This page has moved to a new address.

500 Firme Contro la Casta. Caos Al Municipio: Moduli Ritirati Prima della Scadenza

Freebacoli: 500 Firme Contro la Casta. Caos Al Municipio: Moduli Ritirati Prima della Scadenza

venerdì 10 agosto 2012

500 Firme Contro la Casta. Caos Al Municipio: Moduli Ritirati Prima della Scadenza

Cinqucento firme. Questo il valido seppur piccolo contributo che i ragazzi di Freebacoli sono riusciti ad ottenere durante la raccolta firme per il Referendum "Anti-Casta".

Azione resa possibile grazie alla disponibilità dei Consiglieri di Opposizione Josi Gerardo della Ragione e Adele Schiavo, i quali sono stati gli unici ad interessarsi e promuovere l'iniziativa, rendendo possibile la postazione aperta "in pubblico" ( solo i consiglieri infatti, erano autorizzati a svolgere la raccolta firme in luoghi ed orari al di fuori dell' apposito ufficio comunale, unico sito nel quale i cittadini avrebbero potuto recarsi per sottoscrivere il modulo )

Dopo aver trascorso tre serate in Villa Comunale nello scorso mese di Luglio, i componenti della Redazione hanno consegnato i moduli presso l' Ufficio Anagrafe del Comune di Bacoli, nel quale gli organi preposti li hanno visionati e controllati affinchè ogni firma risultasse effettivamente legittima.

I dipendenti comunali poi, dopo averle confrontate con gli appositi elenchi d'archivio, le hanno timbrate e spedite al Ministero dell' Interno, presso il quale gli esponenti del Movimento civico "Unione Popolare" unitamente alle Autorità Istituzionali, verificheranno l'entità del risultati ottenuti .

Com'è risaputo "la speranza è l'ultima a morire", tuttavia attendiamo ancora qualche giorno affinchè si ufficializzi il numero definitivo delle firme raccolte che, in corso d'iniziativa, sembrava avessero già superato in tutta Italia più della metà di quelle che ne servono per raggiungere il quorum ( circa 250 mila ).

Tante Polemiche in Corso 

Ma con questo Articolo non vogliamo solo comunicare la notizia a quanti ci hanno appoggiato con la propria firma, ma anche e soprattutto chiarire ogni forma di dubbio che alberga in coloro che pur incontrandoci in Villa non hanno voluto sottoscrivere il modulo poichè incerti sul progetto in corso.

Tante sono state le persone infatti, che anche tramite il Web ci hanno contattato per esporci domande riguardo ad una possibile illeggittimità del Referendum. Ebbene a questi lettori diciamo:
  • Ammesso e non concesso che il Referendum risulti effettivamente non valido, l'iniziativa mantiene ugualmente una sua forte rivendicazione popolare e cioè la volontà chiara e lampante di voler affrontare i politici sul tema "stipendi e privilegi". E' giunta finalmente l'ora di mandare un grande messaggio di esasperazione generale ad una casta sociale che pur vivendo in un periodo storico di estrema crisi ( non solo economica ) continua a mantenere i suoi lussi sfrenati a danno e sfregio degli stessi concittadini che li hanno messi su quelle poltrone esclusivamente per amministrare il paese. Lavoro che dovrebbero svolgere in totale onestà e nell' interesse della collettività; ma così non accade, ed il contesto in cui viviamo lo dimostra in maniera inconfutabile...ma andiamo avanti e non ci dilunghiamo!
  • Diverse persone continuano a chiederci a cosa serve questo Referendum e cosa riuscirebbe a cambiare se venisse realmente approvato. Come molti di voi sapranno, lo stipendio dei politici Parlamentari non è altro che la somma finale di tante componenti. Rimborsi, Indennizzi, Compensi speciali etc...tutti "surplus" che aumentano a dismisura le cifre intascate mensilmente. Fra queste c'è anche la Diaria, ossia una somma corrispondente al periodo di soggiorno a Roma, durante il quale i politici si recano in Parlamento per "lavorare" ( che si quantifica in più di 3.500 € ogni mese e quasi 50.000 € annui cad.uno ).
E come se ciò non bastasse ad illuminare le vostre incertezze a riguardo, vi è un ulteriore aspetto da considerare. Se la Raccolta firme fosse realmente nulla, per quale motivo lo Stato dovrebbe autorizzare una simile iniziativa per poi spendere dei soldi in tutta Italia quando invece si rivelerebbe essere un progetto irrecepibile?

Un Momento di Aggregazione e Confronto

Senza dimenticare l'enorme contraddizione in corso, secondo la quale pur essendo carta straccia, queste stesse sottoscrizioni riuscirebbero a far intascare introiti di denaro ai comitati organizzatori.

Noi di Freebacoli non conosciamo direttamente i promotori di questa campagna referendaria che, basabdoci unicamente sui contenuti, reputiamo ugualmente importante per due motivi principali:

1 - Se le firme sono nulle, avremmo vissuto un momento di sana partecipazione coscienti del fatto che dinanzi a centinaia di migliaia di firme qualcuno dovrà porsi con maggior insistenza il tema degli "stipendi parlamentari" e lo stesso MoVimento, sarà ancor più legittimato a tagliare i costi della "casta" romana (e non solo). In più se le firme sono nulle, è alquanto improbabile che lo Stato sborserà qualche centesimo di euro.

2 - Se le firme sono valide, nel 2014 faremo un referendum (momento d'indiscussa partecipazione cittadina).

Curiosità, Comune Denunciato

C'è da raccontare, infine, un episodio che ha interessato la raccolta firme proprio negli ultimi giorni "di vita". Difatti quando ancora mancava qualche giorno per fine della "raccolta" il Comune di Bacoli aveva indebitamente già ritirato i moduli mandando a casa (senza firmare) più di qualche cittadino.

Mentre i termini di chiusura erano fissati per la fine del mese di luglio, al Municipio risultava impossibile firmare già dal giorno 26.

Un andazzo inqualificabile che ha spinto un gruppo di cittadini (nella mattinata del 30 luglio) a recarsi direttamente alla Caserma dei Carabinieri di Bacoli richiedendo la tutela dei propri diritti. Da lì, denunciato l'increscioso accaduto, gli addetti della Casa Comunale hanno dovuto riprendere i fascicoli e raccogliere nuove firme.

Conoscere i propri diritti e rivolgersi agli organi competenti per farli effettivamente rispettare: ecco un altro piccolo passo verso la strada che porta verso un "paese normale".

M.Rosaria Schiano
 Redazione Freebacoli
 freebacoli@live.it

Etichette: , ,

2 Commenti:

Alle 10 agosto 2012 19:47 , Anonymous Anonimo ha detto...

STRISCE BLU ?????

SETTORE II
Prot. n. 1517 del 09.08.2012
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE
N. 214 del 07.08.2012

OGGETTO: Ricorso gerarchico al Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti-Dipartimento Trasporti terrestri-avente ad oggetto “sosta regolamentata strisce blu-zone tariffarie”, proposto dall’Avvocato Massimo Mazzuchiello, ai sensi dell’art.37 co.2 Codice della Strada e art.74 del regolamento di esecuzione e di attuazione, assunto al protocollo generale
dell’ente al nr.21930 in data 20/07/2012.

 
Alle 12 agosto 2012 16:59 , Anonymous Anonimo ha detto...

Bravi ragazzi
Valeria

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page