This page has moved to a new address.

Lotta alla Camorra, A Bacoli c'è un Altro Bene Confiscato: Ma il Comune Non lo Acquisisce

Freebacoli: Lotta alla Camorra, A Bacoli c'è un Altro Bene Confiscato: Ma il Comune Non lo Acquisisce

domenica 16 settembre 2012

Lotta alla Camorra, A Bacoli c'è un Altro Bene Confiscato: Ma il Comune Non lo Acquisisce

L'incidenza della criminalità organizzata lascia altri segni sul territorio di Bacoli: nuovo bene confiscato alla camorra in località Bellavista.

E' con una nota diffusa attraverso facebook da Sinistra Ecologia Libertà che viene portata nuova luce sui fitti legami esistenti tra il tessuto urbano ed economico di Bacoli e le organizzazioni malavitose in parte soffocate dall'azione repressiva della magistratura.

CLICCA QUI per visualizzare il sito dell'Agenzia dei Beni Confiscati alla Criminalità Organizzata.

Fa discutere la relazione stilata dalla sezione locale "Elio Spasiano" di SeL a seguito di un incontro, tenutosi in Municipio con i vertici dell'amministrazione comunale, incentrato su temi scottanti quali quelli dei "beni confiscati" e degli "abusi edilizi presenti in spiaggia".

Un confronto, reso possibile soltanto dopo un sollecito di incontro protocollato dal partito di centrosinistra al Comune nel mese di luglio e inviato per conoscenza ai Carabinieri di stanza in via Lungolago, alla caserma di Pozzuoli, alla Procura della Repubblica ed al Prefetto di Napoli, a cui hanno partecipato il sindaco, ed i responsabili di segreteria, Enzo Pedaci e Cristina Di Colandrea.

Struttura Abusiva Confiscata ai Pariante: Ma il Sindaco Schiano Non lo Vuole

Sul tema delle strutture confiscate alla camorra il primo cittadino ha precisato che i beni gestiti dal comune di Bacoli sono al momento due: Villa Ferretti in Baia ed un ex capannone in Bellavista, destinato a chiesa dalla passata giunta Illiano (in carica tra la fine degli anni '90 ed i primi scampoli del nuovo millennio). Esecutivo che manifestò immediatamente il proprio interesse per acquisirli al patrimonio comunale, destinandoli (così come prevede la legge 109/96) a finalità socio-culturali.

Ma tra le opere sottratte all'azione della camorra, in zona rappresentata sino a qualche tempo fa dal ramificato clan Pariante, c'è molto di più.

"Il Sindaco ci ha informati che per quanto riguarda i beni confiscati ma non destinati, quindi non ancora in gestione, l'Amministrazione Comunale ne conosce solo uno sito a Bellavista e composto da fabbricato più terreno. Sia il Sindaco che la Di Colandrea - scrive SeL - hanno dichiarato che questa Amministrazione non intende chiederne l'acquisizione per destinarlo a fini socio-culturali inquanto si tratta di un bene che deve essere abbattuto perchè interamente abusivo. Il Sindaco ha inoltre precisato che se si dovesse votare in consiglio comunale a favore o contro l'acquisizione del bene il suo voto sarebbe sicuramente contrario".

Dubbi su una Scelta Non Comunicata al Consiglio Comunale

"Sinistra Ecologia Libertà - continua la nota - non è del tutto convinta che un bene confiscato abusivo debba essere neccessariamente abbattuto e pertanto ci riserviamo ulteriori approfondimenti politico-amministrativi.In ogni caso se dovesse essere confermato l'abbattimento dell'immobile resterebbe comunque la terra liberata dalla camorra dove una cooperativa di giovani potrebbe coltivare i nostri prodotti tipici flegrei".

Dubbi leciti quelli avanzati dal partito d'opposizione che pongono più di qualche interrogativo sulla presa di posizione della Casa Comunale. Numerose sono difatti le "super ville" confiscate a criminali del napoletano o casertano che, acquisite a patrimonio pubblico, non erano di certo state costruite rispettando tutti i vincoli in materia di urbanizzazione.

Il bene potrebbe essere acquisito e riconvertito in "struttura di pubblica utilità", per destinarlo ad associazioni (anche e soprattutto culturali e teatrali) o ad altro tipo di attività, rappresentanto un baluardo contro la malavita organizzata.

Oppure, come sottolineato da SeL, sarebbe in ogni caso utile anche semplicemente per utilizzarne (una volta abbattuto l'immobile abusivo) il terreno.

Sta di fatto che il bene oggi ristagna in un inaccettabile condizione di abbandono. E nulla ancora è stato comunicato in Consiglio Comunale che, in quanto organo votato dal popolo, ha il diritto/doivere di essere informato su questioni di così particolare interesse per ciò che concerne il rispetto della legalità e la lotta contro la gestione camorristica del territorio.

Villa Ferretti, Altri Ritardi per la Fine dei Lavori

Per quanto riguarda invece Villa Ferretti, che è nella disponibilità del patrimonio comunale dal 2003 ma ancora non viene utilizzata dalla collettività, Ermanno Schiano ha dichiarato che i ritardi dei lavori sulla struttura non dipendono dalla sua amministrazione ma da quella precedente (dimenticando però che buona parte dei consiglieri che lo sostengono erano parte integrante dell'ultima giunta Coppola).

Inoltre pare che la Sopraintendenza ai Beni Archeologici ha comunicato di voler seguire tutto l'iter dei lavori e di effettuare tutti i sondaggi e i controlli del caso per tutelare al massimo la struttura. Ovviamente ciò comporterà un'ulteriore allungamento dei tempi di consegna dei lavori.

"Restiamo perplessi sul solito scarica barile istituzionale e anche inquesto caso interpelleremo le istituzioni competenti affinchè si possa fare chiarezza su eventuali responsabilità relativamente all'esecuzione dei lavori e se i tanti finanziamenti pubblici ricevuti per il bene siano stati spesi in maniera corretta. Ovviamente cercheremo di capire - continua la sede cittadina di Sinistra Ecologia e Libertà - qual'è l'iter istituzionale che possa accelerare i tempi di consegna dei lavori affinchè il bene possa essere utilizzato  quanto prima dalla cittadinanza".

Sul tema degli "abusi edilizi in spiaggia" l'amministrazione ha dichiarato di voler applicare il Regolamento Comunale sul Demanio con cui si prevede la decadenza della concessione a privati in caso di costruzioni prive di autorizzazioni paesaggistiche.

Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: ,

33 Commenti:

Alle 16 settembre 2012 18:19 , Anonymous Anonimo ha detto...

Raffaele Cardamuro
Ermà ma l'abbattimento del manufatto che non intendi acquisire quando lo fai??? Forse per te e per i tuoi è meglio buttare famiglie perbene in mezzo ad una strada e cosi' facendo speri che passi il tempo così non sarai tu il sindaco che avrà demolito l'abuso confiscato alla camorra!!!???!!!???

 
Alle 16 settembre 2012 18:52 , Anonymous Anonimo ha detto...

Gennaro Esposito
Non c'è bisogno di guardare lontano. Anche il capannone-chiesa è abusivo

 
Alle 16 settembre 2012 18:54 , Anonymous Anonimo ha detto...

Azzurra Web Campi Flegrei
staremo a parlare per l'eternità...ormai sembra che abbiano l'arte della recitazione,attori nati....lui & lei meritano un nostro applauso ed un < STANDING OVATION >...L'ONORE E IL RISPETTO...immagina !

 
Alle 16 settembre 2012 18:54 , Anonymous Anonimo ha detto...

non lo demolisce,perche la sceneggiata delle dimissioni l'ha già fatta

 
Alle 16 settembre 2012 19:00 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ogni tanto esce fuori 'sta storia. Il numero degli immobili confiscati alla camorra, nel territorio di Bacoli, è 2 come si evince dal sito dell'Agenzia dei Beni Confiscati alla Criminalità Organizzata e si tratta di Villa Ferretti e del capannone di via Bellavista che la Giunta Illiano destinò ad uso di chiesa.
Tutto il resto è frutto di equivoci. Infatti,ricordo che, qualche anno fa, un giornalista (che non doveva essere un buon giornalista), leggendo il foglio, di cui al link, arrivò a scrivere che Bacoli era il secondo Comune della Campania per numero di immobili e terreni confiscati alla criminalità (aveva sommato le cifre delle prime due colonne poste subito dopo quella con i nomi dei comuni) arrivando ad un totale di 23 requisizioni (tra immobili e terreni) e, in base a questa sua "scoperta" accusava il Comune di non aver ancora provveduto a destinare 21 siti requisiti oltre ai due già destinati (villa Feretti e la chiesa di Bellavista). Peccato però, che il giornalista, a quel punto definibile poco professionale significa fargli uno sconto del 90%, aveva preso, come si diceva a Bacoli qualche anno fa, 'nu zarro, o liscio che dir si vuole. Infatti, il numero 21 indica le particelle catastali totali, relative ai due immobili già citatied alle loro pertinenze. Che figura di me... !!!!!
Ora, alla luce di tutto questo, mi domando a cosa si riferisca il sindaco quando parla di un "altro" immobile di via Bellavista, non ancora destinato, e da abbattere senza alcun dubbio. Non vorrei sbagliarmi ma, a meno che stanotte non ci sia stata un'altra confisca a via Bellavista e della quale il Comune avrebbe già avuta la disponibilità, siamo in presenza di un clamoroso e ingiustificabile equivoco, in quanto confermato e riferito dal sindaco che si mostra in proposito gravemente disinformato. Infatti, ribadisco che l'unico immobile confiscato a via Bellavista non è altro che quello destinato a chiesa. Ricordo, ancora una volta, che tale destinazione fu data dal sindaco Illiano una prima volta e dal sindaco Coppola successivamente. Ora, se il Sindaco vuole abbattere l'immobile, abbia il coraggio di dirlo agli abitanti del posto.
E poi dicono: andiamo a teatro a farci quattro risate...
Io invece dico: venite a Bacoli a farvi quattro risate.

 
Alle 16 settembre 2012 19:16 , Anonymous Anonimo ha detto...

nù facite sfastrià a ermann

 
Alle 16 settembre 2012 20:22 , Anonymous Anonimo ha detto...

Vincenzo Panico
ke schifoooo

 
Alle 16 settembre 2012 20:35 , Anonymous Anonimo ha detto...

uno sproloquio fatto di saccenza ma che ti fa fare na bella figura di (la rima falla da solo se no mi censurano).
leggiti l'articolo che c'è anche un link che ti riposto

http://www.benisequestraticonfiscati.it/Joomla/index.php?option=com_content&view=article&button1=Cerca&id=64&Itemid=27&regione=15&provincia=76&tipo=0

 
Alle 16 settembre 2012 20:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

a itt ermann
MO VENG

 
Alle 16 settembre 2012 20:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

MA STA ..............,NON SI OCCUPAVA DI AS.ZA SOCIALE,CHE CI FA AFFIANCO AD ERMANNO,MICA E LAOREATA,IN LEGGE, NONA FATTO BENE,CON ILLIANO,NONA FATTO BENE CON COPPOLA,ERMA MA PUTEV MAI FA BEN A TE,CHEL E PURE E SINISTR, TI DEVI CIRCONDARE DI GENTE COMPETENTE,ALTRIMENTI RISCHI DI FARE BRUTTE FIGURE,E NON STA BENE,PER UN SINDACO.

 
Alle 16 settembre 2012 20:42 , Anonymous Anonimo ha detto...

ANONIMO DELLA 19.00 SEI RIMASTO,AI TEMPI DI PAPPAGONE,AGGIORNATI,E PER FAVORE,L ARTICOLO LEGGILO PIANO PIANO.

 
Alle 16 settembre 2012 20:51 , Anonymous Anonimo ha detto...

ERMA,QUESTO STA A DIMOSTRARE,LA TUA INCAPACITà,NEL SCEQUIERE,PERSONALE,COMPETENTE,E TENIAMOCI STATA FIGURA DI M.........AVANTI IL PROSSIMO.

 
Alle 16 settembre 2012 21:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

se ce qualcosa da confiscare,questi sono i dipendenti,bravo anonimo delle,20.39

 
Alle 16 settembre 2012 21:59 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mimmo Tiseo
Il comportamento dell'attuale Amministrazione di Bacoli si adatta perfettamente a Quarto, ove dal 1994 è stato confiscato alla camorra l'ex cementificio di via Marmolito e, nonostante Amministrazioni di vario colore politico, non si è ancora stati capaci di realizzare un bene da restituire alla comunità. Progetti molti, specie di ambito sportivo, visto che Quarto, città di oltre 40 mila abitanti, ancora oggi tra i comuni più giovani d'Europa, ha solo lo stadio Giarrusso, come unica struttura sportiva. Pure dovrebbero essere proprio le Istituzioni a dare il segnale forte in situazioni particolari come queste per affermarsi come baluardo contro la criinalità!!!

 
Alle 16 settembre 2012 22:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

Franca Guarnieri
avrà paura!

 
Alle 17 settembre 2012 08:12 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ghino di Tacco

Ai cari amici di SeL dico:
Onore all'On.Pio La Torre, amico del Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, grandi uomini del passato che vivono nel mio ricordo.

 
Alle 17 settembre 2012 09:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

nù facite sfastrià a ermann..
compreso tu, bettino redivivo..

 
Alle 17 settembre 2012 12:20 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giuseppe Evaristo Massa
caro josi ripeto il mio suggerimento fai una petizione popolare raccogli le firime e portale al prefetto dai un seguito alle tue giuste informazione date al pubblico

 
Alle 17 settembre 2012 16:06 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sono una cittadina onesta e se mi dessero la possibilità anche un ottima lavoratrice ,per quel poco che possiamo io e mio marito come tanti andiamo avanti,riusciamo a pagare il pigione che è di 500 euro e non ci siamo mai lamentati o dato fastidio a qualcuno.Mi rivolgo al sign cardamura e preciso che sono dispiaciuta per l'abbattimento della sua abitazione.Però mi sembra che sia abbastanza fortunato lui ha un bar e la moglie se non erro fa la poliziotta ,quindi sign cardamura lei non è cosi malandato e sfortunato c'è tanta gente come me che ha seri problemi di sopravvivenza e non possiede niente e non si lamenta nonostante tutto sorride . (DISTINTI SALUTI)

 
Alle 17 settembre 2012 16:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

L'ira di chi ha subito provvedimenti e vorrebbe la morte di tutti e l'arrivismo di chi punta ad appropriarsi dei beni confiscati.Vedo solo un accumulo di cattiveria e invidia non siete migliori degli altri , anzi direi che forse siete i peggiori .Sono allibito non ho parole.

 
Alle 17 settembre 2012 17:08 , Anonymous Anonimo ha detto...

a

 
Alle 17 settembre 2012 20:01 , Anonymous Anonimo ha detto...

Quanti perbenisti del cazzo ,tutti santi ,tutti ligi ,tutti perfetti.Tutti pronti a giudicare ,colpire e godere quando feriscono. Sempre pronti a criticare l'operato o le azioni di altri.

 
Alle 17 settembre 2012 23:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

Alla certa cittadina onesta: prima di tutto, tutto sei, tranne che onesta perchè vilmente ti nascondi dietro l'anonimato. Sei piccola e meschina: ma come ti permetti se di giudicare Raffaele Cardamuro in base al lavoro suo e della moglie?... si legge dalle righe tutta l'invidia e la falsità che ti caratterizza. Rosichi come tanti miserabili che nascondendosi dietro la scusa delle possibilità negate, non hanno combinato niente nella vita e, invece di andare a zappare, guardano gli altri con invidia. Lamentarsi? Ma che hai capito? I veri uomini come i Cardamuro non si lamentano mai, ma sono dei guerrieri che a gente e merd comma a tè sa magnan ca cap annanz! Vergognati e ricordati che avere un Bar ed una moglie poliziotta è sinonimo di chi nella vita ha sempre lavorarto e studiato non come te che passi il tempo a rosicare con la presunzione di poter essere anche una buona lavoratrice se ti dessero la possibilità:Tu il massimo che potresti fare è una passeggiatina serale sul lungomare...vedi che tra trent'anni forse te la fai pure tu la casa di proprietà FRUSTRATA||||||||||||||||||||||| a proposito mi firmo: Sono Oriana Saracino, la mamma di Jessica Cardamuro a cui questo Comune di Merda ha permesso di abbattere l'unica abitazione di necessità...che non si lamenta...ma Lotta,a Testa Alta Con Raffaele a capo finacchè giustizia non sarà fatta

 
Alle 17 settembre 2012 23:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

GENNARO ILLIANO
Il bene potrebbe essere acquisito e riconvertito in "struttura di pubblica utilità", per destinarlo ad associazioni (anche e soprattutto culturali e teatrali) o ad altro tipo di attività, rappresentanto un baluardo contro la malavita organizzata.
E DELLE SCUOLE MESSE IN VENDITA O GIA VENDUTE(VIA VIRGILIO ETC ETC SI SA QUALCOSA DI CERTO?) NON POTREBBERO ESSERE PURE QUESTE UTILIZZATE PER SCOPI COME SOPRA

 
Alle 18 settembre 2012 09:13 , Anonymous Anonimo ha detto...

Problemi ne ha povera signora onesta!!!!!! Primo fra tutti quello di soffrire di invidia. Si permette ancora di farmi i conti in tasca dopo che dono stato privato di un bene primario frutto di LAVORO ONESTO e non di altro!!! Ma come si permette???? Stia zitta per favore dovrebbe vergognarsi!!! P.S. Ma chi si lamenta????? Si tratta di giustizia , di quella vera pero' e non di facciata!!! Raffaele Cardamuro

 
Alle 18 settembre 2012 18:34 , Anonymous Anonimo ha detto...

Cimentarsi e affannarsi per far abbattere le case di altre persone che hanno costruito abusivamente ,non ridara' la casa a chi l'ha persa .Attaccare gli altri e insistere al comune per far abbattere le altre case ,non è una bella azione..Combattete per un rinnovo del piano regolatore e non per far subire ad altri quello che altri già hanno subito .La vostra è solo cattiveria pura, chi ha subito aiuta gli altri a non subire dolore .Ovviamente parlo di persone che hanno un cuore .

 
Alle 19 settembre 2012 11:08 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ha pienamente ragione

 
Alle 20 settembre 2012 13:01 , Anonymous Anonimo ha detto...

...ueilà, i cardamone guerrieri della notte, questa proprio ci mancava (segue pernacchia)!

 
Alle 20 settembre 2012 15:48 , Anonymous Anonimo ha detto...

giustizia (almeno in parte!) è già stata fatta

 
Alle 21 settembre 2012 00:02 , Anonymous Anonimo ha detto...

Invidiosa di cosa mi scusi,di aver commesso un illecito !!!
Persone che lavorano per lo stato ,che dovrebbero dare il buon esempio ,commettono illeciti e si reputano persone oneste e criticano e attaccano tutti .dalla a alla z .Non si può esprimere un opinione che ti attaccano e anche in malomodo ,siamo in un paese democratico ,ognuno è libero di esprimere la propria opinione ,Lei si tenga la sua che io mi tengo la mia .

 
Alle 21 settembre 2012 00:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

Lotta per cosa !!!!
Andando al comune tutti i giorni a fare nomi e cognomi di chi ha fatto abusi ...per farglieli abbattere .Che cosa concludete ,così vi verranno a fare compagnia per strada ? o vi ricostruiranno la casa ? Qual'è il vostro scopo .
Ve lo dico io la vostra è solo sete di vendetta altro che giustizia.

 
Alle 22 settembre 2012 10:51 , Anonymous Anonimo ha detto...

Per chi scrive in anominato ed in anonimato vive dico: a lavà a capa o' ciuccio s perd o' tiemp l'acqua e u sapon!!

 
Alle 24 settembre 2012 12:19 , Anonymous Anonimo ha detto...

All'anonimo di turno che si permette di calunniare i "Cardamone" o "Cardamura" dico: TU NON HAI CAPITO UN C.....!!!!!!!! La famiglia Cardamuro, Raffaele in prima linea, pur non avendo più la casa, continua a battersi per la risoluzione del problema che affligge tante famiglie. La nostra non è sete di vendetta, bensì sete di giustizia!!! Sfido chiunque sapere con prove documentate, che la propria casa era trentesima, ventesima o solo decima nella lista degli abbattimenti!!!!! Ciò significa che se il Comune avesse fatto il proprio dovere, e non abusi d'ufficio, le nostre abitazioni, considerando la lentezza della Procura che abbatte circa 13 case all'anno, seppur dovevano essere abbattute, lo sarebbero state tra circa 20 anni, e cioè MAI!!!!! Chi ha sbagliato e commesso tale ingiustizia dovrà pagare, ma non sarà certo il popolo degli abusivi di necessità che, come noi, sono vittime di uno Stato inadempiente ed assente da oltre 40 anni. Se poi anonimo calunni perchè sei un frustrato, o non hai un lavoro, non ti senti realizzato, hai le corna o le fai e poi ti penti, o hai un c..... vicino a te, questi sono problemi tuoi!!!! GUARDATI ALLO SPECCHIO E SPUTA. Oriana Saracino Cardamuro

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page