This page has moved to a new address.

Marina Grande abbandonata a se stessa: Strade dissestate e poca Illuminazione - FOTO

Freebacoli: Marina Grande abbandonata a se stessa: Strade dissestate e poca Illuminazione - FOTO

venerdì 17 agosto 2012

Marina Grande abbandonata a se stessa: Strade dissestate e poca Illuminazione - FOTO


Ci troviamo a Marina Grande, splendida insenatura bacolese, meta estiva di residenti e visitatori, i quali sempre più spesso la preferiscono ad altri litorali per bagni, elioterapia, relax e passeggiate all' aperto.

E solitamente quando si possiede un bene pubblico tanto valido quanto meraviglioso, si dovrebbe cercare di preservarlo al massimo sia dalla maleducazione degli incivili che dall' incuria e dalla negligenza di uno Staff Governativo che "giù Bacoli" vi si reca, al massimo, per farci un tuffo ( e nemmeno ).

Un patrimonio naturalistico simile andrebbe tutelato se non per dovere civico nei confronti dei propri elettori, quantomeno per mantenerlo turisticamente attraente e proficuo .

Magari questo potrà sembrare l'ennesimo attacco da parte di questa Redazione nei confronti di una politica assente e irrispettosa delle problematiche locali, ma non si può non denunciare pubblicamente quanto documentato con foto e testimonianze dirette dei residenti del posto, dinanzi ad una situazione di simile degrado e fatiscenza.

Questa volta a chiamarci, sono gli stessi abitanti di Marina Grande, esasperati del menefreghismo e dell' immobilismo più totale di autorità e amministratori sempre più lontani dalla tutela dei diritti cittadini. Sfidiamo dunque, chi avesse l'ardire di contraddirci, a farsi un giro nella predetta frazione marittima e verificare con i propri occhi quanto asserito di seguito.

Strade dissestate e prive di Illuminazione
Uno dei problemi principali di Marina Grande è la mancanza di illuminazione stradale nei percorsi laterali che conducono alle abitazioni private. I fari notturni sono presenti solo in piazza: si concede a comitive di ragazzi di fare baldoria sulle panchine pubbliche, alla luce abbagliante della pubblica illuminazione sino alle 4 del mattino, ma al tempo stesso si lasciano al buio tutti coloro che usufruiscono dei sentieri cementificati per ritirarsi nelle proprie mura domestiche.

E ciò ha costretto i residenti a munirsi di torce elettriche personali oppure ( quando ci sono ) a camminare in prossimità delle fievoli luci provenienti dalle finestre delle case nei paraggi. In particolare, la piccola carreggiata a destra di Marina Grande, presenta buche, smottamenti e crepe, rappresentando un vero e proprio pericolo per la sicurezza dei passanti.

<< Sabato scorso rientravo da una passeggiata in compagnia del mio cane - ci racconta Pasquale, un anziano signore che ha riportato ferite al braccio ed al ginocchio sinistro in seguito ad una rovinosa caduta - erano circa le 22:30 e visto che come al solito la strada era al buio, sono inciampato nella fossa ( visibile in foto ) e sono caduto pesantemente al suolo sbattendo sul cemento dissestato. Mi ritengo fortunato di essere rotolato sulla sabbia e non sulla scogliera presente poco più avanti, altrimenti con un simile colpo alla testa rischiavo anche di morire - poi continua - Questo sentiero fu realizzato dal Comune e mai messo in sicurezza, ma riguardo alle buche nel cemento, dobbiamo ringraziare anche un nostro vicino di casa il quale, dovendo ristrutturare il suo condominio nel 2010, ha creato un "via vai" continuo di furgoni, scavatrici ed altri mezzi pesanti che trasportavano materiale edile, che apportavano non solo disturbo alla quiete pubblica ma anche danneggiamento al cemento superficiale. Informammo l' Amministrazione della vicenda ma non fecero nulla e così lo scorso Aprile (mese in cui i lavori sono terminati ) provammo ad avvicinare diplomaticamente il vicino di casa per chiedergli di sistemare le crepe che la ditta edile aveva lasciato, ma ricevemmo risposta negativa>>

Fogna malfunzionante ed esalazioni nauseanti
Altro aspetto da non trascurare sono le condutture di raccolta delle acque nere.

I residenti lamentano la presenza continua e persistente di odori ripugnanti specie in prossimità dei tombini che, stando alle dichiarazioni di alcuni testimoni, vengono spesso rialzati dalla pressione dell' acqua del sottosuolo durante gli acquazzoni, causando in alcuni casi, anche il riversamento a mare di liquidi malsani.

E se a tutto questo si aggiungono i numerosi cumuli di spazzatura indifferenziata che vengono abbandonati all' aperto da balordi e incivili, a fermentare sotto il sole battente, non è difficile immaginare la rabbia e la sfiducia nelle Istituzioni creatasi negli animi dei residenti.

<< Anni fa fu realizzata questa scogliera di protezione per gli edifici residenziali retrostanti al sentiero cementificato, affinchè la marea non raggiungesse le strutture edilizie dannengiandone le fondamenta - ci spiega Ciro, altro abitante di Marina Grande - il rifacimento dell' area rientrava anche in quel famoso progetto di Metrò del Mare; tuttavia mi piacerebbe sapere con quale criterio professionale, i tecnici che si sono occupati di questa zona hanno sviluppato i loro progetti?!? Personalmente sono arrivato a due conclusioni e considerato che gli unici lavori realizzati sono stati rimozione di sabbia e colate di cemento, ne deduco o che sono degli incompetenti oppure che hanno lasciato tutto a metà dimenticando la messa in sicurezza della Banchina! >>

Spiagge sporche, i Cittadini si autogestiscono
Ed infine, ultimo dato sconcertante ma non per questo da sottovalutare, è lo stato in cui versa la spiaggia sottostante al promontorio roccioso. Come ogni anno, i residenti del posto si ritrovano uno scenario fatto di rifiuti, pietre, siringhe, vetro, residui di falò notturni ( molto spesso non spenti e che fanno ustionare i malcapitati passanti ) e tutto quanto immortalato nelle immagini che vedete in allegato.

E come ogni volta, anche quest' anno i Cittadini si autogestiscono il bene comune organizzando una colletta che serve a pagare una persona di fiducia che quotidianamente ripulisce la sabbia con semplici strumenti casalinghi.

Tuttavia il lavoro della persona incaricata non è sempre resa possibile data la presenza di rifiuti speciali quali corpi morti, pietre, pezzi di imbarcazioni, ferro arrugginito ed altri oggetti di grande spessore che i bagnanti ritrovano in acqua e rimuovono pazientemente onde e vitare ( come già successo ) che qualche sfortunato possa ferirsi.

Ed è per questo che ciò che non è stato possibile differenziare e/o riporre in buste di plastica è stato ammassato in un angolo della spiaggia, lontano dai bambini, nell' attesa che qualche buon anima lo venga a ritirare

<< Ancor prima di incaricare la persona di fiducia, noi residenti ci rimboccammo le maniche ed effettuammo una pulizia generale di questa spiaggia verso la metà del mese di Luglio - ci racconta la signora Anna - e quello che vedete oggi non è altro che il risultato del nostro lavoro. Ciò che trovammo lo abbiamo messo a parte nell' attesa che qualcuno del Comune lo venga a ritirare. Abbiamo segnalato l'episodio sia alla Flegrea Lavoro che agli Uffici dell' ASL di Cappella i quali ci promisero che sarebbero intervenuti per rimuovere questo schifo ed invece si rivelarono solo parole al vento. I nostri mariti hanno persino richiesto, che gli venisse messo un furgone del Comune a disposizione affinchè noi stessi vi potessimo caricare questo materiale sopra...ma niente da fare! Continuiamo a ripulire costantemente quest' area, formando cumuli che non sappiamo più dove spostare. Senza contare che questo ferro arrugginito, queste siringhe e questo vetro sono estremamente pericolose per tutti noi! >>.
E mentre gli indignati si preparano a presentare le proprie istanze al Municipio di via Lungolago, continuano anche a rimboccarsi le maniche per smaltire la nuova ondata di rifiuti, sporcizia e inciviltà successivi alla notte di Ferragosto, evento annuale in cui molti ragazzi si sono divertiti ad occupare le spiagge nostrane facendone insudiciandole nel peggiore dei modi.

Oltre a quanto denunciato sino ad ora c'è da sottolineare che la parola SICUREZZA a Marina Grande latita non solo in termini di infrastrutture urbanistiche ma anche e soprattutto per quando riguarda il controllo delle Forze dell' Ordine, la cui presenza continua con sopralluoghi e pattuglie di controllo potrebbero migliorare di gran lunga la situazione di questa frazione bacolese 

M.Rosaria Schiano
Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it







Etichette: , , , ,

8 Commenti:

Alle 17 agosto 2012 12:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

Belle le spiagge libere BELLISSIMEEE grazie a chi le amministra e ai bacolesi che sono degli incivili e trattano i luoghi pubblici come dei letamai .
POPOLO di incivili
Io vi farei le torture cinesi per ogni rifiuto che lasciate sulla spiaggia
Una volta a settimana voi bagnanti che usate tutti i giorni quella spiaggia ripulitela e i rifiuti portateveli a casa.
E' come che se qualcuno lasciasse un sacchetto di spazzatura in casa vostra .Ma vi rendete conto di quanto siete maleducati .

 
Alle 17 agosto 2012 12:16 , Anonymous Anonimo ha detto...

E come potrà mai decollare il turismo dalle nostre parti? Parlano di TURISTI... ma quali TURISTI? Quelle "nobildonne" e "nobiluomini" che vengono ai famigerati lidi? Ieri pomeriggio mi trovavo in via Miliscola (Santolillo) e mi sembrava una delle peggiori strade di Scampia! Purtroppo siamo la pattumiera della spazzatura umana che arriva dal circondario... Quale turismo potrà mai svilupparsi qui?

 
Alle 17 agosto 2012 13:04 , Anonymous luigi ha detto...

Al ns sindaco gli preme salvaguardare solo baia e miliscola dove gli hanno garantito la campagnia elettorale mi vergogno di questa giunta è del sindaco compreso , siamo il paese più degradato in italia grazie a voi .

 
Alle 17 agosto 2012 14:30 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ma quella monnezza li chi l'ha messa?
Invece dell'abbandono, vogliamo dire che i Bacolesi che vanno li sono dei gran zozzoni incivili?

Li non è questione di napoletani...

 
Alle 17 agosto 2012 14:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

che bello!!!!!!!!!!!!!!!

 
Alle 18 agosto 2012 12:29 , Anonymous Anonimo ha detto...

1 - la mancanza di raccoglitori per rifiuti scoraggia i comportamenti virtuosi, lungo tutto il litorale di Marina G.
2 - trovare la piazza già sporca incentiva comportamenti di adattamento = altri rifiuti
3 - le luci in MG sono eccessive; il problema è la loro qualità: non prendono atto ne delle tecniche attuali, ne dell'inquinamento luminoso, ne delle normali best practice in materia, ne delle norme minime d'arredamento urbano
4 - manca una normale e quotidiana presenza dei V.U. tesa non a scoraggiare l'affluenza, ma correggere i comportamenti riproverevoli. La discontinuità rende difficile il lavoro degli stessi vigili, costretti a contrastare - in una situazione climatico-ambientale peraltro difficile - comportamenti che si consolidano: la continuità di una presenza incentiva costumi positivi e diminuisce la necessità di sanzioni e di contrasto

firmato: oltreconfinelosannoancheibambini

 
Alle 21 agosto 2012 02:03 , Blogger maria white ha detto...

sono nata e cresciuta su quella spiaggia, allora quando io ero bambina la spiaggia era sempre pulita grazie anche a zi' cotilde, che metteva gli ombrelloni e affitava le barche.quando e' successo questo segno di incivilta' da parte dei bacolesi? E'l'amministrazione comunale esite? un sevizio sanitario esiste?La gente che vede esiste? E se vede, perche' si comporta in modo cosi riprovevole, e incivile?Ora mi vergogno di questa spiaggia, che ho tanto amata, ma che rimasta solo un ricettaio di spazzatura,inclusa la stessa gente che ha mortificato questa nostra bellezza.

 
Alle 21 agosto 2012 11:58 , Anonymous zio ha detto...

CArissimo Freebacoli, sono un residente di Marina Grande;
Già so che spesso ti metti in contatto con un'altra persona....!
La domanda che ti pongo è questa:

Siamo sempre pochi a combattere nella legalità, possiamo mai rischiare di rimanere feriti in collutazioni.....verbali e fisiche per far rispettare delle norme...!?
Come possiamo fermare questo scempio....questo sistema che sta collassando e che si basa sull'egemonia di pochi mascherata da un senso politico...!?
Siamo stanchi di vivere in questo modo Noi che ci troviamo in una realtà che potrebbe veramente svilupparsi in un Turismo pulito ricco con nuovi posti di Lavoro??

Grazie
Residente Marina Grande

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page