This page has moved to a new address.

Tagliati gli Stipendi dei Dipendenti Comunali, Ma Quelli dei Manager Sono Top-Secret: Viva la Trasparenza!

Freebacoli: Tagliati gli Stipendi dei Dipendenti Comunali, Ma Quelli dei Manager Sono Top-Secret: Viva la Trasparenza!

martedì 10 aprile 2012

Tagliati gli Stipendi dei Dipendenti Comunali, Ma Quelli dei Manager Sono Top-Secret: Viva la Trasparenza!

Come si può vedere dalla sottostante immagine, ripresa in data odierna dal web (ho usato la tecnica delle finestre affiancate, in modo da poter avere, con “la Repubblica”, una data certa, 04/04/2012, per evitare di essere accusato di aver riportato immagini vecchie), l’aggiornamento delle retribuzioni dei dirigenti del Comune di Bacoli (che sono soltanto due, il Segretario Generale ed  il Dirigente dei Settori Tecnici) è fermo al 2008.


Ricordiamo che è la Legge (art.21 della legge n.69 del 18 giugno 2009) ad imporlo.

Si penserà dunque ad una dimenticanza nell’applicazione di tale legge.
Ed invece, controllando sul sito internet del Comune, vediamo che altre prescrizioni della stessa Legge sono rispettate, ad esempio quella che obbliga alla pubblicazione dei “tassi di presenza ed assenza dei dirigenti e del personale” che riporta i dati del febbraio 2012.

Diremo pertanto: sarà sfuggito.

Ed invece non è così, perché almeno io l’ho personalmente ricordato a vari funzionari (ad uno domandando anche se, per caso, non dovevamo ricorrere alla Prefettura per far applicare la legge).

Ma, ancora di più: ci sono due Consiglieri Comunali, Adele Schiavo e Josi Gerardo Della Ragione, che hanno protocollato in data 19.03.2012 un documento indirizzato al Sindaco, Ermanno Schiano, e al Presidente del Consiglio Comunale, Aniello Savoia, a cui finora non c’è stato alcun riscontro perché, come si vede, al 3 aprile 2012 le retribuzioni  pubblicate sono sempre quelle del 2008.

Non potendo assolutamente pensare che la nostra Amministrazione tralasci di rispettare la legge e che, così facendo, possa commettere omissione di atti d’ufficio,  è d’uopo dare ai fatti una diversa interpretazione. Ma  quale?

E, tanto mi sono arrovellato, che alla fine ho trovato la soluzione.

I nostri due dirigenti dal 2009 incluso, ad oggi,  evidentemente hanno prestato la loro opera a titolo totalmente gratuito! Non ci può essere altra spiegazione.

Sicuramente sono stati sensibili al disastro economico del nostro Comune a cui, anche in virtù del loro ruolo dirigenziale, hanno attivamente contribuito, essendo il primo in carica da una decina di anni ed il secondo da una trentina,  e quindi, conseguentemente, hanno voluto dare il buon esempio (ottimo, direi, in questo caso), rinunciando in toto ai loro emolumenti.

Questo, ritengo,  perché, come i Comandanti che non abbandonano, o abbandonano per ultimi,  la nave che affonda (e ne abbiamo recenti testimonianze crocieristiche) e che si sacrificano fino alle estreme conseguenze per i passeggeri e per l’equipaggio, hanno sicuramente pensato: “se dobbiamo tagliare gli stipendi agli impiegati, che sono il nostro equipaggio, noi che siamo dirigenti dobbiamo fare di più!”

E hanno rinunziato a tutto.

Grazie!

Alessandro Parisi
Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: ,

16 Commenti:

Alle 10 aprile 2012 13:34 , Anonymous Anonimo ha detto...

Al sindaco del Comune di Bacoli

Dott. Ermanno Schiano

Al presidente del Consiglio Comunale

Aniello Savoia

Oggetto: Aggiornamento pubblicazione sul sito istituzionale del Comune della retribuzione dei dirigenti comunali

Il sottoscritto

LETTO

- L'art. 21 della legge n. 69 del 18 giugno 2009 ("Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile")che sancisce al comma 1 che “Ciascuna delle pubbliche amministrazioni di cui all'articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni, ha l'obbligo di pubblicare nel proprio sito internet le retribuzioni annuali, i curricula vitae, gli indirizzi di posta elettronica e i numeri telefonici ad uso professionale dei dirigenti e dei segretari comunali e provinciali nonché di rendere pubblici, con lo stesso mezzo, i tassi di assenza e di maggiore presenza del personale distinti per uffici di livello dirigenziale.”

- La circolare n. 03/09 inviata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Funzione Pubblica a tutte le Amministrazioni pubbliche, avente ad oggetto “Legge 18 giugno 2009, n 69 “Disposizioni per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività nonché in materia di processo civile” – pubblicazione dei dati sulla dirigenza e sulle assenze e presenze del personale- prime indicazioni operative” . La circolare in parola ribadisce che: “l’Art 21,comma 1,della legge,in attuazione dei principi di trasparenza e buona amministrazione,obbliga le amministrazioni a pubblicare,sui siti internet di ciascun ente od organismo,i currucula vitae dei dirigenti,i dati relativi agli emolumenti da questi percepiti e i rispettivi recapiti,oltre alle informazioni inerenti i tassi di assenza e di presenza del personale di ciascun ufficio dirigenziale”. Per quanto concerne ,nello specifico, le retribuzioni dei dirigenti è previsto che: “ Oggetto di pubblicazione saranno i dati relativi a tutti gli emolumenti percepiti annualmente dal dirigente,secondo le voci retributive specificate nei contratti collettivi di lavoro di ciascun comparto e nel contratto individuale stipulato dal dirigente medesimo con l’amministrazione di servizio. Dovranno pertanto essere pubblicati sia gli emolumenti afferenti il trattamento fondamentale,sia quelli percepiti a titolo di retribuzione accessoria,secondo le voci specificate nell’allegato schema e comunque ricomprese nel contratto individuale di lavoro.”

E ancora: “Le amministrazioni avranno,inoltre, cura di aggiornare,ogni qual volta necessario per intervenute modifiche organizzative o contrattuali,i dati sulle retribuzioni ed i recapiti dei dirigenti.” “Al fine di ottemperare pienamente al dettato legislativo,e necessario che i dati siano facilmente reperibili ed accessibili sul sito internet istituzionale.

- Il Decreto legislativo 150/2009, “Attuazione della legge 4 marzo 2009, n. 15, in materia di ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni” e la Delibera CiVIT n. 105/2010 nonché le Linee guida del Garante per la Privacy del 2 marzo 2011,i quali prevedono che un'apposita sezione sulla homepage dei siti istituzionali, identificata tramite l'apposito logo e denominata "Trasparenza, valutazione e merito", contenga le seguenti informazioni:

 
Alle 10 aprile 2012 13:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

Programma triennale per la trasparenza e l'integrità e relativo stato di attuazione (art. 11, comma 8, lettera a), del Decreto legislativo n. 150 del 2009);
Piano e Relazione sulla performance (art. 11, comma 8, lettera b), del Decreto legislativo n. 150 del 2009);
Dati informativi sull'organizzazione e i procedimenti: a) informazioni concernenti ogni aspetto dell'organizzazione (organigramma, articolazione degli uffici, attribuzioni e organizzazione di ciascun ufficio anche di livello dirigenziale non generale, nomi dei dirigenti responsabili dei singoli uffici, nonché settore dell'ordinamento giuridico riferibile all'attività da essi svolta -art. 54, comma 1, lettera a), del Decreto legislativo n. 82 del 2005); b) elenco completo delle caselle di posta elettronica istituzionali attive, specificando se si tratta di una casella di posta elettronica certificata (articolo 54, comma 1, lettera d), del Decreto legislativo n. 82 del 2005; c) elenco delle tipologie di procedimento svolte da ciascun ufficio di livello dirigenziale non generale, il termine per la conclusione di ciascun procedimento ed ogni altro termine procedimentale, il nome del responsabile del procedimento e l'unità organizzativa responsabile dell'istruttoria e di ogni altro adempimento procedimentale, nonché dell'adozione del provvedimento finale (art. 54, comma 1, lettera b), del Decreto legislativo n. 82 del 2005); e) scadenze e modalità di adempimento dei procedimenti individuati ai sensi degli articoli 2 e 4 della Legge n. 241 del 1990 (art. 54, comma 1, lettera c), del Decreto legislativo n. 82 del 2005); f) informazioni circa la dimensione della qualità dei servizi erogati (ai sensi dei principi di cui all'articolo 11 del Decreto legislativo n. 150 del 2009 e delle indicazioni di cui alla Delibera CiVIT n. 88 del 24 giugno 2010); g) carta della qualità dei servizi alla cui emanazione sia tenuto il soggetto erogatore del servizio.

 
Alle 10 aprile 2012 13:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

Dati informativi relativi al personale: a) curricula e retribuzioni dei dirigenti, con specifica evidenza sulle componenti variabili della retribuzione e sulle componenti legate alla retribuzione di risultato (art. 11, comma 8, lettere f) e g), del Decreto legislativo n. 150 del 2009), indirizzi di posta elettronica, numeri telefonici ad uso professionale (art. 21 della Legge n. 69 del 2009), ruolo - data di inquadramento nella fascia di appartenenza o in quella inferiore, data di primo inquadramento nell'amministrazione, decorrenza e termine degli incarichi conferiti ex art. 19, commi 3 e 4, del Decreto legislativo n. 165 del 2001 (art. 1, comma 7, del D.P.R. n. 108 del 2004); b) curricula dei titolari di posizioni organizzative (art. 11, comma 8, lettera f), del Decreto legislativo n. 150 del 2009); c) curricula, retribuzioni, compensi ed indennità di coloro che rivestono incarichi di indirizzo politico amministrativo e dei relativi uffici di supporto, ivi compresi, a titolo esemplificativo, i vertici politici delle amministrazioni, i capi di gabinetto e gli appartenenti agli uffici di staff e di diretta collaborazione nei ministeri; i titolari di altre cariche di rilievo politico nelle regioni e negli enti locali (art. 11, comma 8, lettera h), del Decreto legislativo n. 150 del 2009); d) nominativi e curricula dei componenti degli Organismi Indipendenti di Valutazione della Performance-OIV(art. 6, comma 2 della Delibera CiVIT n. 4 del 2010) e del Responsabile delle funzioni di misurazione della performance di cui all'art. 14 (art. 11, comma 8, lettera e), del Decreto legislativo n. 150 del 2009); e) tassi di assenza e di maggiore presenza del personale distinti per uffici di livello dirigenziale (art. 21 della Legge n. 69 del 2009), nonché il ruolo dei dipendenti pubblici (art. 55, comma 5, del D.P.R. n. 3 del 1957); f) retribuzioni annuali, curricula, indirizzi di posta elettronica, numeri telefonici ad uso professionale di segretari provinciali e comunali (art. 21 della Legge n. 69 del 2009); g) ammontare complessivo dei premi collegati alla performance stanziati e l'ammontare dei premi effettivamente distribuiti (art. 11, comma 8, lettera c), del Decreto legislativo n. 150 del 2009); h) analisi dei dati relativi al grado di differenziazione nell'utilizzo della premialità, sia per i dirigenti sia per i dipendenti (art. 11, comma 8, lettera d), del Decreto legislativo n. 150 del 2009); i) codici di comportamento (art. 55, comma 2, del Decreto legislativo n. 165 del 2001 così come modificato dall'art. 68 del Decreto legislativo n. 150 del 2009); j) la contrattazione nazionale ex art 47, comma 8 del Decreto legislativo 165/2001 così come sostituito dall'art. 59 del Decreto legislativo n. 150 del 2009; k) le richieste di autorizzazione a bandire concorsi, le richieste di autorizzazione ad assumere e le domande di rimodulazione del fabbisogno, ai sensi dell'art. 3 della Circolare PCM del Dipartimento per la funzione pubblica n. 11786 del 22 febbraio 2011.

 
Alle 10 aprile 2012 13:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

Dati relativi a incarichi e consulenze: a) incarichi retribuiti e non retribuiti conferiti a dipendenti pubblici e ad altri soggetti (articolo 11, comma 8, lettera i), del Decreto legislativo n. 150 del 2009 e articolo 53 del Decreto legislativo n. 165 del 2001). Gli incarichi considerati sono: i) incarichi retribuiti e non retribuiti conferiti o autorizzati dalla amministrazione ai propri dipendenti in seno alla stessa amministrazione o presso altre amministrazioni o società pubbliche o private; ii) incarichi retribuiti e non retribuiti conferiti o autorizzati da una amministrazione ai dipendenti di altra amministrazione; iii) incarichi retribuiti e non retribuiti affidati, a qualsiasi titolo, da una amministrazione a soggetti esterni. In ordine a questa tipologia di informazioni è necessario indicare: soggetto incaricato, curriculum di tale soggetto, oggetto dell'incarico, durata dell'incarico, compenso lordo, soggetto conferente, modalità di selezione e di affidamento dell'incarico e tipo di rapporto, dichiarazione negativa (nel caso in cui l'amministrazione non abbia conferito o autorizzato incarichi).
Dati sulla gestione economico-finanziaria dei servizi pubblici: a) servizi erogati agli utenti finali e intermedi (ai sensi dell'art. 10, comma 5, del Decreto legislativo 7 agosto 1997, n. 279), contabilizzazione dei loro costi ed evidenziazione dei costi effettivi e di quelli imputati al personale per ogni servizio erogato, nonché il monitoraggio del loro andamento (art. 11, comma 4, del Decreto legislativo n. 150 del 2009), da estrapolare in maniera coerente ai contenuti del Piano e della Relazione sulla performance; b) contratti integrativi stipulati, relazione tecnico-finanziaria e illustrativa, certificata dagli organi di controllo, informazioni trasmesse ai fini dell'inoltro alla Corte dei Conti, modello adottato ed esiti della valutazione effettuata dai cittadini sugli effetti attesi dal funzionamento dei servizi pubblici in conseguenza della contrattazione integrativa (art. 55, comma 4, del Decreto legislativo n. 150 del 2009); c) dati concernenti consorzi, enti e società di cui le pubbliche amministrazioni facciano parte, con indicazione, in caso di società, della relativa quota di partecipazione nonché dati concernenti l'esternalizzazione di servizi e attività anche per il tramite di convenzioni.

 
Alle 10 aprile 2012 13:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

Dati sulla gestione dei pagamenti: a) indicatore dei tempi medi di pagamento relativi agli acquisti di beni, servizi e forniture (indicatore di tempestività dei pagamenti), nonché tempi medi di definizione dei procedimenti e di erogazione dei servizi con riferimento all'esercizio finanziario precedente (art. 23, comma 5, della Legge n. 69 del 2009).
Dati relativi alle buone prassi: a) buone prassi in ordine ai tempi per l'adozione dei provvedimenti e per l'erogazione dei servizi al pubblico (art. 23, commi 1 e 2, della Legge n. 69 del 2009).
Dati su sovvenzioni, contributi, crediti, sussidi e benefici di natura economica: a) istituzione e accessibilità in via telematica di albi dei beneficiari di provvidenze di natura economica (artt. 1 e 2 del D.P.R. n. 118 del 2000).

In particolare, l'organigramma deve contenere:

l'articolazione e le attribuzioni, anche in termini di procedimenti amministrativi di competenza, dei singoli uffici di livello dirigenziale generale e non;
i nomi dei dirigenti responsabili dei singoli uffici;
il settore dell'ordinamento giuridico riferibile all'attività svolta;
per ogni dirigente responsabile di un ufficio: riferimenti telefonici; riferimenti posta elettronica; riferimenti posta elettronica certificata.

 
Alle 10 aprile 2012 13:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

Le informazioni relative all'Ufficio relazioni con il pubblico (URP), reso obbligatorio dalla Legge n. 150/2000, anche se presenti all'interno dell'organigramma devono essere direttamente raggiungibili dalla testata o dalla home page indirizzate dall'etichetta "URP" o "Ufficio relazioni con il pubblico". Inoltre, direttamente dalla sezione dell'URP di ogni Ente, si raccomanda:

di permettere l'accesso a tutte le informazioni relative agli indirizzi degli uffici o punti di contatto distribuiti territorialmente nei quali vengono erogati i servizi pubblici;
di pubblicare e aggiornare tali informazioni, al fine di favorirne la reperibilità su mappe da applicazioni web che utilizzino le tecnologie di georeferenziazione;
di seguire, per la pubblicazione di questi dati, le indicazioni dell'iniziativa "MiaPA" , che permette, usando uno smartphone, di trovare l'ufficio pubblico più vicino, esprimere la propria valutazione e lasciare un commento sul servizio ricevuto;
di pubblicare le "Domande & Risposte" attinenti le richieste dei cittadini seguendo i criteri utilizzati dal progetto Linea Amica per il Portale degli Italiani.

In coerenza con quanto previsto dal citato art. 54 del Decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 "Codice dell'Amministrazione digitale" (CAD), i siti istituzionali devono contenere l'elenco dei procedimenti amministrativi di competenza dell'Amministrazione titolare del sito e per ciascuno indicare:

l'ufficio dirigenziale non generale cui compete il procedimento ed il relativo responsabile;
il termine per la conclusione del procedimento;
l'unità organizzativa responsabile dell'istruttoria, di ogni altro adempimento procedimentale e dell'adozione del provvedimento finale;
le scadenze e le modalità di adempimento dei procedimenti.

 
Alle 10 aprile 2012 13:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

Inoltre, ai sensi dell'art. 57 del Decreto legislativo n. 235 del 2010 (nuovo CAD), sul sito deve essere resa delle documentazione richiesta per i singoli procedimenti, i moduli e i formulari validi, anche ai fini delle dichiarazioni sostitutive di certificazione e delle dichiarazioni sostitutive di notorietà.

- L’ Art. 1, comma 735 della L. 27 dicembre 2006, n. 296 che recita:

“735. Gli incarichi di amministratore delle società di cui ai commi da 725 a 734 conferiti da

soci pubblici e i relativi compensi sono pubblicati nell'albo e nel sito informatico dei soci

pubblici a cura del responsabile individuato da ciascun ente. La pubblicità è soggetta ad

aggiornamento semestrale.”

Ai sensi dell'articolo 32 della legge 69/2009 dal 1° gennaio 2011 gli obblighi di pubblicazione di atti e provvedimenti amministrativi aventi effetto di pubblicità legale si intendono assolti con la pubblicazione nei propri siti informatici da parte delle amministrazioni e degli enti pubblici obbligati. Pertanto i dati vengono pubblicati solo sul sito informatico.

- L’art. 2, comma 2 D. Lgs. 82/2005 che prevede:“Le disposizioni del CAD si applica alle società, interamente partecipate da enti pubblici o con prevalente capitale pubblico inserite nel conto economico consolidato della pubblica amministrazione, come individuate dall'Istituto nazionale di statistica (ISTAT) ai sensi dell'articolo 1, comma 5, della legge 30 dicembre 2004, n. 311”

- L’Art. 1, comma 735 L. 27 dicembre 2006, n. 296: “Gli amministratori societari devono comunicare ai soci pubblici che li hanno designati il proprio incarico ed il relativo compenso.”

VISTO

- Che il sito istituzionale dell’ente non risulta aggiornato e pertanto non rispetta i canoni stabiliti dalla normativa vigente

- Che i dati relativi alle retribuzioni dei dirigenti comunali sono ferme al 2008

- Che l’elenco degli incarichi esterni non risulta aggiornato

- Che non sono stati nemmeno pubblicati i bilanci comunali (consuntivo 2010,previsione 2011ecc..)

- Che non vi è alcun dato e informazione circa la Flegrea Lavoro e il C.I.C (bilanci,amministratori,ecc..)

 
Alle 10 aprile 2012 13:41 , Anonymous Anonimo ha detto...

CONSIDERATO

- Che la trasparenza e l’informatizzazione della P.A e la pubblicità del procedimento amministrativo costituiscono un passaggio fondamentale per l’attuazione del principio costituzionale sancito dall’art. 97 Costituzione che mira a assicurare “il buon andamento e l’imparzialità della’amministrazione”. Tali principi sono facilmente ravvisabili sia nell’ordinamento interno (tra gli altri il d.lgs. 150 del 2009) che in quello comunitario (principio del c.d.open government);

- Che un miglioramento del sito istituzionale, che contenga tutte le informazioni e i riferimenti previste dalla legge, garantirebbe ai cittadini la possibilità/diritto di valutare l’andamento e il funzionamento della macchina comunale;

CONSTATATO

Che nonostante le numerose sollecitazioni scritte ed orali fatte agli assessori e dirigente competenti in materia, nulla ancora è stato modificato;

ESORTA

Affinché il sito istituzionale dell’ente risulti aggiornato secondo le modalità e i criteri previsti dalla legge come ampiamente descritto in premessa,con particolare urgenza a:

- Retribuzioni dei dirigenti comunali;

- Dati concernenti le società partecipate, Flegrea Lavoro e C.I.C (bilanci,business plan ecc..)

- Retribuzioni amministratori società parte4ipate

- Elenco incarichi retribuiti e non retribuiti conferiti a dipendenti pubblici e ad altri soggetti

 
Alle 10 aprile 2012 15:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

E' uno scandalo! E' vergognoso!
VERGOGNA!!!
Ma vi rendete conto... usate INTERNET EXPLORER COME BROWSER!?!?!?!

Allucinante!

 
Alle 10 aprile 2012 17:24 , Anonymous Anonimo ha detto...

Lo so che non c'entra niente con l'argomento,ma vorrei cogliere l'occasione per chiedere alla redazione di farsi anch'essa promotrice di questa mia comunicazione,il 15 aprile tutti uniti non facciamo benzina ,protestiamo così contro il caro carburante,facciamo sentire la nostra voce,è il momento di protestare seriamente,questo governo che non è altro la continuazione di quello precedente con la scusa di salvare l'Italia dalla crisi economica ci sta schiacciando sotto il peso di tante tasse per salvare la casta ed i loro privilegi,vogliono creare lavoro per i giovani attraverso l'abolizione dell'art.18,ma non tassano i proprietari di grosse barche o di auto super di grossa cilindrata ma tassano noi più volte attraverso la benzina,le tariffe di luce,gas ecc.perciò il 15 iniziamo la protesta con la benzina poi continueremo con altro grazie.

 
Alle 10 aprile 2012 18:55 , Anonymous Anonimo ha detto...

il guaio è che questa corrotta classe politica viene anche pagata profumatamente, per contibuare a fare danno al paese, ma gli assessori che stanno al comune di bacoli, il sindaco i consiglieri quanto guadagnano deturpare il nostro paese??'cacciamoli a casa!!!!!!!!!

 
Alle 10 aprile 2012 20:32 , Anonymous Anonimo ha detto...

Vai Josy scava scava che tra poco se ne accorgeranno di tutto cio' che verrà a galla.......e poi non se ne andranno a casa ma a POGGIOREALE....................Pasquale Cardamuro.

 
Alle 11 aprile 2012 16:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

ERA ORA !
FINALMENTE QUALCUNO CHE SE NE ACCORGE !
SI POTRA' SAPERE QUINDI QUANTO GUADAGNANO SEGRETARIO E ING. CAPO ?

 
Alle 11 aprile 2012 16:54 , Anonymous Anonimo ha detto...

come schettino !

 
Alle 12 aprile 2012 08:47 , Anonymous Anonimo ha detto...

A bacoli di nascosto c'e ben altro !!!!!!

 
Alle 12 aprile 2012 09:27 , Anonymous Anonimo ha detto...

cosa ? qualche ordine di abbattimento ?

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page