This page has moved to a new address.

Il Comune Non Paga la "Bolletta", Debito da 1 Milione di Euro: L'Enel Applica la Maxi-Multa

Freebacoli: Il Comune Non Paga la "Bolletta", Debito da 1 Milione di Euro: L'Enel Applica la Maxi-Multa

giovedì 14 giugno 2012

Il Comune Non Paga la "Bolletta", Debito da 1 Milione di Euro: L'Enel Applica la Maxi-Multa

Un milione di euro non pagato all'Enel, multe salate per il comune di Bacoli: sui consumi dell'ente pubblico la cittadinanza è costretta a pagare il 50% di mora.

Lievita giorno dopo giorno l'ingente debito che il comune flegreo ha contratto con l'Ente Nazionale per l'Energia Elettrica, determinado l'umiliazione di dover essere costretti ad usufruire di un servizio attraverso il costosissimo "regime di salvaguardia".

Un metodo voluto dallo stato centrale che, se da un lato continua a garantire l'erogazione di energia elettrica ai comuni morosi, dall'altro li punisce attraverso una sanzione amministrativa di non poca entità: ben il 50% di quanto consumato.

Consumi 1, paghi 1.50.

La Scoperta dal Cimitero

E questo vale per tutti i campi in cui viene investita l'energia dal comune di Bacoli: dall'illuminazione stradale, alle spese degli uffici pubblici, sino a giungere alle luci in cimitero.

Sì, anche per le lucine del "camposanto" che in questa catastrofica situazione, hanno assunto un ruolo fondamentale.

Difatti, così come è stato possibile apprendere nel corso dell'ultima seduta della commissione speciale e d'inchiesta sui conti della Flegrea Lavoro, a rendere ancor più assurda questa cruda realtà è il fatto che il comune locale è stato per anni allo scuro di questa situazione moratoria.

Le bollette, non pagate, lievitavano a dismisura di semestre in semestre senza che nessuno si ponesse neanche il dubbio del perché si presentava una sostanziale differenza (superiore almeno del 50%) tra le cifre applicate in passato, e quelle successivamente presentatesi in bolletta.

E così soltanto nell'ottobre 2011 il comune, vistasi negare dall'Enel la possibilità di poter potenziare la potenza del proprio contatore per illuminare le "fiammelle" cimiteriali in vista della ricorrenza del 2 novembre, ha potuto rendersi conto delle restrizioni e delle more a cui era costretto da tempo per via del mancato pagamento delle "bollette".

Una Mazzata per le Tasche dei Cittadini

Un regime di salvaguardia che andava avanti, pare, da prima ancora del 2005 ma di cui l'ente municipale, quasi disinteressato alla faccenda, non ne era assolutamente a conoscenza.

D'altronde perchè prendere troppo seriamente le note inviate dall'Enel al Municipio e con cui si invitava l'ente a pagare quanto dovuto? Perchè preoccuparsi dei solleciti?

Disinteresse generalizzato ed assolutamente irresponsabile, che ha fatto lievitare il debito con la sola società fornitrice di energia per una cifra superiore al milione di euro. Numeri da capogiro, da spalmare sulle teste dei 27mila cittadini di Bacoli.

Consumi 1, paghi 1.50 e la corrente "non si stacca".

La Filastrocca del Dissesto

Per la serie, parafrando la nota Orietta Berti

"Fin che il contatore va, lascialo andare, 
fin che la corrente va, tu non pagare,
fin che il debito va, stai a guardare,
quando il dissesto viene la sirena suonerà.
quando la camionetta viene il Municipio si svuoterà"

E i bacolesi, amministrati e guidati da incapaci, pagano. 

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: ,

7 Commenti:

Alle 14 giugno 2012 16:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

Scusate ma al comune i dirigenti quelli non eletti, cosa fanno dalla mattina fino alla sera?

 
Alle 14 giugno 2012 16:42 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giuseppe Merone
PERCIO' IERI MANCO' LA CORRENTE PER 2 ORE?

 
Alle 14 giugno 2012 17:08 , Anonymous Anonimo ha detto...

Le luci del cimitero,dopo la spazzatura, le striscie blù gli ormeggi.... ancora un fardello lasciato da Flegrea lavoro, ma quann i picciamm?

 
Alle 14 giugno 2012 18:59 , Anonymous Anonimo ha detto...

Maria Rosaria Lucci
mamma mia ma che dobbiamo piu sentire ..........................mi sorge una domanda :ma il comune fino ad ora cosa ha pagato???

 
Alle 14 giugno 2012 19:44 , Anonymous Anonimo ha detto...

X Giuseppe Merone
La corrente non è mancata x questo ma x un guasto

 
Alle 15 giugno 2012 07:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

e hanno il coraggio di approvare il bilancio e non dichiarare il fallimento delle FL e il dissesto del comune ?

 
Alle 16 giugno 2012 15:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

ma chist so proprio piezz i m...

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page