This page has moved to a new address.

Ombrelloni a Mare, Spiagge Libere Negate: Il Comune Dovrà Rispondere a 2000 Cittadini - FOTO

Freebacoli: Ombrelloni a Mare, Spiagge Libere Negate: Il Comune Dovrà Rispondere a 2000 Cittadini - FOTO

mercoledì 13 giugno 2012

Ombrelloni a Mare, Spiagge Libere Negate: Il Comune Dovrà Rispondere a 2000 Cittadini - FOTO

Spiagge libere negate ed amministrazione adesso costretta a rispondere in consiglio comunale: il sindaco e la sua giunta tacciono per nove mesi dinanzi alle richieste avanzate da 2000 cittadini.

La Redazione di Freebacoli pubblica di seguito l'interogazione consiliare presentata nel mese di marzo dai consiglieri Josi Gerardo Della Ragione ed Adele Schiavo in relazione all'annosa problematica di mancanza di spiaggia pubblica sul territorio di Bacoli.

Carenza determinata dalla cattiva amministrazione comunale che, in barba a tutti i regolamenti nazionali e municipali, ha continuato e continua a concedere spiaggia pubblica sul territorio cittadino, preferendo dare ingenti concessioni a privati (che spesso corrispondono con i cosiddetti "grandi elettori") piuttosto che tutelare l'interesse della collettività.

Sindaco Tace, Nove Mesi Senza Risposta

Un'ulteriore dimostrazione di questo atteggiamento prevaricatore e strafottente dei diritti dei bagnanti (foto scattate ad inizio giugno sul litorale di Miseno-Miliscola), è dimostrato dalla ritrosia dell'amministrazione a rispondere ad una mozione popolare, firmata da 2000 cittadini e promossa dal Comitato "Spiagge Bene Comune", presentata all'Ufficio Protocollo del Comune nel settembre del 2011.

Nove mesi di attesa, a cui si aggiunge il tempo trascorso dall'interrogazione, che si ripropone, presentata nel mese di marzo e che, nonostante il regolamento obblighi ad una risposta scritta entro un mese dalla presentazione dell'istanza, non ha ancora ricevuto (anche a causa di un Presidente del Consiglio capace di tutelare solo gli interessi della sua maggioranza) alcuna delucidazione.

Costretti a Rispondere in Consiglio

Ora però la nefasta classe politica alla guida della città (con casacche diversi, e volti uguali) da almeno un decennio, sarà costretta a dare spiegazioni alla cittadinanza indignata nel corso del prossimo consiglio comunale che si terrà venerdì dalle ore 18:30 presso la Sala Ostrichina del Parco Vanvitelliano del Fusaro.

Assise pubblica dove sarà possibile per tutti rendersi conto delle scusanti che cercheranno di accampare coloro che dalla gestione delle spiagge cercano da tempo di ricavare voti, voti, ed ancora voti, per meglio infittire la propria clientela.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it


Al sindaco del Comune di Bacoli
Ermanno Schiano

Per conoscenza:

Al presidente del Consiglio Comunale
Aniello Savoia


Oggetto: interrogazione in riferimento alla situazione degli arenili insistenti sul territorio comunale, con richiesta di iscrizione all’ o.d.g del prossimo Consiglio Comunale

Premesso:

- Che la situazione dei litorali del Comune di Bacoli ha subito negli anni un peggioramento delle condizioni sociali e ambientali.

- Che le aree destinate alla libera balneazione hanno subito una costante riduzione e la loro manutenzione ordinaria è inadeguata e insufficiente, mentre sui lidi destinati in concessione si verificano, specialmente durante la stagione estiva,ripetuti e documentati episodi di abusi e di irregolarità ai danni dei cittadini/bagnanti

- Che la manutenzione degli arenili nel periodo invernale è quantomeno deficitaria,sia da parte del Comune che da parte dei concessionari privati

- Che questa amministrazione ha stipulato negli anni passati protocolli d’intesa con Esercito e Accademia Aeronautica che prevedevano tra le altre cose: riduzione della Tarsu;che i cittadini residenti del Comune relativamente al pagamento delle quote di partecipazione saranno equiparati agli ospiti;che il Comune di Bacoli cede in comodato d’uso gratuito all’Accademia militare 40 sedie 100 ombrelloni 100 lettini

- Che è stato protocollata presso questo municipio una petizione sottoscritta da circa duemila cittadini che chiedevano:

  1. “il rispetto di percentuali garantite di spiaggia libera, come previsto e/o secondo l'esempio del Regolamento del Demanio marittimo del Comune di Bacoli, il cui art. 4 prevede che “in ogni ambito comunale va riservata alla libera e gratuita fruizione di una quota percentuale di arenile non inferiore al 20% della superficie complessiva della spiaggia (…) evitando sequenze ininterrotte di aree in concessione”, revocando e/o revisionando le concessioni rilasciate, lungo gli arenili, senza tenere conto delle percentuali di “spiaggia libera” tutelate dai regolamenti.
  2. Il rispetto dell'obbligo per i titolari delle concessioni di “consentire il libero e gratuito accesso e transito per il raggiungimento della battigia (…) anche ai fini della balneazione”, come previsto per legge (l. 296/06), nonché la presenza, come previsto e/o secondo l'esempio dall'art 4. del Regolamento del Demanio Marittimo del Comune di Bacoli, di varchi liberi ogni 120 metri lineari su ogni litorale; 
  3. il libero passaggio nell'area dei 5 mt dalla battigia, che non deve essere occupata da ombrelloni e sedie a sdraio dei lidi privati o altro tipo di mezzo movibile e amovibile (imbarcazioni, torrette, pedalò); 
  4. la manutenzione e la pulizia delle aree libere adiacenti a quelle in concessione, come previsto e/o secondo l'esempio del Regolamento del Demanio marittimo del Comune di Pozzuoli (art.28); 
  5. l'abbattimento di ogni barriera architettonica che impedisce l'accesso al mare per i disabili;
  6. ai Sindaci dei Comuni flegrei di istituire un “tavolo/osservatorio permanente per la legalità” con gli operatori balneari presenti sulle aree demaniali rientranti in ambito cittadino e tutti gli Organi competenti preposti al controllo (Guardia costiera, polizia municipale, Ispettorato del lavoro)
Rilevato:

- Che ad oggi il sindaco e l’amministrazione comunale non ha dato alcuna riposta ufficiale ai cittadini ed alla suddetta petizione

- Che nessuna delle richieste dei cittadini è stata accolta

Interroga il Sindaco e la Giunta
Per sapere:

  • Come mai il sindaco e l’amministrazione tutta non ha dato alcuna risposta ufficiale alla petizione popolare
  • Come questa amministrazione comunale intende ristabilire per la nuova stagione balneare la legalità sul litorale comunale (garantendo cioè il rispetto dell’art.4 del Regolamento comunale del Demanio Marittimo)
  • Per quale motivo ha sottoscritto protocolli di intesa che prevedevano uno sconto Tarsu per i lidi militari in un momento nel quale le altre attività commerciali e tutti i cittadini di Bacoli sono chiamati a un enorme sforzo contributivo
  • Perché ha dato in comodato d’uso gratuito ai lidi militari sedie, ombrelloni e lettini,senza nessun vantaggio economico per l’ente comunale, prevedendo nel medesimo accordo che i predetti comodatari potessero contestualmente far pagare ai cittadini l’utilizzo di tali attrezzature

  • Quali sono i progetti di questa amministrazione per Villa Ferretti, specialmente in relazione alla prossima stagione estiva e al possibile utilizzo della struttura (bene confiscato alla criminalità organizzata) da parte di associazioni di volontariato e onlus

Visto l’ormai abituale mancato rispetto dell’Art. 81 del Regolamento del Consiglio e delle Commissioni Consiliari che al comma 4 prevede che “ Ove non venga chiesta la risposta scritta, il Sindaco risponde nella prima seduta utile da tenersi entro trenta giorni”;

Visto l’urgenza di discutere della problematica in esame;

Richiede che per ogni punto venga fornita anche risposta scritta in base a quanto previsto dal comma 3 dell’ art.81 del già menzionato Regolamento,che prevede che “Il Consigliere, nel presentare un’interrogazione, può chiedere che venga data risposta scritta. Il Sindaco in tal caso è tenuto a rispondere entro i successivi trenta giorni dalla richiesta”.

Cons. Josi Gerardo Della Ragione
Cons. Adele Schiavo

Etichette: , , , ,

37 Commenti:

Alle 13 giugno 2012 16:23 , Anonymous Anonimo ha detto...

un po tardi penso, mettiamoci in testa una cosa il comune di bacoli è in mano alla camorra e non vogliamo ammetterlo dalle concessione edilizie a quelle sul utilizzo delle spiagge è tutto per l'intersse di pochi che anche se hanno un nome pulito e una facciata perbenista , sono tutti teleguidati dalla mano della camorra bacolese , che essa si chiami parente o mazzarelle che sia e noi zitti impauriti da ripercussioni, non ci accorgiami che per gli interessi di pochi vigliacchi paghiamo incenti somme (tasse) e ci vediamo derubati anche del nostro territorio , mi dispiace ammetterlo ma bisogna chiedere lo stato di emergenza e applicare la legge marziale , bacoli quarto pozzuoli napoli che sia non è differente da baghdad o tigrit o kabul o una qualunque citta che noi chiamiamo del 3° mondo , siamo noi il 3°mondo , e quindi dico facciamo scendee l'esercito militariziamo queste citta non ci meritiamo nessuna democrazia siamo inetti inutili gente ************* e ci meritiamo questo perche tanto quando ci sono le elezioni sappiamo votare solo quello che dice ti do un posto o ti lascio costruire una casa , e poi ci ritroviamo governati dalla camorra , e inutile che finisca il discorso come tanti nel dire sveglia bacolesi , tanto siamo tutti ********************

 
Alle 13 giugno 2012 16:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

AIZZ... AIZZ..alalà.

 
Alle 13 giugno 2012 18:02 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sono d'accordo con te, per questo sono riusciti a far chiudere giù allo Schiacchetiello, così adesso il ristorante si è impadronito di tutta la scogliera e la farà sua come un fiore all'occhiello. Era da tempo che ci provavano a impadronirsi del luogo e adesso ci sono riusciti.

 
Alle 13 giugno 2012 18:06 , Anonymous Anonimo ha detto...

Teresa Storino
è incredibile, sono andata a passeggiare in spiaggia e gli ombrelloni privati sono quasi a mare, non c'è spazio per il cittadino che vuole godersi un pò di spiaggia....non c'è rispetto, e non è solo lido ma tanti....

 
Alle 13 giugno 2012 18:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

Nicoletta Cefaliello
chiacchiere cmq fanno cio che vogliono faremo la fine dei cani che nn possono andare sulla spiaggia nemmeno noi cittadini potremmo piu usufruire di questo vantaggio solo se paghi e se nn puoi te ne stai a casa che cacata e la vita grazie sindaco

 
Alle 13 giugno 2012 18:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giacobbe Scotto Di Carlo
sab e dom sono stato ad Acciaroli ed ogni lido lasciava tantissimo spazio davanti senza considerare la possibilità di raggiungere senza problemi il mare da qualsiasi punto. Solo a Bacoli è così!!!

 
Alle 13 giugno 2012 18:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

Daniele Quaranta
LA RABBIA BRITANNICA E`PRESENTE.:))

 
Alle 13 giugno 2012 18:08 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mario Capuano
ci sono anche delle 'forti' responsabilita' di chi ha dato il VIA ad inspiegabili concessioni e autorizzazioni!,e questo anche prima dell'inserimento dell'attuale 'bancarella di piscione'.guardiamo miseno, miliscola, ma anche e specialmente il gavitello dove hanno costruito cabine in pietra che sembrano appartamenti, piscine, e per vedere il mare devi salire su un elicottero. qui' ci sono grandi responsabilita' nn solo amministrative . 'e le stelle stanno a guardare!'

 
Alle 13 giugno 2012 18:21 , Anonymous Anonimo ha detto...

Buona sera signori,
penso seriamente che i consiglieri Schivo e Della Ragione hanno l'obbligo morale ed effetivo verso i loro elettori di fare una denuncia alla Procura della Repubblica, in caso contrario li ringraziamo per le notizie che ci trasferiscono così da renderci consapevoli e coscenti di cosa succede veramente nella nostra città, ma di evitare di aizzare la cittadinanza inutilmente.... avete chiesto il nostro appoggio per essere eletti ora datevi da fare fattivamente dimostrandoci di meritare la nostra fiducia.
cordiali saluti

 
Alle 13 giugno 2012 18:32 , Anonymous Anonimo ha detto...

la responsabilità e solo di noi che ci stiamo zitti a questo scempio guardate zone come bibbione jesolo caorle tutto è gestito dal comune gli ombrelloni sdraio animazione bagnini (QUINDI LAVORO PER TUTT) gli albergatori si convenzionano con il comune per avere dei pacchetti che comprendono 1 ombrellone 1 sdraio 1 sedia anche chi ha casa da affittare puo fare questa convenzione che e quando chiedi il pacchetto vacanza paghi 10 euro a settimana per avere cio di cui sopra , i cittadini residenti nel comune di jesolo o san vito al tagliamento pagano 20 euro al mese e hanno anche loro i suddetti servizio, le spiagge sono sempre pulite c'è animazione per i bimbi e 20 metri dal bagno asciuga sono spiaggia libera che pero con i prezzi cosi irrisori non ci va nessuno, pensate che il parcheggio davanti la spiaggia strisce blu quindi del comune si paga 1 euro per 4 ore , e loro hanno solo i servizi ma un mare che fa schifo ma sapete cosa non hanno l'invidia il potere di pochi la camorra e soprattuto la gente che dice la spiagge è nostra è c'è la gestiamo noi , forse è per questo che al nord vorrebbero costruire un muro per dividere l'italia perche noi facciamo solo schifo

 
Alle 13 giugno 2012 19:23 , Anonymous Anonimo ha detto...

l'anno scorso ho usufrito dei servizi dell'aeronautica militare e a dire la verita mi sono trovato benissimo , un buongiorno con il sorriso tutte le mattine grande disponibilita , e poi notavo che la spiaggia lasciata libera dopo il bagnoasciuga era considerevole rispetto a tutti il resto , credo che la marina e tutti i lidi privati siano una cosa scandalosa , e noi permettiamo tutto cio , la gente se vuole riprendersi veramente le spiagge ne ha di metodi ne ha tanti , perche non facciamo se veramente lo vogliamo blocchi come in val di susa , che ci vuole o ci ridanno le spiagge o ci portano via a forza , questo pero dovremmo essere in tanti ma invece siamo soli 27700 pecore buone solo a parlare , come me in questo momento mi ci metto io in prima linea come una pecora .
giovanni carannante

 
Alle 13 giugno 2012 19:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

TUTTI AL CONSIGLIO COMUNALE VENERDI SERA !

 
Alle 13 giugno 2012 19:53 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ticket ticket ticket

Proprio su qst sito avete rotto Coppolla... che si perdevano posti di lavoro... in nero!

E mo piangete... voi avete alimentato il fuoco dei lidi prepotenti... mo pedalate!!!

Pedalando pedalando attorno al lago vi consiglio una sosta all'icrocio via de rosa, prende un gelatino rinfrescante e magari un po' di fissan in farmacia!

 
Alle 13 giugno 2012 21:08 , Anonymous Anonimo ha detto...

La tua ignoranza non ha limiti, mai visto un commento cosi puerile....... Disattivate internet a questo pecorone in bicicletta

 
Alle 13 giugno 2012 22:03 , Anonymous Anonimo ha detto...

un pezzo di sbagliare almeno questo lasciatelo a noi! Fate skifo cammorristi....io sono per bloccare dove si mettevono i vigili li' al ponte per miseno e miliscola ma non un giorno a oltranza!!!!! i bambini passano e ci vanno a piedi quindi almeno loro il mar esi godono e noi adulti faremo barricate a oltranza ....OLTRANZA!!!! Solo cosi' potremmo ottenere qualcosa non credete?Se i soldi non arrivano a questi animali forse qualche ombrellone lo tolgono!!! SKIFOSI

 
Alle 13 giugno 2012 23:54 , Anonymous Anonimo ha detto...

Con la bici...?

 
Alle 13 giugno 2012 23:57 , Anonymous Anonimo ha detto...

E poi abbattono casa Cardamuro!!! Una famiglia per strada, cacciata dalla LORO terra, sarà pure ereditata non so, ma qualcuno se l'è sudata!!!
Poi ai lidi al fusaro e anche miliscola/miseno si chiudono gli occhi e si fa costruire su suolo DEMANIALE.

Ma ci rendiamo conto? Piscine, resti romani, tettoie, sale...

Fotografate quello e denunciate quello!

Quella è speculazione.

 
Alle 14 giugno 2012 00:00 , Anonymous Anonimo ha detto...

And wipe your.... Do you undestood?

 
Alle 14 giugno 2012 00:00 , Anonymous Anonimo ha detto...

Aizz aizz accà

 
Alle 14 giugno 2012 00:01 , Anonymous Anonimo ha detto...

Questo vi meritate!

 
Alle 14 giugno 2012 02:02 , Anonymous Anonimo ha detto...

Gianluca Mazzella

Ok ricapitolando....bacolesi senza:
1)parcheggi "pubblici"
2)spiagge "pubbliche"
3)libertà di parola
Auguri.....

 
Alle 14 giugno 2012 02:02 , Anonymous Anonimo ha detto...

Pasquale Ruggiano
almeno dal 14 al 19 c'è il circo!

 
Alle 14 giugno 2012 02:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

Quant'è brutt chi dice la verità!

Non puoi sapere che sono un pecorone, potrei essere una pecorona, ma potrei essere anche un tuo parente... ed è noto che il parente di un pecorone/a lo è di fatto!

I fatti sono che anni fa l'allora sindaco, imponendo il ticket aveva diminuito l'arrivo di forestieri (meno sporcizia, meno traffico, meno "ammuina").
Molti bacolesi si sono lamentati... perchè:
meno lavoro in nero
meno turisti.. come se i napoletani portano ricchezza
i parcheggi non lavoravano
Oggi vi lamentate che non avete spiagge... bhè il sindaco di allora aveva dato un bel colpo ai lidi che oggi combattete.

Avete fatto come gli USA per affondare i russi avete incentivato i terroristi islamici.
Vi comportate come il PD, andate avanti per partito preso. DeLuca ha cambiato Salerno anche perchè ha rinunciato a stupidi principi dell'ipocrita sinistra opportunista!

Ps a me la bicicletta non piace, a chi è piaciuta ed ora deve pedalare siete voi!!!

*****

 
Alle 14 giugno 2012 10:33 , Anonymous Anonimo ha detto...

Hai sbagliato le date, il circo osserva i seguenti orari: 01/01 --- 31/12 di ogni anno.

 
Alle 14 giugno 2012 10:38 , Blogger Comitato Spiagge Beni Comuni - Campi Flegrei ha detto...

Niente ci è dato, tutto deve essere conquistato! non servono leggi marziali ne esercito. Serve più democrazia, ma quella non ci viene regalata dobbiamo lottare per averla. Dobbiamo superare il concetto di "democrazia rappresentativa" e passare ad una democrazia PARTECIPATIVA. Solo così tutleremo i nostri beni comuni!

Per questo il COMITATO SPIAGGE BENI COMUNI rilancia la mobilitazione in modo patecipato. Non delegate, partecipate!
ecco perchè MARTEDI 19 GIUGNO si terrà un'assemblea aperta per discutere della mobilitazione. Verso la manifestazione nazionale per la spiagge pubbliche del 7 luglio.
Per info:

http://spiaggecampiflegrei.blogspot.it/

 
Alle 14 giugno 2012 11:24 , Anonymous Anonimo ha detto...

Lucia de Cicco
ecco cosa vuol dire essere un rappresentante del popolo...un vero ruolo di consigliere...uno...e 2000 contro l'amministrazione.. a chiare lettere...con una petizione e 2000 firme...si può fare...una forma di democrazia partecipativa..che i Giuglianesi ..osservino

 
Alle 14 giugno 2012 11:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

TUTTI AL CONSIGLIO DI DOMANIIII

 
Alle 14 giugno 2012 11:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

..probabilmente dovresti perfezionare il tuo italiano prima di scrivere! comunque l'unica verità qui è che c'è del marcio dappertutto con il ticket e senza! Non vogliamo diminuire i turisti,non vogliamo diminuire il lavoro dei parcheggiatori,non vogliamo diminuire il lavoro dei lidi,VOGLIAMO SEMPLICEMENTE QUELLA PERCENTUALE DI SPIAGGIA LIBERA CHE CI SPETTA IN QUANTO CITTADINI RESIDENTI DI BACOLI! Non è assolutamente possibile che un bacolese debba pagare ogni giorno 1,50 euro per l'ombrellone e magari abita a meno di 100 metri dalla spiaggia!è una cosa mai vista! Siamo in questa spregevole situazione perchè al nostro caro comune viene sicuramente attribuita una percentuale dai lidi!

 
Alle 14 giugno 2012 13:52 , Anonymous Anonimo ha detto...

quale democrazia dove la vedete raccogliamo invece le firme e le mandiamo al prefetto per lo stato di emergenza democratica, facciamo richiesta dell'esercito come in kossovo o albania o in afghanistan , non abbiamo diritto di essere una citta come tante abbiamo un emergenza chiamata camorra che ci sta derubando della citta la nostra citta , capite che personaggi come massa , laringe , fagioli , non sono altro che la mano pulita della camorra ? eppura tra le 2000 firme prese per le spiagge libere ci sono chi li ha votati , quindi io propongo una bella petizione per avere l'esercito a bacoli stato di legge marziale e riprendiamci i nostri diritti , mi pare che non siamo diversi dalla siria , ma li si ribellano muoiono per il propio paese e la propia liberta , noi zitti e lingua in c....

 
Alle 14 giugno 2012 14:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

Litigare con il gestore dello stabilimento balneare per l’accesso alla spiaggia. Una situazione non nuova in molti lidi italiani, resa possibile – oltre che dalla furbizia di alcuni titolari – dalla mancata conoscenza delle norme e dalla scarsa propensione alla denuncia degli illeciti. I concessionari del suolo pubblico, ad esempio, non possono pretendere pagamenti da chi deve attraversare lo stabilimento per posizionarsi sulla battigia.

Norme vigenti. L’Adiconsum denuncia il mancato rispetto, da parte di alcuni Comuni, degli “obblighi di legge che impongono il giusto equilibrio tra le concessioni agli stabilimenti e le spiagge libere”. Il segretario nazionale Pietro Giordano sottolinea come ”troppo spesso si devono percorrere km e km di strada occupati da stabilimenti balneari inaccessibili, per poter raggiungere un tratto di spiaggia libera, e magari trovarsi di fronte abusivi che affittano sdraio ed ombrelloni e che impediscono la permanenza su quel pezzo isolato di spiaggia libera, se non si usufruisce dei loro ‘servizi’”. Per questo motivo l’associazione sollecita i presidenti della Conferenza delle Regioni e dell’Anci (associazione dei Comuni) al fine di scongiurare balzelli illeciti per i consumatori, chiedendo agli enti locali di svolgere in pieno la loro azione di controllo e repressiva.

I consigli. Per fruire delle spiagge nel rispetto dei propri diritti di bagnanti, occorre ricordare le seguenti regole: a) l’accesso alla spiaggia è libero e gratuito; gli stabilimenti devono consentire il transito alla battigia, se viene impedito o viene chiesto un pagamento denunciare la violazione della legge; 2) la battigia (striscia di 5 metri di sabbia dal limite dell’acqua) è pubblica ed esclusa dalle concessioni. Gli utenti non possono collocare oggetti ingombranti come ombrelloni o sdraio per garantire il passaggio; 3) la pulizia delle spiagge libere è a carico del Comune; 4) la legge stabilisce un equilibrio tra spiagge in concessione e libere: queste ultime devono essere intercalate tra uno stabilimento e l’altro e non collocate nelle aree più lontane e disagiate; 5) i prezzi sono liberi e dovrebbero essere rapportati alla qualità dei servizi; 6) in caso di violazioni gravi, quali la cementificazione della spiaggia o il non rispetto di obblighi derivanti dalla concessione, è prevista anche la revoca di quest’ultima. Se gli stabilimenti contigui opprimono il libero accesso alla spiaggia e al mare, il rinnovo della concessione può essere negato; 7) in caso di violazione di questi diritti rivolgersi alla polizia municipale, ai carabinieri, alla capitaneria di porto oppure ad una delle sedi Adiconsum elencate nel sito dell’associazione.

 
Alle 14 giugno 2012 15:30 , Anonymous Anonimo ha detto...

Gianni Longo
non ci posso credere, vi starete sbagliando sarà un caso eccezionale di alta marea....di questi tempi i strani fenomeni sono all'ordine del giorno, ripeto non ci posso credere... qual'è il lido che oggi ci vado e rompo un po' i coglioni al proprietario mi metto con l'asciugamano di 2 mt * 2 tre sacche di giocattoli dei miei bambini, ovviamente ci porto anche loro, e vediamo se hanno il coraggio di dirmi "ca' nun putti' sta'!"!

 
Alle 14 giugno 2012 17:34 , Anonymous Anonimo ha detto...

spero che non restino solo chiacchiere..................giù le mani dalle spiaggie di BACOLI

 
Alle 15 giugno 2012 17:04 , Anonymous Anonimo ha detto...

per me ha ragione il commento che chiede l'intervento dell'esercito tanto è l'unica soluzione per dare una vera ripulita a bacoli , caro anonimo io sono con te e spero in tanti
giovanni della ragione

 
Alle 16 giugno 2012 19:55 , Anonymous Anonimo ha detto...

io gli toglierei anche le case , ah vero lo hanno gia fatto

 
Alle 17 giugno 2012 23:50 , Anonymous Anonimo ha detto...

Peppe Giardino
Forza Comitato mobilitiamoci come l'anno scorso,cercando di coinvolgere le Associazioni dei consumatori che hanno pure i loro avvocati e quanta più gente possibile.A proposito,a Baia ho sentito
dire che il ristorante vuole pure la spiaggia, sarà un altro grande
elettore del beneamato Sindaco?

 
Alle 18 giugno 2012 20:41 , Anonymous Anonimo ha detto...

perchè adessso parli così? quest'anno nessuno ti ha sponsorizzato per andare ai lidi militari senza pagare? non hai trovato chi ti ha fatto il piacere e perciò sputi nel piatto dove fino a poco tempo fa leccavi, cane?

 
Alle 18 giugno 2012 20:43 , Anonymous Anonimo ha detto...

ma perchè vi affannate a dire che deve venire l'esercito?
a bacoli abbiamo l'esercito, la marina, l'areonautica e pure i vigili del fuoco. non bastano?

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page