situazioni simili non si ripetano più, come quella di Baia: tanti soldi spesi per una stazione del tutto inutile!

Innanzitutto sarebbe opportuno non solo pubblicare il bilancio degli ultimi 20 anni della Sepsa e delle varie compagnie ma anche far luce su situazioni simili.

Intanto vi invito a taggarci su face book in varie mandarci foto e video dei vari disastri che si vedono ogni giorno e se vi va di far valere i vostri diritti tramite il modulo dei reclami.

http://www.sepsa.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/45

Un pendolare indignato
Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: ,

2 Commenti:

Alle 13 aprile 2012 11:17 , Anonymous Anonimo ha detto...

E le stelle stanno a guardare; mi riferisco ai sindaci di Bacoli e Monte di
Procida, che dovrebbero intervenire per tutelare i loro cittadini. Invece
nicchiano.
C'ero anchio su quel maledetto treno delle otto. Che rappresenta la vergogna
in cui sono stati relegati gli utenti di questo territorio. Intanto un'altra
azienda di trasporto pubblico, la Circuvesuviana, vive nelle stesse condizioni
di Sepsa. I sindaci dei territori percorsi dalle linee di Circunvesuviana, sono
scesi in campo ed hanno richiesta al presidente Caldoro precisi impegni per i
loro pendolari. Caldoro ha dato assicurazioni in merito. Parte dei i
profitti di trenitalia (alta velocità) saranno impiegati per il rinnovo del
parco rotabile. Un sospiro di sollievo per quelle popolazioni. Nulla invece si
è fatto per i pedolari di Bacoli e di Monte di Procida, i cui primi cittadini
sono sempre affaccendati in altre faccende. Forse non è solo colpa loro, ma
anche noi pendolari che siamo refrattari ad ogni sconvolgimento sociale, senza
avere la vitalità necessaria di reagire.
Grazie per l'attenzione Massa Michele.

 
Alle 13 aprile 2012 16:31 , Anonymous Anonimo ha detto...

Iannuzzi dove sei!!!!
Enzo Lucci dove sei? Al Passion Show?
Consigliera Scotti invece di organizzare il Passion Show permettete ai vostri giovani per i quali tenete tanto di arrivare a scuola!!!

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page