This page has moved to a new address.

Vuoi Fare il Bagno a Bacoli? Per Quest'Anno Non Cambiare: STESSA SPIAGGIA, STESSO MARE

Freebacoli: Vuoi Fare il Bagno a Bacoli? Per Quest'Anno Non Cambiare: STESSA SPIAGGIA, STESSO MARE

giovedì 24 maggio 2012

Vuoi Fare il Bagno a Bacoli? Per Quest'Anno Non Cambiare: STESSA SPIAGGIA, STESSO MARE

Il mese di Giugno è alle porte, e con esso si presume anche l' Estate (anche se con queste temperature "impazzite" è ancora difficile godersi una giornata di sole all'aria aperta senza coprirci adeguatamente). Sole, sabbia rovente e mare...sono questi gli elementi che compongono l' Estate bacolese (e non solo) e per i quali siamo particolarmente apprezzati da turisti e visitatori che sempre più spesso decidono di trascorrere le proprie vacanze in terra nostrana. E come ogni anno, i natanti più scrupolosi cominciano a chiedersi dov'è che sarà possibile "bagnarsi" in tranquillità con le proprie famiglie, senza timore di venire a contatto con acqua sporca e sostanze inquinanti.

L' Ordinanza Comunale
Ebbene l' Amministrazione locale, capitanata dal Sindaco Ermanno Schiano (con ordinanza n°  9 del 01 febbraio  2012   prot. n. 2839 consultabile presso questo LINK) chiarisce in parte i dubbi a riguardo: la Bandiera nera è assegnata a diversi siti balneari della nostra zona, ovvero le Spiagge Romane in località Cuma/Pineta, l'area del Lido Fusaro, il porto di Miseno/Casevecchie e lo specchio d'acqua circostante il Molo di Baia. Quattro fra i nostri contesti naturali più panoramici ed estesi che quest'anno presenteranno il Divieto di balneazione che impedirà quindi, l'accesso ai bagnasciuga ai più coscienziosi i quali, come negli anni passati, preferiranno recarsi altrove per le proprie giornate estive

Un Documento a metà
Da sottolineare, è l'assenza di provvedimenti disciplinari per i trasgressori di questa ordinanza la quale non contiene alcuna informazione inerente ai possibili interventi che le Autorità di Controllo potrebbero e dovrebbero applicare, laddove vi fosse la presenza di bagnanti irresponsabili e scellerati i quali, in barba al divieto comunale, decidessero (come succede ogni anno) di occupare illecitamente le spiagge sopra elencate mettendo in pericolo non solo la propria ma anche la salute altrui. Non sarebbe la prima volta infatti, che a Bacoli si approva un' ordinanza (vedi divieto di pesca del Lago Miseno) che al tempo stesso risulta essere inefficace per qugli stessi incivili che quotidianamente, alla luce del sole, decidono di non rispettarlo e di fare il contrario di quello che il determinato regolamento impone. Dunque ci (e vi) chiediamo, a cosa serve un divieto, se poi non si fà nulla per farlo osservare?

Tra Mare Inquinato e Degrado Assoluto
Suvvia, non siamo così critici...in fondo è arrivata l'estate. E magari alcuni di quegli stessi Controllori sono i primi a recarsi laddove vige il divieto, ma al tempo stesso c'è una bella piscina olimpionica, costruita con chissà quali criteri ed autorizzazioni edilizie. Ovviamente stiamo parlando della Pineta di Cuma, ricca di complessi turistici, attività ristorative e discoteche; e come se non bastasse, coloro i quali avranno il coraggio di addentrarsi all'interno di questa "selva oscura" dovranno confrontarsi non solo con le acque insalubri (che ricordiamo ricevono i liquami della poco distante foce del Depuratore di Licola) ma anche con i i numerosi cumuli di amianto e rifiuti speciali sparsi in vari punti del bosco di canneti e rovi spinati.

La Natura incontaminata...un sogno sempre più lontano
In conclusione, cari lettori, vorremmo farvi riflettere su un dato allarmante, ossia sulla diminuzione, sempre maggiore degli spazi naturali non inquinati di Bacoli e dintorni. Non è possibile, a nostro avviso, accettare questa situazione senza indignarsi ed esternare il proprio dissenso agli organi Amministrativi. Non è possibile rassegnarsi all' idea che questi politicanti possano gestire così irresponsabilmente, il nostro patrimonio ambientale, aggravando quindi, anche la salute pubblica. Non dimentichiamo che in passato persino i Laghi Miseno e Fusaro erano balneabili ed ora ce li ritroviamo colmi di "soloDiosàcosa". Abbiamo un Assessore all' Ambiente ed uno ai Lavori Pubblici ed all' Igiene Urbana, abbiamo ben 2 Commissioni Consiliari che si occupano sia di Ambiente che di Spiagge. Cosa diamine stanno facendo per sanare e bonificare ciò che anche i loro colleghi di centro destra hanno contribuito a realizzare? Che tipo di lavoro stanno svolgendo seduti sulle proprie comode poltrone comunali, all'interno dei loro uffici climatizzati? Ce lo chiediamo da molto, ma molto tempo.. e ancora nessuna risposta c'è stata data (a parte il classico " Mò Veng"). Eppure a giudicare dai fatti che la realtà ci presenta, niente e nessuno si è ancora mosso. A Bacoli i litorali e gli spazi verdi inquinati non fanno che aumentare e peggiorare...forse staranno progettando di trasportarci su un altro pianeta con uno shuttle...o forse con gli stessi poteri magici con i quali spariscono inesorabilmente fondi e finanziamenti europei


M.Rosaria Schiano
Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette:

8 Commenti:

Alle 24 maggio 2012 20:43 , Anonymous Anonimo ha detto...

e chi viene a fare il bagno da noi...solo qualche scellerato....mi fanno ridere queste ordinanze...divieto di balneazione a miseno casevecchie, molo di baia, fusaro, cuma..ma scusate...praticamente c'è divieto in tutta la zona flegrea...e ditelo chiaramente che siamo nella merda totale....

 
Alle 25 maggio 2012 01:02 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giusy Pignarosa
A me nn Sta x niente bene xche nn fate aggiustare il depuratore incominciando da licola forse un giorno questa sara la 2 Milano marittimaaaa....

 
Alle 25 maggio 2012 01:05 , Anonymous Anonimo ha detto...

Salvatore Gili
una volta non era così,da Arco Felice a punta Epitaffio era un lusso ,peccato che scempio!!

 
Alle 25 maggio 2012 01:06 , Anonymous Anonimo ha detto...

Wanda Ranieri
dal molo di Baia non ci si tuffa, ma ricordo che da quando ero piccinina, andavamo a fare il bagno alla prima, seconda o terza spiaggia (cosi' le chiamavamo)regolarmente ed era tutto regolare................ ora, tra natanti, ristoranti ed altro certamente non sara' piu' balneabile.............. sicuramente ci saranno difficolta'............ Ci manderanno a Portofino?????????????????

 
Alle 25 maggio 2012 08:08 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sacchetto Fetoso
Il bagno a Bacoli???

 
Alle 25 maggio 2012 09:21 , Anonymous Anonimo ha detto...

Hai ragione Wanda,
Io aggiungerei anche il doppio senso di circolazione che vige sul porto, il parcheggio realizzato sulla spiaggia, dove tutto il materiale di risulta è stato gettato sul bagno asciuga e per non parlare del traffico che dovremmo sopportare per un altra lunga estate..................
Stai certa che non ci manderanno a Portofino.................
ma ci manderanno a.................meglio non pronunciarsi.

 
Alle 25 maggio 2012 09:23 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ma non ci sono cartelli sulle spiagge che vietano la balneazione.
Perchè? Facciamo qualcosa affinchè i vigili vadano a controllare sulle spiagge. Lo scorso anno nelle zone vietate c'erano bimbi piccolissimi a fare il bagno. Ovviamente nessuna segnalazione di divieto.

 
Alle 25 maggio 2012 16:27 , Anonymous Anonimo ha detto...

nessuna segnalazione di divieto perche al comune e ai gestori delle spiagge non puo che far piacere che la gente arrivi da noi e caccia i soldini per fare il bagno nella cacca...ma io a queste persone pero non le capisco...l'informazione c'è...si sa che il depuratore sversa ininterrottamente rifiuti nel nostro mare...ma andatevene in piscina con i vs bambini piuttosto che fare il bagno nella merda!!!

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page