This page has moved to a new address.

Villette di Cappella, Book di Foto Viaggia On Line: "Impossibile Vivere in Questo Degrado"

Freebacoli: Villette di Cappella, Book di Foto Viaggia On Line: "Impossibile Vivere in Questo Degrado"

domenica 23 settembre 2012

Villette di Cappella, Book di Foto Viaggia On Line: "Impossibile Vivere in Questo Degrado"

Tolto l'amianto, resta il degrado: ville pubbliche abbandonate a se stesse da un'amministrazione incapace finanche di garantire la manutenzione ordinaria.

I giovani di Cappella alzano alla voce e pubblicano sul web lo stato di fatiscenza in cui restano da mesi ben due differenti aree pubbliche destinate, almeno in origine, sia per il parcheggio di autovetture che per "zona giochi e relax".

Si trovano su via Mercato di Sabato, a pochi metri l'una dall'altra, due villette comunali che risentono fortemente (oltre che dell'inciviltà di pochi irresponsabili) della latitanza da parte del Municipio: erba alta, spazzatura sparsa ovunque, lampioni dell'illuminazione spenti o addirittura inesistenti.

Il Book Fotografico di FreeCappella

La denuncia dello stato dei luoghi, attraverso una sorta di book fotografico, è sottoscritta dalla Redazione di FreeCappella, costituita da giovanissimi cittadini residenti proprio presso l'omonima frazione divisa a metà tra i comuni di Bacoli e Monte di Procida.

"E bene si cari lettori ciò che sto per dirvi è veramente una notizia che sottrae ulteriori punti  all'amministrazione attuale. In via Cappella nei pressi del MD Discount - scrivono gli indignati blogger - si trovano due "parcheggi-villette" che sono in un degrado assoluto".

E dopo la premessa, correlata da una lunga serie di immagini, segue una rapida cronaca di quanto visibile in zona.

"Erbacce ovunque, rifiuti sparsi, lampioni  rotti e chi più ne ha, più ne metta. Per colpa dell'assenza dell'illuminazione - continua Domenico, uno dei promotori della segnalazione - quasi tutte le sere si riuniscono numerose persone per fare "festini" e cose varie".

L'Assessore Responsabile? Michele Massa

L'appello, già molto condiviso su facebook e twetter, è quindi lanciato adesso alle istituzioni, affinché risolvano quanto prima un disagio vissuto da tutti e che rende inusufruibili queste aree, presenti in una frazione densamente urbanizzata ma parallelamente priva di punti d'aggregazione giovanile (e non solo).

Ed in questo caso, se si spulcia tra le deleghe dell'esecutivo guidato dal sindaco Ermanno Schiano, le responsabilità di tale abbandono sono attribuibili all'assessore alla Visibilità ed all'Igiene Urbana (nonché vicesindaco) Michele Massa.

A ciò va ad aggiungersi il fatto che, in una di queste villette, è stata presente per oltre sei mesi un'area "recintata" dove erano depositate delle lastre di amianto. La bonifica, a cui è seguito anche la rimozione di una mini-discarica illecita, è avvenuta soltanto pochi giorni fa ed a seguito delle numerose proteste popolari .

Infine, non vanno dimenticate situazioni simili presenti in altre zone del paese.

La villetta ai Campi Elisi (oggetto di un'interrogazione consiliare), nel centro di Bacoli, è chiuda da oltre due anni; al Poggio l'erbaccia cresce senza alcuna cura, mentre molti lampioni restano spenti; al Fusaro la villetta su via Vanvitelli è ricca di spazzatura mentre non migliore è la condizione del Parco Vanvitelliano.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Guarda tutte le foto - CLICCA QUI

Etichette: , ,

10 Commenti:

Alle 23 settembre 2012 19:59 , Anonymous Anonimo ha detto...

un pò di pazienza! dopo quella vicino le suore, puliranno anche questa!

 
Alle 23 settembre 2012 20:24 , Anonymous Anonimo ha detto...

Cappella Libera
Il parcheggio-villetta su v. Mercato di Sabato ridotto a DISCARICA

 
Alle 23 settembre 2012 20:24 , Anonymous Anonimo ha detto...

ma se quella vicino le suore è un cesso!!!!!!

 
Alle 23 settembre 2012 20:26 , Anonymous Anonimo ha detto...

Domenico Iulius Caesar Nappi
Che Vergogna!

 
Alle 24 settembre 2012 00:22 , Anonymous Anonimo ha detto...

W cappella libera... magari ci staccassero da voi!!!

 
Alle 24 settembre 2012 08:30 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giacomo Perreca Via A.Dumas,traversa che il comune ha reso pubblica x poter incassare tasse,e' ridotta a discarica.preservativi usati compresi. Scuola Gramsci B e' proprio là,asilo ed elementare. Di cosa ci meravigliamo?le periferie sono pattumiere?basta guardare il centro e la villa comunale con10 giardinieri a riposarsi,non c'è nessun bisogno di guardare lontano. Ridateci gli spazzini di una volta e aiutateci ad avere rispetto x i nostri ambienti

 
Alle 24 settembre 2012 09:56 , Anonymous Anonimo ha detto...

almeno non potete dire "Schiano, dove passa lui non cresce più l' erba!"

 
Alle 25 settembre 2012 09:33 , Anonymous Anonimo ha detto...

viviamo una realtà che fa vergona a millenni di decantata civiltà...........una civiltà che abbiamo perso nel tempo e che difficilmente sarà recuperata .......

 
Alle 25 settembre 2012 09:35 , Anonymous Anonimo ha detto...

vicini al supermercato decò da tempo sono stati depositati materiali di risulta in amianto............verificate.

 
Alle 25 settembre 2012 17:26 , Blogger freecappella ha detto...

Se leggi bene sopra sta scritto che è stato rimosso

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page