This page has moved to a new address.

Nuovi Rifiuti nel Lago Miseno: Bidone e Canotto Galleggiano nella Schiuma - FOTO

Freebacoli: Nuovi Rifiuti nel Lago Miseno: Bidone e Canotto Galleggiano nella Schiuma - FOTO

sabato 15 settembre 2012

Nuovi Rifiuti nel Lago Miseno: Bidone e Canotto Galleggiano nella Schiuma - FOTO

Un nuovo bidone di plastica grigia è stato sversato di recente nel Lago Miseno, aggravando ulteriormente l' inquinamento del bacino lacustre. 

A segnalarci l'episodio sono stati alcuni cittadini che passeggiavano in villa comunale la scorsa Domenica e che hanno notato il fusto immortalato in foto nei pressi del parcheggio di via Miseno ed il cui contenuto è tutt' ora sconosciuto. 

Di certo la presenza di questo nuovo barile non cambierà di molto l' umiliante situazione di quello che è conosciuto come lago "Maremorto": molti altri rifiuti ( di altra natura e ben più gravi ) sono stati sversati durante gli anni in queste acque paludose .

L' episodio in se quindi potrebbe apparire privo di rilevanza, quasi come se dalle nostre parti sia quasi scontato il convivere con una simile fonte di inquinamento, diventato oramai una consuetudine per la maggioranza dei bacolesi, i quali, sempre più raramente, si indignano e si ribellano di fronte a tutto ciò.

Eppure non è sul singolo bidone che vogliamo concentrarci, sappiamo bene che in confronto a tutto il materiale di risulta, industriale e "solo dio sa cosa" questo nuovo contenitore potrebbe sembrare una sciocchezza...una notizia di poco conto.

Lago Maremorto, ecco il perchè...

E invece noi della Redazione Freebacoli prendiamo spunto da questo episodio per avviare una riflessione "alternativa" più ampia, che questa volta più che indirizzarsi verso le figure politico istituzionali cui siamo solite confrontarci, è diretta a quegli stessi cittadini che hanno permesso questo. Si cari lettori, avete capito bene, questa volta a dover riflettere ( e agire di conseguenza ) è la popolazione, cui imputiamo la responsabilità di aver tacitamente concesso che un simile patrimonio naturalistico le venisse letteralmente "strappato di mano" per farne ciò che meglio rendeva possibile il raggiungimento di interessi "superiori".

Nessuna polemica - non fraintendete - siamo giovani e non abbiamo la presunzione di poter rivolgerci alle precedenti generazioni facendovi la solita strigliata morale. 

Vorremmo solo farvi riflettere e proprio perchè tale inquinamento non riguarda solo ed esclusivamente l'attuale Amministrazione, ci rapportiamo con coloro i quali, anche in passato, sono stati spettatori e artefici di questo scempio ecologico. Chi di voi non possiede una foto d'epoca o un ricordo nel cuore, di quando le acque del Lago Miseno erano tali da concedere addirittura il bagno ai nostri predecessori? Ricostruire la cronistoria dei vari sversamenti abusivi nel lago, sarebbe possibile solo raccogliendo le testimonianze di tutti i bacolesi ( specie i residenti del posto ).

Storia di un disastro ambientale

Le istituzioni politiche non sarebbero mai in grado ( nè tantomeno ne avrebbero voglia ) di svelare la verità sui ripetuti scarichi inquinanti avvenuti negli anni. Quello che ci ritroviamo oggi è una discarica sottomarina, ornata con canali fognari e composta da molteplici strati di materiali non meglio identificati cui periodicamente emergono scie di mucillagine e schiume maleodoranti. E cosa pensa il "bacolese medio" a riguardo? Si lamenta - punto - non va oltre.

 A volte può capitare che chieda spiegazioni al politico di turno, si arrabbia, reclama il diritto alla salute, ma non si espone più di tanto. E' come se ci fosse un limite. Al massimo contatta un gruppo di giovani concittadini che cercano di opporsi al "sistema" facendo attivismo e informazione...poi stop.

Giunto al momento più importante e democratico, nel quale si influenza non soltanto il futuro del paese, ma lo stesso contesto abitativo di figli e nipoti...tutto d' un tratto ci si dimentica sia della salute che della salvaguardia ambientale. Ci si dimentica del lago Miseno, della Pineta di Cuma, della Cava Lubrano, dell' Elettromagnetismo, delle discariche interrate, dell' amianto, dei rifiuti tossici etc...per accontentarsi di benefici e favori sottobanco più imminenti e di facile godimento. <<...Son tutti uguali - grida qualcuno dall' altro lato dello schermo - saliti al potere, cambiano tutti allo stesso modo!...>>.

Noi siamo leggermente più positivi, ma accettiamo anche questo punto di vista. Tuttavia ci ( e vi ) chiediamo: perchè non ribellarsi? Perchè si preferisce accontentarsi, lasciarsi andare nello "scatafascio e nel degrado" senza far niente? Perchè non ci si indegna? Perchè non si protesta? Perchè non li si manda tutti a casa così come ce li abbiam messi? Perchè si preferisce restare intorpiditi nell' orticello di casa propria?

Mille, infiniti perchè senza risposta...perchè siamo diventati così egoisti? I bacolesi non erano così e noi crediamo realmente che il paese possa migliorare se solo ci si comincia a sentire più comunità bacolese anzichè singoli cittadini. Noi ci crediamo, ed in queste speranze investiamo tempo, forze e risorse. Toglietevi i paraocchi, cari lettori, e tornate a sognare perchè forse anche voi siete sfiduciati ed avete dimenticato che Bacoli può offrire molto di più che un bidone nel Lago Miseno.


"...Toute Nation a le gouvernement qu'elle mérite..."
"...Ogni nazione ha il governo che si merita..." - Joseph De Maistre 1811


M.Rosaria Schiano
Redazione Freebacoli
freebacoli@live.it

Etichette: , ,

8 Commenti:

Alle 15 settembre 2012 22:55 , Anonymous Anonimo ha detto...

e qualcuno disse che era ritornato anche balneabile. oh che fine stiamo facendo!

 
Alle 15 settembre 2012 23:15 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mario Capuano
RAGAZZI, il 'piove? governo ladro' e' fuori moda! siamo tutti d'accordo sul malgoverno di questo paese;ma in questo la colpa nn e' loro , ma di qualche figlio di puttana che per sfregio butta ogni sorta di immondizia nel n/s prezioso lago bidoni compresi!.nn dimentichiamo che la n/s citta'di notte e' alla merce' di un esercito di giovani di cui molti ubriachi fradici che si divertono a distruggere tutto. senza contare i moltissimi pescatori di frodo che, approfittando del TOTALE DISINTERESSE della n/s amm.ne per i beni pubblici,da anni, nel lago,inquinato o non fanno i cazzi loro! Cosa ci vorrebbe per ovviare a questo ennesimo dramma che ci CALA addosso? semplicissimo! una serie di telecamere a 'infrarossi' a salvaguardia nn solo del n/s meraviglioso lago, ma ANCHE a guardia della n/s maestosa villa! il costo? quattro pidocchi per un bilancio comunale, ma che ne VALE la PENA! chiudo con un appello

 
Alle 15 settembre 2012 23:21 , Blogger Freebacoli ha detto...

E infatti l'articolo dice testualmente:

"E invece noi della Redazione Freebacoli prendiamo spunto da questo episodio per avviare una riflessione "alternativa" più ampia, che questa volta più che indirizzarsi verso le figure politico istituzionali cui siamo solite confrontarci, è diretta a quegli stessi cittadini che hanno permesso questo. Si cari lettori, avete capito bene, questa volta a dover riflettere ( e agire di conseguenza ) è la popolazione, cui imputiamo la responsabilità di aver tacitamente concesso che un simile patrimonio naturalistico le venisse letteralmente "strappato di mano" per farne ciò che meglio rendeva possibile il raggiungimento di interessi "superiori"."

 
Alle 16 settembre 2012 01:17 , Anonymous Anonimo ha detto...

Onofrio Illiano
Ma se la gente è una Lota che ci possiamo fare? Bisognerebbe abbatterla ma non si puo'.

 
Alle 16 settembre 2012 01:17 , Anonymous Anonimo ha detto...

Mario Capuano
Infatti, infatti! ho voluto solo 'ribadire' quanto detto da voi e approfittando di ricordare qualche suggerimento fatto dal sottoscritto alcuni anni addietro: LE TELECAMERE! un sistema di 'MONITORAGGIO' E' I-N-D-I-S-P-E-S-A-B-L-E!!!

 
Alle 16 settembre 2012 10:00 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sono d'accordissimo! Qui le istituzioni c'entrano poco. Qui si tratta solo di figli di p......., le cui madri, essendo impegnate a svolgere la professione, non hanno mai insegnato loro le regole del vivere civile... Basta con questo scempio! Lo stesso Iannuzzi a Mdp si vanta dei risultati raggiunti al porticciolo quest'anno... ok ci fa piacere. Ma deve anche mandare i vigili in borghese (soprattutto di sera) a multare tutti i pescatori da strapazzo che si impadroniscono quotidianamente dei moli e delle scogliere, in taluni casi ostacolando in modo fastidioso anche il passaggio a chi vuole semplicemente fare due passi, e ABBANDONANO OGNI TIPO DI RIFIUTO nel momento in cui se ne vanno affanculo nei paesi di m... dai quali provengono? Non parliamo poi di cosa si trova fra gli scogli: una vera e propria discarica. Faccio notare anche che le nuove panchine installate sono diventate tavoli per far appoggiare a questa merda di gentaglia le loro suppellettili...

 
Alle 16 settembre 2012 12:16 , Anonymous Anonimo ha detto...

non tirate troppo la corda. non fate scuccià il buon ermanno

 
Alle 16 settembre 2012 16:03 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luigi Carannante Cobra
ma il lago fusaro peggio ancora che pescano anche non vedete? il lago fusaro fa parte del comune di bacoli non solo il lago maremorto

 

Posta un commento

Il Decalogo dei Commenti, ovvero.. Piccole Regole per un Vivere Civile:

1 - Se il tuo commento non viene pubblicato in maniera subitanea, ATTENDI. Possibile che la Redazione non sia online.

2 - Se scrivi parolacce, ingiurie, offese, se imprechi, se auguri strane morti e il tuo commento non viene pubblicato, NON STUPIRTI

- Corollario al punto 2 - Continuare a offendere la Redazione non aumenterà le possibilità di pubblicazione del commento

3 - Se ti lanci, da anonimo, in una sorta di denuncia verso terzi, accusando questo o quello di associazione a delinquere e/o di altri misfatti e il tuo commento non viene pubblicato, NON MERAVIGLIARTI. Puntare il dito contro la Redazione accusandola di omertà o di connivenza è, ti sembrerà strano, inappropriato. Noi ci assumiamo la piena responsabilità di ogni parola pubblicata, mettendo, SEMPRE, i nostri nomi e cognomi… tu?

4 - Se esprimi un concetto non c’è bisogno di altri mille commenti per avvalorarlo. Soprattutto se ti fingi ogni volta una persona diversa.

5 - Firmare un commento, segno di civiltà e responsabilità verso le proprie opinioni, è sempre cosa gradita. A maggior ragione se corrisponde alla tua vera identità

SE AVETE PROBLEMI NELL'INSERIRE I VOSTRI COMMENTI, INVIATELI A: freebacoli@live.it

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page