This page has moved to a new address.

"Cantieri Postiglione", C'è Timore per Altri Licenziamenti: Dirigenti Convocati in Municipio

Freebacoli: "Cantieri Postiglione", C'è Timore per Altri Licenziamenti: Dirigenti Convocati in Municipio

lunedì 24 settembre 2012

"Cantieri Postiglione", C'è Timore per Altri Licenziamenti: Dirigenti Convocati in Municipio

Fiato sospeso a Baia per gli operai dei Cantieri Postiglione: si teme un nuovo fallimento.

Dopo le prime avvisaglie di licenziamenti, e le conseguenti lettere d'allarme scritte dai lavoratori, si è tenuto stamane un primo incontro tra la dirigenza dell'area cantieristica navale cittadina e l'amministrazione comunale.

Presenti, presso la sala Giunta del Municipio di via Lungolago, oltre i vertici dei Cantieri Postiglione (tra cui l'amministratore delegato Amato), il sindaco di Bacoli e rappresentanti sia dell'Esecutivo che del Consiglio Comunale.

Cantieri, Due Anni Fa Evitato il Fallimento

Come premessa si è puntato l'attenzione sul fatto che, vista la crisi del settore che non fa guardare al futuro con ottimismo al di là di qualsiasi provvedimento da intraprendere, l'unica soluzione possibile per salvaguardare realmente i posti di lavoro è quella di riconvertire l'intera area.

Tra le ipotesi, ricalcando un'idea dell'ex sindaco Antonio Coppola, anche la possibilità di prevedere un complesso alberghiero.

Dalle dichiarazioni dei dirigenti del settore cantieristico, si è inoltre appreso che il Cantiere non è in una situazione fallimentare dal punto di vista economico. Tale pericolo è stato scongiurato circa due anni fa quando riuscirono a pagara, attraverso una transazione, somme volute da Equitalia per un corrispettivo di circa 1 milione e 400 mila euro.

Dopo I Cantieri Navali, Anche "Postiglione" Arriverà in Consiglio Comunale

Resta però da definire, per il presente, la situazione di alcuni lavoratori, già licenziati dall'azienda. Diverse, per gli stessi, le possibilità paventate in vista di un reintegro parziale o per la costituzione di cooperative.

Durante la discussione, aggiornata a nuova data per la presentazione del piano industriale della società, non sono poi mancate polemiche da parte dei "Postiglione" che da anni chiedono alla Regione di poter dare il via per una reale riconversione dell'intera zona senza che le istituzioni, nonostante i soldi ed i progetti messi sul tavolo, diano il lascia passare.

Resta quindi, dopo il sostanziale fallimento dei "Cantieri Navali di Baia" (incapaci anche di assicurare una regolare Cassaintegrazione ai lavoratori lasciati a casa), da salvaguardare una delle poche realtà produttive presenti in paese.

In ogni caso, in attesa di un consiglio comunale che affronterà la problematica in seduta pubblica, i proprietari dei "Cantieri Postiglione" hanno escluso la chiusura dell'area.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

- Guarda il VIDEO PROTESTA del Gennaio 2012 proprio ai "Cantieri Postiglione" -

Etichette: , ,

21 Commenti:

Alle 24 settembre 2012 17:18 , Anonymous Anonimo ha detto...

Arianna Giovanna Castiglia è una vergogna gente licenziata dopo 35 anni di lavoro ...dopo aver speso una vita dentro quei cantieri e poi cacciati via senza nemmeno una parolaaaaa!!

 
Alle 24 settembre 2012 19:19 , Anonymous Anonimo ha detto...

L'EX SINDACO COPPLA AVEVA RAGIONE, UNA PERSONA LUNGIMIRANTE CHE AMA IL PROPRIO TERRITORIO VA SEMPRE ASCOLTATO E CONSIDERATO...
ALL'EPOCA FU CRITICATO DAGLI STESI DIPENDENTI DI QUELLE BARACCHE OBBROBBIOSE CHE DETURPANO UNA DELLE COSTE PIU SUGGESTIVE DELL'INTERA CAMPANIA

 
Alle 24 settembre 2012 19:57 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ma scusate, voi salvaguardate l'inquinamento atmosferico incuranti dei posti di lavoro selex.
Protestate per l'inquinamento di cuma...

E poi siete scontenti di un eventuale chiusura dei cantieri a Baia?
Ma vi rendete conto che un bellissimo pezzo di costa flegrea, è usato da un cantiere? Assurdo, per inquinamento e per logiche economiche di sviluppo!!!!

 
Alle 24 settembre 2012 19:58 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giusto ho appena scritto questo, non avevo letto il tuo.

 
Alle 25 settembre 2012 08:43 , Anonymous Anonimo ha detto...

coppola "er batman" in una delle sue tante fanfaronate, millantò, durante la campagna elettorale, l'istantanea e miracolosa conversione dei cantieri baiesi in una "nuova portofino"...una volta divenuto nuovo re travicello, mai e poi mai tornò sull'argomento : ma evidentemente, da ottimo imbonitore, conosceva bene i suoi polli, visto che qualche sprovveduto ogni tanto si ricorda della smargiassata, e dimentica che non venne mai presa concretamente in considerazione nemmeno dallo stesso inventore !

 
Alle 25 settembre 2012 10:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

Anonimo delle 8:43
Ma quale smargiassata, tutti i cantieri minacciarono il sindaco con scioperi ed azioni legali contro la possibilità di riappropriamento da parte del comune di quelle aree.
Con gli operai in prima fila che avrebbero erso il posticello di lavoro avuto fin sotto casa loro.
L'unico pollo sei tu e quei poveri fessi che non l hanno ascoltato. in un territorio baciato dalla natura si punta alle aziende ?? ma perfavore... baia sarà come l'ital sider di bagnoli, una tomba di baracche e ferro!!!
SVEGLIATEVI GENTE UTILIZZATE IL CERVELLO

 
Alle 25 settembre 2012 11:22 , Anonymous Anonimo ha detto...

a prescindere dalla ovvia constatazione che gli "intelligenti" che si infatuarono del borioso e tracotante personaggio, videro ripagata la loro illusione con una ben meritata "fine dei tracchi", vuoi che il soggetto, che scambiava ogni ragionevole obiezione per offesa personale a cui opporsi con insulti e villanie, si sia intimorito per qualche malumore di quelli che pubblicamente riteneva non cittadini, ma sudditi ignoranti ?
INFORMATI, e SVEGLIATI : mai, dico MAI il vanaglorioso mistificatore affrontò neanche per un attimo l'idea di come si dovesse mettere in pratica il laborioso iter per trasformare una zona industriale in oasi turistica ; bada bene : la visione idilliaca di una costa baiese ricca di lussureggianti palmizi, tra i quali sorgono splendidi resorts ed alberghi in grado di valorizzare l'enorme patrimonio rispettando l'ambiente, e garantendo una occupazione addirittura superiore e meglio qualificata di quella cantieristica, è splendida, è un sogno...ma fermarsi a questa constatazione, senza poi mettere mano, se fatta da parte di un politico, è pura manipolazione...se subita da un cittadino elettore, è sciocca ingenuità, caro il mio pollastrone...

 
Alle 25 settembre 2012 18:08 , Anonymous SEL BACOLI ha detto...

AL SINDACO DEL COMUNE DI BACOLI


Si estende la crisi lavoro a Bacoli. Dopo la mobilitazione dei Cantieri di Baia, è iniziato lo stato di agitazione dei lavoratori del Cantiere Navale Postiglione.Il Cantiere Postiglione, impegnato nel settore del rimessaggio per la nautica,ha già licenziato 6 lavoratori su 12 e la situazione non sembra evolvere verso spiragli positivi. Sinistra Ecologia Liberta' di Bacoli esprime piena solidarietà ai lavoratori riuniti in assemblea permanente e chiede:


la convocazione di un consiglio comunale straordinario sul tema"crisi settore nautica nel comune di Bacoli (Cantieri di Baia, Fiart e Postiglione) "aperto ai lavoratori e ai loro rappresentati per fare il punto sulle vertenze attualmente in atto;

la convocazione di un tavolo tecnico-istituzionale con Comune, Regione,Ministero, Rappresentanti dei Lavoratori, Concessionari, al fine di valutare le reali prospettive di sviluppo del settore nautico e/o le possibili riconversioni industriali , tenendo conto dei livelli occupazionali esistenti e delle risorse ed esigenze del nostro territorio.

Nel contempo le istituzioni devono pretendere dagli imprenditori:

il mantenimento dei livelli occupazionali;
gli eventuali ammortizzatori sociali;
il rispetto della sicurezza e della legalità sui posti di lavoro


Sinistra Ecologia Liberta' di Bacoli
Sezione "Elio Spasiano"

 
Alle 25 settembre 2012 18:35 , Anonymous Anonimo ha detto...

Essendo informato, ti dirò che quel programma non contemplava la riqualificazione e riconversione in area turistica da parte dell'ente comunale, ma spingeva le aziende a convertire il loro status da quello per la realizzazione di barche, cantieristico di rimessaggio e altro... in strutture alberghiere di alto livello.
Tale iniziativa voleva anche la delocalizzazione dei cantieri, infatti un cantiere si delocalizzò in altre aree abbandonando Baia. Quindi qualcuno il consiglio lo prese per buono.
polli son quelli che non lottano per idee brillanti.

 
Alle 25 settembre 2012 18:51 , Anonymous Anonimo ha detto...

Assurdo tutto ciò. Ma vi rendete conto della crisi totale della nautica da diporto in cui i nostri governanti ci hanno traghettato? E voi ancora credete al sogno del turismo? Questo non è ancora niente.....ai voglia di vedere quando anche tutto l'indotto si siederà col c..o a terra, vedi i vari cantierini di rimessaggio e di alaggio e varo. Siamo destinati ad emigrare tutti....

 
Alle 26 settembre 2012 01:27 , Anonymous Anonimo ha detto...

Anche io ricordo delle minacce e degli scioperi, perchè non volevano abbandonare un così buon punto, capite bene che una cosa è dover organizzare un trasporto eccezzionale, una cosaè mettere direttamente a mare...

 
Alle 26 settembre 2012 01:33 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ma da questo tavolo e consiglio, cosa vi aspettate che esca?
Questo vi piace di fare, i proclami, i consigli, i tavoli... e non risolvete e non affrontate nulla!!!

Sporcizia ovunque, oggi passando vedevo il parcheggio al fusaro incrocio bacoli, dove c'è il pub gotha, scandaloso.

Zero turismo

La cumana va a rotoli... e nessuno muove un dito!!! Ne i sindaci berlusconiani, ne voi "comunisti"... ma cosa vi è rimasto dei comunisti? Il colore rosso che ogni tanto sfoggiate?

Ridicoli voi e tutta la classe dirigente, compresi i politici della critica a tutti i costi!

 
Alle 26 settembre 2012 01:34 , Anonymous Anonimo ha detto...

Buuuuuuongiorno Principessa
Ti informo che l'emigrazione di massa è già iniziata!!!

 
Alle 26 settembre 2012 10:07 , Anonymous Pino ha detto...

Ma certo, l'illustre predecessore era cosi' sensibile al territorio che basti guardare la ex villa Coppola a Punta Epitaffio (ma ricordate come era? e come e' adesso?) e la Villa (Baia dei Cesari?) sullo scalandrone a Baia, costruite su strutture antiche romane ed ampliate a dismisura sotto la sua legislazione.... Ottimo esempio....

 
Alle 26 settembre 2012 11:49 , Anonymous Anonimo ha detto...

Enrico Castellano
Esprimo solidarita' ai lavoratori colpiti dai provvedimenti.

 
Alle 26 settembre 2012 12:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

...il bel tomo, dall'alto della terrazza cesarea, con gli occhi rivolti al cielo, esclamò : "...I have a dream...oggi sono il principe del paesello...ma domani...imperatore!"

 
Alle 26 settembre 2012 13:16 , Anonymous Anonimo ha detto...

...già la situazione è deprimente...mò ci mancherebbe proprio un bel "tavolo tecnico-istituzionale"...queste rituali, inattuali, vuote ed autoreferenziali frasi fatte rischiano di essere ancor più insopportabili della realtà a cui fanno maldestramente riferimento

 
Alle 26 settembre 2012 13:48 , Anonymous Anonimo ha detto...

confuso anonimo 10:37 / 18:35, continui a fingere di non capire ?
per quanto, ti va riconosciuto, tu stia prudentemente ed intelligentemente ridimensionando la portata della smargiassata del fu-re travicello, derubricata da crociata a "consiglio per gli acquisti" rivolto agli imprenditori, la vera sostanza della questione è sempre quella : il politicante che spara consapevolmente panzane a puro scopo propagandistico, e poi le archivia appena eletto, è chiaramente in malafede, ed approfitta della dabbenaggine di buontemponi disposti a lasciarsi prendere per i fondelli.
il cantiere che delocalizzò la produzione, lo fece per una scelta di politica aziendale, e non gliene poteva fottere di meno degli starnazzamenti del ciarlatano di turno.
ma continuare a parlare delle fole di un egocentrico con la mania del soubrettismo politico, rischia di attribuirgli una importanza ben superiore a quella che merita ; limitiamoci quindi alla considerazione di quanto ci ha lasciato in eredità.
da questo punto di vista, a parte un consistente buco di bilancio, di lui si ricordano solo risibili e ridicole iniziative, tipo il solenne divieto (con tanto di sanzione!) di bere bibite dalla stessa cannuccia (ve la ricorderete, credo, nonostante i chiari intenti comici non riuscì a diventare caso nazionale), o tipo il voltafaccia nei confronti delle "strisce blu" : dopo che migliaia di gonzi lo avevano votato con l'unico scopo di abolirle ( e ciò era divenuto un asse portante della sua tronfia campagna elettorale), una volta insediato, con una capriola da saltimbanco, rinnegò sè stesso...ed il "ticket" ? pura demagogia, che non ha assolutamente risolto i problemi nei confronti dei quali era stato ideato, ed impostato in modo brancaleonesco, tanto è vero che il comune ne sta pagando (e rischia di pagarne per molti anni) le conseguenze ; anche in questo caso, si prese gioco della parte meno raziocinante degli elettori !
morale della favola : quelli che ritengono che le idee brillanti si realizzino solo perchè sono state enunciate da un politico da avanspettacolo, senza che in maniera concreta si passi all'azione, rischiano di diventare, da polli quali sono, altro genere di pennuti...gli allocchi !

 
Alle 26 settembre 2012 17:44 , Anonymous Anonimo ha detto...

Se c'è una persona ridicola sei tu e i cittadini come te, dei problemi a cui fai riferimento ti dovresti rivolgere a chi è stato eletto e non a sel bacoli che nonostante sia fuori da tutte le istituzioni è sempre attiva sul territorio. Riguardo al problema cantieri, invece di fare il qualunquista, cosa proponi?

 
Alle 27 settembre 2012 19:19 , Anonymous Anonimo ha detto...

errata corrige : più precisamente, il cervellotico editto vietava di suggere, seppur con due separate cannucce (sive fistule), dalla medesima bibita...mi scuso per l'imprecisione, ma l'effetto comico è lo stesso !

 
Alle 28 settembre 2012 11:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

Infatti, ti informo che l'emigrazione di cui parli come è iniziata e già finita. Ti informo che i cantieri navali del nord, che si occupano di nautica o già hanno chiuso o stanno li per li per farlo. Vi invito a riflettere sulle cause. No c'entra nulla la politica locale....

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page